Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Spese dei procedimenti giudiziari - Ungheria

La versione originale in lingua ungherese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Questa pagina fornisce informazioni sulle spese dei procedimenti giudiziari in Ungheria. Per un'analisi più approfondita delle spese dei procedimenti si vedano i seguenti esempi:

Il link si apre in una nuova finestraDiritto di famiglia – Divorzio (Családjog - válás)

Il link si apre in una nuova finestraDiritto di famiglia – Affidamento dei figli (Családjog - szülői felügyeleti jog)

Il link si apre in una nuova finestraDiritto di famiglia – Alimenti (Családjog - tartásdíj)

Il link si apre in una nuova finestraDiritto commerciale – Contratti (Kereskedelmi jog - szerződés)

Il link si apre in una nuova finestraDiritto commerciale – Responsabilità (Kereskedelmi jog - felelősség)


Spese dei procedimenti giudiziari

Quadro normativo per le tariffe forensi

  • Bírósági végrehajtó (ufficiali giudiziari)

L’onorario dell'ufficiale giudiziario varia in funzione dello scopo del végrehajtható okirat (provvedimento esecutivo) emesso (ovvero a seconda che esso costituisca un titolo valido per il recupero di un credito oppure per l’esecuzione di un’azione specifica). Se l’esecuzione riguarda il pénzkövetelés behajtás (recupero di un credito), l’onorario dell’ufficiale giudiziario è proporzionale all’importo del credito da recuperare. Se l'esecuzione riguarda un credito di importo considerevole, all’ufficiale giudiziario è dovuto un compenso più elevato. Se invece l’incarico riguarda il meghatározott cselekmény végrehajtása (esecuzione di un’azione specifica), l’onorario dipende dal tempo a tal fine impiegato.

  • Ügyvéd (avvocati)

Il termine ungherese “ügyvéd” si riferisce all’articolata varietà di figure professionali riconducibili all’avvocatura in senso lato (avvocati difensori, rappresentanti in giudizio, consulenti legali). Di norma, l’importo dell’onorario di un avvocato è determinato sulla base di un accordo concluso tra l’avvocato e il cliente. Se non si raggiunge un accordo, l’onorario è stabilito dal giudice in base a quanto previsto per legge (5% del valore della controversia e almeno 10 000 HUF). Se le parti non desiderano che l’accordo diventi pubblico, possono chiedere al giudice di applicare l’onorario stabilito dalla legge.

Spese fisse

Spese fisse nei procedimenti civili

Spese fisse a carico delle parti nei procedimenti civili

Nel primo grado di giudizio l’illeték (contributo per le spese di giudizio) ammonta al 6% del valore della causa (tra un minimo di 10 000 HUF e un massimo di 900 000 HUF). Se non è possibile determinare il valore della causa, la legge impone il versamento del 6% di un importo fittizio.

Il contributo per le spese di giudizio è sempre determinato per legge; lo stesso vale per i casi seguenti:

  • házassági bontóper (procedimenti di divorzio): 12 000 HUF;
  • munkaügyi per (procedimenti dinanzi al tribunale del lavoro): 7 000 HUF;
  • közigazgatási határozat bírósági felülvizsgálata iránti eljárás (procedimenti amministrativi, escluse le cause in materia fiscale o di concorrenza): 20 000 HUF;
  • közigazgatási nemperes eljárás (procedimenti amministrativi stragiudiziali): 7 500 HUF;
  • costo dell’általános meghatalmazás (procura generale): 18 000 HUF;
  • procedure di insolvenza: liquidazione, 50 000 HUF; fallimento, 30 000 HUF;
  • nelle cause che riguardano gli jogi személyiséggel nem rendelkező gazdálkodó szervezet (associazioni di imprese che non hanno personalità giuridica): liquidazione, 25 000 HUF; fallimento, 20 000 HUF;
  • arbitrato: 1% (da un minimo di 5 000 HUF a un massimo di 250 000 HUF); se il valore della causa non è calcolabile, il contributo è pari a 10 000 HUF;
  • fizetési meghagyás (procedimenti d'ingiunzione di pagamento): 3% (da un minimo di 5 000 HUF a un massimo di 300 000 HUF).
  • ricorsi: 6% (da un minimo di 10 000 HUF a un massimo di 900 000 HUF);
  • perújítás (riapertura di un procedimento): il contributo deve essere versato nuovamente;
  • felülvizsgálati kérelem (istanza di revisione): 6% nel caso di sentenze (da un minimo di 10 000 HUF a un massimo di 2 500 000 HUF); nel caso di végzés (ordinanze), l’importo è pari alla metà delle spese dovute nel caso di ricorsi contro sentenze (da un minimo di 7 000 HUF a un massimo di 1 250 000 HUF).

