Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Caso in cui la mia domanda debba essere esaminata in questo paese - Belgio


Per le vittime del terrorismo, consultare il contenuto in calce alla presente pagina cliccando qui.

Per quale tipo di reato posso ottenere un risarcimento?

La Commission d'aide financière aux victimes d'actes intentionnels de violence (Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza) può concedere un sostegno finanziario alle vittime (e ai parenti delle vittime) di un atto deliberato di violenza verificatosi sul territorio belga.

Per le vittime del terrorismo si rimanda alle apposite disposizioni.

Per quali tipi di danni posso ottenere un risarcimento?

I tipi di danni considerati dalla Commissione variano in base alla categoria di appartenenza della vittima:

A. Le vittime dirette: le persone che hanno subito un danno di tipo fisico e/o psichico direttamente a seguito di un atto intenzionale di violenza commesso in Belgio.

Nel caso delle vittime dirette la Commissione può prendere in considerazione:

  • Le inabilità/invalidità temporanee e permanenti
  • Il danno morale
  • La perdita di reddito
  • Il danno estetico
  • La perdita di anni scolastici (insuccessi scolastici)
  • Le spese per cure mediche
  • Le spese del procedimento (comprese le indennità) per un massimo di 6 000 euro
  • Le spese materiali (per un massimo di 1 250 euro)

B. Le vittime indirette: i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima deceduta a seguito di un atto intenzionale di violenza.

Per questa categoria di vittime la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese funerarie (per un massimo di 6 000 euro/decesso)
  • Le spese del procedimento
  • La perdita di alimenti per i familiari che dipendevano finanziariamente dalla vittima prima della sua morte
  • La perdita di anni scolastici

C. Le vittime indirette: i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima rimasta gravemente ferita a seguito di un atto intenzionale di violenza.

Per questa categoria di vittime la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese del procedimento

Posso ottenere un risarcimento se sono un parente o sono a carico di una vittima deceduta a seguito di un reato? Quali familiari o persone a carico possono ottenere un risarcimento?

Sì, i parenti (successibili) fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima deceduta direttamente a seguito di un atto intenzionale di violenza possono ricevere un sostegno finanziario.

Posso ottenere un risarcimento se sono un parente o sono a carico di una vittima che è sopravvissuta? In questo caso, quali familiari o persone a carico possono ottenere un risarcimento?

Sì, i parenti (successibili) fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima non deceduta, ma rimasta gravemente ferita direttamente a seguito di un atto intenzionale di violenza, possono ricevere un sostegno finanziario.

Posso ottenere un risarcimento se non sono un cittadino di un paese dell’Unione europea?

Sì. L’aiuto finanziario della Commissione può essere ottenuto indipendentemente dalla cittadinanza o dal fatto di trovarsi legalmente o illegalmente nel territorio belga.

Posso presentare domanda di risarcimento in questo paese se ci vivo o ne sono originario (è il mio Stato di residenza o di cittadinanza), anche se il reato è stato commesso in un altro paese dell’UE? Posso fare domanda qui, anziché presentare domanda di risarcimento nel paese in cui è stato commesso il reato? Se sì, a quali condizioni?

No, la Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza può intervenire solo in relazione a fatti avvenuti sul territorio belga.

C’è un’unica eccezione: quella degli atti terroristici commessi all’estero in cui siano coinvolte vittime di cittadinanza belga o aventi la residenza abituale in Belgio (cfr. la sezione “vittime del terrorismo”).

Per ottenere un risarcimento devo prima aver denunciato il reato alla polizia?

Sì, deve essere stata sporta denuncia alla polizia e ci si deve essere costituiti parte civile ai sensi della legge del 1º agosto 1985 che disciplina l’intervento della Commissione per l’aiuto finanziario.

Devo aspettare l’esito delle indagini della polizia o del procedimento penale per chiedere un risarcimento?

Per quanto riguarda l’aiuto finanziario principale, il sostegno finanziario dello Stato può essere richiesto solo al termine del procedimento giudiziario e in base alla decisione giudiziaria definitiva dei giudici.

Esiste tuttavia, in determinate condizioni, la possibilità di ottenere un aiuto urgente prima di conoscere l’esito del procedimento giudiziario.

Se l’autore del reato è stato identificato, devo prima citarlo in giudizio?

