Nel campo della giustizia civile, le procedure e i procedimenti in corso avviati prima della fine del periodo di transizione proseguiranno a norma del diritto dell'UE. Il portale e-Justice, sulla base di un accordo comune con il Regno Unito, conserverà le informazioni pertinenti relative al Regno Unito fino alla fine del 2022.

Notifiche: trasmissione ufficiale degli atti giuridici

Gibilterra
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Che cosa significa, in concreto, l'espressione "notificazione e comunicazione degli atti"? Perché vi sono delle procedure specifiche per la notificazione e la comunicazione degli atti?

In termini pratici, con "notificazione o comunicazione degli atti" si intende la notificazione o comunicazione in maniera appropriata di documenti utilizzati nei procedimenti giudiziari.

Le norme stabiliscono il quadro da seguire per consentire quanto segue:

  • che gli atti siano notificati o comunicati secondo una modalità approvata dall'organo giurisdizionale;
  • mettere a disposizione un meccanismo nel contesto del quale una parte può dimostrare che un determinato atto è stato o non è stato notificato o comunicato;
  • stabilire delle tempistiche entro le quali si può ritenere che un atto sia stato notificato o comunicato (ad esempio notificazione o comunicazione personale: atto considerato notificato o comunicato nello stesso giorno fatto salvo il caso in cui venga notificato o comunicato dopo le 17:00 in un giorno lavorativo oppure il sabato, la domenica o nei giorni festivi, nel qual caso sarà considerato notificato o comunicato il giorno lavorativo successivo).

2 Quali atti devono essere ufficialmente comunicati o notificati?

Gli atti che devono essere notificati o comunicati formalmente comprendono i moduli di domanda, i dettagli di una domanda, le difese, le risposte, gli avvisi di domanda, le istanze, gli ordini e le dichiarazioni/dichiarazioni giurate di testimoni (laddove queste siano utili durante il processo).

3 A chi compete la notificazione o la comunicazione di un atto?

La parte che ha preparato un atto è competente per la sua notificazione o comunicazione. Ad esempio, un modulo di domanda deve essere notificato o comunicato dal richiedente o da consulenti legali debitamente autorizzati. La Corte suprema di Gibilterra non effettua la notificazione o comunicazione di atti.

4 Indirizzo

4.1 Nel quadro del regolamento (CE) n. 1393/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 novembre 2007, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale, l'autorità richiesta di questo Stato membro cerca, di propria iniziativa, di stabilire il luogo dove si trova il destinatario dell'atto da notificare o comunicare qualora tale persona non risieda più all'indirizzo noto all'autorità richiedente?

Dato che Gibilterra non dispone di un registro dei domicili come avviene invece in molti Stati membri, non è possibile per l'autorità giudiziaria richiesta a Gibilterra ottenere l'indirizzo della persona cui devono essere notificati gli atti. Tuttavia, quando gli atti devono essere notificati o comunicati a un'impresa e quando i destinatari presenti all'indirizzo indicato rifiutano di accettare la notificazione o comunicazione, l'organo ricevente a Gibilterra è in grado di stabilire l'indirizzo della sede legale dell'impresa (se diverso) e può notificare o comunicare gli atti a tale indirizzo.

4.2 Le autorità giudiziarie straniere e/o le parti di un procedimento giudiziario possono, in questo Stato membro, accedere a registri o servizi che permettano di stabilire l'indirizzo attuale della persona in questione? In caso affermativo, quali sono i registri o i servizi esistenti e quale procedura va seguita? Se del caso, qual è il corrispettivo da pagare?

Come già menzionato in precedenza, non esiste un registro dei domicili a Gibilterra. Per trovare l'indirizzo di una persona è necessario utilizzare agenti in grado di rintracciare le persone oppure ricorrere all'elenco telefonico che riporta alcuni dettagli in merito agli indirizzi. Ricerche come quelle sugli elenchi telefonici sono gratuite. Per altre ricerche è necessario pagare una commissione. Per trovare la sede legale di un'impresa è necessario effettuare una ricerca rivolgendosi alla Companies House; tale ricerca che non è disponibile sul sito web.

4.3 In che modo le autorità di questo Stato membro trattano le richieste inviate a norma del regolamento (CE) n. 1206/2001 del Consiglio, del 28 maggio 2001, relativo alla cooperazione fra le autorità giudiziarie degli Stati membri nel settore dell'assunzione delle prove in materia civile o commerciale, volte a stabilire l'indirizzo attuale della persona in questione?

No, non è possibile richiedere un indirizzo a Gibilterra attraverso il regolamento (CE) n. 1206/2001 del Consiglio.

5 Come è eseguita la notificazione o la comunicazione di un atto? Possono essere utilizzate modalità alternative (diverse dalla notificazione sostitutiva di cui al punto 6)?

