Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Competenza giurisdizionale - Belgio

La versione originale in lingua francese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: inglese.

1 Occorre adire un giudice civile ordinario o rivolgersi ad un giudice specializzato (ad esempio il giudice del lavoro)?

Non applicabile

2 Nel caso in cui sia competente il giudice civile ordinario (ossia è questo il giudice che si occupa di tali casi), come si può identificare quello presso il quale promuovere la causa?

2.1 Vi è distinzione tra gradi più o meno alti della magistratura ordinaria civile (ad esempio, i tribunali circoscrizionali sono di grado inferiore rispetto ai tribunali regionali) e, in caso affermativo, qual è competente per la mia causa?

Introduzione

In considerazione delle caratteristiche specifiche dell'ordinamento giuridico belga, le domande 1 e 2 devono essere trattate insieme per esigenze di chiarezza.

Occorre distinguere tra competenza assoluta (talvolta indicata anche come competenza ratione materiae) e competenza territoriale.

Ogni domanda ha un determinato oggetto e in molti casi un valore monetario. Il legislatore stabilisce la portata della competenza assoluta indicando la natura e il valore delle cause su cui il giudice può pronunciarsi.

Nel presente fascicolo informativo la competenza assoluta è descritta nella risposta alle domande 1 e 2.1.

I giudici non sono competenti per l'intero territorio belga. La legge ha suddiviso il nostro paese in ripartizioni giudiziarie (distretti, regioni ecc.). Ogni tribunale è competente esclusivamente per la propria area. Si tratta della competenza territoriale che è descritta nella risposta alla domanda 2.2.

Competenza esclusiva: il rechtbank van eerste aanleg (giudice di primo grado).

Il giudice di primo grado ha "competenza esclusiva". Ciò significa che esso, diversamente da tutti gli altri giudici, può pronunciarsi su tutte le controversie, comprese quelle che ricadono nella competenza di giudici diversi.

L'articolo 568 del Gerechtelijk Wetboek (codice di procedura civile) stabilisce che il giudice di primo grado esamina tutte le domande tranne quelle che devono essere promosse direttamente davanti alla Corte d'appello o alla Corte di cassazione. Il giudice di primo grado ha pertanto una competenza esclusiva condizionata. La competenza esclusiva del giudice di primo grado è soggetta a condizione in quanto il convenuto può sollevare un'eccezione di incompetenza fondata sulla competenza speciale di un altro giudice. Il giudice di primo grado dispone inoltre di numerosi poteri esclusivi. Molte azioni devono essere proposte dinanzi ad esso anche se il valore della domanda è inferiore a 2 500 EUR, ad esempio le domande attinenti allo status personale.

Altri giudici.

Di seguito è fornita una lista degli altri giudici con una breve descrizione delle materie rientranti nella loro competenza esclusiva.

a) Vrederechter (giudice di pace)

A norma dell'articolo 590 del codice di procedura civile, nella competenza esclusiva del giudice di pace rientrano tutte le domande di valore inferiore a 2.500 euro, ad eccezione di quelle che sono state specificamente assegnate a un giudice diverso. Oltre a tale competenza generale, al giudice di pace sono assegnati una serie di poteri speciali (v. articoli 591, 593 e 594 del codice di procedura civile) e di poteri esclusivi (articoli 595 e 597 del codice di procedura civile) a prescindere dal valore della domanda. Esempi di tali poteri speciali sono le controversie in materia di locazione, comproprietà, servitù e obbligazioni alimentari. Il giudice di pace è anche competente a redigere certificati di adozione e dichiarazioni giurate. Anche le espropriazioni urgenti e l'apposizione di sigilli rientrano nei poteri esclusivi del giudice di pace.

b) Politierechtbank (tribunale di polizia)

A norma dell'articolo 601 del codice di procedura civile, il tribunale di polizia è competente a trattare tutte le cause di risarcimento che da incidenti stradali a prescindere dall'importo. Si tratta di una competenza esclusiva.

c) Rechtbank van koophandel (tribunale commerciale)

A norma dell'articolo 573 del codice di procedura civile, il tribunale commerciale è competente a pronunciarsi, in primo grado, sulle controversie in essere tra operatori commerciali riferite ad atti che la legge considera transazioni commerciali e che non rientrano nella competenza generale del giudice di pace o del tribunale di polizia.

