Impatto della pandemia di COVID 19 sulle cause civili e sulle procedure d'insolvenza

Estonia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Impatto della pandemia Covid 19 sui procedimenti civili

1.1 Termini nei procedimenti civili

Informazioni generali in inglese sono disponibili sul sito web del governo.

I termini procedurali sono prorogati dagli organi giurisdizionali caso per caso. Gli organi giurisdizionali terranno conto dell'onere aggiuntivo, dei compiti o delle difficoltà per le parti coinvolte in un procedimento imputabili alla crisi.

Non esiste alcuna legislazione concernente la proroga dei termini. I giudici dispongono del potere discrezionale per fissare termini più lunghi in futuro o per prorogare quelli esistenti.

Tuttavia, al fine di prevenire la diffusione della SARS-CoV-2 evitando contatti umani fisici nelle strutture di assistenza, sono stati sospesi la durata e i termini di internamento di persone con disturbi mentali presso un ospedale psichiatrico o un istituto di assistenza sociale:

  • in caso di proroga della protezione a titolo provvisorio, per la durata della situazione di emergenza;
  • in caso di internamento, per la durata della situazione di emergenza e fino a due mesi dopo la cessazione della situazione di emergenza.

Ciò non pregiudica l'obbligo di porre fine a qualsiasi internamento e a qualsiasi applicazione di tutela giuridica provvisoria dopo che i prerequisiti che hanno determinato tali provvedimenti hanno cessato di esistere o se diventa evidente che detti prerequisiti non erano soddisfatti.

Per quanto concerne il diritto delle obbligazioni, attualmente non si registra alcuna modifica fondamentale. Il ministero della Giustizia ha analizzato diverse opzioni legali già previste dal diritto estone e che potrebbero essere utilizzate durante questo momento difficile. L'attenzione è stata concentrata sulla fornitura di spiegazioni e sulla risposta a richieste di informazioni. Sono state altresì presentate proposte di modifica di talune norme nel settore del diritto delle obbligazioni, tuttavia tali discussioni sono ancora in corso.

1.2 Organizzazione giudiziaria e della magistratura

Stato di emergenza dal 12 marzo al 17 maggio.

Sono state create sale riunioni virtuali per aumentare la capacità del ministero della Giustizia, degli organi giurisdizionali, delle procure e delle prigioni di tenere videoconferenze. Tale soluzione può essere utilizzata anche per tenere udienze con le parti coinvolte in un procedimento. Inoltre, le attrezzature di videoconferenza disponibili sono state trasferite per far fronte all'aumento della domanda all'interno di palazzi di giustizia e carceri.

Non è stata attuata alcuna modifica legislativa in merito ai procedimenti giudiziari. Il Consiglio per l'amministrazione degli organi giurisdizionali ha formulato raccomandazioni. Il lavoro degli organi giurisdizionali estoni è stato riorganizzato: orari di apertura dalle 9:00 alle 13:00, mentre i palazzi di giustizia sono aperti fino alle 14.00 nei giorni lavorativi.

Laddove possibile, i contenziosi vengono esaminati per iscritto attraverso il sistema informativo degli organi giurisdizionali e mediante una domanda digitale di deposito presso un dato organo giurisdizionale.

Le udienze urgenti vengono effettuate e i procedimenti urgenti vengono condotti ricorrendo a mezzi elettronici di comunicazione. Se ciò non è possibile, l'organo giurisdizionale decide caso per caso se un'udienza sarà tenuta o un procedimento sarà dibattuto in aula. Possono essere considerati urgenti i seguenti casi: internamento di una persona in un istituto chiuso; separazione di un minore dalla sua famiglia; istituzione della tutela per un adulto. Nei casi non urgenti, l'organo giurisdizionale può ricorrere a mezzi elettronici di comunicazione (o qualsiasi altro mezzo necessario), tuttavia, in genere, si raccomanda agli organi giurisdizionali di optare per un rinvio delle udienze e/o dei procedimenti giudiziari.

