Collocamento transfrontaliero di un minore, compresa la famiglia affidataria

Repubblica ceca
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 La legislazione nazionale impone una consultazione preventiva e l'ottenimento del consenso prima del collocamento transfrontaliero di un minore? Indicare le eventuali eccezioni.

In pratica, l'autorità centrale deve informarsi sulle possibilità di collocamento di un minore presso l'autorità locale competente per la protezione sociale e giuridica dei minori.

2 Se sono richiesti la consultazione e il consenso preventivi, quale autorità deve essere consultata e dare il consenso?

Il consenso viene dato dall'autorità centrale dopo la consultazione dell'autorità locale competente per la protezione sociale e giuridica dei minori. Il consenso viene dato in maniera informale tramite una comunicazione scritta dell'autorità centrale.

3 Descrivere brevemente la procedura di consultazione e ottenimento del consenso (compresi i documenti richiesti, i termini, le modalità della procedura e gli altri dettagli pertinenti).

L'autorità centrale prende contatti con l'autorità locale competente per la protezione sociale e giuridica dei minori (un organo comunale relativo ai poteri conferiti) che stabilisce se il minore possa essere collocato o meno (esaminando le capacità dei genitori di affidamento e degli organi istituzionali).

4 Che cosa si intende per "famiglia affidataria" ai sensi del diritto nazionale?

Nel caso in cui entrambi i genitori possano occuparsi personalmente del minore, quest'ultimo può essere affidato dal tribunale a un tutore (qualora i genitori siano decaduti dalla responsabilità genitoriale, oppure qualora la responsabilità genitoriale sia limitata o i genitori siano deceduti) o a un genitore affidatario, oppure affidato a un'"altra persona". Il genitore affidatario e il tutore hanno il diritto di beneficiare di prestazioni sociali ben determinate. L'"altra persona" non viene ammessa a godere di tali prestazioni.

Il genitore affidatario ha l'obbligo e il diritto di occuparsi personalmente del minore. Ai fini dell'educazione del minore, il genitore affidatario assolve ai suoi obblighi ed esercita i diritti in maniera adeguata. Ha l'obbligo e il diritto di decidere soltanto sull'ordinaria amministrazione relativa al minore e di rappresentare il minore per quanto riguarda affari e gestione dei beni. Inoltre, ha l'obbligo di informare i genitori del minore sulle questioni essenziali che lo riguardano. Qualora sussistano le condizioni, il giudice si pronuncia sugli altri obblighi e sui diritti del genitore affidatario.

Nel caso in cui tali forme di affidamento non siano possibili, il giudice può disporre sul collocamento del minore in un'istituzione.

5 Il concetto di "famiglia affidataria" comprende anche i parenti? In caso di risposta affermativa, quali?

Sì, numerosi genitori affidatari nella Repubblica ceca sono parenti stretti del minore. La legislazione ceca non contiene disposizioni relative al grado di parentela né altre restrizioni relative alla famiglia affidataria.

Ultimo aggiornamento: 28/07/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.