Una persona che non riveste la qualifica di operatore commerciale può scegliere di convenire un operatore commerciale dinanzi a un tribunale commerciale, ma un operatore commerciale non può agire giudizialmente dinanzi al tribunale commerciale contro una persona che non abbia tale qualifica. Il tribunale commerciale esamina inoltre le controversie riguardanti cambiali e pagherò cambiari se la richiesta supera i 2 500 EUR.

Oltre ai suddetti poteri di carattere generale, al tribunale commerciale sono riconosciuti una serie di poteri speciali ed esclusivi. I poteri speciali sono elencati nell'articolo 574 del codice di procedura civile e comprendono in particolare le controversie riguardanti le società commerciali e le richieste attinenti alla navigazione interna e d'alto mare. L'articolo 574, paragrafo 2, del codice di procedura civile descrive la competenza esclusiva del tribunale commerciale: le domande e le controversie derivanti direttamente da fallimenti e procedure di amministrazione controllata conformemente alle disposizioni della legge fallimentare dell'8 agosto 1997 e alla legge del 31 gennaio 2009 sulla continuità d'impresa e che possono essere definite sulla base della legge speciale applicabile al sistema dei fallimenti e delle procedure di amministrazione controllata.

d) Arbeidsrechtbank (tribunale del lavoro)

Il tribunale del lavoro è il principale giudice speciale e ha prevalentemente poteri speciali. Tali poteri sono descritti negli articoli 578 e seguenti del codice di procedura civile:

  • controversie in materia di lavoro;
  • controversie vertenti su infortuni sul lavoro e malattie professionali;
  • controversie in materia di sicurezza sociale.

Il tribunale del lavoro ha competenza esclusiva per quanto riguarda l'applicazione delle sanzioni amministrative indicate nelle leggi e nei regolamenti di cui agli articoli da 578 a 582, nella legge sulle sanzioni amministrative previste in caso di violazione di determinati provvedimenti in materia di sicurezza sociale e rispetto alle richieste attinenti ai meccanismi di gestione del debito.

e) Presidente della corte – procedimento sommario

Gli articoli da 584 a 589 del codice di procedura civile stabiliscono che, in tutti i casi urgenti, i giudici che presiedono il tribunale (primo grado, commerciale e del lavoro) sono competenti a emettere provvedimenti provvisori nelle materie che rientrano nella competenza del rispettivo tribunale, a condizione che i casi siano urgenti e il provvedimento sia soltanto provvisorio, fatta salva la decisione di merito. Tra i suddetti provvedimenti rientrano, ad esempio, la nomina di un consulente tecnico, la citazione di un teste, ecc.

f) Beslagrechter (giudice dei provvedimenti provvisori e conservativi) (v. articolo 1395 del codice di procedura civile)

Tutte le domande riguardanti un sequestro ante causa, gli atti esecutivi e gli interventi dell'ufficio per le obbligazioni alimentari come indicati nella legge del 21 febbraio 2003 che istituisce un ufficio per le obbligazioni alimentari nell'ambito del servizio pubblico federale delle finanze sono proposte dinanzi al giudice dei provvedimenti provvisori e conservativi.

g) Jeugdrechter (tribunale dei minori)

Sebbene le Comunità (gli Stati che compongono la federazione belga) siano competenti in materia di tutela dei minori, l'organizzazione dei tribunali per i minori rimane una questione federale disciplinata dalla Federale Wet betreffende de Wet op de Jeugdscherming (legge federale sulla tutela dei minori) dell'8 aprile 1965. Il tribunale per i minori è una sezione del tribunale di primo grado che si occupa specificamente di questioni attinenti alla tutela dei minori. Il tribunale per i minori è anche competente a pronunciarsi su talune questioni di diritto civile quali l'approvazione di un'adozione, le controversie tra genitori per l'esercizio della responsabilità genitoriale, i diritti di visita, ecc.

