Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

EuroPris


Questa pagina contiene informazioni sugli istituti penitenziari e sulle schede informative sullo condizioni delle carceri come stabilito dalle autorità degli Stati membri, fornendo agli operatori informazioni necessarie per l’attuazione del MAE e altri strumenti di riconoscimento reciproco.


Organizzazione europea dei servizi penitenziari e correzionali (EuroPris)

EuroPris è un’organizzazione europea in rete che agevola la cooperazione, l’apprendimento reciproco e lo scambio di buone pratiche tra i servizi penitenziari. Tale organizzazione è stata istituita nel 2011 da 18 servizi penitenziari europei ed è stata creata da operatori e per operatori del settore. Dal 2018 l’organizzazione rappresenta 31 servizi penitenziari europei; di questi 26 provengono da paesi dell’UE. I servizi penitenziari di tutti gli Stati membri del Consiglio d’Europa possono diventare membri dell’EuroPris.

L’organizzazione vigila sulla promozione di pratiche professionali penitenziarie al fine di migliorare la pubblica sicurezza e le pratiche di detenzione in Europa, mediante la diminuzione di casi di recidiva e una migliore professionalità nel settore penitenziario.

EuroPris s’impegna per la realizzazione di questi obiettivi con l’organizzazione di eventi che permettono una significativa condivisione, come ad esempio riunioni di esperti, organizzazione di seminari e conferenze.

L’EuroPris coopera con un gran numero di organizzazioni europee che intervengono nel settore della giustizia penale, come ad esempio l’Il link si apre in una nuova finestraAssociazione europea per l’educazione nel settore penitenziarioIl link si apre in una nuova finestrala rete europea delle formazioni penitenziarieIl link si apre in una nuova finestrala Confederazione europea della probation (libertà vigilata)Il link si apre in una nuova finestrail Forum Europeo per la giustizia riparatoriaIl link si apre in una nuova finestrai Children of Prisoners Europe e altri.

L’EuroPris ha lo status di osservatore al Il link si apre in una nuova finestraConsiglio di Cooperazione Penologica del Consiglio d’Europa.

Per ulteriori informazioni sugli eventi precedenti e attuali, nonché sulla documentazione e le presentazioni è possibile consultare Il link si apre in una nuova finestrail sito web EuroPris; inoltre è possibile abbonarsi alla newsletter bimestrale.

Strumenti EuroPris

EPIS

Il Il link si apre in una nuova finestrasistema informatico delle carceri europee (EPIS) è stato istituito da EuroPris nel 2014 per migliorare la trasparenza e lo scambio di migliori pratiche tra gli istituti penitenziari europei.

EPIS è stato concepito come sportello unico per i dati relativi alle carceri e alle condanne in tutta Europa; esso fornisce risposte a quesiti posti frequentemente, ad esempio sul numero di istituti penitenziari, sulle categorie di istituti e sulla popolazione carceraria in un determinato Stato membro. Recentemente, il Consiglio dell’UE ha deciso di utilizzare esclusivamente EPIS per raccogliere informazioni sugli istituti penitenziari europei.

EPIS attualmente contiene informazioni sui servizi penitenziari europei e su 550 servizi penitenziari in tutta Europa.

KMS

Il Il link si apre in una nuova finestrasistema di gestione delle conoscenze (KMS) è un servizio di domande e risposte tra le amministrazioni penitenziarie; esso fornisce attualmente più di 1000 risposte su oltre 100 temi relativi alla gestione delle carceri.

Tale sistema permette a EuroPris di raccogliere risposte sui quesiti strategici e operativi posti dagli organi giurisdizionali europei e di pubblicarli sul sito internet per un’ulteriore consultazione.

Informazioni sulle condizioni di detenzione nei paesi dell’UE.

EuroPris ha creato Il link si apre in una nuova finestraschede informative sulle condizioni di detenzione, il che permette ai detenuti, al personale e alle autorità competenti di accedere a informazioni su istituti penitenziari dello Stato d’esecuzione e di procedere a trasferimenti.

Gli Stati membri sono stati invitati a fornire, tramite un gruppo di esperti EuroPris, informazioni sulle condizioni di detenzione e una sintesi relativa a determinati soggetti, come il diritto di visita delle famiglie e le modalità di scarcerazione anticipata.

Decisione quadro dell’UE 2008/909/GAI

Gruppo di esperti EuroPris sulla decisione quadro 909

Il gruppo di esperti EuroPris sul trasferimento dei detenuti è stato istituito nel 2012 per assistere i membri con l’attuazione della Il link si apre in una nuova finestradecisione quadro 2008/909/GAI. Da allora il gruppo si riunisce annualmente per scambiarsi conoscenze e informazioni relative ai trasferimenti.

Maggiori informazioni sul gruppo di esperti, le relazioni sulle riunioni e tutti i documenti elaborati dal gruppo possono essere consultate Il link si apre in una nuova finestraqui.

Libro sulle risorse relativamente alla decisione quadro 909 (2017)

Il Il link si apre in una nuova finestralibro sulle risorse è stato elaborato insieme al gruppo di esperti EuroPris sulla decisione quadro 909. Esso è stato creato per essere utilizzato dalle autorità competenti per l’assistenza all’effettuazione di trasferimenti di prigionieri condannati.

Le informazioni contenute in questo libro delle risorse riuniscono raccomandazioni pratiche, le migliori pratiche e le risorse elaborate per l’assistenza all’effettuazione di trasferimenti di prigionieri condannati.

Formulario di informazioni per il trasferimento di detenuti

Il gruppo di esperti EuroPris ha inoltre elaborato un Il link si apre in una nuova finestraformulario di informazioni per il trasferimento dei detenuti; si tratta di una lista di controllo istituita per accompagnare detenuti in un altro paese dell’UE. Tale documento viene emesso dallo Stato d’origine e fornisce informazioni essenziali sulla persona, sulla sua condanna, sul suo stato di salute, sui rischi e sul suo trasferimento. Il formulario (e gli eventuali documenti allegati) viene trasmesso allo Stato di esecuzione nel caso di trasferimento di un detenuto.


Questa pagina è a cura della Commissione europea. Le informazioni contenute in questa pagina non riflettono necessariamente il parere ufficiale della Commissione europea. La Commissione declina ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Si rinvia all'avviso legale per quanto riguarda le norme sul copyright per le pagine europee.

Ultimo aggiornamento: 30/04/2019