Tipi di professioni giuridiche

Belgio

Questa pagina fornisce una panoramica delle diverse professioni giuridiche in Belgio.

Contenuto fornito da
Belgio

Le professioni giuridiche – introduzione

Questa parte contiene informazioni relative alle seguenti professioni giuridiche:

  • il pubblico ministero,
  • i giudici,
  • gli avvocati,
  • i notai e
  • gli ufficiali giudiziari.

Pubblico ministero

Organizzazione

L'ufficio del pubblico ministero è composto da magistrati che fanno parte di un parquet o di un auditorat e che, in questa funzione, adempiono ai doveri del relativo ufficio, nell'ambito del grado dell'organo giuridico a cui sono assegnati.

Al livello del circondario giudiziario, il procureur du Roi, i primi sostituti e i sostituti agiscono in qualità di pubblico ministero presso il tribunale di primo grado: ciò avviene anche dinanzi al tribunale dei minori (che è una sezione del tribunale di primo grado), al tribunal o ai tribunaux de police e al tribunale commerciale di loro competenza.

Dinanzi ai tribunali del lavoro, tale funzione viene esercitata dall'auditeur du travail, assistito dai sostituti ed eventualmente dai primi sostituti. Con tale qualifica essi agiscono anche dinanzi al tribunal correctionnel, che è una sezione del tribunale di primo grado, e al tribunal o ai tribunaux de police nell'ambito delle cause penali di propria competenza.

Al livello delle corti d'appello e delle corti d'appello del lavoro, le funzioni di pubblico ministero vengono svolte dal procureur général, che dirige e controlla i magistrati del parquet général e dell'auditorat général del lavoro. Per il parquet général, il procureur général viene assistito dal primo avocat général e dagli avocats généraux e da sostituti del procureur général. Per l'auditorat général, si tratta di un primo avocat général, di avocats généraux e di substituts généraux.

Presso la Corte di cassazione, la funzione del pubblico ministero viene esercitata dal procureur général presso la Cassazione, assistito da un primo avocat général e dagli avocats généraux. Malgrado l'analogia dei termini usati, la funzione del pubblico ministero in questa sede è completamente diversa. Infatti, la Corte di cassazione non si pronuncia sul merito della causa, ma verifica la legittimità e la regolarità della procedura applicata.

Il pubblico ministero è indipendente nell'esercizio delle attività di ricerca e nell'ambito dei singoli procedimenti, fatto salvo il diritto del ministro competente di ordinare l'avvio di procedimenti e di emanare direttive vincolanti di politica penale, anche in materia di politica di ricerca e perseguimento dei reati.

Ruolo e compiti

Il pubblico ministero deve assolvere una serie di compiti e di doveri nell'ambito della trattazione e del monitoraggio sia delle cause penali che di quelle civili.

  • In materia penale, i magistrati che fanno parte dell'ufficio del pubblico ministero vigilano (nell'interesse della società) sul normale svolgimento e sul rispetto della procedura penale; ciò sia al livello della trattazione nel merito della causa sia per quanto riguarda la fase precedente del procedimento concernente l'informazione e l'istruttoria (per i giudici dell'istruttoria: “camera di consiglio” e “camera della messa in stato d'accusa”). All'udienza, essi sono tenuti all'applicazione della legge penale; al tempo stesso, essi vigilano in maniera tale che siano adottate le misure necessarie affinché sia compiuta in maniera adeguata l'esecuzione delle pene inflitte. Dinanzi alla Corte d'assise l'ufficio del pubblico ministero viene esercitato dal procureur général presso la Corte d'appello, che tuttavia può delegare anche il membro di un parquet.
  • In materia civile il pubblico ministero interviene d'ufficio nei casi previsti dalla legge e ogni volta che l'ordine pubblico prescriva il suo intervento. In questi casi, il pubblico ministero dà un parere (scritto o orale) sulla controversia. Il pubblico ministero riceve obbligatoriamente comunicazione, per esprimere un parere, delle cause che trattano materie specifiche, elencate all'articolo 764, primo comma, del code judiciaire, e può altresì ricevere comunicazione, per esprimere un parere, di tutte le altre cause nel caso in cui lo ritenga opportuno; il tribunale o la corte possono anche ordinarlo d'ufficio (articolo 764, secondo comma, del code judiciaire).