2.2 Competenza territoriale (il giudice competente per il mio caso è quello della città A o quello della città B?)

2.2.1 Regola generale della competenza territoriale

L'ordinamento giuridico belga si fonda sul principio della libertà di scelta dell'attore. La regola generale è contenuta nell'articolo 624, paragrafo 1, del codice di procedura civile. Di norma, l'attore agisce dinanzi al giudice del luogo di residenza del convenuto o di uno dei convenuti.

Cosa accade se il convenuto è una persona giuridica? La residenza di una persona giuridica corrisponde alla sede principale, cioè la sede amministrativa da cui viene gestita l'impresa.

2.2.2 Eccezioni alla regola generale

Testo principale (allineato a sinistra)

Si prega di inserire qui la risposta e di non modificare lo stile e la dimensione del font.

2.2.2.1 Quando posso scegliere tra il giudice della località di domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale) e un altro giudice?

In alcuni casi, l'attore può scegliere di agire dinanzi a un giudice diverso. Tale scelta è prevista in particolare nell'articolo 624, paragrafi 2, 3 e 4, del codice di procedura civile. Oltre al giudice del luogo di residenza del convenuto o di uno dei convenuti, l'attore può adire:

  • il giudice del luogo in cui le obbligazioni oggetto di controversia, o una di esse, sono insorte o in cui sono, sono state o dovrebbero essere adempiute;
  • il giudice del luogo di residenza scelto per l'attuazione della mozione;
  • il giudice del luogo in cui l'ufficiale giudiziario ha parlato al convenuto di persona nel caso in cui il convenuto o, se del caso, uno dei convenuti, non abbia una residenza in Belgio o all'estero.

L'ordinamento giuridico presume inoltre che in un procedimento sommario, la competenza territoriale spetti al presidente del tribunale del luogo in cui è prevista l'esecuzione della decisione.

Per quanto riguarda il mantenimento, l'articolo 626 del codice di procedura civile stabilisce che le domande in materia, come indicate nell'articolo 591, paragrafo 7, possono essere presentate dinanzi al giudice del luogo di residenza dell'attore (si tratta del genitore che ha diritto a ricevere il contributo di mantenimento).

Le disposizioni di cui agli articoli 624 e 626 hanno tuttavia carattere residuale e le parti possono derogarvi. Le parti possono pertanto stipulare, per ogni controversia, un accordo attributivo della competenza in forza del quale la controversia può essere rimessa in primo grado soltanto a determinati giudici.

Esistono tuttavia talune deroghe al succitato principio della libertà di scelta.

Il legislatore indica ad esempio una serie di casi nei quali l'attore è privato di ogni possibilità di scelta. Si tratta dei casi elencati negli articoli 627, 628 e 629 del codice di procedura civile. Tra questi rientrano:

  • nelle controversie in materia di contratti di lavoro (articolo 627, paragrafo 9) il giudice competente è quello del luogo in cui si trova la miniera, la fabbrica, il luogo di lavoro, il magazzino o l'ufficio e, in generale, il luogo designato per il funzionamento dell'impresa, lo svolgimento della professione o dell'attività dell'impresa, dell'associazione o dell'organizzazione;
  • nei casi in cui la domanda riguarda un divorzio o la separazione giudiziale per cause determinate o la conversione di una separazione giudiziale in divorzio (articolo 628, paragrafo 1), il giudice competente è quello nel luogo dell'ultima residenza coniugale o il luogo di residenza del convenuto.

Tuttavia, neppure nei suddetti casi la libertà di scelta è del tutto esclusa. L'articolo 630 del codice di procedura civile consente, in ogni caso, alle parti di raggiungere un accordo in deroga alle disposizioni di legge dopo che è insorta la controversia. Gli accordi raggiunti prima dell'insorgere della controversia sono però nulli ex lege.

2.2.2.2 Quando sono obbligato ad utilizzare un giudice diverso da quello del domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale)?