Sì. Se è stato identificato, la vittima deve essersi costituita parte civile nei confronti dell’autore del reato, tanto più che la Commissione interviene a titolo sussidiario e in ultima istanza.

Posso chiedere un risarcimento anche se l’autore del reato non è stato identificato né condannato? Se sì, quali prove devo presentare a sostegno della mia domanda?

Se al termine del procedimento giudiziario l’autore del reato è ancora sconosciuto o se il caso è stato archiviato essendo un procedimento contro ignoti, la vittima può richiedere il sostegno finanziario della Commissione. In questi casi la vittima deve almeno aver presentato una denuncia ufficiale (alla polizia o al pubblico ministero).

Esiste un termine da rispettare per presentare domanda di risarcimento?

Una domanda di aiuto principale deve essere presentata entro 3 anni dalla decisione giudiziaria definitiva pronunciata sul caso oppure entro 3 anni da una decisione di archiviazione in un procedimento contro ignoti.

Che tipi di perdite e di costi sono coperti dal risarcimento?

Nel caso delle vittime dirette la Commissione può prendere in considerazione:

  • Le inabilità/invalidità temporanee e permanenti
  • Il danno morale
  • La perdita di reddito
  • Il danno estetico
  • La perdita di anni scolastici (insuccessi scolastici)
  • Le spese per cure mediche
  • Le spese del procedimento (comprese le indennità) per un massimo di 6 000 euro
  • Le spese materiali (per un massimo di 1 250 euro)

Per le vittime indirette - i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima deceduta a seguito di un atto intenzionale di violenza -

la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese funerarie (per un massimo di 6 000 euro/decesso)
  • Le spese del procedimento
  • La perdita di alimenti per i familiari che dipendevano finanziariamente dalla vittima prima della sua morte
  • La perdita di anni scolastici

Per le vittime indirette - i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima rimasta gravemente ferita a seguito di un atto intenzionale di violenza -

  • la Commissione può prendere in considerazione:
  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese del procedimento

Il risarcimento è versato in un’unica soluzione o a rate mensili?

Il sostegno finanziario della Commissione è versato “una tantum” in un’unica soluzione.

In che modo il mio comportamento rispetto al reato, il mio casellario giudiziale o una mia omessa collaborazione durante la procedura di risarcimento possono incidere sulle possibilità che ho di ottenere un risarcimento e/o sull’importo di tale risarcimento?

La Commissione può tenere conto del comportamento che la vittima diretta di un atto intenzionale di violenza ha avuto al momento dell’atto e del suo ruolo nel danno subito.

In che modo la mia situazione finanziaria può incidere sulla possibilità che ho di ottenere un risarcimento e/o sull’importo di tale risarcimento?

La situazione finanziaria non viene presa in considerazione.

Ci sono altri criteri che possono incidere sulle mie possibilità di ottenere un risarcimento e/o sull’importo del risarcimento?

La Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza tiene conto del risarcimento versato dall’autore del reato e degli eventuali interventi di mutue o assicurazioni (principio di sussidiarietà).

Come viene calcolato il risarcimento?

Il sostegno finanziario è concesso secondo equità dalla Commissione, che è un’autorità giurisdizionale amministrativa.

Esiste un livello minimo e/o massimo per l’importo che può essere concesso?

Importo minimo: 500 euro

Importo massimo dell’aiuto principale (e dell’aiuto completo): 125 000 euro

Devo indicare l’importo nel modulo di domanda? Se sì, mi verranno date istruzioni su come calcolarlo o su altri aspetti?

Non è obbligatorio.

È possibile che un eventuale risarcimento per perdite subite, proveniente da altra fonte (ad esempio, dal regime assicurativo del mio datore di lavoro o da un regime assicurativo privato), possa essere dedotto dal risarcimento versato dall’autorità/organismo?

Sì, l’intervento della Commissione si basa sul principio di sussidiarietà: le somme risarcite dalle assicurazioni (oltre che dall’autore del reato) vengono prese in considerazione.

Posso ottenere un anticipo del risarcimento? Se sì, a quali condizioni?

È possibile ottenere un aiuto urgente anche in assenza di decisione giudiziaria sul caso. Secondo la sua giurisprudenza, la Commissione può concedere un aiuto urgente solo per spese legate a cure mediche (minimo 500 euro) rimaste a carico della vittima (dopo l’intervento o il rifiuto di intervento delle assicurazioni).

L’aiuto urgente è limitato a 30 000 euro.