Oltre a tali compiti principali propriamente definiti, il pubblico ministero, nell'ambito del proprio grado di giudizio, è competente anche per il monitoraggio e per l'esecuzione in maniera adeguata delle decisioni e delle direttive relative alla politica penale.

Le direttive della politica penale sono fissate dal ministro della Giustizia, dopo aver consultato il collegio dei procureurs généraux (composto da cinque procureurs généraux presso le corti d'appello).

Tale collegio è sotto l'autorità del ministro della Giustizia e prende decisioni per l'elaborazione e il coordinamento della politica con il massimo della coerenza e per un corretto funzionamento generale dell'ufficio del pubblico ministero.

La competenza del collegio si estende su tutto il territorio del Regno e le sue decisioni sono vincolanti per i procureurs généraux presso le corti d'appello e per tutti i membri dell'ufficio del pubblico ministero sotto la loro autorità e direzione.

Si possono consultare informazioni sul sito dell'ufficio del pubblico ministero.

Giudici

Organizzazione

Lo Stato belga si fonda sul principio della separazione dei poteri, vale a dire il potere legislativo, il potere esecutivo e il potere giudiziario. Il potere giudiziario è indipendente.
Si distingue la “magistratura seduta” (i giudici nei tribunali e i consiglieri nelle corti) e la “magistratura in piedi” (il pubblico ministero o parquet – v. supra).
Il potere giudiziario (magistratura giudicante) si pronuncia in materia di controversie ed è esercitato dalle corti e dai tribunali. Esso esercita inoltre un controllo di legittimità sugli atti del potere esecutivo.
In genere, i magistrati che svolgono le loro funzioni nei tribunali sono definiti «giudici», mentre i magistrati che svolgono le loro funzioni nelle corti sono definiti «consiglieri».
I giudici della magistratura seduta hanno il compito di applicare la legge alla situazione/contestazione che viene loro presentata in materia civile e rispetto alle persone che hanno commesso un reato.
In taluni tribunali, alcuni giudici onorari svolgono le loro funzioni insieme ai giudici togati. Si trovano giudici onorari nelle seguenti giurisdizioni:

  • Tribunale commerciale: giudici togati e giudici consulaires (onorari).
  • Tribunale del lavoro: giudici togati e giudici sociali (onorari)
  • Tribunale dell'applicazione delle pene: giudici togati e assesseurs per l'applicazione delle pene.

Nell'ambito dell'ordinamento giudiziario il pubblico ministero svolge una missione sociale specifica che non si limita al rispetto delle norme del diritto penale, ma si estende ad aspetti di natura civile, ad esempio negli ambiti del diritto sociale, del diritto minorile e in materia commerciale.

Gestione e sostegno

Collège des cours et tribunaux (Collegio delle corti e dei tribunali)

Le corti e i tribunali fanno parte del potere giudiziario. All'interno di uno Stato di diritto democratico e nei limiti delle competenze loro riconosciute dal legislatore, concorrono alla risoluzione o alla prevenzione dei conflitti in modo indipendente, imparziale e professionale, nel rispetto delle norme giuridiche e utilizzando i mezzi disponibili, in modo da assicurare la migliore qualità possibile nel loro operato.
Il Collegio assiste le corti e i tribunali nell'assolvimento del loro compito principale:

  • richiedendo in modo trasparente, professionale e motivato i mezzi necessari e provvedendo all'utilizzo ottimale degli stessi;
  • agendo in qualità di portavoce nei confronti dei soggetti esterni per quanto riguarda la gestione delle corti e dei tribunali;
  • prestando il proprio sostegno nella gestione delle corti e dei tribunali.

