Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

  • Pagina iniziale
  • ...
  • ...
  • Se la mia domanda da un altro paese UE e debba essere esaminata in questo paese

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Se la mia domanda da un altro paese UE e debba essere esaminata in questo paese - Grecia


Quale autorità decide in merito alle richieste di risarcimento nei casi transfrontalieri?

L'Archí Apozimíosis (Il link si apre in una nuova finestral'autorità greca competente in materia di risarcimenti).

Posso inviare la mia richiesta direttamente all'autorità competente per la decisione di questo paese anche nei casi transfrontalieri (senza cioè dover passare per l'autorità di assistenza del mio paese)?

Se la vittima ha la residenza (katoikía) o la dimora (siníthi diamoní) in Grecia o nel territorio di un altro Stato membro dell'UE la domanda dovrà essere inviata all'autorità di assistenza dello Stato membro interessato, che provvederà a trasmetterla all'autorità greca competente in materia di risarcimenti. In questo caso, la suddetta autorità invierà il prima possibile all'autorità di assistenza dello Stato membro interessato e al richiedente le seguenti informazioni: a)  la persona o il dipartimento responsabile del trattamento del caso, b) una notifica scritta dell'avvenuto ricevimento della domanda e c) un'indicazione del tempo approssimativo necessario perché venga emessa una decisione.

In quale lingua le autorità competenti per il risarcimento accettano la domanda di risarcimento?

La lingua ufficiale per la trasmissione della domanda e lo scambio di informazioni, dati e documenti giustificativi è il greco.

Se l'autorità competente in materia di risarcimenti traduce la richiesta/i documenti giustificativi, chi si assume l'onere della spesa per tale servizio?

L'autorità competente non si fa carico delle traduzioni né, di conseguenza, dei costi.

Vi sono spese amministrative o di altra natura da pagare in questo paese per il trattamento della mia domanda (ricevuta da un altro paese dell'UE)? In caso affermativo, come posso procedere al pagamento?

Sì, la spesa è di 100 EUR. Il mancato pagamento dell'importo al momento dell'esame della domanda da parte dell'autorità competente in materia di risarcimenti comporterà il rigetto della domanda. L'autorità di assistenza greca può fornire le informazioni per il bonifico bancario da effettuare.

Qualora ci si trovi in un paese SEPA (area unica dei pagamenti in euro), è possibile pagare l'importo per via elettronica mediante un bonifico SEPA di cui la Banca di Grecia è l'istituto beneficiario. Il numero di conto IBAN e le informazioni per il bonifico sono:

Nome del beneficiario: MINISTERO DELLE FINANZE

Indirizzo del beneficiario: 10 Kar. Servias St., 10562, Atene

IBAN del beneficiario: GR1201000230000000481090510

Codice di identificazione bancario (BIC) del beneficiario: BNGRGRAA

Dati per il bonifico: xxxxxxxxx95xxxxxxxxx (il codice segreto/codice di pagamento di 20 cifre sarà comunicato dall'autorità di assistenza greca).

Se devo essere presente nel periodo in cui si svolge il procedimento e/o al momento della decisione sulla mia richiesta, posso ricevere il rimborso dei miei costi di viaggio? Come posso richiederlo? Chi devo contattare?

L'autorità competente in materia di risarcimenti può, qualora lo ritenga necessario, invitare la vittima, l'autore del reato o altre parti, quali testimoni o periti, a comparire di persona per testimoniare.

Laddove il richiedente abbia la residenza o la dimora abituale nel territorio di un altro Stato membro, l'autorità competente in materia di risarcimenti chiederà all'autorità di assistenza pertinente di sentire l'interessato, conformemente alla legge dello Stato in cui è situata e a inviare una relazione sull'audizione. Può altresì, in cooperazione con l'autorità di assistenza pertinente, condurre l'audizione da sola, in conformità alla legislazione greca, per telefono o in videoconferenza. In questo caso l'autorità greca competente in materia di risarcimenti non può obbligare il richiedente a essere sentito. L'autorità di assistenza greca fornirà assistenza all'autorità competente in materia di risarcimenti dello Stato membro che si occupa dell'audizione del richiedente o di altre parti, quali testimoni o periti.