Posso ottenere un risarcimento aggiuntivo o integrativo dopo la decisione principale (ad esempio, per un cambiamento di circostanze o in caso di peggioramento del mio stato di salute, ecc.)?

In caso di aggravamento del danno, è possibile chiedere un aiuto (finanziario) integrativo nei 10 anni successivi alla concessione dell’aiuto principale, a meno che la vittima non abbia già ottenuto il massimo dell’intervento dello Stato belga (125 000 euro). La vittima deve poter dimostrare l’aggravamento del danno (mediante documentazione medica circostanziata).

Quali documenti devo allegare a sostegno della mia domanda?

  • L’apposito modulo di domanda (frWord(39 Kb)fr, nlWord(35 Kb)nl)
  • Copia della denuncia ufficiale + descrizione dettagliata dei fatti
  • Copia della costituzione di parte civile
  • Copia di tutte le sentenze pronunciate sul caso
  • Copia dei referti medici con la descrizione dei postumi fisici e/o psichici a seguito dei fatti; copia dei documenti attestanti le spese per cure mediche/spese materiali/spese del procedimento non coperte dalle assicurazioni
  • Documenti comprovanti la perdita di reddito
  • In caso di decesso, copia del certificato di morte
  • Per i familiari di una vittima, un documento attestante la composizione ufficiale del nucleo familiare rilasciato dall’ufficio di stato civile
  • Documenti giustificativi delle spese funerarie (in caso di decesso della vittima diretta)
  • Prova dell’insuccesso scolastico
  • Documenti comprovanti il risarcimento effettuato dall’autore del reato o l’insolvenza di quest’ultimo
  • Documenti attestanti gli interventi delle assicurazioni

Sono previsti oneri amministrativi o di altro tipo per la ricezione e la gestione della domanda?

No.

Qual è l’autorità competente a decidere sulle domande di risarcimento (nei casi nazionali)?

La Commission pour l’aide financière aux victimes d’actes intentionnels de violence et aux sauveteurs occasionnels - SPF JUSTICE (Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza e ai soccorritori occasionali - Servizio pubblico federale della Giustizia).

A chi devo inviare la domanda (per i casi nazionali)?

Le domande devono essere inviate per posta in duplice copia (usando gli appositi moduli e allegando i documenti giustificativi) al seguente indirizzo:

Commission d'aide financière aux victimes d'actes intentionnels de violence
SPF Justice

Boulevard de Waterloo 115
1000 BRUXELLES

Devo essere presente durante il procedimento e/o quando viene pronunciata la decisione sulla mia domanda?

No. Non c’è l’obbligo di presenziare alle udienze della Commissione quando viene adottata una decisione sulla domanda.

Quanto tempo passa (approssimativamente) prima che l’autorità competente decida su una domanda di risarcimento?

Circa 18 mesi per un aiuto principale.

Se non sono soddisfatto della decisione della suddetta autorità, come posso ricorrere?

Non esiste una procedura per impugnare una decisione della Commissione. Può essere effettuato solo un ricorso per annullamento dinanzi al Conseil d'Etat (Consiglio di Stato) belga.

Dove posso ottenere i moduli necessari e altre informazioni sulla procedura da seguire per presentare una domanda?

Sul Il link si apre in una nuova finestrasito internet della Commissione o telefonicamente.

Esiste una linea telefonica dedicata o un sito internet da consultare?

Il link si apre in una nuova finestraCommissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza e ai soccorritori occasionali

Tel.: +32 2 542 72 07, +32 2 542 72 08, +32 2 542 72 44

Indirizzo e-mail: Il link si apre in una nuova finestracommission.victimes@just.fgov.be

Posso ottenere il patrocinio a spese dello Stato (assistenza di un avvocato) al momento della preparazione della domanda?

No, occorre rivolgersi alla Commissione.

Il patrocinio a spese dello Stato può essere richiesto (in determinate condizioni) all’ordine degli avvocati dell’arrondissement judiciaire (circoscrizione giudiziaria) in cui hanno avuto luogo i fatti o del luogo di residenza della vittima.

Esistono associazioni di sostegno alle vittime che possano aiutarmi a presentare una domanda di risarcimento?

Esistono servizi di assistenza che aiutano le vittime a presentare domanda di sostegno finanziario alla Commissione per l’aiuto finanziario.

In Belgio il sostegno alle vittime è di competenza delle Comunità e delle regioni.

