Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Registri fallimentari - Inghilterra e Galles

La versione originale in lingua inglese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

 

Non esiste una traduzione ufficiale della versione linguistica che state consultando.
Qui è possibile consultare una versione del testo tradotta automaticamente. Attenzione: la traduzione è fornita esclusivamente a titolo informativo. Il proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica.

La presente pagina contiene informazioni sul registro fallimentare per Inghilterra e Galles.


Registri fallimentari

Quali informazioni fornisce il servizio per i fallimenti di Inghilterra e Galles (Insolvency Service for England and Wales)?

Il servizio per i fallimenti di Inghilterra e Galles, ai sensi della normativa vigente, deve gestire i registri fallimentari, i registri delle restrizioni imposte a coloro che sono stati dichiarati ai falliti e quelli delle restrizioni imposte ai debitori. Il "registro dei fallimenti"'(Individual Insolvency Register) riunisce i suddetti registri e contiene informazioni su:

  • i fallimenti che sono pendenti o che sono terminati nel corso degli ultimi 3 mesi;
  • le ordinanze di sgravio dei crediti pendenti o che sono terminate negli ultimi 3 mesi;
  • gli accordi volontari individuali (Individual voluntary arrangements) e gli accordi volontari accelerati (Fast-Track voluntary arrangements) che sono pendenti, compresi quelli che sono terminati negli ultimi 3 mesi;
  • le ordinanze che impongono restrizioni al fallito o gli impegni del fallito in materia di restrizioni e le ordinanze provvisorie che impongono restrizioni al fallito che sono pendenti;
  • le ordinanze che impongono restrizioni al debitore o gli impegni del debitore in materia di restrizioni e le ordinanze provvisorie che impongono restrizioni al debitore che sono pendenti.

La consultazione del registro delle imprese è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Come consultare il registro fallimentare di Inghilterra e Galles

Il registro si trova sul Il link si apre in una nuova finestrasito internet del servizio per i fallimenti, e può essere consultato sulla rubrica "Find someone" (trovare qualcuno). Cliccando sul link del Il link si apre in una nuova finestraregistro dei fallimenti si può effettuare una ricerca mediante il nome o la ragione sociale.

Storia del registro fallimentare di Inghilterra e Galles

Il servizio per i fallimenti è un'agenzia esecutiva del ministero del commercio, dell'innovazione e delle competenze (Department for Business Innovation and Skills) e per tramite dell'amministratore giudiziario (official receiver):

  • amministra e indaga sulle procedure fallimentari, sui soggetti che sono oggetto di un'ordinanza di sgravio del debito, e sulle società e partenariati sottoposte a liquidazione coattiva da parte del giudice e stabilisce le cause della loro insolvenza;
  • agisce come curatore fallimentare/liquidatore nel caso in cui non sia stato nominato un amministratore giudiziario privato;
  • agisce come curatore e supervisore nell'ambito degli accordi volontari accelerati (Fast-Track voluntary arrangements).

Inoltre, il servizio:

  • dà seguito alle segnalazioni di illeciti commessi da parte dei falliti o delle persone oggetto di un'ordinanza di sgravio dei debiti o dei curatori fallimentari;
  • si occupa della dichiarazione di interdizione dall'incarico di amministratore nei fallimenti;
  • si occupa delle ordinanze che impongono restrizioni ai falliti e impegni dei falliti in materia di restrizioni e delle ordinanze che impongono restrizioni ai debitori e impegni dei debitori in materia di restrizioni;
  • si occupa del riconoscimento degli amministratori giudiziari e della regolamentazione della loro professione;
  • valuta e paga le indennità di licenziamento allorché un datore di lavoro viene dichiarato fallito;
  • offre servizi contabili e servizi d'investimento alle strutture che gestiscono attivi del fallimento e/o della liquidazione;
  • conduce indagini riservate su talune società qualora vi sia un interesse pubblico;
  • consiglia i ministeri e le altre amministrazioni in materia di fallimenti, licenziamenti e su altre questioni connesse;
  • fornisce informazioni al pubblico in materia di fallimenti di licenziamento e di inchieste grazie al suo sito internet, alle sue pubblicazioni e al suo servizio informazioni (Insolvency Enquiry Line).

Clausola di esclusione della responsabilità del registro fallimentare in lingua inglese e gallese

Il testo presente sul sito Internet così recita:

"Pur essendo stato compiuto ogni sforzo per garantire l'accuratezza delle informazioni fornite, potrebbero verificarsi errori occasionali. Chiunque accerti la presenza di informazioni inesatte o l'omissione di informazioni è pregato di darcene comunicazione utilizzando i link per il feedback contenuti nel sito, per consentirci di esaminare a fondo la questione e correggere la banca dati come richiesto.

L'Insolvency Service non risponde degli errori o delle omissioni causati da condotta negligente o da comportamenti di altro genere. Si prega di notare che i ricevitori di servizio e ufficiali di insolvenza non possano fornire consulenza giuridica o finanziaria. La invito a rivolgersi a un ufficio di consulenza per i cittadini, a un avvocato, a un revisore contabile esterno qualificato, a un curatore fallimentare, a un consulente finanziario o a un centro di consulenza di elevata reputazione.

L'Individual Insolvency Register è un registro aperto al pubblico; l'Insolvency Service non autorizza né rilascia dichiarazioni sull'utilizzo dei dati contenuti nel registro da parte di terzi".

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraservizio per i fallimenti per Inghilterra e Galles

Il link si apre in una nuova finestraregistro dei fallimenti per Inghilterra e Galles


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 04/12/2015