Sulla Rete - Repubblica ceca

La Repubblica ceca ha attualmente sei punti di contatto della rete giudiziaria europea: cinque all’interno del ministero della Giustizia della Repubblica ceca e uno a Bruxelles (rappresentanza permanente della Repubblica ceca presso l’UE).

I punti di contatto della rete giudiziaria europea in Repubblica ceca comunicano con i punti di contatto in altri Stati membri dell’UE, gestendo le richieste di informazioni provenienti dagli organi giurisdizionali e dai notai che cercano informazioni in merito alle leggi di altri paesi, nonché solleciti in merito alla gestione delle richieste di informazioni, in particolare ai sensi del regolamento (CE) n. 1206/2001 relativo all’assunzione delle prove e del regolamento (CE) n. 1393/2007 relativo alla notificazione o comunicazione degli atti e ad altre questioni.

A seguito della decisione 2001/470/CE del Consiglio, del 28 maggio 2001, relativa all’istituzione di una rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale, nel 2004 la Repubblica ceca ha fondato la rete giudiziaria interna (la “rete”) per la cooperazione in materia civile e commerciale, che ha la competenza di assicurare che la Repubblica ceca sia efficacemente coinvolta nella rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale.

I membri della rete sono giudici, rappresentanti dell’Ordine ceco degli avvocati, rappresentanti del Consiglio notarile ceco, rappresentanti dell’Ordine ceco degli esecutori, rappresentanti dell’Ufficio per la protezione giuridica internazionale dei minori, rappresentanti del centro europeo dei consumatori, rappresentanti della facoltà di giurisprudenza della Università Charles e il personale nominato del Ministero della giustizia.

I membri della rete partecipano, in particolare, alle attività della rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale e allo svolgimento dei compiti che ne derivano, nonché ad attività dei gruppi di lavoro e dei comitati del Consiglio dell’Unione europea e della Commissione che lavorano in relazione a questioni di materia civile e commerciale. I membri della rete esprimono le proprie opinioni sui progetti legislativi dell’Unione europea e su altre proposte relative alla cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale.

La rete conta attualmente circa 130 membri. Le riunioni di tutti i membri della rete sono organizzate dal ministero della Giustizia una volta all’anno. L’ordine del giorno comprende temi di attualità riguardanti in particolare la rete giudiziaria europea, il funzionamento del portale europeo della giustizia elettronica e la giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione europea. A questi incontri i membri della rete hanno l’opportunità unica di incontrarsi di persona e di condividere la loro esperienza pratica di applicazione degli atti dell’Unione.

Compendi e altre pubblicazioni realizzati nell’ambito della rete giudiziaria europea sono distribuiti ai membri della rete.

I membri della rete possono comunicare in modo informale tramite posta elettronica. La rete dispone di una propria lista di distribuzione di posta elettronica (indirizzo e-mail) alla quale e attraverso la quale i membri della rete possono inviare richieste di informazioni e condividere esperienze. Attraverso questo canale di comunicazione il ministero della Giustizia può informare rapidamente i membri della rete in merito a novità relative alla cooperazione giudiziaria nell’UE.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 12/03/2018