Per maggiori informazioni (in particolare sui servizi riconosciuti che prestano attività di assistenza), consultare i seguenti siti:

Federazione Vallonia-Bruxelles: Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.victimes.cfwb.be/

Fiandre: Il link si apre in una nuova finestrahttps://www.slachtofferzorg.be/

 

-------------------

 

Per le vittime del terrorismo:

Per quale tipo di reato posso ottenere un risarcimento?

La Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza può concedere un sostegno finanziario alle vittime (e ai parenti delle vittime) di un atto terroristico. I fascicoli riguardanti vittime di atti terroristici sono gestiti dalla sezione “Terrorismo” della Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza.

Per quali tipi di danni posso ottenere un risarcimento?

I tipi di danni considerati dalla Commissione variano in base alla categoria di appartenenza della vittima:

A. Le vittime dirette: le persone che hanno subito un danno di tipo fisico e/o psichico direttamente a seguito di un atto intenzionale di violenza commesso in Belgio.

Nel caso delle vittime dirette la Commissione può prendere in considerazione:

  • Le inabilità/invalidità temporanee e permanenti
  • Il danno morale
  • La perdita di reddito
  • Il danno estetico
  • La perdita di anni scolastici (insuccessi scolastici)
  • Le spese per le cure mediche
  • Le spese del procedimento (comprese le indennità) per un massimo di 6 000 euro
  • Le spese materiali (per un massimo di 1 250 euro)

B. Le vittime indirette: i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima deceduta a seguito di un atto intenzionale di violenza.

Per questa categoria di vittime la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese funerarie (per un massimo di 6 000 euro/decesso)
  • Le spese del procedimento
  • La perdita di alimenti per i familiari che dipendevano finanziariamente dalla vittima prima della sua morte
  • La perdita di anni scolastici

C. Le vittime indirette: i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima rimasta gravemente ferita a seguito di un atto intenzionale di violenza.

Per questa categoria di vittime la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese del procedimento

Posso ottenere un risarcimento se sono un parente o sono a carico di una vittima deceduta a seguito di un reato? Quali familiari o persone a carico possono ottenere un risarcimento?

Sì, i parenti (successibili) fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima deceduta direttamente a seguito di un atto terroristico possono ricevere un sostegno finanziario.

Posso ottenere un risarcimento se sono un parente o sono a carico di una vittima che è sopravvissuta? In questo caso, quali familiari o persone a carico possono ottenere un risarcimento?

Sì, i parenti (successibili) fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima non deceduta, ma gravemente ferita direttamente a seguito di un atto terroristico, possono ricevere un sostegno finanziario.

Posso ottenere un risarcimento, se non sono un cittadino di un paese dell’Unione europea?

Sì. L’aiuto finanziario della Commissione può essere ottenuto indipendentemente dalla cittadinanza o dal fatto di trovarsi legalmente o illegalmente nel territorio belga.

Posso presentare domanda di risarcimento in questo paese se ci vivo o ne sono originario (è il mio Stato di residenza o di cittadinanza), anche se il reato è stato commesso in un altro paese dell’UE? Posso fare domanda qui, anziché presentare domanda di risarcimento nel paese in cui è stato commesso il reato? Se sì, a quali condizioni?

In caso di atti terroristici commessi all’estero che abbiano coinvolto vittime di cittadinanza belga o con la residenza abituale in Belgio, la Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza – sezione Terrorismo – può concedere un aiuto finanziario. Questi fatti devono tuttavia essere riconosciuti come atti terroristici dal governo federale belga mediante regio decreto.

Per ottenere un risarcimento devo prima aver denunciato il reato alla polizia?

No, ma è nell’interesse della vittima o dei suoi familiari farsi conoscere dalla polizia o dal Parquet Fédéral (procura federale) come vittima (di atto terroristico).

Devo aspettare l’esito delle indagini della polizia o del procedimento penale per chiedere un risarcimento?

No.

Se l’autore del reato è stato identificato, devo prima citarlo in giudizio?

No.

Posso chiedere un risarcimento anche se l’autore del reato non è stato identificato né condannato? Se sì, quali prove devo presentare a sostegno della mia domanda?

Sì. Il sostegno finanziario della Commissione per le vittime di atti terroristici è indipendente dal procedimento giudiziario.

Esiste un termine da rispettare per presentare domanda di risarcimento?

