Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Ingiunzione di pagamento europea - Austria


RICERCA TRIBUNALI/AUTORITÀ COMPETENTI

Lo strumento di ricerca seguente aiuterà a identificare i tribunali/le autorità competenti per uno strumento giuridico europeo specifico. Attenzione: nonostante gli sforzi compiuti per verificare l'accuratezza dei risultati, in casi eccezionali non è stato possibile attribuire la competenza.

Austria

Procedure transfrontaliere europee - Ingiunzione europea di pagamento


Articolo 29(1)(a) - Giudici competenti

Articolo 29(1)(b) - Procedimento di riesame

Articolo 29(1)(c) - Mezzi di comunicazione

Articolo 29(1)(d) - Lingue accettate

Articolo 29(1)(a) - Giudici competenti

Per le domande di ingiunzione di pagamento europea è competente unicamente il tribunale commerciale di Vienna (articolo 252, secondo comma, del Codice di procedura civile austriaco).

Articolo 29(1)(b) - Procedimento di riesame

Dal punto di vista procedurale, le domande di revisione di cui all'articolo 2, primo e secondo comma sono trattate come domande di "restitutio in integrum". Tuttavia, una decisione relativa alla concessione di un provvedimento ai sensi del paragrafo 2 è impugnabile (articolo 252, quinto comma, del Codice di procedura civile austriaco).

Articolo 29(1)(c) - Mezzi di comunicazione

Le domande relative al procedimento europeo d’ingiunzione di pagamento possono essere effettuate sia su supporto cartaceo, sia elettronicamente, utilizzando il WebERV (giustizia elettronica basata sul web). In linea di principio il WebERV è disponibile per le persone fisiche e giuridiche. I prerequisiti tecnici a tal fine sono un software speciale e l'esistenza di un'agenzia che trasmette. Un elenco di agenzie che attualmente trasmettono si trova sul seguente sito: Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.edikte.justiz.gv.at/edikte/km/kmhlp05.nsf/all/erv.

Non è possibile trasmettere tramite fax o e-mail.

Articolo 29(1)(d) - Lingue accettate

La lingua accettata ai sensi dell'articolo 21, paragrafo 2, lettera b) è il tedesco.

Oltre alla lingua ufficiale (il tedesco), i cittadini austriaci e i cittadini di paesi che fanno parte dell'accordo sullo Spazio economico europeo possono utilizzare l'ungherese dinanzi ai tribunali distrettuali di Oberpullendorf e Oberwart; lo sloveno può essere utilizzato dinanzi ai tribunali distrettuali di Ferlach, Eisenkappel e Bleiburg e il croato dinanzi ai tribunali di Eisenstadt, Güssing, Mattersburg, Neusiedl am See, Oberpullendorf e Oberwart.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 13/11/2017