Nel campo della giustizia civile, le procedure e i procedimenti in corso avviati prima della fine del periodo di transizione proseguiranno a norma del diritto dell'UE. Il portale e-Justice, sulla base di un accordo comune con il Regno Unito, conserverà le informazioni pertinenti relative al Regno Unito fino alla fine del 2022.

Alimenti e mantenimento

Gibilterra
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Che cosa si intende in pratica per "alimenti" e "obbligazione alimentare"? Quali persone sono tenute a pagare gli alimenti a un'altra persona?

In base alla legislazione vigente a Gibilterra, sia la Magistrates' Court (giudice chiamato a pronunciarsi sulle fattispecie di minor gravità) sia la Corte Suprema hanno il potere di emanare provvedimenti in materia di alimenti. Gli alimenti sono di norma disciplinati dal Maintenance Act (legge sugli alimenti). Dinanzi alla Corte Suprema, provvedimenti in merito agli alimenti per i figli, il partner in un'unione civile, la persona a carico e il coniuge possono essere emanati come parte di un procedimento di divorzio, separazione giudiziale, annullamento o risoluzione del vincolo matrimoniale. Sia la Corte Suprema sia la Magistrates' Court sono competenti a modificare le condizioni degli alimenti dovuti dopo la concessione di un decreto irrevocabile o di un provvedimento di risoluzione. La Magistrates' Court ha il potere di pronunciarsi in favore della moglie, del marito, dei figli o persino dei genitori delle parti se sono soddisfatte determinate condizioni. Un tale provvedimento può essere emesso a fronte della presentazione di una domanda dinanzi ad essa. La legge prevede inoltre che un provvedimento in materia di alimenti può essere emanato quando uno dei conviventi omette di mantenere l'altro.

2 Sino a quale momento un figlio può beneficiare degli alimenti? Ci sono norme diverse per gli alimenti relativamente ai minori e agli adulti?

Il figlio che non ha compiuto sedici anni ha diritto agli alimenti. Tale diritto spetta inoltre anche a un figlio di età superiore ai sedici anni, ma inferiore ai ventuno, che studia a tempo pieno o sta seguendo una formazione di tipo professionale della durata non inferiore a due anni ai fini di intraprendere un'attività commerciale, professionale o artigianale.

Hanno diritto agli alimenti anche i figli di età inferiore ai ventuno anni la cui capacità di guadagno è pregiudicata da una malattia o da infermità mentale.

3 Per ottenere gli alimenti, il ricorrente deve rivolgersi a un'autorità competente o deve adire un organo giurisdizionale? Quali sono gli elementi principali di tale procedura?

Per richiedere la corresponsione degli alimenti nei casi non rientranti nella competenza della Corte Suprema, il richiedente deve presentare ricorso dinanzi alla Magistrates' Court.

Le richieste di alimenti accessorie e derivanti da procedimenti di divorzio, separazione giudiziale, annullamento o risoluzione del vincolo matrimoniale devono essere presentate alla Corte Suprema.

4 È possibile presentare una richiesta a nome di un parente (in caso affermativo, quale grado), o di un minore?

La domanda di alimenti può essere presentata per conto del figlio da parte di chi ne ha l'affidamento legale o da chi esercita la responsabilità parentale. A norma delle disposizioni del Maintenance Act, il figlio stesso può agire nei confronti della persona tenuta a mantenerlo per ottenere gli alimenti.

5 Qualora intenda adire un organo giurisdizionale, come posso individuare il giudice competente?

Se il credito alimentare trae origine da un matrimonio o da un'unione civile, la Magistrates' Court è competente a occuparsi della questione. Se il credito alimentare deriva da procedimenti di divorzio, separazione giudiziale, annullamento o risoluzione del vincolo matrimoniale rientranti nella competenza della Corte Suprema, quest'ultima deve essere ritenuta competente a pronunciarsi sugli alimenti.