La domanda di aiuto finanziario per atti terroristici deve essere presentata alla Commissione entro 3 anni dall’entrata in vigore del regio decreto che riconosce tali fatti come atti terroristici.

Che tipi di perdite e di costi sono coperti dal risarcimento?

Nel caso delle vittime dirette la Commissione può prendere in considerazione:

  • Le inabilità/invalidità temporanee e permanenti
  • Il danno morale
  • La perdita di reddito
  • Il danno estetico
  • La perdita di anni scolastici (insuccessi scolastici)
  • Le spese per le cure mediche
  • Le spese del procedimento (comprese le indennità) per un massimo di 6 000 euro
  • Le spese materiali (per un massimo di 1 250 euro)

Per le vittime indirette - i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima deceduta a seguito di un atto intenzionale di violenza -

la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese funerarie (per un massimo di 6 000 euro/decesso)
  • Le spese del procedimento
  • La perdita di alimenti per i familiari che dipendevano finanziariamente dalla vittima prima della sua morte
  • La perdita di anni scolastici

Per le vittime indirette - i successibili fino al secondo grado e gli affini fino al secondo grado di una vittima rimasta gravemente ferita a seguito di un atto intenzionale di violenza -

la Commissione può prendere in considerazione:

  • Il danno morale
  • Le spese per le cure mediche dei familiari
  • Le spese del procedimento

Occorre sapere che nel 2018 la procedura di assistenza finanziaria alle vittime di terrorismo subirà delle modifiche.

Il risarcimento è versato in un’unica soluzione o a rate mensili?

L’aiuto finanziario della Commissione è versato “una tantum” in un’unica soluzione; la vittima può tuttavia ottenere assistenza finanziaria e un anticipo di quest’aiuto.

In che modo il mio comportamento rispetto al reato, il mio casellario giudiziale o una mia omessa collaborazione durante la procedura di risarcimento possono incidere sulle possibilità che ho di ottenere un risarcimento e/o sull’importo di tale risarcimento?

La Commissione può tenere conto del comportamento che la vittima diretta di un atto intenzionale di violenza ha avuto al momento dell’atto e del suo ruolo nel danno subito.

In che modo la mia situazione finanziaria può incidere sulla possibilità che ho di ottenere un risarcimento e/o sull’importo di tale risarcimento?

La situazione finanziaria non viene presa in considerazione.

Ci sono altri criteri che possono incidere sulle mie possibilità di ottenere un risarcimento e/o sull’importo del risarcimento?

La Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza tiene conto del risarcimento versato dall’autore del reato e degli eventuali interventi di mutue o assicurazioni (principio di sussidiarietà).

Come viene calcolato il risarcimento?

Il sostegno finanziario è concesso secondo equità dalla Commissione, che è un’autorità giurisdizionale amministrativa.

Esiste un livello minimo e/o massimo per l’importo che può essere concesso?

Importo minimo: 500 euro
Importo massimo dell’anticipo dell’aiuto: 30 000 euro
Importo massimo dell’aiuto principale (e dell’aiuto completo): 125 000 euro

Devo indicare l’importo nel modulo di domanda? Se sì, mi verranno date istruzioni su come calcolarlo o su altri aspetti?

Non è obbligatorio.

È possibile che un eventuale risarcimento per perdite subite, proveniente da altra fonte (ad esempio, dal regime assicurativo del mio datore di lavoro o da un regime assicurativo privato), possa essere dedotto dal risarcimento versato dall’autorità/organismo?

Sì, l’intervento della Commissione si basa sul principio di sussidiarietà: le somme risarcite dalle assicurazioni (oltre che dall’autore del reato) vengono prese in considerazione.

Posso ottenere un anticipo del risarcimento? Se sì, a quali condizioni?

Sì, le vittime di atti terroristici possono ottenere un anticipo. L’aiuto urgente può essere concesso alle vittime di atti terroristici ricoverate e ai parenti delle vittime decedute a seguito dell’atto terroristico.

L’aiuto urgente è limitato a 30 000 euro.

Posso ottenere un risarcimento aggiuntivo o integrativo dopo la decisione principale (ad esempio, per un cambiamento di circostanze o in caso di peggioramento del mio stato di salute, ecc.)?