Collège du ministère public (Collegio del pubblico ministero)

Oltre ai cinque procureurs généraux, il Collegio del pubblico ministero è composto dal procureur fédéral, da tre membri del Consiglio dei procureurs du Roi e da un membro del Consiglio degli auditeurs du travail. Insieme si occupano di tutte le questioni relative al buon governo dell'ufficio del pubblico ministero.
Il presidente del Collegio dei procureurs généraux è anche presidente del Collegio del pubblico ministero.
In primo luogo il Collegio del pubblico ministero offre sostegno, sul piano gestionale, all'esecuzione della politica penale stabilita dal Collegio dei procureurs généraux. In secondo luogo, esso punta a realizzare l'obiettivo della qualità integrale all'interno dell'ufficio del pubblico ministero, in particolare nei settori della comunicazione, della gestione delle conoscenze, dell'informatizzazione, della misurazione del carico di lavoro, dei processi lavorativi, delle statistiche e della gestione strategica delle risorse umane. Infine, fornisce un supporto gestionale ai vari uffici giudiziari, vale a dire i parquets généraux, gli auditorats généraux del lavoro, i parquet del procureur du Roi, gli auditorats del lavoro e il parquet fédéral.
Per l'espletamento di tali compiti, il Collegio del pubblico ministero adotta tutte le misure necessarie e può emanare raccomandazioni e direttive vincolanti.
Si riunisce una volta alla settimana e, a cadenza regolare, organizza concertazioni con il ministro della Giustizia.

Parere

Conseil consultatif de la magistrature (Consiglio consultivo della magistratura)

Il Consiglio consultivo della magistratura (CCM) è l'interlocutore rappresentativo della magistratura presso le autorità su tutte le questioni relative allo statuto, alle condizioni di lavoro e ai diritti dei magistrati.

Uffici autonomi e federali della Giustizia

Conseil supérieur de la Justice (Consiglio superiore della giustizia)
Controllo e parere

Il Consiglio superiore della giustizia deve contribuire a un migliore operato della giustizia belga svolgendo un ruolo decisivo nella selezione e nella nomina dei magistrati, esercitando un controllo esterno sul suo funzionamento, in particolare mediante verifiche ispettive, indagini speciali e il trattamento delle denunce, ed emettendo pareri.
Il Consiglio superiore della Giustizia è un organo indipendente dal Parlamento, dal governo e dalla magistratura.

Institut de formation judiciaire (Istituto di formazione giudiziaria)

Formazione

L'Istituto di formazione giudiziaria è l'organismo federale indipendente responsabile della definizione e dell'attuazione della politica integrale di sviluppo e formazione rivolta ai magistrati e al personale dell'ordine giudiziario nel perseguimento di una giustizia di qualità.

Avvocati

Ruolo e compiti

L'avvocato è un professionista che svolge la sua attività nel settore del diritto e della giustizia. È sottoposto a regole deontologiche che garantiscono la sua totale indipendenza ed è tenuto al segreto professionale.

La formazione dell'avvocato permette al professionista di operare in diversi settori del diritto che spesso si intersecano (diritto societario, diritto amministrativo, diritto urbanistico, diritto tributario, diritto di famiglia, ...). Durante la carriera l'avvocato può specializzarsi in uno o più settori a seconda dell'esperienza specifica acquisita.

Il ruolo dell'avvocato è quello di assistere il cliente non solo dinanzi ai tribunali, ma in tutte le situazioni nelle quali può avere bisogno di un sostegno dal punto di vista giuridico, ossia di un professionista che rappresenti il suo punto di vista, rediga gli atti giudiziari e stragiudiziali o perfino gli garantisca un sostegno morale.

In generale dunque l'avvocato ha tre compiti:

  • prestare consulenza;
  • mediare;
  • difendere.

L'avvocato può difendere e rappresentare i propri clienti dinanzi a tutti i giudici del Regno (tribunal de policejustice de paix, tribunale di primo grado, tribunale commerciale, tribunale del lavoro, corte d'appello, cour du travail, corte d'assise, conseil d'Etat) così come in altri paesi dell'Unione Europea.

