Patrocinio a spese dello Stato

Croazia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Quali sono i costi di un procedimento giudiziario e chi li sostiene normalmente?

L'articolo 151 del codice di procedura civile (Zakon o parničnom postupku) statuisce che i costi del contenzioso comprendono le spese sostenute nel corso del procedimento o in relazione a esso. Tali costi comprendono per esempio le spese per l'assunzione delle prove, gli oneri di cancelleria, le spese di pubblicazione, l'indennità giornaliera e le spese di viaggio dei giudici e dei cancellieri, le spese di viaggio sostenute dalle parti in relazione alla loro comparsa in giudizio, e spese analoghe. Nei costi del contenzioso rientrano anche gli onorari degli avvocati e le retribuzioni di altre persone che ne abbiano diritto a norma di legge.

Conformemente all'articolo 152 del codice di procedura civile, ciascuna parte deve anticipare le spese che sostiene in seguito alle azioni che ha intentato. Qualora una parte presenti delle prove, è tenuta, per ordine del giudice, ad anticipare l'importo necessario per coprire le spese da sostenere in relazione all'assunzione delle prove. L'esito del contenzioso è il principio fondamentale in base al quale si decide chi debba sostenere in via definitiva i costi del contenzioso. Pertanto, ai sensi dell'articolo 154, primo comma, del codice di procedura civile, la parte interamente soccombente è tenuta a pagare le spese sostenute dalla parte avversa e dal suo interveniente in relazione al procedimento. L'interveniente che sostiene la parte soccombente è tenuto a sostenere le spese connesse alle azioni che ha avviato. Ai sensi dell'articolo 154, secondo comma, del codice di procedura civile, se nel contenzioso una parte risulta parzialmente vincente, il giudice decide sul rimborso delle spese in base al grado di successo nel contenzioso, in relazione al ricorso presentato. Norme speciali si applicano nei casi in cui i costi del contenzioso dipendano dalla colpa di una delle parti o da un evento che l'abbia interessata, oppure qualora la sentenza sia pronunciata sulla base di una confessione, quando l'attore rinunci all'azione o al ricorso, quando il contenzioso sia risolto dal giudice e i litisconsorti partecipino al contenzioso (articoli da 156 a 161 del codice di procedura civile).

2 Cosa è esattamente il patrocinio a spese dello Stato?

A norma della legge sul patrocinio a spese dello Stato (Zakon o besplatnoj pravnoj pomoći), tale patrocinio si propone l'obiettivo di conseguire l'uguaglianza di fronte alla legge, di offrire ai cittadini della Repubblica di Croazia e ad altre persone un'efficace tutela legale nonché l'accesso ai tribunali e ad altri organi pubblici in condizioni di parità, conformemente alle disposizioni della legge sul patrocinio a spese dello Stato.

Il patrocinio a spese dello Stato viene concesso come patrocinio primario o secondario.

Il patrocinio primario comprende:

  • informazioni legali generali
  • consulenza legale
  • formulazione di ricorsi diretti a organi di diritto pubblico, alla Corte europea dei diritti dell'uomo e a organizzazioni internazionali conformemente ai trattati internazionali e ai regolamenti di tali organi
  • rappresentanza nei procedimenti dinanzi a organi di diritto pubblico
  • assistenza legale nell'ambito della soluzione stragiudiziale amichevole di una controversia.

Il patrocinio primario a spese dello Stato è concesso dagli uffici dell'amministrazione statale nelle contee e dall'organismo amministrativo competente della città di Zagabria (qui di seguito: gli uffici), da associazioni autorizzate e da centri di assistenza legale. Nella prestazione del patrocinio primario a spese dello Stato, gli uffici sono autorizzati a fornire informazioni legali generali e consulenza legale, nonché a formulare ricorsi.

Il patrocinio secondario comprende:

  • consulenza legale
  • formulazione di ricorsi scritti nei procedimenti concernenti la tutela dei diritti dei lavoratori nei confronti del datore di lavoro
  • formulazione di ricorsi scritti nei procedimenti giudiziari
  • rappresentanza nei procedimenti giudiziari
  • assistenza legale nell'ambito della soluzione amichevole di una controversia.

Il patrocinio secondario è fornito da avvocati.

Il patrocinio secondario comprende anche:

  • l'esenzione dal pagamento dei costi del contenzioso
  • l'esenzione dal pagamento degli oneri di cancelleria.