Fase del procedimento civile in cui devono essere pagate le spese fisse

I contributi per le spese di giudizio nelle cause civili devono essere corrisposti nel momento in cui viene avviata la causa. Pertanto, il contributo deve essere pagato contestualmente alla spesa di deposito dell’atto introduttivo. Se la parte non paga le spese processuali, ovvero se paga meno di quanto previsto per legge, l’autorità giudiziaria deve chiedere alla parte di corrispondere l’importo ancora mancante alla presentazione della domanda, informandola inoltre che, nel caso in cui il contributo per le spese di giudizio non dovesse essere interamente versato, la sua domanda sarà respinta.

L’onorario dell’avvocato è determinato sulla base di un accordo concluso tra l’avvocato e il cliente. L’onorario dell’ufficiale giudiziario deve essere corrisposto in anticipo all’inizio del procedimento esecutivo.

Spese fisse nei procedimenti penali

Spese fisse a carico delle parti nei procedimenti penali

Nel caso di procedimenti avviati esclusivamente a querela di parte che riguardano magánvádas eljárás (azioni private):

  • il contributo per il feljelentés (querela) è di 5 000 HUF;
  • il contributo per la presentazione di un ricorso è di 6 000 HUF;
  • il contributo per il deposito di un'istanza di revisione o per la riapertura di una causa è di 7 000 HUF.

In caso di polgári jogi igényè (costituzione di parte civile) derivante da un procedimento penale, devono essere pagate unicamente le spese per il deposito della domanda e la proposizione del ricorso.

Fase del procedimento penale in cui devono essere pagate le spese fisse

Nei procedimenti penali le spese fisse devono essere pagate contestualmente alla spesa di deposito.

Spese fisse nei procedimenti costituzionali

Ai sensi dell’az 1989. évi XXXII. törvény 28. Cikke (articolo 28 della legge XXXII del 1989), i procedimenti dinanzi al Alkotmánybíróság (Corte costituzionale) sono gratuiti.

Tuttavia, eventuali spese possono essere dovute se il ricorrente è in mala fede, ossia in caso di abuso del diritto di azione.

Informazioni preliminari che l’avvocato deve fornire

Diritti e obblighi delle parti

Nell’esercizio della professione, con i mezzi e secondo le modalità previste dalla legge, gli avvocati aiutano i clienti a far valere i loro diritti e ad adempiere i loro obblighi. Anche i jogtanácsos (consulenti legali) assistono le organizzazioni delle quali hanno assunto la rappresentanza nell'esercizio dei loro diritti.

Tale compito comprende l’obbligo di fornire le informazioni necessarie per quanto concerne i diritti e doveri del cliente, le probabilità di successo e i costi del procedimento prevedibili.

Norme sulla determinazione delle spese

Dove si possono trovare informazioni sulle norme per la determinazione delle spese in Ungheria?

Per ottenere informazioni sulle norme per la determinazione delle spese si rimanda al sito Internet della Rete giudiziaria europea (Európai Igazságügyi Hálózat):

Anche il sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraBudapesti Ügyvédi Kamara (Ordine degli avvocati di Budapest) contiene informazioni sulle tariffe forensi.

In che lingua è possibile ottenere informazioni sulle norme per la determinazione delle spese in Ungheria?

Per ottenere informazioni sulle norme per la determinazione delle spese si rimanda al sito Internet della Rete giudiziaria europea, dove è possibile trovare informazioni pertinenti in tutte le lingue ufficiali dell’Unione europea.

Il sito Internet dell'Ordine degli avvocati di Budapest contiene informazioni sulle spese solamente in lingua ungherese.

Dove si possono trovare informazioni sulla mediazione?

Informazioni sulla mediazione possono essere reperite nei siti Internet seguenti:

Dove si possono trovare ulteriori informazioni sulle spese?

Siti web con informazioni sulle spese

Ulteriori informazioni sulle spese sono disponibili sul sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraBudapesti Ügyvédi Kamara (Ordine degli avvocati di Budapest).

