Collocamento transfrontaliero di un minore, compresa la famiglia affidataria

Malta
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 La legislazione nazionale impone una consultazione preventiva e l'ottenimento del consenso prima del collocamento transfrontaliero di un minore? Indicare le eventuali eccezioni.

Tali questioni sono di competenza dell'autorità responsabile per le norme di protezione sociale (Social Care Standards Authority), che funge da autorità centrale di Malta. Si veda la risposta alla domanda 3.

2 Se sono richiesti la consultazione e il consenso preventivi, quale autorità deve essere consultata e dare il consenso?

Tali questioni sono di competenza dell'autorità responsabile per le norme di protezione sociale (Social Care Standards Authority), che funge da autorità centrale di Malta.

3 Descrivere brevemente la procedura di consultazione e ottenimento del consenso (compresi i documenti richiesti, i termini, le modalità della procedura e gli altri dettagli pertinenti).

Per procedere a un collocamento transfrontaliero a Malta, l'autorità dello Stato richiedente deve ottenere il consenso dell'autorità centrale di Malta. L'autorità responsabile per le norme di protezione sociale (Social Care Standards Authority), che funge da autorità centrale di Malta, fornisce il modulo di domanda che le deve essere presentato.

La procedura è descritta di seguito.

Occorre presentare all'autorità centrale di Malta un modulo di domanda debitamente compilato e corredato dai documenti richiesti. La domanda deve essere presentata dall'autorità centrale dello Stato richiedente. Tutti i documenti richiesti devono essere presentati esclusivamente in maltese o in inglese.

Dopo aver ricevuto il modulo di domanda, l'autorità centrale di Malta determina la natura del collocamento in questione.

L'autorità centrale di Malta, a seconda dei casi, trasmette la domanda e i documenti che le sono stati forniti alle autorità competenti maltesi, ossia all'Aġenzija Appoġġ (protezione dei minori). In ogni caso le autorità competenti valutano le domande basandosi sulle proprie competenze e tengono debitamente conto dei seguenti aspetti del collocamento: istruzione/pedagogia, assistenza giuridica, fattori psicosociali/psichiatrici e sicurezza/protezione del minore.

L'autorità centrale di Malta è quindi in grado di comunicare la decisione delle autorità maltesi competenti relativamente al collocamento transfrontaliero dei minori all'autorità centrale dello Stato richiedente. Il collocamento non può iniziare finché l'autorità centrale di Malta non ha dato il proprio consenso. L'autorità centrale dello Stato richiedente comunica quindi, per iscritto, la data di inizio del collocamento transfrontaliero all'autorità centrale di Malta.

I documenti da presentare unitamente alla domanda includono in particolare:

a) una copia della carta di identità o del passaporto della madre, del padre e del minore;

b) l'atto di nascita del minore o dei minori;

c) una dichiarazione di cura e affidamento e

d) qualsiasi altro documento ritenuto necessario.

4 Che cosa si intende per "famiglia affidataria" ai sensi del diritto nazionale?

Il diritto maltese non prevede il concetto di "famiglia affidataria". Tuttavia l'articolo 2 della legge sui sistemi di affidamento di minori del 2007 (Foster Care Act), capo 491 delle leggi di Malta, definisce la "persona responsabile del minore "come "una o più persone autorizzate dalla commissione di collocamento dei minori ad accogliere minori". Analogamente l'articolo 2 della legge sulla protezione di minori (affidamento alternativo) (Child Protection (Alternative Care)), capo 602 della legge di Malta, che sostituirà la legge sui sistemi di affidamento dei minori del 2007 (Foster Care Act) quando entrerà in vigore, definisce la "persona responsabile del minore "come "una o più persone autorizzate dalla commissione di collocamento dei minori ad accogliere minori".

5 Il concetto di "famiglia affidataria" comprende anche i parenti? In caso di risposta affermativa, quali?

Il diritto maltese non prevede il concetto di "famiglia affidataria".

Ultimo aggiornamento: 05/08/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.