Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Divorzio - Cipro

INDICE

1 Quali sono le condizioni per ottenere il divorzio?

Condizione necessaria per avviare una procedura di divorzio, se il matrimonio è stato celebrato con rito religioso, è la notificazione al vescovo della diocesi in cui risiede l'istante. L'istanza di divorzio può essere presentata tre mesi dopo la notificazione al vescovo competente. La notificazione non è necessaria se il motivo della domanda di divorzio è l'assenza dichiarata giudizialmente o l'infermità mentale del coniuge.

2 Quali sono le cause del divorzio?

  • Adulterio
  • Comportamento immorale, disonorevole o altri ripetuti atti ingiustificabili, che hanno portato al grave deterioramento del rapporto coniugale e hanno reso intollerabile per il/la ricorrente la convivenza con il coniuge.
  • Minaccia contro la vita e l'incolumità del coniuge, come l'aggressione fisica.
  • Infermità mentale per un periodo di tre anni, tale da rendere intollerabile la convivenza.
  • Condanna definitiva, con una pena detentiva superiore a sette anni.
  • Assenza dichiarata giudizialmente.
  • Incapacità di avere rapporti sessuali esistente al momento del matrimonio, persistente per sei mesi e protrattasi fino all'introduzione della domanda di divorzio.
  • Allontanamento ingiustificabile per due anni; lunghi periodi di assenza la cui durata superi complessivamente i due anni. Al convenuto deve essere stato inviato un invito a ritornare.
  • Cambiamento di religione o confessione, ricorso a violenza morale o tentativo di convertire il coniuge a una setta.
  • Rifiuto continuo di avere figli, malgrado la volontà dell'altro coniuge.
  • Rapporto irrimediabilmente compromesso.
  • Separazione quinquennale.

3 Quali sono gli effetti giuridici di un divorzio per quanto riguarda:

3.1 i rapporti personali tra coniugi (ad esempio, il cognome)?

Il divorzio implica la dissoluzione del matrimonio, ma non comporta automaticamente un cambiamento di cognome. Qualora desideri cambiare il cognome, la parte interessata deve rendere una dichiarazione giurata.

3.2 la divisione dei beni dei coniugi?

Il divorzio non influisce sulle questioni di natura patrimoniale, che devono formare oggetto di una domanda separata, trattandosi di procedure diverse.

3.3 i figli minori dei coniugi?

Visto che il procedimento di divorzio è distinto e indipendente da quello di affidamento, non vi sono conseguenze, tranne nel caso in cui il divorzio sia stato pronunciato per causa di minaccia contro la vita l'incolumità del minore.

Il divorzio non ha nessuna conseguenza sulle questioni relative ai figli minori dei coniugi (ad es. per quanto riguarda gli alimenti, l'affidamento e il diritto di visita). Per tali aspetti occorre presentare apposita istanza.

3.4 l’obbligo alimentare nei confronti dell’altro coniuge?

Il divorzio non comporta automaticamente l'obbligo di corrispondere all'altro coniuge un assegno di mantenimento, ma è necessario introdurre un'apposita domanda dopo la separazione.

4 Cosa significa "separazione legale" in termini pratici?

Il diritto di famiglia cipriota non conosce la "separazione legale".

5 Quali sono le condizioni per la separazione legale?

Non pertinente.

6 Quali sono gli effetti giuridici della separazione legale?

Non pertinente.

7 Cosa significa "annullamento del matrimonio" in termini pratici?

Significa che, dal giorno della sentenza di annullamento, il matrimonio è dichiarato nullo e perde i suoi effetti giuridici.

8 Quali sono le cause di annullamento del matrimonio?

Conformemente all'articolo 17 della legge sul matrimonio (legge 104(I)/2003), come modificata dalla legge 66(I)/2009, il matrimonio non è valido se è avvenuto:

a) prima della dissoluzione o dell'annullamento del matrimonio precedente di una delle parti, compreso il matrimonio religioso o civile;

b) tra parenti consanguinei in linea retta o collaterale fino al quinto grado compreso;

b) tra affini in linea retta o collaterale fino al terzo grado compreso;

d) tra l'adottante e l'adottato o i loro discendenti;

e) tra un figlio nato fuori dal matrimonio e il padre che ha riconosciuto il figlio o i suoi consanguinei prossimi.

9 Quali sono gli effetti giuridici dell’annullamento del matrimonio?

Il matrimonio annullato o dichiarato invalido con pronuncia definitiva del giudice diventa completamente inefficace dalla data della decisione.

10 Vi sono procedure alternative stragiudiziali per risolvere questioni relative al divorzio senza adire l’autorità giudiziaria?

Attualmente non ne esistono. È in preparazione una proposta di legge della commissaria per la legislazione, che riguarda la mediazione familiare.

11 A quale autorità va presentata una domanda di divorzio/separazione legale/annullamento di matrimonio? Quali sono le formalità da rispettare e i documenti da allegare alla domanda?

La domanda di scioglimento o annullamento del matrimonio deve essere presentata al tribunale della famiglia della circoscrizione in cui risiedono entrambi i coniugi o uno di essi. La domanda deve essere redatta secondo il modello 1 del regolamento di procedura della Corte suprema, del 1990. Devono essere allegati alla domanda, a titolo di prova, la ricevuta dell'invio della notificazione al vescovo o l'avviso di ricevimento da parte del vescovo della lettera raccomandata relativa alla notificazione, nonché il certificato di matrimonio delle parti.

12 Posso ottenere il patrocinio a spese dello Stato a copertura dei costi del procedimento?

Sì, è possibile introducendo l'apposita domanda presso il tribunale della famiglia competente.

13 È possibile ricorrere in appello contro una decisione relativa alla pronuncia di divorzio/separazione legale/annullamento di matrimonio?

Sì, esiste la possibilità di presentare ricorso contro una decisione di divorzio o di annullamento del matrimonio, presso l'organo di appello del tribunale della famiglia.

14 Che cosa occorre fare per ottenere il riconoscimento in questo Stato membro, di una decisione di divorzio/separazione legale/annullamento di matrimonio pronunciata da un’autorità giudiziaria di un altro Stato membro?

Occorre presentare una domanda presso il competente tribunale della famiglia della Repubblica di Cipro, sulla base del regolamento n. 44/2001.

15 Qual è il giudice competente per l'opposizione al riconoscimento di una decisione relativa alla pronuncia di divorzio/separazione legale/annullamento di matrimonio pronunciata in un altro Stato membro? Quali procedure si applicano in questi casi?

L'opposizione deve essere presentata al tribunale della famiglia presso cui è stata introdotta la domanda di riconoscimento e di registrazione della sentenza resa in un altro Stato membro.

16 Qual è la legge applicabile da parte del giudice nel quadro di una procedura di divorzio tra coniugi che non vivono in questo Stato membro o che sono di nazionalità diversa?

In tali casi i tribunali della famiglia della Repubblica di Cipro sono competenti a conoscere di un procedimento di divorzio o di annullamento del matrimonio solo qualora le parti risiedano a Cipro da almeno tre mesi. In tale caso si applica la legge cipriota.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 24/09/2018