Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Richiesta di risarcimento all'autore del reato - Lettonia


Come posso chiedere un risarcimento o altri mezzi di riparazione all'autore del reato nell'ambito di un procedimento penale, e a chi devo rivolgere questa istanza?

La vittima ha il diritto di ricevere informazioni sulle disposizioni relative alla domanda e all'ottenimento di un risarcimento, ivi incluso quello da parte dello Stato, dalla persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale), nonché di presentare una domanda di risarcimento dei danni nel contesto di un procedimento penale.

È possibile presentare una domanda per ottenere un risarcimento dei danni in qualsiasi fase del procedimento penale fino all'avvio dell'esame del caso presso l'organo giurisdizionale di primo grado. La vittima può presentare la sua domanda per iscritto o verbalmente. Una domanda presentata verbalmente viene registrata in un verbale dalla persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale).

In quale fase del procedimento penale devo presentare la domanda?

È possibile presentare una domanda per ottenere un risarcimento dei danni in qualsiasi fase del procedimento penale fino all'avvio dell'esame del caso presso l'organo giurisdizionale di primo grado. Anche nel caso in cui non sia stata identificata la persona da ritenersi responsabile penalmente, il diritto della vittima di presentare una domanda di risarcimento non sarà limitato.

La vittima ha il diritto di ritirare la domanda di risarcimento presentata in qualsiasi fase del procedimento penale fino a quando l'organo giurisdizionale si ritira per deliberare in merito alla sentenza.

Cosa posso chiedere e come devo presentare la domanda (devo indicare un importo totale e/o specificare le singole perdite subite, mancato guadagno e interessi?)

La vittima ha il diritto di ricevere informazioni sulle disposizioni in materia di domanda di risarcimento da parte dalla persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale).

La vittima può presentare la sua domanda per iscritto o verbalmente. Una domanda presentata verbalmente viene registrata in un verbale dalla persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale).

Nella domanda, la vittima deve fornire prove a sostegno dell'importo del risarcimento per qualsiasi perdita materiale asserita, mentre per i danni morali e la sofferenza fisica è sufficiente indicare l'importo del risarcimento richiesto. Nella domanda è possibile specificare il numero di conto dell'istituto di pagamento sul quale versare il risarcimento dei danni.

Esiste un modulo specifico per queste domande?

La vittima può presentare la sua domanda per iscritto o verbalmente. Una domanda presentata verbalmente viene registrata in un verbale dalla persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale).

Di quali prove ho bisogno a sostegno della mia richiesta?

Nella domanda la vittima deve fornire prove a sostegno dell'importo del risarcimento per qualsiasi perdita materiale asserita, mentre per i danni morali e la sofferenza fisica è sufficiente indicare l'importo del risarcimento richiesto.

L'organo giurisdizionale stabilirà l'importo del risarcimento valutando la domanda della vittima e prendendo in considerazione l'ammontare della perdita materiale, la gravità e la natura del reato, la sofferenza fisica causata, la mutilazione permanente e l'invalidità causate, il livello e la natura pubblica dei danni morali e psicologici.

I danni diretti saranno valutati secondo i livelli di prezzo ipotizzati per l'azione legale.

Vi sono spese di giustizia o altri costi collegati alla mia richiesta?

La presentazione di una domanda nel contesto di un procedimento penale non è soggetta a spese.

Qualora ritenga che il danno subito non sia stato pienamente risarcito, la vittima ha il diritto di chiedere un risarcimento ai sensi delle disposizioni del Civilprocesa likums (Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura civile). Nella determinazione dell'importo del risarcimento, occorre tener conto del risarcimento ricevuto come conseguenza del procedimento penale.

Nel momento in cui presenta una domanda di risarcimento nel contesto di un procedimento civile, la vittima è esentata dal pagamento dei diritti dovuti allo Stato.

Posso ottenere assistenza legale prima e/o durante il procedimento? Posso ottenerla anche se non vivo nel paese in cui si svolge il procedimento?

Se la tutela dei diritti e degli interessi di un minore viene ostacolata o in altro modo non garantita oppure se il rappresentante presenta una richiesta motivata, la persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale) decide di nominare un avvocato che rappresenti la vittima minore. In casi eccezionali nei quali la tutela dei diritti e degli interessi della persona coinvolta in procedimenti penali non possa essere assicurata in altro modo, la persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale) decide di nominare un avvocato che rappresenti una persona povera o un adulto svantaggiato. La persona responsabile per il procedimento (la polizia, l'ufficio del pubblico ministero, l'organo giurisdizionale) nomina un avvocato anche nei casi in cui nessuno dei parenti possa rappresentare la vittima. In questi casi, Juridiskās palīdzības administrācija (l'Autorità competente per il patrocinio gratuito) copre gli onorari dell'avvocato incaricato di fornire assistenza legale erogata dallo Stato nel contesto del procedimento penale.

In quali casi il giudice penale può respingere la mia richiesta nei confronti dell'autore del reato o non darvi seguito?

Se l'organo giurisdizionale emette una sentenza di assoluzione, la domanda di risarcimento derivante dal reato non viene esaminata. Qualora l'organo giurisdizionale non esamini tale domanda, la vittima può presentare una domanda di risarcimento in sede civile seguendo l'iter specificato nel Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura civile.

Posso impugnare questa decisione o cercare altri mezzi di riparazione?

Qualora l'organo giurisdizionale non esamini tale domanda, la vittima può presentare una domanda di risarcimento in sede civile seguendo l'iter specificato nel Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura civile.

Se il giudice mi concede il risarcimento, come viene garantito che la sentenza nei confronti dell'autore del reato sia eseguita, e che aiuto posso ottenere per essere certo che ciò avvenga?

L'esecuzione delle decisioni relative al recupero del risarcimento dei danni a favore della vittima viene attuata da ufficiali giudiziari che operano nella circoscrizione dell'organo giurisdizionale i quali avviano tale esecuzione sulla base di una domanda scritta presentata dal creditore sulla base di un titolo esecutivo.

Al fine di dare esecuzione a una decisione di un organo giurisdizionale in parte relativa al risarcimento dei danni a favore della vittima, detto organo emette un titolo esecutivo a favore della vittima su richiesta di quest'ultima.

Coloro che vantano crediti derivanti da lesioni personali che determinano invalidità o altri pregiudizi alla salute o il decesso di una persona sono esentati dal versamento dei diritti di esecuzione dovuti agli ufficiali giudiziari iscritti presso l'organo giurisdizionale.

L'ufficiale giudiziario iscritto presso l'organo giurisdizionale, su propria iniziativa, svolge le azioni necessarie e utilizza i mezzi e i metodi previsti per dare esecuzione in maniera rapida ed efficiente alle decisioni giudiziarie. L'ufficiale giudiziario che opera presso l'organo giurisdizionale illustrerà i diritti e gli obblighi relativi all'esercizio dei diritti procedurali delle parti in buona fede.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 20/03/2019