6 Chi avanza la pretesa deve servirsi di un intermediario per adire il giudice (ad esempio: avvocato, autorità centrale o locale ecc.)? Altrimenti, quale procedura dovrà seguire?

Il ricorrente può presentare in proprio la domanda e rappresentarsi in giudizio oppure, in alternativa, incaricare un avvocato di agire in suo nome.

7 Adire la giustizia comporta un costo? In caso affermativo quale spesa è prevedibile? Se i mezzi di colui che avanza la pretesa sono insufficienti, si può ottenere un'assistenza giudiziaria gratuita per far fronte alle spese del procedimento?

La proposizione di un ricorso dinanzi alla Magistrates' Court non comporta spese. Il richiedente può quindi comparire personalmente senza alcun costo.

La convocazione a comparire dinanzi alla Corte Suprema comporta di norma un costo di 15 GIP. Sia per quanto riguarda la Magistrates' Court che la Corte Suprema, il richiedente può avere accesso all'assistenza legale se dispone di un reddito annuo inferiore a 5 000 GIP e previa valutazione dei suoi mezzi. Le domande di assistenza legale dinanzi a entrambi i giudici succitati devono essere presentate alla Corte Suprema, presso la cui cancelleria è disponibile l'apposita modulistica.

8 Che tipo di alimenti dev'essere concesso dal giudice e come si calcola il relativo importo? Si può ottenere una modifica della decisione del giudice qualora il costo della vita o la situazione familiare si siano modificate? In caso affermativo, in che modo (ad esempio, con il sistema di indicizzazione automatica)?

Dopo l'udienza sul ricorso, la Magistrates' Court può emanare un provvedimento con cui dispone la corresponsione di una somma settimanale o periodica, a seconda di quanto ritenga opportuno nelle circostanze del caso, per il mantenimento del figlio, del padre, del partner, del convivente, della madre e/o del coniuge.

In seguito, è possibile richiedere la modifica dei provvedimenti in materia di alimenti. Anche la relativa domanda deve essere inoltrata alla Magistrates' Court o alla Corte Suprema, a seconda dei casi.

In determinati casi, il giudice può anche riconoscere effetto retroattivo alle obbligazioni alimentari.

9 In che modo e a chi saranno pagati gli alimenti?

Gli alimenti possono essere corrisposti da una parte a favore dell'altra o, in alternativa, il pagamento può essere effettuato a mani del giudice.

10 Se la persona su cui grava l'obbligo dell'assegno (debitore) non lo versa volontariamente, quali mezzi ci sono per costringerla ad adempiere?

Secondo le disposizioni vigenti, il richiedente può chiedere il pignoramento dello stipendio del convenuto se questi ha omesso di effettuare almeno due dei pagamenti imposti dal provvedimento originario sugli alimenti. La Magistrates' Court ha anche il potere di disporre la carcerazione, e quindi di fare arrestare il convenuto, per il mancato rispetto delle condizioni stabilite nel provvedimento in materia di alimenti. Tuttavia, in questi casi, il giudice concede al convenuto l'opportunità di motivare le ragioni che – a suo dire – osterebbero all'emanazione di un provvedimento siffatto.

11 Si prega di descrivere brevemente i limiti all'esecuzione, in particolare le norme concernenti la tutela del debitore e i periodi di limitazione o di descrizione nel suo sistema di esecuzione.

Non è previsto alcun termine di prescrizione.

12 Esiste un'organizzazione o un'autorità che possa aiutare l'avente diritto a percepire l'assegno?

Le domande per gli alimenti sono di norma esaminate dalla Magistrates' Court di Gibilterra, 32 – 36 Town Range, Gibilterra. Per i crediti alimentari derivanti da procedimenti di divorzio, separazione giudiziale o annullamento del matrimonio, occorre adire la Corte Suprema di Gibilterra, 277 Main Street, Gibilterra.

13 Le organizzazioni pubbliche o private possono anticipare il pagamento degli alimenti in tutto o in parte in sostituzione del debitore?

