Giurisprudenza nazionale

Spagna

In Spagna la giurisprudenza non è considerata fonte del diritto, in quanto l'articolo 1, primo comma, del codice civile spagnolo (Código Civil) sancisce che le fonti del diritto sono la legge, la consuetudine e i principi generali del diritto (articolo 1, primo comma, del codice civile spagnolo). Tuttavia, l'articolo 1, sesto comma, del codice civile spagnolo dispone che la giurisprudenza «integra l'ordinamento giuridico mediante principi giurisprudenziali consolidati nel tempo della Corte suprema (Tribunal Supremo) nell'interpretazione e nell'applicazione della legge, della consuetudine e dei principi generali del diritto». Inoltre il diritto di accesso alle informazioni pubbliche è riconosciuto esplicitamente dall'articolo 105, lettera b), della Costituzione spagnola (Constitución Española).

Contenuto fornito da
Spagna

Accesso alla giurisprudenza

L'articolo 560, primo comma, punto 10, della legge organica sul potere giudiziario (Ley Orgánica del Poder Judicial) stabilisce che uno dei poteri del Consiglio generale del potere giudiziario (Consejo General del Poder Judicial) è il seguente: "la pubblicazione ufficiale delle sentenze e di altre decisioni emanate dalla Corte suprema e dagli altri organi giudiziari.

A tal fine il Consiglio generale del potere giudiziario, previa presentazione di una relazione alle autorità competenti, stabilisce norme concernenti l'elaborazione, la compilazione, il trattamento, la divulgazione e la certificazione delle raccolte elettroniche delle sentenze, al fine di assicurarne l'accessibilità, l'integrità e l'autenticità e di garantirne la conformità alla legislazione in materia di protezione dei dati personali".

Analogamente, l'articolo 560, primo comma, punto 16, lettera e), della legge organica sul potere giudiziario conferisce al Consiglio generale del potere giudiziario il potere di riutilizzare le decisioni giudiziarie rigorosamente nel quadro dell'attuazione delle disposizioni di detta legge organica.

Al fine di garantire la conformità alla legge, il Consiglio generale del potere giudiziario ha creato nel 1997 il Centro di documentazione giudiziaria (Centro de Documentación Judicial, CENDOJ), con sede a San Sebastián. In conformità delle disposizioni dell'articolo 619 della legge organica sul potere giudiziario, questo organismo tecnico in seno al Consiglio generale del potere giudiziario è responsabile di selezionare, gestire, trattare, divulgare e pubblicare informazioni in materia di legislazione, giurisprudenza e ordinamento giuridico.

Questo nuovo servizio pubblico di accesso alla giurisprudenza prodotta dai vari organi giudiziari alle migliori condizioni tecniche, che protegge in modo particolare gli individui in riferimento al trattamento dei dati automatizzati e stabilisce meccanismi adeguati per agevolare l'accessibilità, l'interoperabilità, la qualità e il riutilizzo delle informazioni pubblicate, è organizzato sulla base dei mandati giuridici di cui alla legge organica 6/1985, del 1° luglio 1985, sul potere giudiziario, alla legge 19/2013, del 9 dicembre 2013, sulla trasparenza, sull'accesso alle informazioni pubbliche e sulla buona governance, al regolamento 1/1997 sul Centro di documentazione giudiziaria, e alla legge 18/2015, del 9 luglio 2015, che modifica la legge 37/2007, del 16 novembre 2007, sul riutilizzo di informazioni settoriali pubbliche, che recepisce la direttiva 2013/37/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 giugno 2013.