Ai sensi del codice di procedura civile, in casi eccezionali ed urgenti relativi a minori, l'organo giurisdizionale può emettere ordinanze preliminari/di protezione senza escutere i minori e numerosi giudici si sono avvalsi di questa possibilità.

Si raccomanda di notificare o comunicare gli atti processuali preferibilmente tramite deposito elettronico (e-File) e posta elettronica.

La Camera dei notai ha autorizzato i notai ad adottare tutte le misure, quali ad esempio il servizio di autenticazione remota "e-Notar" che consente l'esecuzione di atti notarili mediante un ponte video. Mentre fino al 6 aprile era possibile eseguire da remoto soltanto alcuni tipi di atti (rilascio di procure, vendite di azioni di società a responsabilità limitata e pochi altri), successivamente, a partire dal 6 aprile, pressoché tutti i tipi di atti possono essere autenticati a distanza fatta eccezione per la celebrazione di matrimoni e la dichiarazione di divorzi. Di conseguenza è possibile persino la vendita e la cessione di immobili tramite autenticazione notarile online. Ciò avverrà anche dopo la cessazione della situazione di emergenza. L'Ordine degli avvocati dell'Estonia ha inoltre incoraggiato i propri membri a lavorare da remoto e ad utilizzare tutti i mezzi tecnici di comunicazione per continuare a fornire consulenza legale. Ha inoltre sottolineato la necessità di garantire la riservatezza avvocato-cliente. L'Ordine degli avvocati ha sottolineato altresì che le limitazioni ai diritti imposti a causa della situazione di emergenza devono essere giustificate e vanno impugnate laddove ciò si renda necessario in un caso specifico. Gli avvocati sono altresì tenuti ad adattarsi rapidamente ai cambiamenti dell'ambiente di lavoro, a mostrare flessibilità e innovazione e a garantire che non si abusi della possibilità di richiedere proroghe per i termini.

La Camera degli ufficiali giudiziari e dei curatori fallimentari ha inoltre annunciato che gli ufficiali giudiziari e i curatori fallimentari hanno riorganizzato il loro lavoro per lavorare da remoto.

1.3 Cooperazione giudiziaria nell'UE

L'autorità centrale estone opera in telelavoro dal 13 marzo. Le comunicazioni (messaggi ed atti) avvengono tramite posta elettronica (in materia civile e in gran parte di quella penale). Se necessario, i documenti originali verranno inviati tramite posta aerea una volta cessata la situazione di emergenza.

2 Misure per l'insolvenza correlate, adottate o che saranno adottate negli Stati membri, come comunicato fino al 16 aprile 2020

2.1 Misure sostanziali relative all'insolvenza e contratti connessi concernenti la misura

2.1.1 Sospensione dell'insolvenza

2.1.1.1 Sospensione dell'obbligo della dichiarazione di fallimento (debitori)

-

2.1.1.2 Protezione dei debitori relativamente alle istanze di fallimento depositate dai creditori

-

2.1.2 Sospensione dei procedimenti esecutivi e sospensione della risoluzione dei contratti

2.1.2.1 Moratorie generali / specifiche sulle istanze di esecuzione / su taluni tipi di istanze di esecuzione

-

2.1.2.2 Sospensione della risoluzione di contratti (contratti generali / specifici)

-

2.2 Sospensione dei procedimenti civili, compresa la sospensione delle procedure d'insolvenza

-

2.3 Altre misure in materia d'insolvenza (quelle relative alle azioni revocatorie, ai piani di riorganizzazione, agli accordi informali e ad altro tipo di accordi, in caso di necessità)

È attualmente in fase di studio la necessità di ulteriori modifiche nel settore dell'insolvenza (ad esempio per quanto riguarda i piani di ristrutturazione) che possano contribuire a sostenere il superamento della crisi.

2.4 Misure diverse da quelle correlate all'insolvenza (pagamenti differiti, prestiti bancari, prestazioni di previdenza sociale e per assicurazione malattia, sostegni alle imprese)

-

Ultimo aggiornamento: 24/03/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.