Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Spese dei procedimenti giudiziari - Belgio

Questa pagina contiene informazioni sulle spese dei procedimenti giudiziari in Belgio. Per un'analisi più approfondita dei costi di una causa, si possono consultare i seguenti studi di casi:

Il link si apre in una nuova finestraDiritto di famiglia - Divorzio

Il link si apre in una nuova finestraDiritto di famiglia – Affidamento dei figli

Il link si apre in una nuova finestraDiritto di famiglia – Assegno di mantenimento

Il link si apre in una nuova finestraDiritto commerciale – Contratti

Il link si apre in una nuova finestraDiritto commerciale - Responsabilità


Spese dei procedimenti giudiziari

Quadro normativo per le tariffe forensi

Ufficiali giudiziari

In materia civile

Gli onorari degli ufficiali giudiziari nei procedimenti civili e commerciali sono disciplinati dall'Arrêté Royal del 30 novembre 1976. Le tariffe per il 2009 sono state pubblicate nel Moniteur belge del 31 dicembre 2008.

Le norme e le tariffe sono consultabili sul sito della Il link si apre in una nuova finestraChambre Nationale des Huissiers de Justice de Belgique (rubrica « Tarifs et taux d’intérêt » e poi « Toutes affaires ») o sul sito del Il link si apre in una nuova finestraPortail du Pouvoir Judiciaire de Belgique (rubrica "Législation").

In materia penale

Gli onorari degli ufficiali giudiziari nei procedimenti penali sono regolamentati dall' Arrêté Royal del 28 dicembre 1950 e da una circolare ministeriale del 22 gennaio 2009. Le tariffe per il 2009 sono state pubblicate nel Moniteur belge del 12 gennaio 2009.

I testi e le tariffe sono consultabili sul sito della Il link si apre in una nuova finestraChambre Nationale des Huissiers de Justice de Belgique (rubrica « Tarifs et taux d’intérêt » e poi « Affaires pénales ») ») o sul sito del Il link si apre in una nuova finestraPortail du Pouvoir Judiciaire de Belgique (rubrica "Législation").

Avvocati

Gli onorari degli avvocati non sono regolamentati. L’avvocato li fissa liberamente e possono essere negoziati tra il cliente e l’avvocato, ma quest'ultimo deve stabilirli nei limiti di una giusta moderazione. L’Ordine degli avvocati può verificare che l'avvocato non ecceda tali limiti.

Sono possibili diversi modi di calcolo: una remunerazione oraria, per prestazione, in base al valore della causa (percentuale del valore della controversia)… Un accordo sugli onorari legato esclusivamente al risultato della causa è vietato in base all’articolo 446ter del codice giudiziario belga. L’avvocato è tenuto a informare preventivamente il cliente sul metodo di calcolo degli onorari. In Belgio gli onorari degli avvocati non sono assoggettati all'IVA.

Spese fisse

Spese fisse nei procedimenti civili

Spese fisse per le parti nei procedimenti civili

Le spese dei tribunali sono fisse in Belgio. I costi variano secondo la giurisdizione dinanzi alla quale il procedimento viene avviato e secondo la fase del processo (primo grado o appello).

I costi del procedimento giudiziario sono qualificati come « spese », e vengono regolamentati dagli articoli 1017 e seguenti del Codice giudiziario. Nell’articolo 1018 sono descritti i costi che fanno parte delle spese. Le spese comprendono:

  • vari diritti, di cancelleria e di registrazione. I diritti di cancelleria comprendono i diritti di iscrizione a ruolo, di redazione e notifica, e vengono descritti nel codice dei diritti di registrazione, d'ipoteca e di cancelleria, agli articoli 268 e seguenti;
  • il costo, gli emolumenti e gli onorari che derivano dagli atti giudiziari;
  • il costo della notifica della sentenza;
  • le spese di tutte le misure istruttorie, in particolare la tassa concernente i testimoni e gli esperti. Per quanto riguarda i testimoni, l'arrêté royal del 27 luglio 1972 stabilisce gli importi della tassa e dei rimborsi
  • le spese di spostamento e di soggiorno dei magistrati, dei cancellieri e delle parti, allorché il loro spostamento sia stato ordinato dal giudice, e le spese degli atti, allorché siano state effettuate soltanto nella prospettiva del processo;
  • l'indennità di procedura di cui all'articolo 1022;
  • gli onorari, gli emolumenti e le spese del mediatore designato conformemente all'articolo 1734.

