Spese di giudizio per il procedimento per le controversie di modesta entità - Austria

Restaurar

Esta página foi traduzida automaticamente. A qualidade da tradução não pode ser garantida.

Qualidade da tradução: inaceitável

Considera que esta tradução foi útil?

Questa pagina contiene informazioni sulle spese di giudizio austriache.


Introduzione

Quali sono le tasse?

Quanto devo pagare?

Cosa succede se non pago le spese di giudizio?

Come posso pagare le spese di giudizio?

Cosa devo fare dopo il pagamento delle tasse?

Introduzione

Ai sensi del regolamento (CE) n. 861/2007 che istituisce un procedimento europeo per le controversie di modesta entità, la domanda giudiziale è denominata "azione", come previsto dal diritto nazionale. La legge austriaca sulle spese di giudizio non prevede pertanto una norma nazionale distinta per un'azione ai sensi del presente regolamento. La denuncia e il successivo procedimento di primo grado sono disciplinati dalla tariffa successiva al 1 (TP 1) della legge sulle tasse (GGG), destinata a tutti i procedimenti civili nazionali.

Quali sono le tasse?

Ai sensi della nota 1 della tariffa posta 1 GGG, in un procedimento europeo per controversie di modesta entità, la tariffa dell'articolo 1 della legge sulle tasse processuali deve essere applicata in primo grado. Tale canone forfettario è pagabile a prescindere dal fatto che la procedura sia conclusa o meno. Sono previste riduzioni solo in caso di ritiro immediato o di rigetto della domanda prima della notificazione alla parte avversa (a un quarto; Nota 3 a TP 1 GGG) o se il caso è giuridicamente comparato nella prima audizione (metà; Nota 2 della TP 1 GGG). Nel sistema austriaco di spese processuali, in linea di principio, nell'ambito di un procedimento civile di primo grado solo la domanda giudiziale, nella fattispecie l'azione nell'ambito del procedimento europeo per le controversie di modesta entità, è soggetta a una tassa. Per l'ulteriore procedimento in primo grado non sono dovuti ulteriori tributi giudiziari.

Ai sensi dell'articolo 2 (1), lettera a), del GGG, la tassa è dovuta su presentazione della domanda nell'ambito del procedimento europeo per le controversie di modesta entità al giudice (e, in caso di ulteriore proroga della domanda, al ricevimento della memoria o in udienza, con verbale di proroga del credito o un accordo che vada al di là dell'oggetto del credito). La tassa deve essere pagata a tale data. Entro tale data, la domanda di esenzione dalla tassa di cancelleria deve essere presentata anche a titolo di gratuito patrocinio (in Austria: Ammissione al patrocinio a spese dello Stato) purché siano soddisfatte le condizioni.

La domanda di riesame a norma dell'articolo 18 del regolamento è gratuita.

Quanto devo pagare?

L'importo delle spese di giudizio in primo grado è determinato in base al valore dell'oggetto della controversia (il valore del credito raccolto nell'azione e successivamente con l'estensione dell'azione) e il numero delle parti. A titolo illustrativo, la tariffa in base alla voce 1 GGG (al 1º agosto 2017; ecco un quadro completo della situazione attuale: Il link si apre in una nuova finestraLegge sui diritti spettanti alle Corte di giustizia):

Voce tariffaria 1

Valore della lite

Importo delle tasse

fino

150 EUR

23 EUR

via

150 EUR fino a

300 EUR

45 EUR

via

300 EUR fino a

700 EUR

64 EUR

via

700 EUR fino a

2 000 EUR

107 EUR

via

2 000 EUR fino a

3 500 EUR

171 EUR

via

3 500 EUR fino a

7 000 EUR

314 EUR

via

7 000 EUR fino a

35 000 EUR

743 EUR

via

35 000 EUR fino a

70 000 EUR

1 459 EUR

via

70 000 EUR fino a

140 000 EUR

2 919 EUR

via

140 000 EUR fino a

210 000 EUR

4 380 EUR

via

210 000 EUR fino a

280 000 EUR

5 840 EUR

via

280 000 EUR fino a

350 000 EUR

7 299 EUR

via

350 000 EUR

1,2 % del valore del credito più 3 488 EUR

Nel caso di più di due parti, può essere aggiunta una sovrattassa multipartitica ai sensi dell'articolo 19a GGG (pari al 10-50 %).

