Nel campo della giustizia civile, le procedure e i procedimenti in corso avviati prima della fine del periodo di transizione proseguiranno a norma del diritto dell'UE. Il portale e-Justice, sulla base di un accordo comune con il Regno Unito, conserverà le informazioni pertinenti relative al Regno Unito fino alla fine del 2022.

Alimenti e mantenimento

Inghilterra e Galles
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Che cosa si intende in pratica per "alimenti" e "obbligazione alimentare"? Quali persone sono tenute a pagare gli alimenti a un'altra persona?

I genitori possono corrispondere gli alimenti, per i loro figli o per i figli appartenenti al nucleo familiare, al genitore o alla persona affidataria, mediante il giudice o mediante il sistema legale di mantenimento dei figli, il Child Maintenance system (il sistema amministrativo istituito per legge per l'Inghilterra, il Galles e la Scozia). Il sistema legale di mantenimento dei figli si compone di tre organizzazioni: Child Maintenance Service (in appresso il CMS), Child Maintenance Options e Child Support Agency (in appresso CSA). Per poter ricorrere al sistema legale di mantenimento dei figli, le persone coinvolte (genitore o persone affidatarie e figli) devono risiedere abitualmente nel Regno Unito.

Tutte le domande per il regime legale sono state gestite dal CMS, mentre i genitori accedono al Servizio attraverso le Child Maintenance Options. Il CSA è stato chiuso e tutti i casi con una responsabilità in corso sono ora terminati. I genitori con soli casi di mora vengono contattati per chiedere se vogliono ancora che il debito venga riscosso, nel cui caso potrebbe essere trasferito al CMS.

I genitori possono corrispondere gli alimenti ai loro figli di età inferiore ai 18 anni. Su istanza, un figlio di età superiore ai 18 anni può ricevere gli alimenti dai genitori per poter proseguire la propria istruzione, in vista di intraprendere un'attività commerciale, professionale o artigianale, oppure in circostanze particolari (Children Act 1989, allegato 1).

Gli alimenti possono essere versati anche dai genitori che non vivono con i figli mediante il CMS. Il CMS fissa gli alimenti mediante un procedimento amministrativo e non giudiziale – se il figlio è minore di 16 anni o se ha meno di 20 anni e studia a tempo pieno, ma non a livello di alta formazione (vale a dire frequenta ancora un istituto d'istruzione secondaria o un istituto equivalente), o ha meno di 20 anni e vive con un genitore che ha richiesto gli assegni familiari per lo stesso. L'importo degli alimenti è versato al genitore destinatario del pagamento. Entrambi i genitori o la persona affidataria possono rivolgersi al CMS, che provvede al calcolo dell'importo. Il pagamento settimanale è eseguito dal genitore debitore direttamente al genitore destinatario del pagamento (noto come "Direct pay" (pagamento diretto)) oppure utilizzando il servizio a pagamento del CMS "Collect and Pay" (Riscossione e pagamento) (v. infra).

Un coniuge divorziato può essere chiamato a versare gli alimenti all'altro coniuge. Gli alimenti possono essere versati a ciascuno dei coniugi. Anche un ex partner di un'unione civile può dover versare gli alimenti all'altro ex partner e agli eventuali figli.

2 Sino a quale momento un figlio può beneficiare degli alimenti? Ci sono norme diverse per gli alimenti relativamente ai minori e agli adulti?

V. la risposta supra. Nell'allegato 1 del Children Act 1989 non è specificato alcun limite di età.

3 Per ottenere gli alimenti, il ricorrente deve rivolgersi a un'autorità competente o deve adire un organo giurisdizionale? Quali sono gli elementi principali di tale procedura?

In Inghilterra e in Galles, in caso di separazione, i genitori, prima di ricorrere al CMS, devono rivolgersi al Child Maintenance Options per ottenere consulenza e informazioni idonee ad aiutarli nel trovare un accordo efficace sul mantenimento della loro famiglia. Si può trattare di un cosiddetto "accordo su base familiare", che è un accordo tra i coniugi, o di una richiesta al CMS. I genitori non possono accedere al CMS se non si sono preventivamente rivolti al Child Maintenance Options.