La legge di Gibilterra non prevede alcuna disposizione in merito. Il recupero forzato dei pagamenti può avvenire mediante un ordine di pignoramento della retribuzione o di incarcerazione.

14 Nel caso in cui il ricorrente si trovi in questo Stato membro e il debitore risieda in un altro paese:

14.1 Posso ottenere l'assistenza di un'autorità o di un'organizzazione privata in questo Stato membro?

Le richieste devono essere inoltrate alla Magistrates' Court, 277 Main Street, Gibilterra o alla Corte Suprema, 277 Main Street, Gibilterra.

14.2 In caso affermativo, come si può contattare l'autorità o l'organizzazione privata?

Le richieste possono essere indirizzate al:

Clerk of the Magistrates' Court,
Magistrates' Court,
32 – 36 Town Range
Gibilterra
Telefono: +350 200 75671
Fax: +350 200 40483.

In alternativa, le domande riguardanti procedimenti in materia di alimenti dinanzi alla Corte Suprema possono essere inviate a:

The Registry,
Supreme Court,
277 Main Street,
Gibilterra
Telefono: +350 200 75608
Fax: +350 200 77118.

15 Nel caso in cui provenga da un altro paese e il debitore sia in questo Stato membro:

15.1 È possibile rivolgere una richiesta direttamente a tale autorità o organizzazione privata in questo Stato membro?

Un ricorso indicante gli importi richiesti a Gibilterra può essere inviato direttamente alla Magistrates' Court se e quando sono soddisfatti i criteri in materia di competenza. In alternativa, la relativa domanda può essere presentata alla cancelleria della Corte Suprema nei casi in cui il diritto agli alimenti trae origine da un procedimento di divorzio, separazione giudiziale o annullamento.

15.2 In caso affermativo, come posso mettermi in contatto con tale autorità o organizzazione privata e quale tipo di assistenza posso ricevere?

Come nel caso del quesito precedente.

16 Questo Stato membro è vincolato al protocollo dell'Aia del 2007?

Gibilterra non è vincolata dal protocollo dell'Aia ed esso non si applica in tale paese.

17 Qualora questo Stato membro non sia vincolato dal protocollo dell'Aia del 2007, quale legge sarà applicabile alla domanda di mantenimento in base alle norme di diritto private internazionale? Quali sono le corrispondenti norme di diritto privato internazionale?

In tutte le cause decise in Gibilterra trova applicazione la legge di tale Stato.

18 Quali sono le norme sull'accesso alla giustizia nei casi transfrontalieri nell'ambito dell'UE secondo la struttura del Capo V del regolamento sugli alimenti?

Il regolamento in parola prevede una serie di misure volte ad agevolare il pagamento dei crediti alimentari in situazioni transfrontaliere. Tali diritti insorgono dall'obbligo di sostenere i membri della famiglia che versano in una situazione di necessità. Essi possono, ad esempio, prendere la forma di alimenti versati al figlio oppure a un ex coniuge a seguito del divorzio.

Il regolamento si applica alle obbligazioni alimentari che traggono origine da:

  • rapporti di famiglia;
  • parentela;
  • matrimonio o affinità.

19 Quali sono le misure adottate da questo Stato membro per assicurare il funzionamento delle attività descritte all'articolo 51 del regolamento sugli alimenti?

Il Maintenance Act precisa il funzionamento del regolamento sulle obbligazioni alimentari. L'autorità centrale designata è la seguente:

Minister for Justice,
Government of Gibraltar
Suite 771 Europort
Gibilterra
Tel.: + 350 200 59267
Fax: + 350 200 59271
e-mail: moj@gibraltar.gov.gi

Il Legal Aid and Assistance Act (legge sull'assistenza e il gratuito patrocinio) stabilisce le verifiche nel merito e delle condizioni finanziarie richieste per la qualificazione.

 

Questa pagina web fa parte del portale La tua Europa.

I pareri sull'utilità delle informazioni fornite saranno molto graditi.

Your-Europe

Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.