L’articolo 1019 precisa che i diritti di registrazione che rientrano nelle spese comprendono:

  • il diritto fisso generale,
  • i diritti fissi specifici, e
  • i diritti sulle sentenze di condanna, liquidazione o assegnazione di somme o valori mobiliari.

In alcuni casi, allorché il ricorrente o l'interveniente nel procedimento non è belga e nel caso in cui il convenuto sia belga, quest'ultimo potrà chiedere, salvo il caso in cui esista una convenzione internazionale che preveda una dispensa e salvo casi particolari, che il ricorrente o l'interveniente provveda a depositare un deposito cauzionale per garantire il pagamento del risarcimento oltre ai relativi interessi che risulterebbero dal processo. Ciò è previsto all'articolo 851 del Codice giudiziario.

Inoltre, occorrerà tener conto delle spese dell'ufficiale giudiziario, degli avvocati (v. supra), ed eventualmente di traduttori e interpreti (v. infra).

Momento del procedimento civile in cui una parte deve sborsare le spese fisse

Alcune spese dovranno essere sborsate prima che l'azione sia avviata, come ad esempio nel caso dei diritti di cancelleria percepiti al momento dell'iscrizione a ruolo.

Le spese che intervengono nel corso del procedimento vengono generalmente riscosse nel corso del procedimento.

Per alcuni costi, si rende necessaria la costituzione di un fondo. Pertanto, i periti sono pagati con un fondo costituito dalla parte che ha chiesto la misura istruttoria. Parimenti, l’articolo 953 prevede che la parte che chiede l'ammissione di una prova testimoniale deve depositare in cancelleria prima del relativo espletamento, un fondo che rappresenta l'importo della tassa e il rimborso delle spese (spostamento,…).

A volte le spese processuali vengono anticipate dall'avvocato e vengono inserite nella sua nota comprendente le spese e gli onorari.

Le spese fisse nei procedimenti penali

Spese fisse per le parti processuali nei procedimenti penali

La questione delle spese fisse nei procedimenti penali è disciplinata agli articoli 91 e seguenti dell’arrêté Royal del 28 dicembre 1950.

Fase del procedimento penale in cui devono essere pagate le spese fisse

La questione delle spese fisse nei procedimenti penali è regolata agli articoli 91 e seguenti dell'arreté Royal del 28 dicembre 1950.

Le spese fisse per le parti processuali nei procedimenti costituzionali

Spese fisse per le parti processuali nei procedimenti costituzionali

Le sole spese a carico delle parti in un procedimento costituzionale sono le spese di spedizione con raccomandata.

Informazioni preliminari che l'avvocato deve fornire

Diritti e obblighi delle parti

Le norme di deontologia impongono agli avvocati il dovere d'informazione e di consulenza nei confronti dei clienti. Ciò comporta il fatto che l'avvocato fornirà al proprio cliente informazioni riguardanti i suoi diritti e i suoi obblighi.

Inoltre, l’avvocato deve informare i clienti sul metodo di calcolo degli onorari.

Norme sulla determinazione delle spese

Dove si possono trovare informazioni sulla determinazione delle spese in Belgio?

A questo proposito sono disponibili informazioni sul sito del Il link si apre in una nuova finestraSPF Justice, sul sito della Il link si apre in una nuova finestraCommission de Modernisation de l’Ordre Judiciaire (rubrica« Info juridique ») o sui siti internet delle varie professioni giuridiche.

Inoltre, si possono ottenere informazioni nei testi dei regolamenti, o presentando richiesta alla cancelleria o presso un avvocato.

