Zavrieť

BETA VERZIA PORTÁLU JE UŽ DOSTUPNÁ!

Navštívte BETA verziu Európskeho portálu elektronickej justície a napíšte nám, čo si o nej myslíte.

 
 

Navigačný riadok

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Richiesta di risarcimento all'autore del reato - Portogallo

Ide o strojový preklad tejto stránky - vlastník webovej lokality neručí za jeho kvalitu.

Kvalita tohto prekladu bola ohodnotená ako: priemerná

Je podľa vás tento preklad užitočný?


Come posso chiedere un risarcimento o qualsiasi altra forma di risarcimento o di soddisfazione nei confronti dell'autore del reato (nell'ambito di un procedimento penale)? Chi devo presentare la domanda?

In Portogallo, il risarcimento dovrebbe essere richiesto in un procedimento penale. Anche i fatti oggetto del procedimento penale possono far sorgere la responsabilità civile, nella misura in cui incidano sul diritto pecuniario, conformemente al diritto civile.

Il codice di procedura penale (CPP) si traduce nel principio dell'adesione, secondo cui una domanda di risarcimento per danni civili basata sulla commissione di un reato è dedotta nel pertinente procedimento penale e può essere proposta solo a un tribunale civile nei casi previsti dalla legge e definiti in tale codice.

Nel caso in cui la vittima risieda in uno Stato membro dell'Unione europea e sia vittima di un reato in uno Stato membro diverso da quello di residenza, può chiedere un risarcimento all'autorità competente a conoscere di tali richieste nel proprio Stato di residenza, la quale trasmette tale richiesta all'autorità competente dello Stato in cui il reato è stato commesso.

In quale fase del procedimento penale devo presentare la domanda?

La vittima dovrebbe indicare il desiderio di chiedere una compensazione al momento della presentazione del reclamo o fino alla fine dell'indagine, la requisitoria è quindi notificata alla vittima e dispone di un termine di 20 giorni per presentare tale richiesta.

Anche se non è stata presentata alcuna richiesta di risarcimento, il giudice può, di propria iniziativa e tenuto conto della situazione della vittima, condannare l'imputato al risarcimento del danno subito, a meno che la vittima non vi si opponga.

Per le vittime di reati violenti la domanda può essere presentata fino a un anno dopo la decisione definitiva.

Se la vittima è minorenne al momento del reato, può presentare la richiesta fino a un anno dopo il raggiungimento della maggiore età o una determinata emancipazione.

Cosa posso chiedere e come devo presentare la richiesta? Devo indicare un importo globale e/o specificare il danno, la perdita di guadagni e gli interessi effettivi?

La richiesta di ricorso può essere richiesta per la presenza di:

  • Danno patrimoniale: tra questi si annoverano i danni causati dalla criminalità (che sono, ad esempio, i costi di cure ospedaliere, le consultazioni, i medicinali, ecc.) e i benefici che la vittima ha cessato di ricevere (che sono, ad esempio, le retribuzioni che non avete potuto percepire mentre sono inabili).
  • Danni morali: sebbene non possano essere valutate sotto il profilo economico, essi possono almeno essere compensati economicamente (ad esempio, danni al benessere, all'onore, al buon nome, ossia dolore fisico, disturbi mentali e sofferenze emotive).

Esiste un modulo specifico per queste domande?

No. La domanda deve contenere una breve descrizione dei fatti su cui si basa la domanda e indicare il danno subito e l'importo del danno subito.

Tuttavia, se la richiesta supera i 5 000 EUR, dovrà essere pagata una tassa e la domanda deve essere presentata da un avvocato.

Compensazione statale

  1. Nel caso di un reato violento, lo Stato può prevedere un anticipo e un modulo separato indica l'importo del risarcimento richiesto e alcuni documenti, come la dichiarazione della vittima e il richiedente (se diverso) per l'anno precedente il reato, e i documenti che certificano le spese indicate sul modulo.
    Il link si apre in una nuova finestra https://cpvc.mj.pt/?page_id=114
  2. In caso di violenza domestica, lo Stato può prevedere un anticipo e un modulo separato con gli stessi documenti di cui alla lettera a)
    Il link si apre in una nuova finestra https://cpvc.mj.pt/?page_id=116

Quali prove devo fornire a sostegno della mia richiesta?