Può assistere inoltre i clienti nei procedimenti di arbitrato, di mediazione, nell'ambito di qualsiasi procedimento alternativo di risoluzione delle controversie o nell'ambito di qualsivoglia assemblea o riunione.

L'avvocato non si limita soltanto a intervenire nell'ambito delle controversie. Tramite le consulenze o i contratti che redige o adatta, l'intervento dell'avvocato permette spesso di evitare il processo.

L'avvocato può altresì assistere i clienti se questi intendono affittare o acquistare un immobile, se pensano di creare una società, se non riescono a far fronte alla loro situazione debitoria, se vogliono concludere un contratto con un nuovo datore di lavoro, se sono stati vittima di un incidente o di un'aggressione, se sono stati convocati per comparire in tribunale o se vogliono separarsi dal coniuge.

Un avvocato per tutti

Per le persone che hanno scarse risorse, la legge prevede un servizio di assistenza giuridica (in passato la cosiddetta “pro deo”) e un'assistenza in giudizio:

L'assistenza giuridica permette di usufruire in maniera del tutto o parzialmente gratuita dell'assistenza di un avvocato. Essa si organizza a due livelli:

  • L'assistenza giuridica di prima linea è accessibile a tutti indipendentemente dal proprio reddito. Si tratta di permanenze garantite da avvocati che sono a disposizione per brevi consultazioni: una prima consulenza giuridica, una richiesta di informazioni,…
    Per la prima linea sono competenti le Commissions d'Aide Juridique (C.A.J.).
  • L'assistenza giuridica di seconda linea è accessibile alle persone che rispondono a determinati requisiti dal punto di vista finanziario o che si trovano in situazioni particolari. Tale aiuto, che può essere gratuito del tutto o in parte a seconda delle situazioni, permette di ottenere la nomina di un avvocato per assistere gli interessati nell'ambito di un procedimento giudiziario o amministrativo, per assisterli in modo più approfondito, o anche nell'ambito di una mediazione.
    Per la seconda linea sono competenti i Bureaux d'Aide Juridique (B.A.J.).

Con l'assistenza in giudizio le spese del procedimento possono essere del tutto o parzialmente a carico dello Stato (diritti di cancelleria e di registrazione, nonché spese dell'ufficiale giudiziario, notarili, per consulenze tecniche, ...). A tal fine, il cliente si rivolge, lui stesso o tramite il suo avvocato, all'ufficio di assistenza in giudizio.

Autorità responsabili

Tutti gli avvocati appartengono a un foro. Attualmente vi sono 25 fori in Belgio.

L'Ordre des Barreaux Francophones et Germanophone (AVOCATS.BE) è l'organizzazione che riunisce i fori della comunità francofona e di quella germanofona del paese (cioè 11 fori francofoni e 1 foro germanofono).

L'Orde van Vlaamse Balies (O.V.B.) è l'organizzazione che riunisce i fori della comunità neerlandofona del paese (13 fori).

Per ottenere informazioni sulla professione d'avvocato, si possono consultare le seguenti pagine internet:

L'accesso a tale banca dati è gratuito.

Notai

I notai sono pubblici ufficiali nominati dal Re che, in particolare, hanno come ruolo quello di autenticare gli atti che vengono loro sottoposti. Infatti, per taluni atti occorre l'intervento di un notaio, in base alla legge, per constatare un accordo intervenuto tra le parti (atti autentici). Pertanto, ad esempio, occorrerà ricorrere a un notaio per procedere alla vendita di un immobile. Oltre a intervenire per redigere atti autentici, si può far ricorso a un notaio per liquidare una successione, redigere una convenzione con scrittura privata, ottenere un parere,...

La competenza dei notai riguarda principalmente tre materie importanti:

  • il diritto immobiliare (compravendita di un immobile, prestito,...),
  • il diritto di famiglia (matrimonio, successioni, divorzi,...) e
  • il diritto commerciale (costituzione di società,…).