In che lingua è possibile ottenere informazioni sulle norme per la determinazione delle spese in Belgio?

Le informazioni sono disponibili in olandese e in francese.

Dove si possono trovare informazioni sulla mediazione?

Informazioni sulla mediazione sono disponibili sul sito del Il link si apre in una nuova finestraSPF Justice (rubrica pubblicazioni) e sul sito della Il link si apre in una nuova finestraCommission Fédérale de Médiation.

Dove si possono trovare ulteriori informazioni sulle spese?

Sito Web con informazioni sulle spese

V. supra.

Dove si possono trovare informazioni sulla durata media dei diversi tipi di procedimenti?

È possibile ottenere alcune informazioni relative alla valutazione della durata del procedimento. Ciò dipende dal tipo di procedimento che si intende avviare e dal Tribunale dinanzi al quali si intende agire.

Dove si possono trovare informazioni sulle spese medie complessive di un determinato procedimento?

Un avvocato potrà dare informazioni relative a una stima del costo del procedimento. Ciò dipende dal tipo di procedimento che si intende avviare e dal Tribunale dinanzi al quale si intende agire.

Imposta sul valore aggiunto (IVA)

Dove si possono trovare queste informazioni? Quali sono le aliquote applicabili?

Nelle informazioni pubblicate, i costi non comprendono l'IVA. L'aliquota I.V.A. applicabile è del 21%.

Patrocinio a spese dello Stato

Soglia di reddito applicabile nell'ambito della giustizia civile

Si tratta di una materia regolata dagli articoli 508/1 e seguenti del Codice giudiziario belga.

Il suddetto patrocinio, in fase preliminare è gratuito per tutti. Si tratta di una prima consulenza giuridica per chiarire le idee, vale a dire:

  • informazioni pratiche,
  • informazioni dal punto di vista giuridico,
  • un primo parere o un rinvio a un'organizzazione specializzata.

Questa prima consulenza viene data da professionisti giuridici ed è del tutto gratuita, a prescindere dai redditi.

Il patrocinio nella seconda fase permette a coloro i quali hanno redditi tali da non potersi permettere l'intervento di un avvocato di ottenere il patrocinio gratuito o parzialmente gratuito di un avvocato che in questo caso garantisce l'assistenza per la consulenza e per la difesa dei propri interessi. L' arrêté royal del 18 dicembre 2003 stabilisce le condizioni di gratuità totale o parziale del patrocinio nella seconda fase e per l'assistenza in giudizio.

Questi sono i beneficiari del patrocinio totalmente gratuito in ragione della loro situazione sociale:

  • chiunque (come singolo) disponga di un reddito mensile netto inferiore a 944 EUR;
  • chiunque (come singolo) con persona a carico il cui reddito mensile netto sia inferiore a 1 213 EUR (+163,47 EUR per persona a carico);
  • chiunque faccia parte di un nucleo familiare (coniugati o conviventi) nel caso in cui il reddito mensile netto del nucleo sia inferiore a 1213 EUR (+ 163,47 EUR per persona a carico);
  • chiunque benefici di un reddito proveniente dall'integrazione sociale o dall’aiuto sociale;
  • chiunque benefici della garanzia dei redditi per le persone anziane (GRAPA);
  • chiunque benefici di assegni sostitutivi dei redditi ai diversamente abili ai quali non è concesso nessun assegno d'integrazione;
  • chiunque abbia a suo carico un figlio che benefici di prestazioni familiari garantite;
  • chiunque usufruisca di un contratto di locazione sociale che, nella Regione fiamminga e in quella di Bruxelles - Capitale, paghi un canone pari alla metà del canone di base o che nella Regione vallona, paghi un canone minimo;
  • i minori;
  • qualsiasi straniero, per la presentazione di una domanda di autorizzazione di soggiorno o di un ricorso amministrativo gerarchico o per vie giudiziarie contro una decisione presa in applicazione delle leggi sull'accesso al territorio, sul soggiorno, sullo stabilimento e sull'allontanamento degli stranieri;
  • chiunque abbia richiesto asilo, chiunque abbia presentato una dichiarazione o una domanda di riconoscimento della qualità di rifugiato o che presenti una domanda per il riconoscimento dello status di sfollato;
  • la persona impegnata in un procedimento di regolamento collettivo di debiti o che intenda presentare una richiesta di regolamento collettivo dei debiti.