Se uno dei genitori decide che non è possibile trovare un accordo su base familiare, essi devono versare un diritto per accedere ai servizi del CMS. Informazioni in merito ai diritti attualmente dovuti sono reperibili sul sito del governo. Il ricorrente non è tenuto a pagare i diritti se è minore di 19 anni, risiede in Irlanda del Nord o ha dichiarato di essere vittima di violenze domestiche denunciate a un'autorità riconosciuta dal CMS. Al pagamento dei diritti dovrebbe corrispondere l'erogazione di una serie di servizi a favore del ricorrente: il calcolo da parte del CMS degli importi dovuti sulla base delle entrate del genitore debitore, le attività volte a rintracciare il genitore debitore, la gestione dei cambiamenti a livello di responsabilità. Il calcolo degli alimenti da versare si basa su una percentuale del reddito del genitore debitore in ragione del numero dei figli per i quali gli alimenti sono dovuti e la responsabilità può aumentare o diminuire se vengono presi in considerazione altri fattori, come i redditi supplementari dei genitori debitori o il riconoscimento dell'affidamento congiunto. Il CMS non assicura che il proprio intervento garantirà il pagamento degli alimenti.

Una volta effettuata una valutazione degli alimenti, e se entrambi i genitori accettano di pagarsi a vicenda direttamente attraverso il servizio "Direct Pay", allora è richiesto solo il diritto di domanda. Gli utenti del CMS che desiderano che quest'ultimo effettui i pagamenti possono avvalersi del servizio "Collect and Pay" e sono tenuti a versare i diritti di riscossione. Per il genitore debitore ciò comporta una maggiorazione del 20% sull'importo normalmente dovuto a titolo di alimenti per il figlio. La parte destinataria del pagamento si vedrà applicata una decurtazione del 4% sull'importo ricevuto a titolo di alimenti per il figlio. I diritti di riscossione possono essere evitati raggiungendo un accordo su base familiare o effettuando i versamenti mediante il Direct Pay.

Il genitore debitore deve anche corrispondere un diritto al CMS per le azioni esecutive da esso svolte, che consistono nell'adozione di provvedimenti da parte del giudice nei confronti del genitore obbligato che omette di effettuare i pagamenti dovuti.

4 È possibile presentare una richiesta a nome di un parente (in caso affermativo, quale grado), o di un minore?

Nel caso degli alimenti a favore dei figli, chiunque, come un amico, un parente o un consulente legale (ad esempio un avvocato in Inghilterra e in Galles), può proporre una domanda per conto del genitore debitore o destinatario del pagamento e affidatario del figlio. I genitori dovranno autorizzare tale soggetto a proporre la domanda, salvo che quest'ultimo ne abbia già i poteri, ad esempio in forza di una procura. In Inghilterra e in Galles la domanda non può essere presentata a nome del figlio, in quanto i figli non sono autorizzati a richiedere gli alimenti in proprio.

In Inghilterra e Galles una domanda per l'esecuzione reciproca degli alimenti può essere proposta per conto di un figlio o di un coniuge divorziato o di un ex partner di un'unione civile o di altre persone se la convenzione internazionale applicabile o l'accordo sulla reciproca esecuzione degli alimenti lo prevede.

5 Qualora intenda adire un organo giurisdizionale, come posso individuare il giudice competente?

I richiedenti residenti in Inghilterra e Galles possono presentare domanda presso uno dei tre Maintenance Enforcement Centre, a seconda della sede, per l' Inghilterra (esclusa Londra), Londra e il Galles.

Ove la domanda debba essere proposta dinanzi a un diverso giudice, il personale amministrativo presso l'organo giurisdizionale fornisce le informazioni del caso.

6 Chi avanza la pretesa deve servirsi di un intermediario per adire il giudice (ad esempio: avvocato, autorità centrale o locale ecc.)? Altrimenti, quale procedura dovrà seguire?

Una domanda di alimenti a favore del figlio rientra in una procedura amministrativa gestita dal CMS.

I richiedenti la reciproca esecuzione di un provvedimento in materia di alimenti non sono tenuti a rivolgersi a un avvocato per agire giudizialmente al fine del recupero degli alimenti sulla base dei vari accordi e convenzioni internazionali. La domanda ricevuta da un altro paese è trasmessa al Maintenance Enforcement Business Centre del luogo di residenza del resistente.

I richiedenti che si avvalgono dell'allegato 1 del Children Act 1989 non sono tenuti a rivolgersi a un avvocato per agire giudizialmente.

7 Adire la giustizia comporta un costo? In caso affermativo quale spesa è prevedibile? Se i mezzi di colui che avanza la pretesa sono insufficienti, si può ottenere un'assistenza giudiziaria gratuita per far fronte alle spese del procedimento?

Ai fini del recupero dei crediti alimentari non è necessario essere rappresentati da un legale e, nella maggior parte dei casi, non sono previsti diritti. Laddove tale rappresentanza sia richiesta, è disponibile un servizio di aiuto e assistenza legale che, in alcuni casi, è soggetto a una verifica dei mezzi e dei meriti; al ricorrente può essere chiesto di versare un contributo.