3 Ho diritto a beneficiare del patrocinio a spese dello Stato?

Hanno diritto al patrocinio gratuito a spese dello Stato le seguenti categorie di persone:

  • cittadini croati
  • minori, non cittadini croati, che si trovano nella Repubblica di Croazia non accompagnati da tutori legali adulti
  • stranieri che soggiornano temporaneamente nel paese in base alla reciprocità e stranieri residenti permanenti
  • stranieri soggetti a protezione temporanea
  • stranieri residenti illegalmente e stranieri in visita breve soggetti a un procedimento di espulsione o di rimpatrio
  • richiedenti asilo, stranieri soggetti a protezione sussidiaria e membri delle loro famiglie che risiedono legalmente nella Repubblica di Croazia, soggetti a procedimenti nel contesto dei quali il patrocinio a spese dello Stato non è previsto da alcuna legge specifica.

Di norma per ottenere il patrocinio secondario a spese dello Stato occorre soddisfare le seguenti condizioni patrimoniali:

  1. il reddito complessivo mensile dell'istante e dei membri del suo nucleo familiare non deve superare l'importo della base di bilancio (3 326,00 HRK) per ogni membro del nucleo familiare, e
  2. il valore complessivo del patrimonio dell'istante e dei membri del suo nucleo familiare non deve superare l'importo di 60 basi di bilancio (199 560,00 HRK).

Il patrocinio secondario a spese dello Stato è concesso senza determinare la situazione finanziaria qualora l'istante sia:

  1. un minore che esercita il diritto al mantenimento
  2. la vittima di un atto di violenza che ha avviato il procedimento per esercitare il diritto al risarcimento dei danni, causati dal reato penale
  3. una persona che ha diritto a un'indennità di sostegno, conformemente a norme specifiche che disciplinano l'esercizio dei diritti previsti dal sistema di previdenza sociale, oppure
  4. una persona che ha diritto alle prestazioni previste dalla legge sui diritti dei veterani croati della guerra patriottica e dei loro familiari (Zakon o pravima hrvatskih branitelja iz Domovinskog rata i članova njihovih obitelji) e dalla legge sulla tutela degli invalidi di guerra militari e civili (Zakon o zaštiti vojnih i civilnih invalida rata).

Il patrocinio a spese dello Stato può essere concesso anche per controversie transfrontaliere. Una controversia si definisce transfrontaliera quando la parte che richiede il patrocinio a spese dello Stato è domiciliata, o abitualmente residente, in uno Stato membro dell'UE diverso dallo Stato membro in cui ha sede l'organo giurisdizionale, o nel quale si deve dare esecuzione alla sentenza.

L'assistenza legale nel contesto delle controversie transfrontaliere è fornita in materia civile e commerciale, e nell'ambito di procedimenti di conciliazione o di soluzione stragiudiziale, esecuzione di atti pubblici e consulenza legale nel contesto di tali procedimenti. Le disposizioni in materia di patrocinio a spese dello Stato nelle controversie transfrontaliere non si applicano nei procedimenti amministrativi di natura fiscale, doganale e di altro tipo.

La parte che richiede il patrocinio a spese dello Stato in una disputa transfrontaliera ottiene il patrocinio se soddisfa i prerequisiti stabiliti dalla legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato. In via eccezionale, il patrocinio può essere concesso a una parte che non soddisfi i requisiti stabiliti dalla legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato, qualora questa dimostri di non essere in grado di pagare le spese del procedimento a causa della differenza nel costo della vita tra lo Stato membro di residenza e la Repubblica di Croazia.

4 Il patrocinio a spese dello Stato viene concesso per tutti i tipi di procedimenti?

Il patrocinio primario a spese dello Stato può essere concesso in ogni ambito legale:

  • se l'istante non possiede conoscenze e capacità sufficienti per esercitare i propri diritti
  • se l'istante non ha ottenuto il patrocinio a spese dello Stato sulla base di norme specifiche
  • se la domanda presentata non è manifestamente infondata e
  • se la situazione materiale dell'istante è tale che il pagamento di un patrocinio legale professionale potrebbe mettere a repentaglio la sussistenza dell'istante stesso e dei membri del suo nucleo familiare.

