La versione originale in lingua francese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Swipe to change

Sulla Rete

Francia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

In Francia, la rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale è composta da magistrati, avvocati, notai e ufficiali giudiziari. Tale rete rimane comunque aperta a tutte le professioni giuridiche che vi esercitano un interesse, in particolare quando queste ultime contribuiscono all'applicazione del diritto dell'Unione in materia civile e commerciale (cancellieri, direttori dei servizi di cancelleria, giudici e cancellieri dei tribunali di commercio).

Sin dalla creazione della rete, il punto di contatto francese è sempre la figura di un magistrato che esercita la sua funzione presso la Direzione dei procedimenti civili e dei sigilli del Ministero della Giustizia. Più precisamente, tale magistrato lavora presso il Dipartimento per l'assistenza e il diritto internazionale privato ed europeo (DEDIPE), con la nomina di autorità centrale per l'applicazione dei diversi strumenti internazionali di cooperazione in materia civile e commerciale. Il punto di contatto è in grado di fornire agli operatori francesi e agli altri membri europei della rete competenze concrete di cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale, nonché aiuto alla risoluzione di ostacoli nelle questioni transfrontaliere.

La rete francese è organizzata a livello locale e nazionale; in questo modo, in ogni Corte d'appello e Corte di cassazione francesi viene nominato un magistrato referente. Il suo ruolo consiste nell'agevolare la cooperazione a livello locale e informare i magistrati circa l'applicazione degli strumenti di cooperazione giudiziaria civile, in particolare relativamente al diritto dell'UE. I referenti presso le Corti d'appello e la Corte di cassazione possono altresì far presente al punto di contatto nazionale le difficoltà nell'applicazione delle legislazioni europee e quest'ultimo si occupa di comunicare tali difficoltà al segretariato della rete presso la Commissione europea.

Le altre professioni coprono il ruolo di membri e partecipano alle attività della rete tramite il proprio organo di rappresentanza nazionale:

-          Gli ufficiali giudiziari sono rappresentati dalla Chambre nationale des commissaires de justice (Camera nazionale degli ufficiali giudiziari) (CNCJ).

-         Gli avvocati sono rappresentati dal Conseil national des barreaux (CNB) e dalla Delegazione degli avvocati francesi (DBF), delegazione del CNB a Bruxelles. Nella scheda RJECC sul sito internet della DBF è possibile trovare molte informazioni sul coinvolgimento della rete di avvocati in Francia.

-          I notai sono rappresentati dal Consiglio superiore del notariato (CSN).

Inoltre, i magistrati di collegamento francesi in servizio nei paesi dell'Unione europea fanno altresì parte della rete, così come le autorità centrali nominate per l'applicazione degli strumenti di cooperazione civile e commerciale (ad esempio, L'Ufficio per il recupero dei crediti alimentari presso il ministero dell'Europa e degli Affari Esteri francese).

Reso possibile grazie alla sovvenzione del programma Giustizia della Commissione europea, il progetto CLUE (Connaître la législation de l'Union européenne - Conoscere la legislazione dell'Unione europea) ha consentito di intraprendere diverse azioni per accrescere la visibilità della rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale (RJECC) in Francia.

Negli ultimi anni il progetto CLUE I ha consentito da un lato di promuovere la visibilità degli strumenti di cooperazione giudiziaria e del diritto comunitario (grazie a una newsletter mensile, un video sulla rete e una pagina web dedicata sull'intranet del Ministero) e, dall'altro, di favorire lo scambio di buone pratiche tra operatori (grazie ai seminari di formazione di diritto privato internazionale riguardanti il diritto di famiglia e a una guida pratica per i magistrati referenti in Corte d'appello). Il nuovo progetto CLUE II, avviato a febbraio 2021, intende proseguire sulla stessa linea con ulteriori obiettivi (un maggior numero di seminari, argomenti e strumenti di diffusione del diritto comunitario) e la disponibilità a condividere le migliori pratiche con altre reti nazionali.

Infine, una volta all'anno, in prossimità della giornata europea della giustizia, tutti i membri della rete francese si danno appuntamento a Parigi per fare il punto sulle attività della rete stessa e per uno scambio di opinioni sull'attualità del diritto dell'Unione in materia civile e commerciale.

Ultimo aggiornamento: 16/02/2022

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.