I beneficiari del patrocinio a spese dello Stato in base a una presunzione di insufficienza di redditi (presunzione che può essere invertita):

  • chiunque sia recluso o chiunque sia stato preavvisato secondo la legge di dover comparire immediatamente e che sia presumibilmente (salvo prova contraria) una persona che non ha risorse sufficienti;
  • chiunque si trovi in uno stato di malattia mentale oggetto di una misura prevista in base alla legge del 26 giugno 1990 sulla tutela della persona affetta da malattia mentale che sia presumibilmente, salvo prova contraria, una persona che non beneficia di risorse sufficienti
  • l'indagato che in base alla legge venga raggiunto da un mandato di comparizione immediata

Si tratterà di un intervento parzialmente gratuito (in questo caso l'avvocato può chiedere un rimborso parziale per le sue prestazioni) per:

  • chiunque (da singolo) disponga di un reddito mensile netto tra gli 944 EUR e i 1 213 EUR
  • chiunque (da singolo) con una persona a carico, disponga di un reddito mensile tra i 1 213 EUR e i 1 480 EUR (+ 163,47 EUR per persona a carico)
  • chiunque conviva con un congiunto o con un'altra persona con la quale forma un nucleo familiare e il cui reddito mensile netto sia tra i 1 213 EUR e i 1 480EUR (+ 163,47 EUR per persona a carico)

Gli importi summenzionati sono adeguati ogni anno all'evoluzione dell'indicizzazione dei prezzi al consumo.

Il suddetto patrocinio riguarda le spese per il giudizio. Nel caso in cui il cliente non disponga dei mezzi sufficienti a coprire le spese di giustizia, può far ricorso, egli stesso o tramite il suo avvocato, all'ufficio per il patrocinio a spese dello Stato e, in base alla sua indigenza, potrà essere dispensato, del tutto o in parte dal pagamento delle spese dovute all'ufficiale giudiziario, al consulente tecnico, ecc. Tale materia è disciplinata dagli articoli 664 e seguenti del codice giudiziario.

Qual sono le condizioni per ottenere il patrocinio, nel caso di un imputato in un processo penale oppure nel caso di una vittima di un reato oppure di un indagato?

Le condizioni per ottenere il patrocinio a spese dello Stato come imputato in un processo penale, o come vittima o come imputato sono le stesse di quelle sopra descritte.

Esistono procedimenti gratuiti?

Si, ad esempio il procedimento con il quale si ottiene un regolamento collettivo di debiti o con il quale si ottiene la possibilità di adire un organo giurisdizionale senza spese.

In quali casi la parte soccombente è tenuto al pagamento delle spese della parte vittoriosa?

In materia civile e commerciale

In base agli articoli 1017 e seguenti, i costi rappresentati dalle spese (costi dell'ufficiale giudiziario, dei consulenti tecnici, dei tribunali,…) in linea di massima saranno posti a carico della parte soccombente, al momento della pronuncia della sentenza.

Un rimborso forfettario per spese e onorari d'avvocato della parte che ha vinto la causa rappresenta una parte delle spese che saranno messe a carico della parte soccombente. Tale rimborso è detto « indennità di procedimento » e si tratta di un rimborso forfettario calcolato in base a una tariffa stabilita in funzione del valore della causa. Quest'ultima non copre necessariamente tutti i costi rappresentati dagli onorari. Il regio decreto del 26 ottobre 2007 stabilisce gli importi di tale « indennità di procedimento ». Spetta al giudice valutare l'importo dell'indennità tra un minimo e un massimo.

In alcuni casi è possibile che il tribunale non condanni la parte soccombente al pagamento delle spese ma che disponga in maniera diversa su tale questione (compensazione delle spese, ecc.).

