Aizvērt

IR PIEEJAMA PORTĀLA BETA VERSIJA!

Apmeklējiet Eiropas e-tiesiskuma portāla BETA versiju un sniedziet atsauksmes par savu pieredzi!

 
 

Navigācijas ceļš

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Aste giudiziarie - Francia

Šīs lapas saturs ir mašīntulkojums, kura kvalitāti nevar garantēt.

Šī tulkojuma kvalitāte ir novērtēta kā: viduvēja

Vai šis tulkojums palīdz?


1. Pubblicità e determinazione dei prezzi dei beni sequestrati

A. Misure preparatorie per la vendita forzata

La vendita obbligatoria di beni immobili è oggetto di pubblicità obbligatoria su iniziativa del creditore:

  • esponendo una posizione facilmente accessibile al pubblico nei locali del tribunale, l'avviso fa riferimento all'edificio utilizzato, fornendo una descrizione sommaria (natura, eventuale occupazione, tutti gli elementi noti relativi alla sua superficie) e menzionerà l'importo del prezzo.
  • esibendo un avviso semplificato quando le merci sono vendute,
  • inserimento di un parere in una rivista legale per la diffusione locale.

Il creditore può effettuare ulteriori annunci pubblicitari sotto la sua responsabilità o con l'autorizzazione del giudice.

La vendita forzata di beni mobili è oggetto di pubblicità obbligatoria mediante affissione presso il municipio del comune di residenza del debitore e presso il punto di vendita.

Ulteriori pubblicità possono essere effettuate dal commerciante che effettuerà la vendita sul proprio sito web o, nel caso dei banditori d'asta, sui siti web pertinenti della professione: Il link si apre in una nuova finestraHttps:// www.interencheres.com/ o https://www.interencheres.com/Il link si apre in una nuova finestra, per mezzo di una stampa, di un prospetto o di un catalogo. Tale pubblicità può includere la descrizione delle merci e la loro stima.

Gli armadi messi in vendita all'asta sono presentati al momento della vendita dal responsabile del collocamento o dal professionista autorizzato che organizza la vendita. Può essere effettuata una precedente esposizione dei beni.

Gli edifici sequestrati possono essere visitati nelle date e nei tempi stabiliti dal giudice (articolo R.322-26 CPCE) e le visite sono effettuate con il supporto di un ufficiale giudiziario. Il capitolato d'oneri, che contiene, tra l'altro, un resoconto della descrizione delle merci vendute da un ufficiale giudiziario e delle principali condizioni della vendita, può essere liberamente consultato presso la cancelleria del tribunale incaricato della vendita o, a determinate condizioni, nella legge dello studio legale che la segue.

B. L'organizzazione e lo svolgimento delle aste:

Per quanto riguarda il sequestro di beni immobili, le condizioni di vendita sono redatte sotto la responsabilità del creditore che intende: detto giudice fissa quindi l'importo del prezzo, che può tuttavia essere contestato dal debitore, essendo il giudice dell'esecuzione chiamato a pronunciarsi al termine dell'udienza di orientamento.

Per quanto riguarda il sequestro di titoli, il commerciante che effettua la vendita fissa liberamente il prezzo, vale a dire il prezzo al quale le merci sono vendute. Il commerciante che effettua la vendita può avvalersi dei servizi di un esperto se la stima dei beni lo richiede.

Per quanto riguarda l'asta, il miglior offerente e l'offerente finale sono aggiudicatari della proprietà, osservando che le aste non sono limitate nel tempo, ma possono essere effettuate solo dopo tre aste. L'offerta non è subordinata al deposito di una garanzia o di un deposito.

Per quanto riguarda l'escussione della proprietà, il sistema è un sistema di aste in cui ciascuna asta deve coprire l'asta precedente; le aste sono interrotte quando sono trascorsi 90 secondi dall'ultima asta (con un sistema visivo e sonoro di comunicazione al pubblico ogni due volte).

Le parti interessate che intendono partecipare all'asta devono fornire al loro avvocato una garanzia bancaria irrevocabile o un assegno bancario redatto nell'ordine del fondo fiduciario o del fondo di deposito, pari al 10 % dell'importo del prezzo applicato (ma tale importo non può essere inferiore a 3 000 EUR). Tale somma sarà restituita all'offerente al termine della procedura di gara, se quest'ultimo non è stato dichiarato aggiudicatario.

2. Terzi autorizzati a effettuare l'operazione di vendita

I banditori d'asta, i notai, gli intermediari di merci giurati e gli ufficiali giudiziari sono gli unici professionisti autorizzati a organizzare le vendite giudiziarie di beni mobili (in particolare i beni mobili sequestrati) all'asta pubblica.