A tal fine, su richiesta dell'autorità competente in materia di risarcimenti dello Stato membro interessato, l'autorità di assistenza greca provvederà a: a) assistere l'autorità competente in materia di risarcimenti laddove l'audizione sia condotta direttamente da questa ultima per via telefonica o in videoconferenza, in conformità alla legge greca, nel cui caso l'autorità di assistenza metterà a disposizione e garantirà le apparecchiature logistiche necessarie o b) condurre direttamente l'audizione, in conformità al diritto greco, e inviare una relazione sull'audizione all'autorità competente in materia di risarcimenti dello Stato membro interessato. In questo ultimo caso, la relazione sull'audizione, redatta in greco, sarà tradotta nella lingua ufficiale o in una delle lingue ufficiali dello Stato membro o in altre lingue dell'UE che lo Stato membro ha dichiarato di accettare.

I costi sostenuti dall'autorità di assistenza greca sono a carico dello Stato greco.

Nel caso in cui io debba essere personalmente presente, posso beneficiare dei servizi di un interprete?

Sì, è garantita la presenza di un interprete.

I certificati rilasciati da medici del mio paese di residenza sono accettati o riconosciuti? Oppure il mio stato di salute/le lesioni che ho subito devono essere esaminati dai vostri periti medici?

Sono accettati, ma potrà essere disposta una perizia.

Se devo sottopormi a un esame medico in questo paese potrò ottenere il rimborso delle spese di viaggio?

Sì, sarà possibile ottenere il rimborso.

Quanto tempo passa approssimativamente prima di ricevere una decisione su un risarcimento da parte dell'autorità/organismo?

L'autorità competente in materia di risarcimenti è tenuta a esaminare il caso entro tre mesi dalla data di presentazione della domanda e a emettere la decisione definitiva entro tre mesi dalla data della valutazione della domanda.

In che lingua riceverò la decisione relativa alla mia domanda?

In una lingua conosciuta dal richiedente.

Se non si è soddisfatti della decisione, come la si può impugnare?

È possibile presentare ricorso presso il Dioikitikoú Protodikeíou (tribunale amministrativo di primo grado.)

È possibile ottenere assistenza legale (assistenza da parte di un avvocato) secondo le regole dell'altro paese?

Le vittime di atti criminali possono altresì accedere all'assistenza legale per eventuali azioni penali e civili. La legge (articolo 1 della legge n. 3226/2004) garantisce l'assistenza legale ai cittadini con basso reddito di uno Stato membro dell'UE, ai cittadini di paesi terzi e agli apolidi se legalmente residenti o con dimora abituale nell'Unione europea. I cittadini con basso reddito aventi diritto sono coloro il cui reddito familiare annuo non supera i due terzi del reddito personale annuo minimo definito nel contratto collettivo nazionale di lavoro. Nel caso di controversie a livello nazionale, il reddito dell'altra parte non viene preso in considerazione.

Esistono organizzazioni di sostegno alle vittime che possono aiutarmi a chiedere un risarcimento in una causa transfrontaliera?

Il link si apre in una nuova finestraKEThI (Centro di ricerca per l'uguaglianza di genere)

Il link si apre in una nuova finestraEKKA (Centro nazionale per la solidarietà sociale)

Genikí Grammateía Isótitas ton Fýlon (Il link si apre in una nuova finestrasegretariato generale per l'uguaglianza di genere)

Ellinikó Symvoúlio gia tous Prósfyges (Il link si apre in una nuova finestraConsiglio greco per i rifugiati)

Il link si apre in una nuova finestraAmnesty International - Grecia

Polizia ellenica – Criminalità cibernetica


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 21/03/2019