Di norma gli atti vengono notificati o comunicati come segue:

  • mediante notificazione o comunicazione personale;
  • a mezzo posta raccomandata;
  • a mezzo fax o qualsiasi altro mezzo di comunicazione;
  • con qualsiasi metodo alternativo ordinato da un giudice.

Un'ingiunzione o un'altra ordinanza omologata con avviso di sanzione penale in caso di mancata osservanza va di norma notificata o comunicata di persona.

6 Nei procedimenti civili è autorizzata la notificazione o la comunicazione elettronica degli atti (notificazione o comunicazione degli atti giudiziari o extragiudiziali mediante mezzi di comunicazione elettronica a distanza, quali e-mail, applicazioni internet protette, fax, sms, ecc.) ? In caso affermativo, per quali tipi di procedimenti? Vi sono restrizioni alla disponibilità/accessibilità di questo metodo a seconda del destinatario dell'atto (professionista del diritto, persona giuridica, società o altro soggetto commerciale, ecc.)?

La notificazione o comunicazione può essere effettuata tramite fax qualora una parte o il suo rappresentante legale abbia precedentemente indicato per iscritto alla parte destinataria della notificazione o comunicazione che è disposta/o ad accettare la notificazione o comunicazione a mezzo fax. Una disposizione analoga si applica nel caso della notificazione o comunicazione tramite posta elettronica, sebbene le norme prevedano anche che la notificazione o comunicazione mediante posta elettronica possa aver luogo soltanto se le parti agiscono entrambe mediante un rappresentante legale.

7 Notificazione sostitutiva

7.1 La legge di questo Stato membro ammette altre modalità di notificazione o comunicazione qualora non sia stato possibile notificare o comunicare l'atto al destinatario (ad esempio notificazione o comunicazione all'indirizzo di abitazione, presso l'ufficio dell'ufficiale giudiziario, a mezzo posta o mediante affissione di manifesti)?

Tutti i dettagli delle norme e delle procedure per la notificazione o comunicazione a Gibilterra sono disponibili nella Parte 6 del codice di procedura civile.

Laddove le richieste di notificazione o comunicazione siano ricevute da altri Stati membri, il metodo normale di notificazione o comunicazione a Gibilterra è quello di persona da parte di un ufficiale giudiziario. Laddove ciò sia stato dimostrato non essere possibile, un giudice può autorizzare un altro metodo di notificazione o comunicazione, in genere mediante posta ordinaria all'indirizzo indicato (se si tratta dell'indirizzo usuale o dell'ultimo indirizzo noto della persona destinataria della notificazione o comunicazione).

Altrimenti la notificazione o comunicazione può essere effettuata con un altro metodo di consegna che prevede la consegna il giorno lavorativo successivo oppure tramite fax o altri mezzi di comunicazione elettronica. Laddove l'organo giurisdizionale ritenga che vi sia un buon motivo per autorizzare la notificazione o comunicazione con un metodo o in un luogo normalmente non consentito dal codice di procedura civile, l'organo giurisdizionale può emettere un'ordinanza che autorizza una notificazione o comunicazione mediante un metodo alternativo o in un luogo alternativo.

7.2 Qualora si ricorra a tali modalità, quand'è che l'atto si considera notificato o comunicato?

Nel contesto della notificazione o comunicazione mediante servizio postale usuale o un altro metodo di consegna che prevede la consegna il giorno lavorativo successivo, gli atti sono considerati notificati o comunicati il secondo giorno dopo che gli atti sono stati spediti a mezzo posta, lasciati o consegnati al fornitore di servizi pertinente oppure ritirati da quest'ultimo a condizione che tale data sia un giorno lavorativo o il giorno lavorativo successivo a tale data. Quando la notificazione o comunicazione avviene tramite fax o mediante un altro metodo elettronico se l'invio avviene in un giorno lavorativo prima delle 16.30 di quel giorno l'atto viene considerato notificato o comunicato lo stesso giorno o altrimenti il giorno lavorativo successivo a quello del suo invio. Laddove venga utilizzato un metodo di notificazione o comunicazione alternativo, l'ordinanza dell'organo giurisdizionale specificherà il metodo e la data della notificazione o comunicazione considerata effettuata.

7.3 Se la notificazione o la comunicazione è effettuata mediante deposito dell'atto in un luogo specifico (ad esempio, presso l'ufficio postale), come ne è informato il destinatario?

Il deposito di atti in un luogo particolare (ad esempio un ufficio postale) non è di norma un metodo di notificazione o comunicazione alternativo. Se gli atti sono stati inviati per posta raccomandata e non sono stati consegnati, l'iter mediante il quale il destinatario viene informato è illustrato nella sezione 8 che segue.

7.4 Cosa succede se il destinatario rifiuta di accettare la notificazione o la comunicazione dell'atto? Se il rifiuto è illegittimo l'atto si considera validamente notificato o comunicato?