8 Che tipo di alimenti dev'essere concesso dal giudice e come si calcola il relativo importo? Si può ottenere una modifica della decisione del giudice qualora il costo della vita o la situazione familiare si siano modificate? In caso affermativo, in che modo (ad esempio, con il sistema di indicizzazione automatica)?

Al fine di ottenere gli alimenti, il giudice può emettere un provvedimento con cui dispone gli alimenti a favore del figlio, del coniuge oppure del figlio e del coniuge. Il giudice può ordinare pagamenti periodici, pagamenti di somme forfetarie o a titolo transattivo, o pagamenti periodici garantiti. Il giudice o il CMS possono, in casi specifici, stabilire che il diritto al mantenimento sia riconosciuto retroattivamente. Nel decidere sul carattere retroattivo degli alimenti e sull'importo dovuto, si tiene conto di tutte le circostanze del singolo caso. È possibile in ogni momento richiedere al giudice una modifica del provvedimento in materia di alimenti.

In alcune circostanze può essere utilizzata una pensione per il mantenimento del coniuge. Anche se le parti sono libere di concordare autonomamente i loro accordi finanziari senza bisogno di un'ordinanza del tribunale, in caso di ripartizione di una pensione o di trasferimento di fondi pensione è necessaria un'ordinanza del tribunale prima che l'ente previdenziale sia in grado di agire.

9 In che modo e a chi saranno pagati gli alimenti?

Le persone che possono ricevere gli alimenti sono elencate al punto 1 supra.

Il Maintenance Payments Business Centre (MPBC), che fa parte del servizio giudiziario di Inghilterra e Galles, si occupa dei pagamenti ai singoli. La Reciprocal Enforcement of Maintenance Orders (REMO) Section (sezione per l'esecuzione reciproca delle decisioni in materia alimentare - REMO) non si occupa dei pagamenti.

Il CMS fornisce un servizio di calcolo, riscossione e pagamento. Se i genitori debitori sono in ritardo con i pagamenti o non provvedono al pagamento, il CMS interverrà per fare in modo che il denaro arrivi e che paghino rapidamente gli arretrati del mantenimento dei figli che compete loro. Il CMS può utilizzare vari metodi di esecuzione, ove necessario.

10 Se la persona su cui grava l'obbligo dell'assegno (debitore) non lo versa volontariamente, quali mezzi ci sono per costringerla ad adempiere?

Al fine di recuperare i crediti alimentari, il giudice può disporre che il pagamento sia effettuato direttamente a sue mani; il giudice può disporre un particolare metodo di pagamento, può emettere un ordine di pignoramento degli stipendi o le ingiunzioni indicate nel prosieguo, ove richieste dal CMS.

Se gli alimenti a favore del figlio sono versati attraverso il CMS, se un genitore debitore non versa quanto dovuto a tale titolo, il CMS adotta le misure necessarie per garantire che siano effettuati tutti i pagamenti dovuti al figlio. Il CMS dispone di una serie di poteri di cui può far uso, che comprendono la trattenuta di importi direttamente dagli stipendi e dai conti bancari e l'avvio di azioni in sede giudiziale (azione esecutiva). Se necessario, in casi estremi è possibile chiedere al giudice di ritirare il passaporto o la patente di guida del genitore debitore o addirittura sottoporlo a carcerazione.

11 Si prega di descrivere brevemente i limiti all'esecuzione, in particolare le norme concernenti la tutela del debitore e i periodi di limitazione o di descrizione nel suo sistema di esecuzione.

Nessun limite per l'esecuzione dei provvedimenti in materia di alimenti.

Il CMS deve valutare il benessere di ciascun figlio che possa essere toccato dalle sue decisioni quanto alla velocità con cui devono essere versati gli arretrati e agli importi di ciascun pagamento.

12 Esiste un'organizzazione o un'autorità che possa aiutare l'avente diritto a percepire l'assegno?

Per gli alimenti a favore dei figli incassati mediante il sistema legale di mantenimento dei figli, l'organizzazione competente è il CMS (v. supra).

13 Le organizzazioni pubbliche o private possono anticipare il pagamento degli alimenti in tutto o in parte in sostituzione del debitore?

Per quanto attiene agli alimenti a favore dei figli gestiti dal CMS, questo istituto può soltanto trasferire gli importi eventualmente incassati. Non può versare gli alimenti o parte di essi in proprio o in luogo del genitore non convivente.

L'autorità centrale per l'Inghilterra e il Galles (REMO) non può assumersi la responsabilità dell'effettuazione dei pagamenti.