Esiste una Chambre nationale des notaires che ha come compiti principali:

  • rappresentare i notai del Belgio nei confronti dei poteri e delle istituzioni nell'ambito delle sue competenze;
  • redigere le norme di deontologia;
  • rivolgere alle chambres des notaires raccomandazioni utili per il rispetto della disciplina.

Inoltre esistono delle Chambres des notaires al livello provinciale, organismi disciplinari della professione che hanno due compiti principali: devono verificare il rispetto delle regole di deontologia e devono risolvere le controversie di ordine professionale (ad esempio il trattamento delle denunce). Per quanto riguarda il trattamento delle denunce, è stato istituito anche un servizio nazionale di mediazione per il notariato (www.ombudsnotaire.be).

Infine, i notai sono altresì riuniti all'interno della Fédération Royale du Notariat Belge (Federazione reale del notariato in Belgio o Fednot).  La Fednot è l'organizzazione professionale del notariato che assiste gli studi fornendo pareri giuridici, consulenze e raccomandazioni riguardanti la gestione dello studio, nonché soluzioni informatiche, corsi di formazione e informazioni al pubblico. Nella propria rete la Fednot riunisce 1 150 studi con 1 550 notai e 8 000 collaboratori.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della Federazione reale del notariato in Belgio.

Altre professioni giuridiche

Ufficiali giudiziari

L'ufficiale giudiziario è un funzionario ministeriale e pubblico che esercita le sue funzioni assoggettato alla regolamentazione della libera professione. In altre parole, possiede un'identità professionale doppia: da un lato è un funzionario pubblico; dall'altro esercita le sue funzioni in maniera indipendente.

Poiché lo Stato gli ha delegato una parte dell'autorità pubblica, l'ufficiale giudiziario è un funzionario ministeriale e pubblico. Per questo motivo, l'ufficiale giudiziario non si può rifiutare di rispondere a una domanda di intervento, a meno che la deontologia o la legge non preveda questa possibilità, come in caso di conflitto di interessi o nel caso in cui l'oggetto della domanda sia illecito. Pertanto l'ufficiale giudiziario non agisce mai di sua iniziativa, bensì sempre su richiesta di qualcuno che gli ha affidato una missione formale. In occasione di ciascuna delle missioni che deve eseguire, è tenuto a rispettare vari obblighi di legge. Peraltro, l'ufficiale giudiziario può richiedere un pagamento per il suo intervento affinché le spese siano in parte o del tutto rimborsate.

In quanto titolare di una professione liberale, l'ufficiale giudiziario agisce in modo indipendente e imparziale. Inoltre, egli mette la sua esperienza professionale al servizio di chiunque. Ciò comporta il fatto che non riceve né uno stipendio né indennità né altro tipo di remunerazione dalle autorità. Pertanto, deve agire in proprio.

Si possono classificare i settori di intervento dell'ufficiale giudiziario in due grandi categorie: gli interventi cosiddetti «stragiudiziali» (il recupero crediti con una composizione bonaria, l'accordo) e «giudiziari » (la notifica, l'esecuzione di una decisione). In occasione di tali interventi, spesso deve dare informazioni sulla maniera in cui si possono esercitare i propri diritti e deve rispondere ad eventuali quesiti sui suoi compiti. Non fa differenza il caso in cui un cittadino usufruisca dei suoi servizi o sia l'oggetto della sua pratica.

In ciascun circondario giudiziario, esiste una chambre composta da tutti gli ufficiali giudiziari del circondario. I suoi compiti principali sono di controllare che gli ufficiali giudiziari del circondario rispettino le regole di disciplina e le leggi e i regolamenti che li riguardano, nonché di dirimere le controversie che possono sopravvenire tra ufficiali giudiziari.

Esiste inoltre la Chambre nationale des huissiers de justice de Belgique (Camera nazionale degli ufficiali giudiziari del Belgio), i cui compiti principali sono i seguenti:

  • vigilare sull'applicazione uniforme della disciplina e delle regole di deontologia tra ufficiali giudiziari;
  • difendere gli interessi dei suoi membri; e
  • rappresentarli.

