La mediazione nei paesi dell'UE

Portogallo

Contenuto fornito da
Portogallo

La mediazione è uno dei meccanismi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) in Portogallo, insieme all'arbitrato e ai tribunali per le controversie di modesta entità (julgados de paz - giudici di pace). La legge n.º 29/2013 del 19 aprile 2013 (la "legge sulla mediazione") stabilisce il quadro di riferimento nazionale per la mediazione come uno dei meccanismi di ADR. La legge stabilisce i principi generali applicabili alla mediazione in Portogallo - indipendentemente dalla natura della controversia oggetto della mediazione - e le norme giuridiche sulla mediazione civile e commerciale, sui mediatori e sulla mediazione pubblica. La legge sulla mediazione contiene le definizioni seguenti:

  • la "mediazione" è una forma di risoluzione alternativa delle controversie adottata da enti pubblici o privati, con la quale due o più parti di una controversia cercano volontariamente di raggiungere un accordo con l'aiuto di un mediatore;
  • il "mediatore" è un terzo imparziale e indipendente, senza alcun potere di imporre una linea di condotta alle parti che ricevono la mediazione, ma che aiuta queste ultime a raggiungere un accordo finale sulla questione controversa.

Natura della mediazione e accordi di mediazione

Il ricorso alla mediazione è interamente volontario. La procedura di mediazione è confidenziale. Tale riservatezza può essere derogata solo per motivi di ordine pubblico - in particolare per tutelare l'interesse superiore di un minore - o quando è in gioco l'integrità fisica o psicologica di una persona, oppure quando occorre applicare o far rispettare l'accordo ottenuto attraverso la mediazione, e solo nella misura in cui è necessario nella pratica per tutelare le parti interessate. Il contenuto delle sessioni di mediazione non può essere utilizzato come elemento di prova da un giudice.

L'accordo ottenuto attraverso la mediazione è esecutivo a condizione che:

  1. si riferisca a una controversia che può essere oggetto di mediazione, e la legge non richieda la ratifica di un tribunale;
  2. le parti abbiano la capacità di concludere tale accordo;
  3. sia stato ottenuto attraverso una mediazione effettuata nei termini previsti dalla legge;
  4. il suo contenuto non violi l'ordine pubblico;
  5. abbia comportato la partecipazione di un mediatore iscritto nell'elenco dei mediatori tenuto dal Ministero della Giustizia. Tale elenco può essere consultato qui.

Un accordo di mediazione ottenuto attraverso la mediazione in un altro Stato membro dell'UE che è conforme ai paragrafi a) e d) di cui sopra è esecutivo se è esecutivo anche secondo il sistema giuridico di tale paese.

Ambiti in cui il ricorso alla mediazione è ammissibile e più comune

La mediazione è ammissibile in materia civile, commerciale, familiare, lavorativa e penale. In questi ultimi tre ambiti esiste un sistema di mediazione pubblica e ogni ambito ha le sue norme specifiche.

julgados de paz dispongono di un servizio di mediazione che è competente per mediare in tutte le controversie che possono essere oggetto di mediazione anche se non rientrano nella giurisdizione dei julgados de paz.

Stato dei mediatori

La legge sulla mediazione contiene un capitolo specifico che stabilisce i diritti e gli obblighi dei mediatori (articoli 23-29). I mediatori devono anche agire in conformità del Codice europeo di condotta dei mediatori.

Non esiste un ente pubblico responsabile della formazione dei mediatori; i mediatori sono formati da organismi privati certificati dalla Direzione generale della politica della giustizia (Direção-Geral da Política de Justiça) ai sensi dell'ordinanza ministeriale di esecuzione (Portaria) n. 345/2013 del 27 novembre 2013.

Costo della mediazione

Per utilizzare il servizio pubblico di mediazione familiare ogni parte coinvolta nella causa deve versare 50 EUR, tranne nelle situazioni seguenti:

  • quando è stato concesso il patrocinio a spese dello Stato;
  • quando il caso è stato sottoposto a mediazione per decisione di un'autorità giudiziaria ai sensi dell'articolo 24 del quadro giuridico della procedura di tutela civile (Regime Geral do Processo Tutelar Cível);
  • quando, su richiesta delle parti o con il loro consenso, le parti stesse sono state sottoposte a mediazione da una decisione di un'autorità giudiziaria o dalla commissione per la tutela dei minori e dei giovani nell'ambito di un procedimento in materia di tutela dei minori in corso.

Il ricorso al servizio pubblico di mediazione penale è gratuito.

Per usufruire del servizio pubblico di mediazione del lavoro, ogni parte coinvolta nella causa deve versare una tassa di 50 EUR, fatta salva la concessione del patrocinio a spese dello Stato.

Oltre a queste tasse per l'utilizzo dei servizi pubblici di mediazione, anche i mediatori registrati per prestare tali servizi percepiscono un onorario; gli importi sono fissi ma dipendono dal raggiungimento o meno di un accordo e dalle misure adottate per raggiungerlo.

In caso di mediazione nei julgados de paz, qualora si giunga a un accordo, ogni parte deve versare 25 EUR.

costi della mediazione privata sono determinati dal mediatore scelto dalle parti.

Altre informazioni utili

L'ente governativo responsabile della regolamentazione della mediazione pubblica è la Direzione generale della politica della giustizia (DGPJ), attraverso il suo Ufficio per la risoluzione alternativa delle controversie (Gabinete de Resolução Alternativa de Litígios - GRAL). Direzione generale della politica della giustizia. La DGPJ non fornisce informazioni su come trovare un mediatore, ma tiene elenchi di mediatori che operano nei servizi pubblici di mediazione. Secondo la legislazione sulla mediazione pubblica, una volta presa la decisione di ricorrere alla mediazione, viene selezionato automaticamente un mediatore.

Ultimo aggiornamento: 17/01/2022

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.