Nel campo della giustizia civile, le procedure e i procedimenti in corso avviati prima della fine del periodo di transizione proseguiranno a norma del diritto dell'UE. Il portale e-Justice, sulla base di un accordo comune con il Regno Unito, conserverà le informazioni pertinenti relative al Regno Unito fino alla fine del 2022.

Trasferirsi/soggiornare legalmente all'estero con minori

Inghilterra e Galles
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 In quali circostanze un genitore può trasferire lecitamente il minore in un altro Stato senza l'autorizzazione dell'altro genitore?

Il diritto di Inghilterra e Galles prevede il trasferimento lecito di un minore fuori dal Regno Unito. Un'ordinanza sull'affidamento di un minore è un'ordinanza emessa da un organo giurisdizionale che stabilisce con chi deve vivere o trascorrere del tempo il minore. L'articolo 13, secondo comma, della Children Act 1989 (legge del 1989 sui minori) consente a una persona che dispone di un'ordinanza sull'affidamento di un minore (precedentemente noto come ordinanza in materia di residenza e di contatto) concernente il minore di trasferirlo fuori dal Regno Unito per un periodo inferiore a un mese (ad esempio per una vacanza).

Ciò è coerente con l'articolo 1, quarto comma, della Child Abduction Act 1984 (legge del 1984 sulla sottrazione di minori) che prevede che una persona non commette reato portando o inviando un minore fuori dal Regno Unito se si tratta di una persona a favore della quale è in vigore un'ordinanza sull'affidamento di un minore e il trasferimento ha durata inferiore a un mese.

Laddove non sia in vigore alcuna ordinanza sull'affidamento di un minore, un genitore che dispone della responsabilità genitoriale esclusiva può legittimamente trasferire un minore fuori dal Regno Unito senza l'autorizzazione dell'altro genitore. Tuttavia l'altro genitore che non dispone della responsabilità genitoriale può impedire il trasferimento di un figlio minore fuori dalla giurisdizione presentando un'istanza agli organi giurisdizionali in Inghilterra e Galles per ottenere un'ordinanza che vieti determinate azioni. Può altresì presentare un'istanza agli organi giurisdizionali affinché emettano un'ordinanza in materia di responsabilità genitoriale. La "responsabilità genitoriale" è definita nell'articolo 3, primo comma, della legge del 1989 sui minori.

2 In quali circostanze è necessaria l'autorizzazione dell'altro genitore per il trasferimento del minore in un altro Stato?

L'articolo 13 della legge del 1989 sui minori prevede che, laddove sia in vigore un'ordinanza sull'affidamento di un minore nei confronti quest'ultimo, nessuno possa trasferirlo fuori dal Regno Unito senza il consenso scritto di ogni persona che ha la responsabilità genitoriale per il minore o l'autorizzazione dell'organo giurisdizionale.

Inoltre l'articolo 1 della legge del 1984 sulla sottrazione di minori prevede che un genitore (e specificate altre persone che includono una persona che è tutore del minore, una persona a favore della quale è in vigore un'ordinanza sull'affidamento di un minore in relazione al minore in questione oppure un persona con cui il minore vive) commette un reato (sottrazione di minore) se porta con sé o invia un minore fuori dal Regno Unito senza il consenso appropriato (il che significa il consenso della madre del minore e quello del padre del minore se questi dispone della responsabilità genitoriale; oppure il consenso di altre persone specificate di cui sopra).

Qualora non sia in vigore alcuna ordinanza sull'affidamento di un minore ma più di una persona disponga della responsabilità genitoriale in relazione al minore, nessuna persona che ha la responsabilità genitoriale per il minore in questione è autorizzata a trasferire il minore fuori dal Regno Unito senza il consenso degli altri soggetti che detengono la responsabilità genitoriale o il permesso dell'organo giurisdizionale.

3 Se l'altro genitore non concede l'autorizzazione al trasferimento del minore in un altro Stato, sebbene sia necessario, come si può trasferire lecitamente il minore in un altro Stato?

Un genitore a favore del quale è stata emessa un'ordinanza sull'affidamento di un minore in relazione al minore in questione e che sta cercando di trasferire quest'ultimo permanentemente fuori dal Regno Unito può trasferirsi legalmente con il minore senza l'intervento dell'organo giurisdizionale se ha ottenuto il consenso scritto dell'altro genitore avente responsabilità genitoriale o di chiunque altro disponga della responsabilità genitoriale per il minore in questione. Qualora tale consenso sia negato, occorre presentare una domanda a un organo giurisdizionale per l'ottenimento dell'autorizzazione a trasferire in maniera permanente il minore fuori dall'Inghilterra e dal Galles (articolo 13, primo comma, della legge del 1989 sui minori).

Se non è in vigore alcuna ordinanza sull'affidamento di un minore, una persona che dispone della responsabilità genitoriale per il minore e che sta cercando di trasferirlo definitivamente fuori dal Regno Unito deve presentare un'istanza all'organo giurisdizionale per ottenerne l'autorizzazione nel caso in cui qualsiasi altra persona avente la responsabilità genitoriale sul minore abbia negato il proprio consenso.

In Inghilterra e Galles, la priorità preminente e il fattore determinante nei casi di trasferimento internazionale saranno sempre costituiti dal benessere del minore. I giudici dei tribunali della famiglia terranno conto di tutte le informazioni a loro disposizione in ciascun caso prima di formulare una sentenza indipendente. Cercheranno innanzitutto di prendere decisioni che siano nell'interesse superiore del minore. Il benessere del minore sarà sempre la priorità preminente dell'organo giurisdizionale nel determinare tali casi. La legge del 1989 sui minori fornisce protezione legale per salvaguardare il benessere dei minori in caso di trasferimento fuori dall'Inghilterra e dal Galles.

4 Per quanto riguarda il trasferimento temporaneo (ad esempio vacanze, cure mediche ecc.) si applicano le stesse norme del trasferimento definitivo? Se del caso, si prega di fornire i relativi moduli per l'autorizzazione.

La risposta alla domanda 1 di cui sopra stabilisce le disposizioni per il trasferimento lecito di un minore fuori dal Regno Unito per un periodo inferiore a un mese. Una persona a favore della quale è stata emessa un'ordinanza sull'affidamento di un minore in relazione al minore in questione può portarlo all'estero per un periodo inferiore a un mese e pertanto non avrà bisogno del permesso dell'altro genitore per portare il minore in vacanza.

Ultimo aggiornamento: 10/08/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.