Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Diritto internazionale


Il diritto internazionale è un corpus di norme riconosciute dagli Stati o dalle nazioni come vincolanti per le loro relazioni mutue, comprese le loro relazioni con le organizzazioni internazionali. Il diritto internazionale è solitamente incorporato negli accordi tra Stati sovrani, e/o derivati da tali accordi.


Settori

Il termine “diritto internazionale” può riferirsi a due rami del diritto:

  • Il diritto internazionale pubblico: esso regola le relazioni tra Stati e organizzazioni internazionali e si occupa di settori come i diritti umani, il diritto dei trattati, il diritto del mare, il diritto penale internazionale e il diritto umanitario internazionale.
  • Il diritto internazionale privato - o conflitti di leggi - è una serie di norme di diritto procedurale che stabilisce il sistema giuridico al quale fare riferimento e il diritto nazionale che si deve applicare a una determinata controversia. Tali norme si applicano quando una controversia giuridica presenta un elemento transfrontaliero come nel caso di un contratto concluso tra parti che risiedono in Stati diversi o quando l’elemento transfrontaliero sussiste in considerazione del fatto che si tratta di un paese multi giurisdizionale.

Relazione con il diritto europeo (UE)

Sebbene il diritto dell’UE possa essere considerato una forma particolare di diritto internazionale, la parte principale del complesso del diritto dell’UE ha alcuni particolari aspetti che di solito non sono caratteristici del diritto internazionale: in particolare, i cittadini possono invocare diritti garantiti dal diritto dell’UE dinanzi agli organi giurisdizionali negli Stati membri dell’UE, mentre il diritto internazionale di solito dev’essere trasposto nell’ordinamento nazionale prima che i cittadini possano invocarlo. Inoltre, il diritto dell’UE spesso prevale sul diritto degli Stati membri dell’UE. Perciò questo portale ha pagine distinte per il diritto dell’UE e per il diritto internazionale.

Fonti e banche dati

Il diritto internazionale ha le sue fonti principalmente in accordi internazionali o convenzioni, oltre a una serie di valori, regole e principi comunemente riconosciuti, che non devono essere necessariamente riferiti in modo esplicito a un accordo. Gli accordi internazionali possono essere bilaterali (cioè tra due Stati sovrani) o multilaterali (cioè tra più di due Stati). Molto spesso, essi vengono preparati e negoziati nell’ambito di un’organizzazione internazionale come leIl link si apre in una nuova finestraNazioni Unite (NU), il Il link si apre in una nuova finestraConsiglio d’Europa e molti altri. Una fonte importante del diritto internazionale è anche la giurisprudenza degli organi giurisdizionali internazionali.

Esistono varie fonti di informazione disponibili al pubblico per quanto riguarda il diritto internazionale. Qui di seguito ecco un elenco non esaustivo:

Le Nazioni Unite hanno istituito la Il link si apre in una nuova finestraCommissione di diritto internazionale il cui compito è di promuovere lo sviluppo progressivo del diritto internazionale e la sua codificazione. A tal fine, essa pubblica studi e inchieste, riunisce precedenti ed elabora proposte per nuovi trattati. Il lavoro della Commissione di diritto internazionale ha portato a una serie di importanti trattati e altre opere importanti di diritto internazionale.


Questa pagina è a cura della Commissione europea. Le informazioni contenute in questa pagina non riflettono necessariamente il parere ufficiale della Commissione europea. La Commissione declina ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Si rinvia all'avviso legale per quanto riguarda le norme sul copyright per le pagine europee.
La Commissione sta aggiornando alcuni contenuti del sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

Ultimo aggiornamento: 01/02/2020