14 Nel caso in cui il ricorrente si trovi in questo Stato membro e il debitore risieda in un altro paese:

14.1 Posso ottenere l'assistenza di un'autorità o di un'organizzazione privata in questo Stato membro?

L'esecuzione reciproca dei provvedimenti in materia di alimenti (REMO) è il procedimento con cui i suddetti provvedimenti emessi dai giudici del Regno Unito su istanza di un soggetto ivi residente possono essere registrati ed eseguiti dai giudici o da altre autorità in paesi diversi nei confronti di cittadini residenti all'estero.

Si tratta di un accordo bilaterale disciplinato da convenzioni internazionali o da schemi concordati, il che significa che i provvedimenti stranieri in materia di alimenti a favore di soggetti residenti all'estero possono anch'essi essere registrati ed eseguiti nel Regno Unito contro i residenti di quest'ultimo paese.

Come agire

Un residente nel Regno Unito che desidera ottenere il pagamento degli alimenti da una persona all'estero deve rivolgersi:

• al Maintenance Enforcement Business Centre responsabile dell'area in cui vivono, indicato all'indirizzo [inserire il collegamento ipertestuale per https:www.gov.uk/child-maintenance-if-one-parent-lives-abroad/ex-partner-lives-abroad].

È possibile chiedere che i provvedimenti siano eseguiti nel paese in cui il debitore risiede. Sono previste anche delle procedure volte a permettere al richiedente di rivolgersi alle autorità di un altro paese affinché emettano un provvedimento di mantenimento a suo nome.

Il richiedente non deve avvalersi di un avvocato. Il personale MEBC indica al ricorrente il formulario da utilizzare e inoltra la domanda all'autorità competente, che per l'Inghilterra e il Galles è l'unità REMO.

L'unità REMO lo invierà all'autorità straniera per la registrazione e l'esecuzione nei confronti della persona che abita in quel paese.

Le domande provenienti dall'esterno del Regno Unito devono essere inviate all'unità REMO dall'autorità straniera per il paese in cui risiede il richiedente. REMO inoltra la domanda al MEBC competente a trattare il caso.

Per quanto riguarda il mantenimento dei figli, il CMS può fare un calcolo degli alimenti solo quando entrambi i genitori o la persona destinataria del pagamento e il figlio risiedono abitualmente nel Regno Unito oppure il genitore debitore lavora al di fuori del Regno Unito come funzionario britannico, diplomatico, membro delle forze armate o come operatore sanitario distaccato o sta lavorando fuori dal Regno Unito per un datore di lavoro che è una società registrata con libro paga nel suddetto paese. Ai fini del calcolo degli alimenti dovuti al figlio, possono essere prese in considerazione le entrate di una persona abitualmente residente nel Regno Unito provenienti dall'estero e soggette a tassazione nel Regno Unito.

In base al regolamento (CE) n. 4/2009 sulle obbligazioni alimentari, il CMS può anche rivolgersi agli altri Stati dell'Unione europea per il recupero degli alimenti arretrati.

14.2 In caso affermativo, come si può contattare l'autorità o l'organizzazione privata?

Gli indirizzi di contatto per ciascuno dei MEBC sono:

Per i soggetti che vivono nella Grande Londra:

The Maintenance Enforcement Business Centre – Londra

Central Family Court

First Avenue House

42-49 High Holborn

Londra

WC1V 6NP

DX 160010 Kingsway 7

E-mail: MEBC.London@justice.gov.uk

Per i soggetti che vivono in Inghilterra al di fuori della Grande Londra

The Maintenance Enforcement Business Centre – Bury St Edmunds

Triton House

St Andrews Street North

Bury St Edmunds

Suffolk

IP33 1TR

E-mail: MEBC.BSE@justice.gov.uk

Per i soggetti che vivono in Galles

The Maintenance Enforcement Business Centre – Galles

Wales Maintenance Business Centre

Port Talbot Justice Centre

Harbourside Way

Port Talbot

SA13 1SB

Telefono: 01656 673 833

e-mail: mebc.wales@justice.gov.uk

La sezione REMO può essere contattata all'indirizzo:

Reciprocal Enforcement of Maintenance Orders (REMO)

Official Solicitor and Public Trustee

Victory House, 30-34 Kingsway

Londra

WC2B 6EX

Telefono: 020 3681 2757 (per chiamate dal Regno Unito)

+44 20 3681 2757 (per chiamate internazionali)

e-mail: remo@offsol.gsi.gov.uk

Sito Internet di REMO

I MEBC e l'unità REMO non possono fornire consulenza legale ai richiedenti o ad altri soggetti. Tuttavia, possono essere fornite indicazioni procedurali generali. La natura precisa della reciprocità esistente tra il Regno Unito e altri paesi dipende dalla convenzione o dall'accordo del quale l'altro paese è firmatario e i MEBC possono fornire assistenza sulle modalità di applicazione delle varie convenzioni in un dato caso.

