Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Contenuto



I commercianti che vendono beni di consumo nell’Unione europea (UE) sono obbligati a porre rimedio a difetti che esistevano al momento della consegna e che si manifestano entro due anni. Le norme comunitarie garantiscono ai consumatori un livello minimo di protezione, soprattutto se i beni non soddisfano gli standard promessi.

ATTO

Direttiva Il link si apre in una nuova finestra99/44/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 maggio 1999, su taluni aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo

SINTESI

I commercianti che vendono beni di consumo nell’Unione europea (UE) sono obbligati a porre rimedio a difetti che esistevano al momento della consegna e che si manifestano entro due anni. Le norme comunitarie garantiscono ai consumatori un livello minimo di protezione, soprattutto se i beni non soddisfano gli standard promessi.

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Armonizza quelle parti del diritto contrattuale dei consumatori sulla vendita di beni che riguardano le garanzie giuridiche* e, in misura minore, le garanzie commerciali* (garanzie).

PUNTI CHIAVE

  • I venditori devono consegnare ai consumatori beni conformi al contratto di vendita.
  • Per essere conformi i beni devono:
    • essere conformi alla descrizione di vendita;
    • essere idonei allo scopo per cui il bene è stato destinato;
    • dimostrare la qualità e le prestazioni che ci si può ragionevolmente aspettare.
  • I venditori sono responsabili di qualsiasi imperfetta installazione se questa fa parte del contratto. Ciò si applica sia se l’installazione è sotto la responsabilità del venditore sia se è dovuta a errate istruzioni per il consumatore.
  • I consumatori hanno il diritto di chiedere che il bene difettoso sia riparato o sostituito gratuitamente entro un termine ragionevole e con un disagio minimo. Possono invece chiedere una riduzione adeguata del prezzo se la riparazione o la sostituzione non avviene in tempo o se causa inconvenienti gravi per il consumatore.
  • I venditori, che sono responsabili dei beni che vendono nei confronti dei consumatori, possono adottare provvedimenti contro i produttori se il difetto è dovuto a loro.
  • I venditori sono responsabili per eventuali difetti del bene che compaiono entro due anni dalla loro vendita. Tuttavia, i paesi dell’UE possono richiedere che i consumatori segnalino questi difetti al venditore entro due mesi dalla loro scoperta.
  • Le garanzie commerciali devono indicare i diritti di garanzia giuridica dell’acquirente ed essere redatte in modo chiaro e comprensibile. I consumatori possono richiedere che una garanzia sia disponibile in forma scritta.
  • I paesi dell’UE possono decidere di esentare dalla normativa i beni di seconda mano messi all’asta.
  • La direttiva non si applica ad acqua, gas, energia elettrica o beni oggetto di vendita forzata o venduti da un’autorità giudiziaria.

TERMINI CHIAVE

* Garanzia giuridica: la protezione giuridica dell’acquirente, in relazione alle anomalie dei beni acquistati. Ciò non dipende dalle condizioni del contratto.

* Garanzia commerciale: la volontà del garante (spesso il produttore) di assumersi una responsabilità personale per taluni difetti entro un certo periodo di tempo.

Per maggiori informazioni, consultare le pagine relative a Il link si apre in una nuova finestraVendite e garanzie sul sito Internet della Commissione europea.

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva Il link si apre in una nuova finestra99/44/CE

7.7.1999

1.1.2002

Il link si apre in una nuova finestraGU L 171 del 7.7.1999, pag. 12-16

Atto(i) modificatore(i)

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Direttiva Il link si apre in una nuova finestra2011/83/UE

12.12.2011

13.12.2013

Il link si apre in una nuova finestraGU L 304 del 22.11.2011, pag. 64-88

ATTI COLLEGATI

Regolamento (CE) n. Il link si apre in una nuova finestra2006/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 ottobre 2004, sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell’esecuzione della normativa che tutela i consumatori (il regolamento sulla cooperazione per la tutela dei consumatori) (Il link si apre in una nuova finestraGU L 364 del 9.12.2004, pag. 1-11)

Direttiva Il link si apre in una nuova finestra2011/83/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2011, sui diritti dei consumatori, recante modifica della direttiva 93/13/CEE del Consiglio e della direttiva 1999/44/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e che abroga la direttiva 85/577/CEE del Consiglio e la direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (Il link si apre in una nuova finestraGU L 304 del 22.11.2011, pag. 64-88)

Direttiva Il link si apre in una nuova finestra85/374/CEE del Consiglio, del 25 luglio 1985, relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli stati membri in materia di responsabilità per danno da prodotti difettosi (Il link si apre in una nuova finestraGU L 210 del 7.8.1985, pag. 29-33).

text of the directive


Questa pagina è a cura della Commissione europea. Le informazioni contenute in questa pagina non riflettono necessariamente il parere ufficiale della Commissione europea. La Commissione declina ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Si rinvia all'avviso legale per quanto riguarda le norme sul copyright per le pagine europee.

Ultimo aggiornamento: 08/08/2018