Al fine di conformarsi a quanto sopra esposto, il Centro di documentazione giudiziaria attua un sistema di divulgazione delle sentenze e di altre decisioni giudiziarie attraverso la pubblicazione ufficiale delle sentenze e di altre decisioni della Corte suprema e di altri organi giurisdizionali, a) accessibile al grande pubblico, in maniera libera e gratuita, attraverso un motore di ricerca on line, in seguito alla rimozione dei dati personali; b) in un ambiente riservato al potere giudiziario con funzionalità aggiuntive (link alla giurisprudenza e alla legislazione nazionale e straniera, nonché alle sentenze della Corte costituzionale (Tribunal Constitucional)) nell'ambito delle funzioni intrinseche del Consiglio generale del potere giudiziario in qualità di organo direttivo dei giudici e degli organi giurisdizionali spagnoli; c) la divulgazione internazionale delle decisioni dei tribunali spagnoli pubblicate dal CENDOJ sul sito web www.poderjudicial.es, ai fini della conoscenza condivisa degli ordinamenti giuridici e della giurisprudenza degli Stati membri dell'Unione europea, conformemente alle conclusioni del Consiglio (2011/C 127/01) sul «portale europeo della giustizia elettronica» e attraverso la Rete iberoamericana dell'informazione e della documentazione giuridica (Red Iberoamericana de Información y Documentación Judicial, Iberius), e la comunicazione di informazioni ai vari riutilizzatori, nonché agli altri utenti (che non sono riutilizzatori) ai sensi delle norme giuridiche summenzionate.

La banca dati del CENDOJ dovrebbe essere integrata anche con la banca dati della Corte costituzionale, che contiene informazioni sulle sentenze emanate da tale alta corte.

Vi sono inoltre banche dati private, il cui accesso è a pagamento.

Presentazione della giurisprudenza

Per quanto riguarda la giurisprudenza della Corte suprema, il CENDOJ ha creato una piattaforma tecnologica sotto forma di un sistema di navigazione organizzato in schede.

Durante la consultazione della piattaforma, si aprirà una scheda denominata "RESULTADOS" [risultati] (che elenca i risultati ottenuti) e un'altra scheda intitolata "BÚSQUEDA" [ricerca] (che permette di accedere al modulo in qualsiasi momento).

Il motore di ricerca fornisce un accesso rapido e sicuro a tutte le decisioni giudiziarie emesse dalla Corte suprema. È possibile cercare le decisioni servendosi dei campi di selezione, che identificano e classificano tali decisioni, e/o dei campi di testo libero.

Inoltre è possibile accedere direttamente alle 50 decisioni più recenti di ciascuna giurisdizione, facendo clic sui pulsanti che appaiono nella parte inferiore dell'interfaccia. In tal modo è possibile accedere alle ultime sentenze ricevute e incorporate nella banca dati, che costituisce il fondamento della giurisprudenza.

Il sistema comprende anche una nuvola di etichette ("tag cloud") con le ricerche più popolari per dominio; cliccando su una di queste etichette appariranno le sentenze relative a tale dominio.

Ricerca per campi di selezione

Alcuni campi di informazioni contenute nelle decisioni possono essere delimitati utilizzando un insieme di possibili valori. Ad esempio:

  • Il riquadro "Jurisdicción" [Giurisdizione] comprende una selezione di settori del diritto: civile, penale, di ricorso amministrativo, del lavoro, militare.
  • Il riquadro "Tipo de Resolución" [Tipo di decisione] consente di selezionare le sentenze, le ordinanze o gli accordi della Corte suprema.
  • Data della decisione: il pulsante "Calendario" [Calendario] permette di limitare la ricerca inserendo le date.
  • Lingua: menù a tendina che consente di selezionare la lingua delle decisioni che si desidera reperire.

Ricerca per campi di testo libero

Oltre ai campi di selezione, per la ricerca delle decisioni è possibile servirsi anche di altri campi, che non hanno valori limitati ma possono contenere qualsiasi stringa di testo, attraverso cui è possibile effettuare ricerche libere.

RISULTATI

Al termine di una ricerca, la visualizzazione predefinita prevede che siano mostrati 10 risultati per pagina.

Sono presentati nella forma seguente:

TERMINI CORRELATI: il sistema fornisce automaticamente i termini associati alla ricerca effettuata, ma solo nell'ambiente riservato.

TITOLO: il numero di archivio ufficiale della giurisprudenza spagnola (Repositorio Oficial de Jurisprudencia, ROJ) della giurisprudenza reperita e l'identificatore europeo della giurisprudenza (ECLI) sono indicati qui.