Dove si possono trovare informazioni sulla durata media dei diversi tipi di procedimenti?

Informazioni riguardanti la durata dei procedimenti possono essere reperite sul sito Internet dei Il link si apre in una nuova finestraMagyar Köztársaság Bíróságai (organi giudiziari della Repubblica di Ungheria).

Tra gli altri siti di interesse si segnalano:

Le informazioni riguardanti le tabelle statistiche sono disponibili solo in lingua ungherese.

Imposta sul valore aggiunto (Hozzáadottérték-adó)

In che modo vengono fornite tali informazioni?

Gli importi sopra indicati riguardanti le tariffe forensi sono al netto dell’IVA (HÉA).

Quali sono le aliquote applicabili?

L’aliquota IVA applicata in Ungheria era del 20% fino al 1° luglio 2009 e, a partire da quella data, del 25%.

Patrocinio a spese dello Stato (Költségmentesség)

Soglia di reddito applicabile nell’ambito della giustizia civile

Esistono due soglie minime:

  1. l’importo netto della pensione minima di vecchiaia (che ora ammonta a 28 500 HUF), al di sotto del quale si ha diritto al patrocinio a spese dello Stato;
  2. il 43% del reddito nazionale medio (attualmente pari a 72 000 HUF), al di sopra del quale non si ha diritto al patrocinio a spese dello Stato.

I pagamenti nell’ambito del patrocinio a spese dello Stato possono essere effettuati in anticipo.

Soglia di reddito applicabile agli imputati nel settore della giustizia penale

Nei procedimenti penali l’indagato o l'imputato può essere rappresentato da un avvocato d’ufficio:

  • se è esentato dalle spese in ragione della sua condizione economica personale – per il nucleo monofamiliare si considera una soglia di reddito pari al doppio della pensione minima di vecchiaia al netto delle tasse (attualmente 28 500 HUF); per i nuclei con più componenti, la soglia di reddito è pari all’importo netto della pensione minima di vecchiaia per ogni componente del nucleo;
  • in caso di obbligo di rappresentanza legale, se l’imputato non provvede a nominare un avvocato; in questo caso, se l’imputato viene condannato, deve restituire allo Stato le spese sostenute.

Soglia di reddito applicabile alle vittime nel settore della giustizia penale

La soglia di reddito è pari all'86% del reddito nazionale medio (circa 130 000 HUF). Il patrocinio a spese dello Stato per le vittime comprende la rappresentanza in giudizio.

Altri requisiti per la concessione del patrocinio a spese dello Stato alle vittime

Oltre alla soglia di reddito stabilita, la vittima deve soddisfare altri due requisiti:

  • deve presentare una querela o sporgere denuncia;
  • deve ottenere un certificato dall’autorità preposta all’assistenza delle vittime. Detto certificato deve dimostrare il rispetto di alcune condizioni (nello specifico, che la vittima si è rivolta all’autorità giudiziaria entro i termini previsti dalla legge).

Altri requisiti per la concessione del patrocinio a spese dello Stato agli imputati

Non sono previsti ulteriori requisiti per l’ammissione degli imputati al patrocinio a spese dello Stato.

Procedimenti gratuiti

L’esenzione dal pagamento delle spese nei procedimenti civili è prevista nei casi seguenti:

  • procedimenti in cui il giudice rigetta d’ufficio la domanda senza l’emissione di un’ordinanza di comparizione;
  • procedimenti per l’ottenimento di un rimedio giuridico contro sentenze in casi di esenzione dal pagamento di spese e diritti di preregistrazione di spesa (quando lo Stato paga in anticipo le spese al posto della parte);
  • in cause di divorzio, la domanda riconvenzionale avviata con riferimento al matrimonio;
  • procedimenti riguardanti la dichiarazione di morte e l’attestazione del fatto di morte, se la scomparsa o la morte hanno avuto luogo in seguito a guerra o a calamità naturale;
  • procedimenti riguardanti l’istituzione di fondazioni, fondazioni pubbliche, organizzazioni non governative, associazioni pubbliche, gruppi europei di cooperazione territoriale; inoltre, nei procedimenti per l’istituzione di organizzazioni, piani di azionariato dei dipendenti e per l’approvazione della partecipazione a un gruppo europeo di cooperazione territoriale;
  • domande di scioglimento di imprese cessate, incluse le domande presentate in procedure semplificate di scioglimento con l’indicazione del nome del curatore;
  • istanza di rettifica e/o integrazione di decisioni giudiziarie;
  • procedimenti relativi alle liste elettorali;
  • procedimenti relativi a modifiche riportate a seguito della relativa trascrizione all’albo dei consulenti legali;
  • ricorsi contro decisioni di trasferimento;
  • revisione di sentenze amministrative adottate in cause aventi per oggetto un risarcimento;
  • procedimenti di transazione fiscale di enti locali;
  • procedimenti avviati da ufficiali giudiziari indipendenti in connessione a procedure esecutive, e procedimenti avviati per l'esecuzione di sentenze (transazioni giudiziarie) adottate in conformità al regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale, al regolamento (CE) n. 805/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 aprile 2004 che istituisce il titolo esecutivo europeo per i crediti non contestati e al regolamento (CE) n. 2201/2003 del Consiglio del 27 novembre 2003 relativo alla competenza, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e in materia di responsabilità genitoriale, che abroga il regolamento (CE) n. 1347/2000;
  • procedimenti avviati sulla base di una decisione favorevole emessa dalla Corte costituzionale;
  • qualsiasi controversia connessa alla tutela dei dati personali e l’accesso alle informazioni di pubblico interesse;
  • revisione di una sentenza amministrativa riguardante l’autorizzazione del patrocinio a spese dello Stato;
  • procedimenti stragiudiziali per la revisione di un'azione cautelare preliminare, di un’azione inibitoria provvisoria o di un’azione inibitoria preventiva concessa ai sensi di leggi specifiche connesse alla violenza domestica;
  • revisione di una sentenza amministrativa adottata in materia di assistenza alle vittime di reati.

L’esenzione dal pagamento delle spese nei procedimenti penali è prevista nei casi seguenti:

  • procedimenti avviati esclusivamente su querela di parte, ricorso, domanda di riapertura di un procedimento e istanza per la revisione presentata dall’imputato o dalla difesa dell’imputato;
  • procedimenti avviati esclusivamente su querela di parte, se il giudice archivia la causa prima dell’udienza di comparizione oppure se la causa viene archiviata per grazia;
  • richiesta di grazia o di dispensa giudiziaria, se presentata dall'imputato o dal difensore dell’imputato;
  • procedimento per l’autorizzazione all’esenzione personale dal pagamento delle spese;
  • un’unica fornitura di copie di documenti all‘imputato, alla difesa dell’imputato o al rappresentante in giudizio di un minore accusato di reato;
  • copia della denuncia fornita al querelante.

Oltre all’esenzione per materia, può essere concessa anche un'esenzione personale dalle spese.

L’esenzione personale è concessa, tra l’altro, a organizzazioni non governative, ad associazioni pubbliche, a chiese, associazioni di chiese, istituti religiosi, fondazioni, fondazioni pubbliche, associazioni commerciali senza scopo di lucro con lo status di organismi pubblici oppure organizzazioni di pubblica utilità, Organizzazione del trattato del Nord Atlantico, l'Unione europea, le sue istituzioni e i suoi organi, agenzie e fondi separati.

In quali casi la parte soccombente è tenuta al pagamento delle spese sostenute dalla parte vittoriosa?

Nella sentenza il giudice ordina alla parte soccombente di pagare le spese sostenute dalla parte vittoriosa entro 30 giorni. La parte soccombente versa le spese direttamente alla parte vittoriosa; in caso di inadempienza, viene avviata una procedura esecutiva.

Onorari dei periti

Di norma gli onorari dei periti sono pagati dalla parte soccombente e, in casi particolari, dallo Stato, se quest’ultimo è tenuto al pagamento delle spese. Quando le spese sono anticipate dallo Stato, esse comprendono anche i compensi dei periti.

Onorari dei traduttori e degli interpreti

Di norma gli onorari dei traduttori e degli interpreti sono corrisposti dalla parte soccombente e, in casi particolari, dallo Stato, se quest’ultimo è tenuto al pagamento delle spese. Quando le spese sono anticipate dallo Stato, esse comprendono anche questi compensi.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraA Budapesti Ügyvédi Kamara honlapja (Consiglio nazionale forense)

Allegati correlati

Magyarország jelentése a költségek átláthatóságáról szóló tanulmányrólPDF(533 Kb)en (Relazione dell'Ungheria sullo studio relativo alla trasparenza delle spese dei procedimenti in Ungheria)


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 04/04/2014