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il sito della Camera nazionale degli ufficiali giudiziari in Belgio.

Altri (ausiliari)

I giudici e i magistrati del parquet sono assistiti da vari collaboratori amministrativi e giuridici: cancellieri, referendari, giuristi del parquet, segretari del parquet e personale amministrativo.

In ogni udienza, il giudice è assistito da un cancelliere. Il cancelliere prepara il lavoro del giudice (ad esempio, assemblando gli atti nel fascicolo per l'udienza). Nel corso dell'udienza redige il verbale dell'udienza e gli scambi e controlla che tutti gli atti siano redatti validamente. Inoltre garantisce e coordina i compiti amministrativi e contabili della cancelleria. Ogni tribunale ha una cancelleria, diretta dal cancelliere capo. La cancelleria ha un organico che comprende uno o più cancellieri a seconda delle dimensioni del tribunale. I cancellieri sono a loro volta assistiti dal personale amministrativo.

referendari sono giuristi che assistono i giudici nelle corti e nei tribunali al momento di preparare le sentenze. Essi collaborano alla trattazione delle cause, seguendo le istruzioni di uno o più magistrati e pur rimanendo la responsabilità in capo a questi ultimi. Studiano i fascicoli, esaminano le questioni giuridiche e preparano progetti di sentenze sul piano giuridico.

I magistrati dell'ufficio del pubblico ministero possono affidarsi a giuristi per la preparazione giuridica dei loro fascicoli. Presso l'ufficio del pubblico ministero sono chiamati “giuristi del parquet”. Questi ultimi effettuano in particolare ricerche giuridiche, gestiscono informazioni o preparano le richieste e le citazioni sul piano giuridico, seguendo le istruzioni di uno o più magistrati e pur rimanendo la responsabilità in capo a questi ultimi.

Ogni parquet ha un segretariato di parquet diretto da un segretario capo. I segretari di parquet assistono i magistrati di parquet in particolare nel lavoro di documentazione e ricerca e nella costituzione dei fascicoli. Essi aggiornano gli atti e i registri del parquet, tengono in ordine gli archivi, ecc. Il numero di segretari di parquet dipende dalle dimensioni del parquet. I segretari di parquet sono a loro volta assistiti dal personale amministrativo.

Nelle cancellerie e nelle segreterie di parquet lavora un gran numero di collaboratori amministrativi. Il personale amministrativo assicura la gestione amministrativa dei fascicoli attribuiti e l'inserimento dei dati negli schedari. I collaboratori amministrativi si occupano delle lettere e della classificazione e garantiscono l'accettazione della cancelleria o del parquet.

Per maggiori informazioni su queste professioni consultare questo documento  PDF (378 Kb) fr.

Organizzazioni che forniscono consulenze giuridiche gratuite

Ogni cittadino può ottenere una prima consulenza giuridica gratuita, prestata da professionisti del diritto. Si tratta dell'assistenza giuridica di prima linea, vale a dire:

  • informazioni pratiche,
  • informazioni giuridiche,
  • un primo parere giuridico, o
  • un rinvio a un'organizzazione specializzata.

La pratica non viene risolta immediatamente, ma viene fornito un primo orientamento. Vengono organizzate permanenze giuridiche nei palazzi di giustizia, negli uffici dei giudici di pace, nelle maisons de justice, in talune amministrazioni comunali, nella maggior parte dei Centri pubblici di azione sociale (CPAS) e presso varie associazioni senza scopo di lucro (ASBL) che dispongono di un servizio giuridico.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente opuscolo in linea: L'aide juridique: un meilleur accès à la justice (L'assistenza giuridica: un migliore accesso alla giustizia).

Banche dati giuridici

Si possono consultare informazioni sul sito del Service Public Fédéral Justice (Servizio pubblico federale giustizia) (ministero della Giustizia).

Ultimo aggiornamento: 10/01/2022

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.