I nuovi richiedenti devono rivolgersi anzitutto al Child Maintenance Options prima di avvalersi del Child Maintenance Service. Il Child Maintenance Options può essere contattato al numero telefonico 0800 0835 130 dal Regno Unito oppure visitando il sito Internet.

In presenza di una pratica aperta presso la CSA o il CMS, il contatto telefonico è indicato sulla lettera da questi eventualmente inviata.

15 Nel caso in cui provenga da un altro paese e il debitore sia in questo Stato membro:

15.1 È possibile rivolgere una richiesta direttamente a tale autorità o organizzazione privata in questo Stato membro?

La domanda può essere presentata mediante un'autorità o un organo giurisdizionale che si occupa dell'esecuzione reciproca del paese estero in cui il richiedente risiede. Una domanda può anche essere inoltrata direttamente da un paese straniero all'unità REMO, all'organo giurisdizionale o al MEBC.

Per quanto riguarda gli alimenti per il sostentamento dei figli, il CMS è competente a calcolarli solo se il richiedente e il figlio sono residenti altrove nel Regno Unito (Scozia o Irlanda del Nord).

15.2 In caso affermativo, come posso mettermi in contatto con tale autorità o organizzazione privata e quale tipo di assistenza posso ricevere?

I contatti per l'unità REMO, il MEBC e il CMS sono indicati in precedenza. L'assistenza fornita è descritta in precedenza. I casi in cui il CMS può accettare o meno una domanda sono illustrati nelle risposte che precedono.

16 Questo Stato membro è vincolato al protocollo dell'Aia del 2007?

Il Regno Unito non è vincolato dal protocollo dell'Aia del 2007; quest'ultimo non si applica pertanto in Inghilterra e in Galles.

17 Qualora questo Stato membro non sia vincolato dal protocollo dell'Aia del 2007, quale legge sarà applicabile alla domanda di mantenimento in base alle norme di diritto private internazionale? Quali sono le corrispondenti norme di diritto privato internazionale?

In tutte le cause pendenti in Inghilterra e Galles si applica la legge di tali paesi.

18 Quali sono le norme sull'accesso alla giustizia nei casi transfrontalieri nell'ambito dell'UE secondo la struttura del Capo V del regolamento sugli alimenti?

Ai fini del recupero dei crediti alimentari non è necessario essere rappresentati da un legale e, nella maggior parte dei casi, non sono previsti diritti. Laddove tale rappresentanza sia richiesta, è disponibile un servizio di aiuto e assistenza legale (capo V) che, in taluni casi, è soggetto a una verifica dei mezzi e dei meriti; al ricorrente può essere chiesto di versare un contributo. Nell'assistenza legale rientra anche una valutazione della possibilità, vista la natura della causa, di richiedere l'ammissione al gratuito patrocinio.

19 Quali sono le misure adottate da questo Stato membro per assicurare il funzionamento delle attività descritte all'articolo 51 del regolamento sugli alimenti?

Il Civil Jurisdiction and Judgments (Maintenance) Regulations 2011 (SI 1484/2011) (Legge del 2011 sulla giurisdizione e le sentenze civili (alimenti)) coadiuva il funzionamento del regolamento (CE) n. 4/2009 sulle obbligazioni alimentari. Il regolamento 3 e l'allegato 1 individuano le autorità centrali per il Regno Unito e stabiliscono la loro funzione nell'ambito della trasmissione delle domande. Il regolamento 4 e l'allegato 2 indicano quali enti devono fornire informazioni alle autorità centrali (comprese le informazioni sul debitore) e fissano le regole per un'adeguata diffusione di tali informazioni da parte delle stesse.

Il paragrafo 18 dell'allegato 1 del Legal Aid, Sentencing and Punishment of Offenders Act 2012 (Legge del 2012 sul gratuito patrocinio, la condanna e la comminazione della pena a carico degli autori di reati) definisce la disponibilità del gratuito patrocinio in Inghilterra e in Galles in linea con il regolamento sulle obbligazioni alimentari.

 

Questa pagina web fa parte del portale La tua Europa.

I pareri sull'utilità delle informazioni fornite saranno molto graditi.

Your-Europe

Ultimo aggiornamento: 24/06/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.