Il patrocinio secondario a spese dello Stato fornito da avvocati e l'esenzione dal pagamento dei costi del contenzioso possono essere concessi nei seguenti tipi di procedimento:

  • in relazione a diritti in rem, eccezion fatta per le procedure catastali
  • in relazione a processi del lavoro
  • in relazione a rapporti familiari, eccezion fatta per i procedimenti di divorzio consensuale, in cui i coniugi non abbiano figli minorenni in comune o adottati, o ancora figli sui quali esercitino la potestà genitoriale dopo il raggiungimento della maggiore età
  • procedimenti di esecuzione e garanzia, a esecuzione o garanzia di una denuncia relativa a un procedimento per cui il patrocinio a spese dello Stato può essere concesso ai sensi delle disposizioni della legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato
  • soluzione amichevole di una controversia
  • in via eccezionale, in ogni altro procedimento amministrativo o civile, qualora tale esigenza derivi dalla specifica situazione di vita dell'istante e dei membri del suo nucleo familiare, e in conformità delle finalità essenziali della legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato.

Il patrocinio secondario a spese dello Stato fornito da avvocati può essere concesso nei suddetti procedimenti alle condizioni seguenti:

  • se il procedimento è di natura più complessa
  • se l'istante non è in grado di rappresentare sé stesso
  • se la situazione materiale dell'istante è tale che il pagamento di un patrocinio legale professionale potrebbe mettere a repentaglio la sussistenza dell'istante stesso e dei membri del suo nucleo familiare, in conformità delle condizioni specifiche di cui all'articolo 14 della legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato
  • se non si tratta di un contenzioso vessatorio
  • se negli ultimi sei mesi a partire dal giorno di presentazione della domanda, non sono state respinte - a causa della comunicazione intenzionale di informazioni errate - altre domande presentate dall'istante, e
  • se l'istante non ha ottenuto il patrocinio a spese dello Stato sulla base di norme specifiche.

L'esenzione dal pagamento degli oneri di cancelleria può essere concessa in tutti i procedimenti giudiziari (procedimenti civili e controversie amministrative) se la situazione materiale dell'istante è tale che il pagamento degli oneri di cancelleria potrebbe mettere a repentaglio la sussistenza dell'istante stesso e dei membri del suo nucleo familiare, subordinatamente alle condizioni specifiche di cui all'articolo 14 della legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato. Nell'adozione della decisione si dedicherà attenzione particolare all'importo degli oneri di cancelleria nel procedimento per cui si chiede l'esenzione.

5 Sono previsti procedimenti speciali in caso di necessità?

L'ufficio deve decidere sulla domanda di concessione di patrocinio secondario a spese dello Stato entro 15 giorni dalla presentazione della domanda. Qualora l'istante perda il diritto ad avviare l'azione per cui ha presentato la domanda a causa dello scadere del termine, l'ufficio dovrà decidere sulla domanda entro un periodo più breve, che consenta all'istante di avviare l'azione in tempo utile.

6 Dove posso ottenere un modulo per la richiesta di patrocinio a spese dello Stato?

La procedura per ottenere il patrocinio primario a spese dello Stato è avviata contattando direttamente il prestatore del patrocinio primario (associazione autorizzata, centro di assistenza legale o ufficio) e non è necessario compilare un formulario specifico per la domanda.

La procedura per ottenere il patrocinio secondario a spese dello Stato è avviata presentando all'ufficio competente una domanda di concessione del patrocinio, compilata sul formulario prescritto. Il formulario per la domanda del patrocinio a spese dello Stato è reperibile presso gli uffici, nonché sui siti web degli uffici e del ministero della Giustizia.

Le domande di patrocinio a spese dello Stato in una controversia transfrontaliera e le richieste di trasmissione della domanda di patrocinio in una controversia transfrontaliera devono essere presentate sui formulari previsti dalla decisione 2004/844/CE della Commissione, del 9 novembre 2004, che adotta un formulario per le domande di patrocinio a spese dello Stato, in applicazione della direttiva 2003/8/CE del Consiglio intesa a migliorare l'accesso alla giustizia nelle controversie transfrontaliere attraverso la definizione di norme minime comuni relative al patrocinio a spese dello Stato in tali controversie e dalla decisione 2005/630/CE della Commissione, del 26 agosto 2005, che adotta un formulario per la trasmissione delle domande di patrocinio a spese dello Stato, in applicazione della direttiva 2003/8/CE del Consiglio, pubblicate sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

I formulari e tutti i documenti di accompagnamento in una controversia transfrontaliera devono essere presentati in traduzione croata. In caso contrario saranno respinti.

7 Quali documenti devo presentare insieme alla richiesta di patrocinio a spese dello Stato?

Quando una domanda viene presentata all'ufficio competente, dev'essere accompagnata dall'autorizzazione scritta dell'istante e dei componenti del suo nucleo familiare ad accedere a tutti i dati concernenti il reddito e gli attivi complessivi, in cui l'istante conferma che le informazioni fornite sono esatte e complete.