A condizione che un metodo di notificazione o comunicazione sia stato autorizzato da un organo giurisdizionale, la data di presunta notificazione o comunicazione si applica indipendentemente dal fatto che il destinatario la accetti o meno.

8 Notificazione o comunicazione a mezzo posta di atti provenienti dall'estero (articolo 14 del regolamento sulla notificazione o comunicazione degli atti)

8.1 Se il servizio postale deve consegnare un atto inviato dall'estero a un destinatario che si trova in questo Stato membro ed è richiesta la ricevuta di ritorno (articolo 14 del regolamento sulla notificazione o comunicazione degli atti), il servizio postale è tenuto a consegnare l'atto solo al destinatario in persona o può, nel rispetto delle norme nazionali sulla consegna postale, consegnarlo anche a una persona diversa che si trova al medesimo indirizzo?

La consegna con ricevuta di ritorno da parte dell'ufficio postale di Gibilterra è rivolta alle persone fisiche; queste ultime ricevono la notificazione o comunicazione che vi è una lettera/un pacco da ritirare e la consegna avverrà esclusivamente alla persona in questione a fronte della presentazione di un documento di identificazione.

8.2 In base alle norme sulla consegna postale di questo Stato membro, come può essere effettuata la notificazione o la comunicazione di un atto proveniente dall'estero, ai sensi dell'articolo 14 del regolamento (CE) n. 1393/2007 sulla notificazione o comunicazione degli atti, se né il destinatario né qualsiasi altra persona autorizzata a ricevere la consegna (se ammessa dalle norme nazionali sulla consegna postale v. sopra) viene trovato all'indirizzo di consegna?

Fatto salvo il caso in cui la persona destinataria della notificazione o comunicazione si rechi presso l'ufficio postale, non è possibile effettuare la notificazione o comunicazione in alcun altro modo.

8.3 L'ufficio postale prevede un determinato periodo di tempo per il ritiro dell'atto prima di rinviarlo come non consegnato? In caso affermativo, come viene informato il destinatario del fatto che ha un atto da ritirare presso l'ufficio postale?

Sì, dopo l'invio al destinatario della prima emissione dell'"Avviso di ritiro" viene concesso un periodo di ventotto giorni per il ritiro degli atti prima di procedere con un secondo invio dell'"Avviso di ritiro". Se trascorsi ulteriori sette giorni, gli atti non sono stati ritirati, vengono rispediti al mittente come non consegnati.

Il destinatario viene informato tramite una cartolina di notifica, inviata al suo indirizzo.

9 Esiste una prova scritta che l'atto è stato notificato o comunicato?

Laddove le norme procedurali prevedano la presenza di una prova della notificazione o comunicazione, occorre presentare un certificato di notificazione o comunicazione. Tale certificato dovrebbe indicare che l'atto non è stato restituito non consegnato nonché il metodo di notificazione o comunicazione utilizzato e la data di consegna alla posta/notificazione o comunicazione personale/invio tramite fax/deposito presso un luogo consentito. A tale fine è disponibile un modulo prescritto.

Laddove un modulo di domanda sia l'atto notificato o comunicato di persona, il richiedente deve presentare un certificato di notificazione o comunicazione entro 21 giorni dalla notificazione o comunicazione del modulo di domanda. In caso contrario il richiedente non sarà in grado di ottenere una sentenza contumaciale.

10 Cosa succede se si verificano problemi e il destinatario non riceve l'atto, o se la comunicazione o la notificazione sono state fatte in violazione di quanto prescrive la legge (ad esempio, l'atto è notificato o comunicato a terzi)? La notificazione o la comunicazione è comunque valida (in altri termini, si può porre rimedio alla violazione della legge), o si deve procedere a una nuova notificazione o comunicazione dell'atto?

Di norma si dovrebbe effettuare un nuovo tentativo di notificazione o comunicazione a condizione che il termine di prescrizione pertinente non sia ancora scaduto.

Tuttavia la Corte suprema ha il potere di dispensare dalla notificazione o comunicazione in casi eccezionali. Un esempio di ciò è il caso in cui un convenuto sia stato debitamente e pienamente informato della presentazione di una domanda nei suoi confronti ma il richiedente non sia riuscito a effettuare la notificazione o comunicazione entro il termine di prescrizione pertinente, ad esempio perché ha utilizzato un indirizzo sbagliato.

11 Occorre pagare per ottenere la notificazione o comunicazione di un atto? In caso affermativo, quanto?

Dato che la notificazione o comunicazione viene effettuata da una parte del procedimento o dai suoi consulenti legali, eventuali spese derivanti da tale notificazione o comunicazione sono a carico di detta parte. Gli importi dipenderanno dal tipo di notificazione o comunicazione utilizzata.

Ultimo aggiornamento: 23/08/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.