Aizvērt

IR PIEEJAMA PORTĀLA BETA VERSIJA!

Apmeklējiet Eiropas e-tiesiskuma portāla BETA versiju un sniedziet atsauksmes par savu pieredzi!

 
 

Navigācijas ceļš

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Spese di giudizio per il procedimento per le controversie di modesta entità - Romania

Šīs lapas saturs ir mašīntulkojums, kura kvalitāti nevar garantēt.

Šī tulkojuma kvalitāte ir novērtēta kā: viduvēja

Vai šis tulkojums palīdz?


Introduzione

Che tipo di tasse sono da pagare?

Quanto dovrò pagare?

Cosa succede se non pago per tempo le spese processuali?

Come pagare le spese di giudizio?

Cosa succede dopo la retribuzione?

Introduzione

Il procedimento europeo per le controversie di modesta entità è disciplinato dal regolamento (CE) n. 861/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell' 11 luglio 2007, che istituisce un procedimento europeo per le controversie di modesta entità.

Per quanto riguarda il sistema delle tasse di bollo, esso è disciplinato dal decreto urgente n. 80/2013, in vigore dal 26.06.2013. Tale legislazione è stata adottata a seguito della modifica del quadro giuridico per il processo civile attraverso l'adozione del codice di procedura civile e dell'attuazione delle nuove istituzioni del codice civile.

Le imposte di bollo sono a carico di tutte le persone fisiche e giuridiche e rappresentano il compenso dei servizi resi dai giudici, nonché dal Ministero della Giustizia e dalla Procura della Repubblica presso l'Alta Corte di cassazione e di giustizia.

I diritti di bollo possono essere pagati online in Romania, ma finora un sistema di pagamento elettronico non è operativo.

Che tipo di tasse sono da pagare?

Le funzioni legali di registro sono dovute sia al processo di primo grado che all'esercizio dei mezzi di impugnazione, alle condizioni stabilite dalla legge.

Le persone possono beneficiare, a richiesta, di riduzioni, esenzioni e canoni scaglionati per il pagamento delle imposte di bollo, ai sensi dell'ordinanza governativa di emergenza n. 51/2008 relativa all'assistenza giudiziaria in materia civile, approvata con modifiche dalla legge n. 193/2008 e successive modifiche e integrazioni. Le persone giuridiche possono beneficiare di agevolazioni con pagamento di spese di giudizio conformemente all'articolo 42, paragrafo 2, dell'ordinanza governativa di emergenza n. 80/2013.

Quanto dovrò pagare?

Allo stadio attuale della legislazione, l'onorario del tribunale per la domanda è stabilito in conformità dell'articolo 3, paragrafo 1, dell'ordinanza governativa di emergenza n. 80/2013, come segue:

  1. fino a un valore di 500 lei — 8 %, ma non meno di 20 lei;
  2. tra il 501 e il 5.000 lei — 40 lei + 7 % per quello che è superiore a 500 lei;
  3. tra il 5.001 e il 25.000 lei — 355 lei + 5 % per quello che è superiore a 5.000 lei;

Cosa succede se non pago per tempo le spese processuali?

Conformemente alle disposizioni del decreto d'urgenza del governo n. 80/2013, l'imposta di bollo giudiziaria viene pagata in anticipo. Se il richiedente non adempie all'obbligo di pagare il contributo entro il termine previsto dalla legge o dal tribunale, la domanda sarà annullata in forma non vincolata o, se del caso, sarà regolata entro i limiti in cui l'imposta di bollo è stata pagata legalmente. Allo stesso modo, se la domanda di concessione dell'imposta di bollo fosse stata respinta e il ricorrente non avesse pagato l'imposta di registro dovuta e non avrebbe presentato alcuna prova di pagamento entro il termine fissato dal giudice, quest'ultimo procede con l'annullamento della domanda come imposta non di registro.

Come pagare le spese di giudizio?

Le imposte legali sui timbri sono pagate dal debitore in contante, mediante trasferimento o sistema online, in un conto delle entrate separato del bilancio locale "Timbro giudiziario e altre imposte di bollo", unità amministrativa territoriale in cui la persona fisica è residente o residente o, a seconda dei casi, in cui la persona giuridica ha la sede legale. Le spese per le operazioni di trasferimento degli importi dovuti in forma di bollo sono a carico del debitore dell'imposta.

Se il debitore dell'imposta di bollo non è domiciliato né il luogo di residenza o, a seconda dei casi, la sede in Romania, l'imposta di registro è versata sul conto di bilancio locale dell'unità amministrativa del giudice in cui l'azione o la domanda è presentata.

L'imposta di bollo può essere pagata in contanti alla Direzione delle imposte e delle imposte dell'unità amministrativa in cui la persona fisica ha il domicilio, la residenza o il luogo di stabilimento della persona giuridica.

I diritti di bollo possono essere pagati anche tramite bonifico bancario e tramite il sistema online.

Cosa succede dopo la retribuzione?

La riscossione delle imposte di registro, emesse in caso di pagamenti effettuati in contanti o con ordine di pagamento, è presentata contestualmente alla registrazione della domanda.

Le entrate o, secondo il caso, gli ordini di pagamento relativi all'imposta di registro giudiziaria non hanno un formato standard, nella forma accettata dall'unità di pagamento.

Se l'autorità giudiziaria è pagata dopo che il ricorrente ha ricevuto la comunicazione del giudice a tal fine, egli deve presentare la prova del pagamento della tassa entro 10 giorni dal ricevimento della notifica.

La presentazione della prova del pagamento dell'imposta di registro può essere fornita di persona sul posto di tribunale o per posta con l'indicazione del numero di fascicolo (numero di caso) per il quale il pagamento è stato effettuato, indicando il numero di fascicolo nella comunicazione che il tribunale invia alla parte.


Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 19/09/2019