Collocamento transfrontaliero di un minore, compresa la famiglia affidataria

Svezia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Quale autorità deve essere consultata e dare il suo consenso preliminare prima del collocamento transfrontaliero di un minore?

L'approvazione di un collocamento di un minore in Svezia a norma del regolamento Bruxelles II è decisa dalla commissione sociale del comune dove si intende collocare il minore.

2 Descrivere brevemente la procedura di consultazione e ottenimento del consenso (compresi i documenti richiesti, i termini, le modalità della procedura e gli altri dettagli pertinenti) del collocamento transfrontaliero di minori nel vostro territorio.

La commissione sociale approva la decisione di un'autorità straniera di collocare un minore in Svezia nei seguenti casi:

  1. il collocamento in Svezia è nell'interesse del minore, tenuto conto in particolare dei legami del minore con il paese;
  2. il parere del minore relativamente al collocamento, nella misura del possibile;
  3. il tutore del minore e il minore stesso, nel caso abbia superato i 15 anni di età, concordano con la decisione;
  4. le condizioni del luogo di collocamento sono state oggetto di un'indagine della commissione sociale;
  5. il minore dispone di un permesso di soggiorno ove richiesto; e
  6. il collocamento avviene nel rispetto del regolamento (UE) 2019/1111 del Consiglio, del 25 giugno 2019, relativo alla competenza, al riconoscimento e all'esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale, e alla sottrazione internazionale di minori (regolamento Bruxelles II) oppure della convenzione firmata all'Aja il 19 ottobre 1996 sulla competenza, la legge applicabile, il riconoscimento, l'esecuzione e la cooperazione in materia di responsabilità genitoriale e di misure di protezione dei minori.

Il comune interessato comunica le informazioni utili per il caso. Contattare l'autorità centrale svedese per maggiori informazioni.

3 Il vostro Stato membro ha deciso che il consenso non è necessario per i collocamenti transfrontalieri di minori nel vostro territorio nel caso in cui il minore deve essere collocato presso determinate categorie di prossimi congiunti? Se sì, quali sono le categorie di prossimi congiunti?

No, questa regola non vale.

4 Il vostro Stato membro dispone di accordi o disposizioni per semplificare la procedura di consultazione per ottenere l'approvazione del collocamento transfrontaliero di minori?

No.

Ultimo aggiornamento: 09/05/2023

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.