Aste giudiziarie - Italia

Ripristina Salva come PDF

1. Pubblicità e fissazione del prezzo di vendita dei beni pignorati

Le vendite all’asta vengono pubblicizzate mediante inserimento dell’annuncio

I predetti mezzi di diffusione sono obbligatori.

Il giudice può stabilire di far eseguire la pubblicità anche su uno o più quotidiani.

Il prezzo è determinato dal giudice, che però si fa sempre assistere da un esperto del settore immobiliare.

2. Terzi autorizzati alla vendita

Il giudice generalmente delega le operazioni di vendita a professionisti e cioè: avvocati, commercialisti e notai.

E’ istituito un elenco dei professionisti presso ogni Tribunale.

3. Tipi di asta a cui si applicano parzialmente le norme in materia di esecuzione

Nel caso delle vendite nelle procedure concorsuali (fallimento e concordato preventivo) il giudice può decidere se procedere alla vendita applicando le norme del codice di procedura civile o meno.

Nel primo caso, si applicano tutte le disposizioni previste dal codice di procedura civile.

4. Informazioni sui registri nazionali dei beni

Beni immobili: esiste il Registro Immobiliare, che contiene tutti i dati relativi non solo agli acquisti e alle vendite, ma anche alla costituzione, modificazione o estinzione di diritti reali di godimento (usufrutto, ecc.) o di diritti reali di garanzia (ipoteca).

Beni mobili: esiste il Pubblico Registro Automobilistico, che contiene tutti i dati relativi a veicoli e beni mobili registrati.

Registro di marchi e brevetti: si tratta di beni immateriali; il registro è tenuto dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM).

Registro delle navi e aeromobili: è previsto dal codice della navigazione.

Registro delle imprese: partecipazioni in società per azioni o società a responsabilità limitata o quote in società di persone.

5. Informazioni relative alle banche dati che possono essere utilizzate da parte del creditore per identificare i beni materiali o i crediti del debitore

Le banche dati che un creditore può utilizzare per acquisire informazioni su beni e crediti del debitore, da sottoporre a pignoramento, sono le seguenti:

a) archivio dei rapporti finanziari, da cui possono essere ricavate informazioni relative a:

  • conto corrente
  • conto deposito titoli e/o obbligazioni
  • conto deposito a risparmio libero/vincolato
  • rapporto con società fiduciarie
  • tutti gli strumenti di gestione collettiva del risparmio e cioè: quote di fondi di investimento e SICAV (società di investimento a capitale variabile, che ha per oggetto l’investimento collettivo di patrimonio mediante l’offerta al pubblico di proprie azioni) e che si differenzia dal fondo comune perché l’investitore diventa socio della SICAV
  • gestione patrimoniale individualizzata a favore del singolo risparmiatore
  • certificati di deposito e buoni infruttiferi
  • portafoglio (cioè, i rapporti di sconto, salvo buon fine, conto anticipo ricevute)
  • cassette di sicurezza
  • contratti di deposito
  • contratti derivati (ad esempio: swap, option, futures, contratti a termine)
  • carte di credito/debito, con l’indicazione del plafond di spesa
  • garanzie reali e personali, attive e passive, cioè sia quelle prestate dal soggetto ai suoi clienti, che quelle ricevute dai clienti
  • crediti: ogni tipo di credito che il soggetto ha con la banca o con l’intermediario: fidi in bianco, fidi garantiti, a scadenza, a revoca, compresi quelli contestati dalla banca
  • finanziamenti: mutui ipotecari, finanziamenti chirografari, crediti al consumo, prestiti personali, prestiti obbligazioni e finanziamenti soci
  • fondi pensione
  • partecipazioni societarie

b) anagrafe tributaria, da cui possono essere ricavate informazioni relative a:

  • elenco clienti e fornitori
  • atti contrattuali sottoposti a imposta di registro

c) banca dati denominata NOIPA da cui possono essere ricavate informazioni relative a:

  • credito per stipendio
  • cessioni di quinto

d) banca dati delle pensioni di guerra, da cui possono ricavarsi informazioni relative a pensioni percepite non solo da chi ha partecipato ala Seconda Guerra Mondiale, ma anche dai militari che hanno partecipato a missioni internazionali

e) Banca dati UNILAV, da cui possono ricavarsi informazioni relative alle retribuzioni percepite da datori di lavoro.

6. Informazioni sulle aste giudiziarie online

L’asta si fa on line sia per i beni mobili che per gli immobili.

Non vi è un’unica piattaforma governativa, ma più piattaforme predisposte da vari operatori nazionali


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 03/06/2019