Collocamento transfrontaliero di un minore, compresa la famiglia affidataria

Estonia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Quale autorità deve essere consultata e dare il suo consenso preliminare prima del collocamento transfrontaliero di un minore?

Il Sotsiaalkindlustusamet (Ufficio delle assicurazioni sociali) – info@sotsiaalkindlustusamet.ee

2 Descrivere brevemente la procedura di consultazione e ottenimento del consenso (compresi i documenti richiesti, i termini, le modalità della procedura e gli altri dettagli pertinenti) del collocamento transfrontaliero di minori nel vostro territorio.

Per ottenere l'approvazione, la domanda deve essere presentata al Sotsiaalkindlustusamet (Ufficio delle assicurazioni sociali) e contenere i seguenti dati e documenti:

  1. nome, data di nascita, cittadinanza e madrelingua del minore;
  2. valutazione della necessità di assistenza del minore, compresi i dati relativi alla sua salute, alla sua condizione fisica, psicologica, emotiva, cognitiva, educativa ed economica;
  3. fatti che giustificano il collocamento e i motivi del collocamento in Estonia;
  4. durata prevista del collocamento;
  5. sintesi dell'opinione del minore o del motivo per cui l'opinione del minore non è presentata;
  6. dati sui procedimenti in corso riguardanti il minore;
  7. dati sul rappresentante legale del minore da collocare;
  8. cognome, data di nascita, cittadinanza, madrelingua e dati di contatto della persona presso la quale si intende collocare il minore;
  9. panoramica delle misure in grado di favorire il benessere del minore necessarie dopo il suo collocamento in Estonia;
  10. panoramica delle modalità di organizzazione delle relazioni del minore con i suoi genitori e altri familiari o con altre persone vicine al minore;
  11. dati sul finanziamento del collocamento del minore;
  12. provvedimenti giudiziari in materia di responsabilità genitoriale sul minore da collocare;
  13. altri documenti pertinenti.

3 Il vostro Stato membro ha deciso che il consenso non è necessario per i collocamenti transfrontalieri di minori nel vostro territorio nel caso in cui il minore deve essere collocato presso determinate categorie di prossimi congiunti? Se sì, quali sono le categorie di prossimi congiunti?

Non esiste una decisione separata. Se il minore deve essere collocato presso un parente stretto, devono comunque essere valutati il suo benessere e la sua necessità di collocamento e giustificati in tale contesto. Non è richiesto il consenso per il collocamento del minore presso l'altro genitore titolare della responsabilità genitoriale.

4 Il vostro Stato membro dispone di accordi o disposizioni per semplificare la procedura di consultazione per ottenere l'approvazione del collocamento transfrontaliero di minori?

Attualmente, no.

Ultimo aggiornamento: 22/02/2024

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.