La vittima deve presentare tutti i documenti attestanti i danni subiti (cfr. paragrafo 1.1). Egli presenta inoltre un testimone in grado di dimostrare e migliorare la sua domanda.

Vi sono gli onorari dei tribunali o altri costi connessi alla mia domanda?

Se la domanda è inferiore a 5 000 EUR, le spese possono essere pagate dalla vittima stessa.

Se la domanda supera i 5 000 EUR, il credito deve essere presentato da un avvocato che rappresenta la vittima e soggetto a pagamento di spese di giudizio, a meno che la vittima non sia ammissibile al patrocinio a spese dello Stato.

In caso di vittime di reati violenti e di violenza domestica, l'anticipo è inviato al comitato per la protezione delle vittime della criminalità (cPVC) ed è esente da qualsiasi costo o onere per la vittima.

Se il reato è stato commesso sul territorio di un altro Stato membro dell'UE, la domanda può essere presentata in cPVC purché il richiedente risieda abitualmente in Portogallo

Posso ottenere assistenza legale prima e/o durante il procedimento? Posso ottenerla anche se non vivo nel paese in cui si svolge il procedimento?

Sì, puoi chiedere il patrocinio a spese dello Stato in una delle due situazioni.

La vittima ha il diritto di consultare e fornire consulenza in merito al suo ruolo nel corso del procedimento.

Quando cerchi di essere un assistente o una parte civile, devi chiedere il patrocinio a spese dello Stato in una fase precoce del procedimento o quando, essendo un testimone, intendi essere accompagnato da un avvocato e non ha alcun mezzo economico per sostenere le proprie spese.

Puoi anche richiedere il patrocinio a spese dello Stato per:

  • Sgravio, totale o parziale, delle spese processuali;
  • Nomina e pagamento di onorari di avvocato; o
  • Pagamento scaglionato delle spese processuali o degli onorari degli avvocati.

Nota: La persona che decide in merito alle domande di patrocinio a spese dello Stato è il sistema previdenziale, sulla base di una formula di calcolo che tiene conto degli attivi, del reddito e delle spese del richiedente. La domanda di patrocinio a spese dello Stato è messa a disposizione gratuitamente dei servizi di sicurezza sociale e può essere presentata personalmente, mediante fax, posta o via Internet, nel presente caso, compilando la relativa forma digitale. La domanda è accompagnata da una serie di documenti atti a confermare le difficoltà economiche del richiedente, prendendo la decisione entro 30 giorni. La presentazione di questa domanda non comporta costi per la vittima.

Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.seg-social.pt/protecao-juridica

In quali casi il giudice penale può respingere la mia richiesta nei confronti dell'autore del reato o non darvi seguito?

Se non vi è alcuna condanna per aver commesso il reato.

Se la vittima non dimostra il danno subito.

Posso impugnare questa decisione o cercare altri mezzi di riparazione?

Sì No È possibile presentare un ricorso contro la decisione se sei un assistente nel procedimento.

Può anche ricorrere al mezzo ordinario (Tribunali civili) se la domanda non è stata per qualche ragione valutata.

In caso di risarcimento da parte del tribunale, come si può garantire l'esecuzione della sentenza contro l'autore del reato? Che tipo di sostegno ricevo?

Sì No Se il convenuto non paga volontariamente un risarcimento, la vittima può procedere con un'azione esecutiva, vale a dire chiedere alla Corte di eseguire la decisione di indennizzo, ad esempio, il sequestro conservativo, i conti bancari, i beni immobili o i mobili, fino a concorrenza del valore della compensazione concessa alla vittima.


Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 27/08/2019