In caso di aggravamento del danno, è possibile chiedere un aiuto (finanziario) integrativo nei 10 anni successivi alla concessione dell’aiuto principale, a meno che la vittima non abbia già ottenuto il massimo dell’intervento dello Stato belga (125 000 euro). La vittima deve poter dimostrare l’aggravamento del danno (mediante documentazione medica circostanziata).

Quali documenti devo allegare a sostegno della mia domanda?

  • L’apposito modulo di domanda per le vittime del terrorismo (frWord(73 Kb)fr, nlWord(66 Kb)nl o enWord(67 Kb)en);
  • Copia della denuncia ufficiale + descrizione dettagliata dei fatti
  • Copia dei referti medici con la descrizione dei postumi fisici e/o psichici a seguito dei fatti
  • Copia dei documenti attestanti le spese per cure mediche/spese materiali/spese del procedimento non coperte dalle assicurazioni
  • Documenti comprovanti la perdita di reddito
  • In caso di decesso, copia del certificato di morte
  • Per i familiari di una vittima, un documento attestante la composizione ufficiale del nucleo familiare rilasciato dall’ufficio di stato civile
  • Documenti giustificativi delle spese funerarie (in caso di decesso della vittima diretta)
  • Prova dell’insuccesso scolastico
  • Documenti attestanti gli interventi delle assicurazioni

Sono previsti oneri amministrativi o di altro tipo per la ricezione e la gestione della domanda?

No.

Qual è l’autorità competente a decidere sulle domande di risarcimento (nei casi nazionali)?

La Commission pour l’aide financière aux victimes d’actes intentionnels de violence et aux sauveteurs occasionnels – Division Terrorisme (Commissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza e ai soccorritori occasionali - sezione Terrorismo)

A chi devo inviare la domanda (per i casi nazionali)?

Le domande (con i relativi moduli e i documenti giustificativi) possono essere trasmesse in modalità elettronica o per posta:

Indirizzo postale:
Commission d'aide financière aux victimes d'actes intentionnels de violence – Division Terrorisme
SPF Justice

Boulevard de Waterloo 115
1000 BRUXELLES
Indirizzo e-mail: Il link si apre in una nuova finestraterrorvictims@just.fgov.be

Devo essere presente durante il procedimento e/o quando viene pronunciata la decisione sulla mia domanda?

No. Non c’è l’obbligo di presenziare alle udienze della Commissione quando viene adottata una decisione sulla domanda.

Quanto tempo passa (approssimativamente) prima che l’autorità competente decida su una domanda di risarcimento?

Per quanto riguarda l’anticipo, la decisione viene adottata nel giro di 4-6 settimane dalla presentazione della domanda, sempre che la domanda sia completa.

Quanto all’aiuto principale, la Commissione esamina la domanda solo dopo l’intervento delle assicurazioni e tenendo conto dei postumi permanenti delle vittime.

Se non sono soddisfatto della decisione della suddetta autorità, come posso ricorrere?

Non esiste una procedura per impugnare una decisione della Commissione. Può essere effettuato solo un ricorso per annullamento dinanzi al Conseil d'Etat (Consiglio di Stato) belga.

Dove posso ottenere i moduli necessari e altre informazioni sulla procedura da seguire per presentare una domanda?

Il link si apre in una nuova finestraCommissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza - sezione Terrorismo
Indirizzo e-mail: Il link si apre in una nuova finestraterrorvictims@just.fgov.be

Esiste una linea telefonica dedicata o un sito internet da consultare?

Il link si apre in una nuova finestraCommissione per l’aiuto finanziario alle vittime di atti intenzionali di violenza - sezione Terrorismo
Indirizzo e-mail: Il link si apre in una nuova finestraterrorvictims@just.fgov.be
Tel.: +32 471 123 124

Posso ottenere il patrocinio a spese dello Stato (assistenza di un avvocato) al momento della preparazione della domanda?

No.

Esistono associazioni di sostegno alle vittime che possano aiutarmi a presentare una domanda di risarcimento?

Esistono servizi di assistenza che aiutano le vittime a presentare domanda di sostegno finanziario alla Commissione per l’aiuto finanziario.

In Belgio il sostegno alle vittime è di competenza delle Comunità e delle regioni.

Per maggiori informazioni (in particolare sui servizi riconosciuti che prestano attività di assistenza), consultare i seguenti siti:

Federazione Vallonia-Bruxelles: Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.victimes.cfwb.be/

Fiandre: Il link si apre in una nuova finestrahttps://www.slachtofferzorg.be/


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 22/01/2019