Le vittime di violenza domestica presentano l'autorizzazione ad accedere a tutti i dati concernenti il reddito e il patrimonio solo per sé stesse. L'autorizzazione non è presentata dai membri del nucleo familiare che partecipano al procedimento in qualità di convenuti, o il cui interesse è contrario all'interesse dell'istante.

Il formulario per la domanda del patrocinio a spese dello Stato in una controversia transfrontaliera dovrebbe essere accompagnato dalla documentazione pertinente, necessaria per adottare una decisione in merito alla domanda.

8 Dove devo presentare la mia domanda di patrocinio a spese dello Stato?

La procedura per ottenere il patrocinio primario a spese dello Stato è avviata contattando direttamente il prestatore del patrocinio primario (associazione autorizzata, centro di assistenza legale o ufficio) e non è necessario compilare un formulario specifico per la domanda, mentre la procedura per ottenere il patrocinio secondario a spese dello Stato è avviata presentando una domanda all'ufficio competente sul cui territorio l'istante è domiciliato o risiede abitualmente.

Un istante che sia domiciliato o risieda abitualmente in uno Stato membro dell'UE e chieda il patrocinio a spese dello Stato in una controversia transfrontaliera dinanzi a un organo giurisdizionale della Repubblica di Croazia, deve presentare la domanda di patrocinio a spese dello Stato al ministero della Giustizia della Repubblica di Croazia (autorità adita).

Una parte che sia domiciliata o risieda abitualmente nella Repubblica di Croazia e chieda il patrocinio a spese dello Stato in una controversia transfrontaliera dinanzi a un giudice di un altro Stato membro dell'UE, deve presentare la domanda all'ufficio responsabile del suo luogo di domicilio o residenza abituale.

9 Come posso sapere se ho diritto o meno al patrocinio a spese dello Stato?

Il patrocinio secondario a spese dello Stato è concesso a un istante che soddisfi le condizioni per l'esercizio del diritto al patrocinio a spese dello Stato, con l'adozione di una decisione sulla concessione del patrocinio. Un ufficio deve decidere in merito alla domanda entro 15 giorni dalla data in cui essa è stata presentata.

10 Come mi devo comportare se ho diritto al patrocinio a spese dello Stato?

La decisione sul patrocinio a spese dello Stato comprende il diritto di utilizzare alcune o tutte le forme di patrocinio secondario per una procedura di un determinato tipo e grado.

Nella decisione suddetta figurano i dati personali del beneficiario del patrocinio a spese dello Stato una breve descrizione della questione legale per cui il patrocinio è stato concesso, la forma e la portata del patrocinio approvato, i dati dell'avvocato che fornirà il patrocinio e altri dati pertinenti per la decisione.

Quando l'istante presenta una domanda di patrocinio a spese dello Stato sotto forma di esenzione dal pagamento degli oneri di cancelleria, deve informare il giudice, nel momento della presentazione oppure nel momento in cui avvia un'altra azione nel procedimento giudiziario, in merito alla domanda di esenzione dal pagamento degli oneri di cancelleria presentata, e deve presentare la decisione che lo esenta dal pagamento degli oneri di cancelleria entro sei mesi dal giorno in cui ha presentato la domanda, oppure dal giorno in cui intraprende un'altra azione nel procedimento dinanzi all'organo giurisdizionale.

11 Chi sceglie il mio difensore nel caso in cui abbia diritto al patrocinio a spese dello Stato?

La decisione che concede il patrocinio secondario a spese dello Stato indica altresì l'avvocato che fornirà il patrocinio al beneficiario. Il beneficiario del patrocinio a spese dello Stato deve presentare la decisione all'avvocato indicato nella decisione stessa. In via eccezionale l'ufficio nomina un altro avvocato per il beneficiario con il preventivo consenso di quest'ultimo allegato alla domanda di patrocinio a spese dello Stato.

12 Il patrocinio a spese dello Stato comprende tutti i costi del procedimento?

Come si è detto, la decisione di concedere il patrocinio a spese dello Stato comprende il diritto di utilizzare alcune o tutte le forme di patrocinio secondario per una procedura di un determinato tipo e grado. Conformemente alla decisione che concede il patrocinio a spese dello Stato, il beneficiario può essere esentato in tutto o in parte dal pagamento dell'onorario dell'avvocato, dei costi del contenzioso (esenzione dal pagamento anticipato delle spese di testimoni, interpreti, esperti, indagini e pubblicazioni dell'organo giurisdizionale) e degli oneri di cancelleria.