In materia penale

Nel caso in cui l'imputato e le persone civilmente responsabili siano condannate, in linea di principio le spese del procedimento vengono loro addebitate come indennità di procedimento (rimborso forfettario delle spese e onorari d'avvocato della parte che ha vinto la causa – v. supra in materia civile e commerciale). Nel caso in cui invece gli imputati e le persone civilmente responsabili non vengano condannati e la parte civile soccomba, quest'ultima potrà o dovrà essere condannata a pagare tutte le spese del procedimento o parte di esse verso lo Stato e verso l'imputato oltre a un'indennità di procedimento. In alcuni casi, le spese del procedimento saranno a carico dello Stato. Tali norme sono inserite nel Code d’instruction criminelle.

Onorari dei periti

In materia civile e commerciale

Gli onorari dei periti non sono regolamentati e questi ultimi fissano liberamente l'importo degli onorari. Il giudice controlla tali onorari in modo marginale (potrà eventualmente intervenire in caso di disaccordo tra le parti e il perito) ma non esiste una normativa che stabilisce le tariffe in base alle quali pagare gli onorari ai periti. Questa materia è regolata agli articoli 987 e seguenti del Codice giudiziario e da un regio decreto del 24 maggio 1933.

Peraltro, il regio decreto del 14 novembre 2003 stabilisce le tariffe degli onorari e le spese dovute ai periti designati dai giudici del lavoro nell'ambito delle perizie mediche riguardanti:

  • le controversie relative agli assegni per i diversamente abili,
  • alle prestazioni familiari per i lavoratori subordinati e autonomi,
  • il regime di previdenza per i disoccupati, e
  • il regime di assicurazione obbligatorio per le cure sanitarie e le indennità.

In materia penale

Gli onorari dei periti nei procedimenti penali sono disciplinati con il regio decreto del 28 dicembre 1950 e con una circolare ministeriale del 22 gennaio 2009. Le tariffe per il 2009 sono stati pubblicate nel Moniteur belge del 12 gennaio 2009.

Si possono consultare tali testi sul sito della Il link si apre in una nuova finestraCommission de Modernisation de l'Ordre Judiciaire (rubrica « infos juridique » – « professionnels » – « tarifs » – « frais de justice ») o sul sito del Il link si apre in una nuova finestraPortail du Pouvoir Judiciaire de Belgique (rubrica "Législation").

Onorari dei traduttori e degli interpreti

È possibile che si debba ricorrere a un traduttore o a un interprete nel corso del procedimento. Questo è il caso in cui alcuni documenti vengano presentati in una lingua diversa da quella utilizzata per il procedimento o nel caso in cui un testimone si esprima in una lingua straniera. Questo è altresì il caso in cui una parte parli una lingua diversa da quella utilizzata nel procedimento e nel caso in cui non comprenda la lingua del procedimento o nel caso in cui il giudice non comprenda la lingua utilizzata dalla parte. Le norme applicabili si trovano nella legge del 15 giugno 1935 relativa all'uso delle lingue in materia giudiziaria.

In materia penale

Gli onorari dei traduttori e degli interpreti nei procedimenti penali sono regolamentati dal regio decreto del 28 dicembre 1950 e dalla circolare ministeriale del 22 gennaio 2009. Le tariffe per il 2009 sono state pubblicate nel Moniteur belge del 12 gennaio 2009.

Si possono consultare tali testi sul sito della Il link si apre in una nuova finestraCommission de Modernisation de l'Ordre Judiciaire (rubrica « infos juridique » – « professionnels » – « tarifs » – « frais de justice ») o sul sito del Il link si apre in una nuova finestraPortail du Pouvoir Judiciaire de Belgique (rubrica "Législation").

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraService Public Fédéral Justice

Il link si apre in una nuova finestraCommission de Modernisation de l’Ordre Judiciaire

Allegati correlati

Rapport de la Belgique sur l'Etude sur la transparence des coûtsPDF(829 Kb)en


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 20/09/2019