Le vendite all'asta di beni immobili sono effettuate esclusivamente dinanzi al giudice dell'esecuzione del tribunale.

3. Tipi di vendita in tribunale ai quali le norme potrebbero applicarsi solo in parte

Le aste pubbliche volontarie sono possibili per le aste volontarie, che sono soggette a regole molto più flessibili rispetto alle aste. Si applicano gli articoli L. 321-1 e segg. e R. 321-1 e segg. del codice di commercio. Le vendite volontarie non fanno parte di un procedimento di esecuzione giudiziario.

Nel caso di beni immobili, la vendita può essere ordinata sulla base di una citazione nell'ambito di una divisione tra i proprietari in azioni non divise, o dal Commissioner nell'ambito di un procedimento collettivo contro il proprietario. In entrambi i casi, le condizioni per la vendita sono stabilite nella decisione giudiziaria che ordina la vendita.

4. Informazioni sui registri immobiliari nazionali

Per quanto riguarda la proprietà immobiliare, il catasto — che è un documento amministrativo e fiscale — può fornire al creditore informazioni sui beni detenuti dal debitore nel territorio di un comune e sulla loro consistenza (edifici immobili o non edificati, capacità dei terreni, natura di ciascuna stanza). Inoltre, i servizi di pubblicità immobiliare (servizi amministrativi della Direzione generale delle Finanze pubbliche) conservano un fascicolo immobiliare per ciascun comune, che elenca, a nome di ciascun proprietario e per ciascun edificio, estratti dei documenti pubblicati, presentando in tal modo la situazione giuridica di ciascun edificio.

Per quanto riguarda i beni mobili, il sistema di identificazione dei veicoli (Vehicle Identification System — VRS) fornisce informazioni sullo stato civile del titolare del certificato di immatricolazione dei veicoli a motore e delle due ruote sul numero di immatricolazione e sulle caratteristiche del veicolo. Esistono schedari nazionali in cui devono essere registrate le navi (decreti), navi (registro di immatricolazione, sistema informatizzato gestito dal ministero dei Trasporti) e aeromobili (registro di immatricolazione tenuto dal ministero dell'aviazione civile). I diritti di proprietà intellettuale sono elencati in un fascicolo nazionale, direttamente accessibili ai creditori e detenuti dall'INPI (Istituto nazionale per la proprietà intellettuale). I titoli di opere cinematografiche destinate alla proiezione pubblica in Francia sono iscritti nel registro pubblico cinematografico e audiovisivo, gestito da un agente dell'amministrazione fiscale, e i titoli delle opere letterarie che sono state oggetto di un'opzione per l'acquisto dei diritti di conversione sono iscritti nel registro delle opzioni.

Nel settore degli edifici: il catasto è tenuto da ciascun comune, con diverse serie di documenti (mappa catastale, stato di sezione, matrice catastale); solo l'indagine catastale è tenuta in formato elettronico. Il registro immobiliare è tenuto dai servizi locali di pubblicità immobiliare presso ciascun tribunale distrettuale (non esiste un fascicolo nazionale).

Nel caso dei veicoli a motore, ogni prefettura tiene un registro, ma le SIV tengono un archivio informatico nazionale.

Per le navi, il registro è informatizzato, tenuto dal ministero dei Trasporti; per le navi esistono sei registri diversi, detenuti anche dal ministero dei Trasporti.

Per gli aeromobili, il registro di immatricolazione è tenuto dal ministero dell'aviazione civile ed è accessibile via Internet a scopo informativo.

Le informazioni relative ai vari diritti di proprietà intellettuale sono centralizzate da un unico organismo, l'INPI, che consente l'accesso a varie risorse documentali attraverso il suo sito web.

I servizi catastali sono parzialmente accessibili online. Si tratta solo di un servizio di controllo catastale, e non della matrice catastale (che può essere utilizzata come informazione sui proprietari), così come del registro internazionale francese, che elenca le navi a bordo libero, e dei registri INPI.

In generale, la maggior parte dei registri, quando sono pubblici, sono soggetti alle disposizioni del codice dei rapporti tra il pubblico e l'amministrazione, che prevedono che l'accesso ai documenti amministrativi possa essere reso gratuito, mediante consultazione in loco o mediante il rilascio di una copia, gratuitamente, a spese di riproduzione, o per posta elettronica, gratuitamente, se il documento è disponibile in formato elettronico.