Cosa succede se non pago le spese di giudizio?

Ai sensi dell'articolo 31 del GG, in caso di ritardo nel pagamento, è attualmente dovuto un importo fisso supplementare di 22 EUR (al 1º agosto 2017). Il pagamento tardivo della tassa di cancelleria non incide tuttavia sullo svolgimento del procedimento civile. L'intervento del giudice non dipende dal pagamento delle spese di giudizio e ne è del tutto indipendente.

La riscossione delle spese processuali da parte dell'autorità giudiziaria è disciplinata dalla legge sul trasferimento delle autorità giudiziarie (Judicial Transfer Act, GEG). Se, a causa del mancato pagamento, è necessario che l'autorità giudiziaria emetta un ordine di pagamento (titolo esecutivo per le spese di giudizio) ai sensi dell'articolo 6a del GEG, un canone di riscossione attualmente (al 1º gennaio 2014) ammonta a 8 EUR.

Come posso pagare le spese di giudizio?

Le modalità di pagamento sono definite nella sezione 4 della legge sulle tasse giudiziarie, Che prevede che le commissioni possano essere pagate con carte bancarie con una società bancaria o carte di credito, mediante trasferimento o pagamento dell'importo sul conto delgiudice competente o in contanti presso l'organo giurisdizionale competente. Le coordinate bancarie del giudice sono pubblicate sul sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraministero federale della Giustizia (in prosieguo: i "giudici").

Inoltre, tutti gli onorari possono essere riscossi anche mediante addebito e riscossione se l'autorità giudiziaria (o, più in generale, la magistratura austriaca) è autorizzata a riscuotere le spese di giudizio su un conto giudiziario su un conto che il debitore deve comunicare. La voce (domanda nell'ambito del procedimento europeo per le controversie di modesta entità) in questo caso deve indicare il conto a partire dal quale devono essere riscossi i diritti e l' autorizzazione a riscuotere le tariffe (ad esempio, indicando l'acronimo "Canone collection!" o "AEV!"). Può anche, se lo desidera, fissare un importo massimo da addebitare se l'autorizzazione deve essere limitata (sezioni 5 e 6 del regolamento sul recupero e sul recupero).

Quando viene avviata un'azione nell'ambito del procedimento europeo per le controversie di modesta entità mediante la giustizia elettronica, i diritti devono essere pagati mediante l'addebitamento e la riscossione. In questo caso non può essere specificato alcun importo massimo da ritirare.

Cosa devo fare dopo il pagamento delle tasse?

Se la richiesta del governo federale di giustizia si basa sulla presentazione dell'iscrizione — nel caso di specie la domanda nell'ambito del procedimento europeo per le controversie di modesta entità — e non è concessa un'autorizzazione per il recupero, la prova del pagamento delle tasse deve essere fornita allegando la prova del pagamento (storno) all'entrata (articolo 4 GGG). La Ragioneria federale dello Stato informa l'autorità giudiziaria del momento in cui le merci sono state iscritte nel registro delle merci quando le tasse prescritte sono pagate mediante carte bancarie, carte di credito, depositi o trasferimenti sul conto del giudice competente, nonché l'addebito e il recupero dei beni dal conto di parte solo in una fase successiva. La prova dell'avvenuto pagamento (integrale) chiude la procedura di imposizione delle spese di giudizio.

In caso di pagamento in eccesso, esiste un diritto al rimborso delle spese pagate in eccesso (sezione 6c (1) (1) del GEG), che può essere richiesta entro cinque anni.


Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 30/04/2020