Il patrocinio a spese dello Stato è concesso integralmente se l'istante è beneficiario di un'indennità di sostegno conformemente a norme specifiche che disciplinano l'esercizio dei diritti previsti dal sistema di previdenza sociale, ossia il diritto alle prestazioni di cui alla legge sui diritti dei veterani croati della guerra patriottica e dei loro familiari e alla legge sulla tutela degli invalidi di guerra militari e civili, o se i membri del suo nucleo familiare non superano il 50% dell'importo mensile della base di bilancio per membro del nucleo familiare.

Un eventuale incremento del reddito totale dell'istante e dei membri del suo nucleo familiare al di sopra del 50% della base di bilancio per membro del nucleo familiare produce una riduzione dell'importo del patrocinio a spese dello Stato: ogni incremento del 10% produce una riduzione del patrocinio a spese dello Stato pari al 10%, ma l'importo del patrocinio non può scendere al di sotto del 50% delle spese stabilite per il patrocinio a spese dello Stato.

Se il patrocinio a spese dello Stato non è concesso integralmente, l'istante può presentare ricorso al ministero della Giustizia contro la parte della decisione che rifiuta la concessione del patrocinio. Tale ricorso non ritarda l'utilizzo dell'importo del patrocinio a spese dello Stato che è stato approvato. È possibile avviare procedimenti amministrativi contro la decisione con cui il ministero della Giustizia ha respinto l'appello.

13 Chi sostiene gli altri costi nel caso in cui abbia diritto a un patrocinio a spese dello Stato per una parte soltanto dei costi?

Quando il patrocinio a spese dello Stato è concesso in misura ridotta, le spese rimanenti sono sostenute dal beneficiario del patrocinio. In ogni caso, se il beneficiario del patrocinio vince la causa, il giudice decide che quella parte ottenga dalla parte avversa il rimborso delle spese sostenute per il procedimento.

14 Il patrocinio a spese dello Stato comprende anche i costi di una eventuale impugnazione della sentenza di primo grado?

Con una domanda di patrocinio a spese dello Stato si può chiedere la concessione del patrocinio per i due gradi del procedimento civile. Allo scopo di preparare mezzi di ricorso straordinari è necessario presentare una domanda speciale; esclusivamente per tale azione legale è poi emanata una decisione specifica.

15 Il patrocinio a spese dello Stato può essere revocato prima che il procedimento sia concluso (o anche revocato dopo la conclusione del procedimento)?

Se nel corso del procedimento la situazione finanziaria del beneficiario del patrocinio a spese dello Stato e dei membri del suo nucleo familiare migliora in misura tale che, se questa migliore situazione finanziaria fosse esistita al momento della domanda, avrebbe inciso sul diritto dell'istante al patrocinio nonché sull'entità del patrocinio stesso, l'ufficio competente revoca in tutto o in parte la decisione sul patrocinio a spese dello Stato. I beneficiari del patrocinio a spese dello Stato devono informare l'ufficio in merito a eventuali miglioramenti della propria situazione finanziaria entro otto giorni dalla data in cui sono venuti a conoscenza di tale miglioramento. Il beneficiario di un patrocinio a spese dello Stato può presentare ricorso al ministero della Giustizia contro la decisione di revoca del patrocinio a spese dello Stato, entro 15 giorni dalla data in cui ha ricevuto la decisione. È possibile avviare procedimenti amministrativi contro la decisione del ministero della Giustizia.

16 Posso ricorrere nel caso in cui mi venga negato il patrocinio a spese dello Stato?

L'istante o il beneficiario del patrocinio a spese dello Stato può presentare ricorso contro la decisione con cui l'ufficio ha respinto la domanda di patrocinio a spese dello Stato, oppure contro la parte della decisione che ha rifiutato di concedere integralmente il patrocinio, entro 15 giorni dalla data in cui ha ricevuto la decisione. Il ministero della Giustizia deve decidere in merito a un ricorso entro otto giorni dalla data in cui ha ricevuto un ricorso valido. È possibile avviare procedimenti amministrativi contro la decisione del ministero della Giustizia.

Per ulteriori informazioni:

Sito web del ministero della Giustizia

Legge sul patrocinio gratuito a spese dello Stato [Narodne novine (NN; Gazzetta ufficiale della Repubblica di Croazia) nn. 143/13 e 98/19]

Codice di procedura civile (NN. 53/91, 91/92, 58/93, 112/99, 88/01, 117/03, 88/05, 02/07, 84/08, 96/08, 123/08, 57/11, 148/11- testo consolidato, 25/13, 89/14, 70/19)

Ultimo aggiornamento: 24/06/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.