SOTTOTITOLI: qui sono indicate le informazioni seguenti:

  • tipo di organo: per esempio, Corte suprema
  • comune: per esempio, Madrid --sezione: 1
  • relatore: per esempio, nome... cognome/i...
  • n. del ricorso: per esempio, 88/2007 -- data: 26/06/2008
  • tipo di decisione: per esempio, sentenza
  • organo, in ordine alfabetico

Infine, cliccando sul titolo del risultato desiderato, si apre una nuova pagina che mostra il contenuto integrale del documento recuperato. Il pubblico può consultare il documento in formato PDF.

Formato

Di norma le sentenze sono disponibili nelle banche dati in formato PDF (per il pubblico), RTF e HTML (nell'ambiente riservato al potere giudiziario).

Sentenze e ordinanze disponibili

  • Corte suprema

Corte suprema: la giurisprudenza della Corte suprema è pubblicata integralmente, liberamente e gratuitamente su Internet a fini informativi. Sono disponibili i testi integrali, nei quali sono stati eliminati i dati personali (resi anonimi) con un efficace motore di ricerca che rimuove tali dati, soprattutto nei testi delle decisioni. È possibile accedere a questa banca dati attraverso la funzione di ricerca del CENDOJ della Corte suprema.

  • Altri organi giurisdizionali

Oltre alle decisioni e agli accordi della Corte suprema, la banca dati del CENDOJ fornisce al pubblico l'accesso gratuito alle sentenze pronunciate dall'Alta corte nazionale spagnola (Audiencia Nacional), dai Tribunali superiori di giustizia (Tribunales Superiores de Justicia) e dai tribunali provinciali (Audiencias Provinciales), nonché una selezione di ordinanze dei tribunali collegiali e delle sentenze e delle ordinanze pronunciate dal Tribunale militare centrale (Tribunal Militar Central), dai tribunali militari regionali (Tribunales Militares Territoriales) e dai singoli giudici.

Altri procedimenti

Sono disponibili informazioni...

  • sui ricorsi?
  • in merito alla risoluzione del caso?
  • sull'esito dei ricorsi?
  • sull'irrevocabilità della decisione?
  • su altri procedimenti?

Le informazioni accessibili al pubblico contengono i testi integrali delle sentenze senza ulteriori elementi, fatto salvo che, in molte cause, la decisione stessa contiene informazioni in marito alla sua natura definitiva (irrevocabile) o meno. Inoltre tali decisioni comprendono anche i pareri discordanti, se presenti. A prescindere da quanto sopra esposto, la banca dati presente nell'ambiente riservato al potere giudiziario (banca documentale CENDOJ) contiene link che collegano le decisioni impugnate a quelle pronunciate dal Tribunale superiore (Tribunal Superior), sintesi, il significato della sentenza, riferimenti alle sentenze citate favorevoli o contrarie, la giurisprudenza citata, applicata o interpretata; la descrizione della sentenza: attuazione di concetti generali, consolidamento di una sentenza o giurisprudenza innovativa e classificazione della decisione conformemente ai termini utilizzati nel thesaurus giuridico del CENDOJ.

Norme in materia di pubblicazione

Esistono norme vincolanti in materia di pubblicazione della giurisprudenza a livello nazionale o a seconda del tipo di tribunale?

Tali norme sono sancite dall'articolo 560, primo comma, punto 10, della legge organica sul potere giudiziario, secondo cui il Consiglio generale del potere giudiziario è competente in materia di pubblicazione ufficiale delle sentenze e delle altre decisioni pronunciate dalla Corte suprema e da altri organi giurisdizionali.

Altre norme in materia di pubblicazione sono contenute nel regolamento che istituisce il Centro di documentazione giudiziaria.

Si tratta di una sentenza o solo di una selezione di testi pubblicati? In quest'ultimo caso, quali criteri si applicano?

Le sentenze sono pubblicate integralmente, non sotto forma di estratti, mentre tutte le sentenze pronunciate dai tribunali collegiali e una selezione di quelle pronunciate dai singoli giudici sono pubblicate alle condizioni sopra esposte.

Link correlati

Motore di ricerca della giurisprudenza del Centro di documentazione giudiziaria:

http://www.poderjudicial.es/search/indexAN.jsp

Ultimo aggiornamento: 23/08/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.