5. Informazioni sulle banche dati che consentono ai creditori di identificare i beni e i crediti di un debitore

L'articolo L.152-1 del CPCE consente all'ufficiale giudiziario di ottenere informazioni che consentano di conoscere l'indirizzo del debitore, l'identità e l'indirizzo del suo datore di lavoro o di qualsiasi terzo debitore o depositario di un flusso di cassa o da pagare e la composizione dei suoi beni alle autorità dello Stato, delle regioni, dei dipartimenti, dei comuni, degli enti pubblici o degli enti controllati dall'autorità amministrativa.

L'utente può chiedere direttamente alla FICOBA (il fascicolo del conto bancario nazionale, gestito dalle autorità fiscali e finanziato dalle banche) di ottenere informazioni sull'esistenza di conti bancari aperti a nome del debitore e sui luoghi in cui tali conti sono tenuti.

L'utente può rivolgersi alle casse malattia o di disoccupazione.

Ai sensi dell'articolo L.152-2 del CPCE, le banche sono tenute a comunicare all'ufficiale giudiziario autorizzato dal creditore se uno o più conti sono aperti a nome del debitore e dei luoghi in cui tali conti sono detenuti, ad esclusione di qualsiasi altra informazione.

Il sistema di identificazione dei veicoli (Vehicle Identification System — VRS), al quale l'ufficiale giudiziario autorizzato dal creditore può avere accesso, consente di ottenere informazioni sullo stato civile del titolare del certificato di immatricolazione dei veicoli a motore e delle due ruote sul numero di immatricolazione e sulle caratteristiche del veicolo.

Il creditore non può accedere direttamente a tali banche dati, ma può farlo attraverso il concorso dell'ufficiale giudiziario autorizzato a svolgere il procedimento esecutivo.

6. Informazioni sulle vendite giudiziarie online

Nel sistema delle aste di beni mobili in Francia esistono due tipi di aste via Internet:

  • vendite "live" o "live" parzialmente dematerializzate: La vendita avviene fisicamente in un determinato luogo ed è trasmessa in diretta online, sul sito web del professionista o in uno dei siti pertinenti disponibili per la professione di banditore d'asta (https://www.interencheres.com/ Il link si apre in una nuova finestraoIl link si apre in una nuova finestrahttps://www.drouotlive.com). Tali vendite giudiziarie sono consentite, in quanto nulla impedisce loro, ed è attualmente in aumento.
  • Vendite online, completamente prive di supporti cartacei: la vendita avviene unicamente su Internet, senza alcuna presenza fisica in un determinato luogo. Tali vendite non sono possibili in ambito giudiziario (a differenza delle vendite volontarie), come indicato nei testi, in quanto vi sono ostacoli tecnici giuridici.

le vendite (parziali) prive di supporti cartacei sono possibili solo per i beni mobili.

Gli operatori che effettuano vendite possono fare pubblicità a livello transfrontaliero e le aste possono provenire da qualsiasi aggiudicatario, indipendentemente dalla sua ubicazione e nazionalità, indipendentemente dal fatto che la vendita sia "in diretta" o meno (esistono anche meccanismi di asta a distanza: ordini di acquisto trasmessi per iscritto o per telefono).

Per partecipare a un'asta senza carta, il soggetto (potenziale offerente) non è tenuto a fornire la propria firma, ma il commerciante incaricato della vendita può richiedere il timbro della carta bancaria. La registrazione deve essere ottenuta dal commerciante incaricato della vendita e può, in linea di principio, essere effettuata con qualsiasi mezzo, con tutta probabilità di essere registrata attraverso il sito web sul quale la vendita è ritrasmessa. Sono possibili ordini scritti di acquisto, a prescindere dal mezzo.

Le modalità di pagamento accettate sono stabilite dall'operatore incaricato della vendita.

Non è necessario che l'offerente remoto sia presente di persona (può, se lo desidera). Può seguire l'asta in diretta e trasmettere il proprio ordine in tempo reale. Egli può anche registrare uno o più ordini di acquisto prima della vendita, nel qual caso l'asta è aumentata progressivamente, tenendo conto del momento della partenza dell'asta proposta. Un collegamento telefonico è solitamente possibile anche durante l'asta.

Le possibilità di traduzione dipendono dalla capacità dell'operatore incaricato della vendita e dei suoi ausiliari, in quanto le norme non impongono alcun obbligo al riguardo.

Nel caso di configurazioni di siti web di vendita, solo le persone registrate per le vendite online possono accedervi tramite il sito web. D'altro canto, il pubblico ha accesso alla vendita nel luogo in cui essa ha luogo.


Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 25/09/2020