In alcuni casi, descritti nello specifico negli articoli 631, 632 e 633 del codice di procedura civile, è riconosciuta competenza territoriale esclusiva a un solo tribunale. L'attore non ha quindi alcuna facoltà di scelta e le parti non possono stipulare un accordo attributivo della competenza né prima, né dopo l'insorgere della controversia. Vi rientrano i seguenti casi:

  • fallimento (articolo 631, paragrafo 1, del codice di procedura civile): il tribunale commerciale sito nella ripartizione giudiziaria in cui l'operatore commerciale ha la propria sede principale alla data della dichiarazione di fallimento o in cui è stata avviata l'azione legale o, se si tratta di una persona giuridica, in cui ha la sua sede legale. Fallimento successivo: il tribunale commerciale ubicato nella ripartizione giudiziaria in cui il fallito ha l'attività di cui trattasi. Se vi sono più sedi di attività, è competente il tribunale adito per primo.
  • Amministrazione controllata (articolo 631, paragrafo 2, del codice di procedura): è competente il tribunale di commercio della ripartizione giudiziaria in cui il debitore ha la sua sede principale alla data della richiesta o, nel caso di una persona giuridica, la sua sede legale.
  • Controversie in materia di applicazione della normativa fiscale (articolo 632): è competente il giudice presso la corte d'appello nella cui ripartizione giudiziaria si trova l'ufficio al quale è o dovrebbe essere versata la tassa; nel caso in cui la controversia non sia legata alla riscossione di un'imposta, la ripartizione giudiziaria è quella dell'amministrazione fiscale e doganale che ha impartito l'ordine contestato. Tuttavia, nei casi in cui il procedimento si tiene in lingua tedesca, ha competenza esclusiva il giudice di primo grado di Eupen.
  • Domande riguardanti il sequestro ante causam e le modalità di esecuzione (articolo 633): è competente il giudice del luogo del sequestro conservativo salvo diversa previsione di legge. Per il sequestro presso terzi è competente il giudice del luogo di residenza del debitore nei confronti del quale viene effettuato il sequestro. Se il luogo di residenza del debitore nei cui confronti è compiuto il sequestro è sito all'estero o sconosciuto, la competenza spetta al giudice del luogo di esecuzione del sequestro [v. anche articolo 22, paragrafo 5, del regolamento (CE) n. 44/2001, del 22 dicembre 2000, concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale].
2.2.2.3 È possibile per le parti designare un foro che altrimenti non sarebbe competente?

Come già indicato supra, le disposizioni di cui agli articoli 624, 625 e 626 sono residuali e le parti possono derogarvi. Le parti possono stipulare, per ogni controversia, un accordo attributivo della competenza in forza del quale la controversia può essere rimessa in primo grado soltanto a determinati giudici.

Nei casi indicati negli articoli 627, 628 e 629 del codice di procedura civile, non è ammessa la conclusione di accordi attributivi della competenza prima che la controversia sia insorta. È tuttavia possibile dedurre dall'articolo 630 che tali accordi sono consentiti dopo l'insorgere della controversia.

Nei casi descritti negli articoli 631, 632 e 633 del codice di procedura non è ammessa la conclusione di accordi attributivi della competenza.

3 Se è competente una giurisdizione specializzata, come posso identificare il foro competente per la causa che intendo promuovere?

La risposta alla presente domanda è contenuta nella risposta alle domande 1 e 2.

Link

Articoli rilevanti del codice di procedura civile: Il link si apre in una nuova finestraServizio pubblico federale - Giustizia

  • cliccare su "Législation consolidée/Geconsolideerde wetgeving" (legislazione consolidata);
  • alla voce "Nature juridique/Juridische aard" (natura giuridica), selezionare "Code judiciaire/Gerechtelijk Wetboek" (codice di procedura civile);
  • nel campo "Mot(s)/Woord(en)" [voce(i)], digitare: "624";
  • cliccare su "Recherche/Opzoeking" (ricerca);
  • cliccare su "Liste/Lijst" (elenco).

* cliccare su "Justice de A à Z/Justitie van A tot Z" (La giustizia dalla A alla Z)

* selezionare "Cours: compétence/Hoven: bevoegdheid" (Giudici: competenza)

Supporto all'individuazione del giudice territorialmente competente: Il link si apre in una nuova finestraServizio pubblico federale - Giustizia

  • cliccare su "Compétence territoriale/Territoriale bevoegdheid" (competenza territoriale)

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 06/11/2015