Competenza giurisdizionale - Paesi Bassi

1 Occorre adire un giudice civile ordinario o rivolgersi ad un giudice specializzato (ad esempio il giudice del lavoro)?

Il diritto processuale civile dei Paesi Bassi non prevede giudici speciali, quali i tribunali del commercio o del lavoro. In linea di principio per tutti i procedimenti civili è competente il giudice distrettuale.

2 Nel caso in cui sia competente il giudice civile ordinario (ossia è questo il giudice che si occupa di tali casi), come si può identificare quello presso il quale promuovere la causa?

Gli organi giurisdizionali di primo grado esaminano tutte le questioni civili, ad eccezione dei casi previsti dalla legge. I tribunali civili si occupano dei procedimenti tra due parti (persone fisiche o giuridiche). Non sono competenti nelle controversie per le quali la competenza è attribuita ai tribunali amministrativi, ossia nelle controversie con l'amministrazione (autorità pubbliche). Il sistema giudiziario dei Paesi Bassi prevede tre tipi di organi giurisdizionali di diritto privato: i rechtbanken (tribunali distrettuali), i gerechtshoven (corti d'appello) e l'Hoge Raad Nederlanden (Corte suprema dei Paesi Bassi).

Dal 1° aprile 2013 i Paesi Bassi sono suddivisi in dieci distretti giudiziari, ognuno con un proprio tribunale, per un totale di undici tribunali con competenze in quattro ambiti. Esistono inoltre quattro corti d'appello e la Corte suprema dei Paesi Bassi.

In ogni tribunale distrettuale sono state istituite unità organizzative, chiamate "sezioni", che includono la sezione subdistrettuale, amministrativa, civile e penale. I fori sono organizzati in divisioni monocratiche e collegiali, composte nel primo caso da un unico giudice e nel secondo da tre giudici. Il principio di base stabilisce che i casi giudiziari subdistrettuali, i casi diretti e i casi urgenti siano esaminati da un tribunale in composizione monocratica. Molti procedimenti in materia di famiglia sono esaminati da un unico giudice. Un esempio di giudice in composizione monocratica è il tribunale per i minori per talune questioni riguardanti i minori. I casi complessi dal punto di vista giuridico sono sentiti da un giudice in composizione collegiale.

2.1 Vi è distinzione tra gradi più o meno alti della magistratura ordinaria civile (ad esempio, i tribunali circoscrizionali sono di grado inferiore rispetto ai tribunali regionali) e, in caso affermativo, qual è competente per la mia causa?

Un procedimento giudiziario è avviato di norma dinanzi a un tribunale distrettuale. Le sezioni dei tribunali distrettuali sono quattro:

  • diritto civile (cittadino contro cittadino);
  • diritto amministrativo (cittadino contro autorità pubblica);
  • diritto penale (illeciti e reati)
  • sezione subdistrettuale.

Corti d'appello

Chiunque si opponga alla decisione di un tribunale può presentare un appello. Le cause civili e penali sono proposte dinanzi a una delle quattro corti d'appello. Nei procedimenti amministrativi l'appello può essere esaminato, a seconda dell'oggetto, dai seguenti organi:

  • i gerechtshoven (corti d'appello);
  • il Centrale Raad van Beroep (corte d'appello per il pubblico impiego e la sicurezza sociale);
  • il College van Beroep voor het Bedrijfsleven (corte d'appello per il commercio e l'industria);
  • il Raad van State (afdeling bestuursrechtspraak) (Consiglio di Stato (sezione del contenzioso amministrativo).

Corte suprema

La Corte suprema dei Paesi Bassi è la massima autorità giudiziaria del paese in materia di diritto civile, penale e tributario. Può annullare le sentenze delle corti di appello (la cosiddetta "cassazione") ed è inoltre sua competenza preservare l'unità giuridica e guidare lo sviluppo del diritto neerlandese.

2.2 Competenza territoriale (il giudice competente per il mio caso è quello della città A o quello della città B?)

Nei Paesi Bassi, gli organi giurisdizionali di primo grado sono gli arrondissementsrechtbanken (tribunali distrettuali). Le decisioni dei tribunali di primo grado possono essere impugnate dinanzi alle corti d'appello. In aggiunta, la "competenza relativa" è importante per determinare quale dei dieci tribunali distrettuali sia competente, ossia per stabilire se, per esempio, nel luogo in cui è esaminato il proprio caso abbia competenza territoriale il tribunale distrettuale di Amsterdam o quello di Leeuwarden.

Per i casi internazionali, cioè di natura transnazionale, una volta deciso che è competente l'autorità giudiziaria dei Paesi Bassi, la competenza territoriale è stabilita conformemente al diritto dei Paesi Bassi, purché la norma che determina la competenza internazionale non specifichi già anche il giudice competente a livello territoriale, a norma dell'articolo 5, paragrafo 1 o 3, del regolamento Bruxelles I (regolamento (CE) n. 44/2001 del Consiglio concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l'esecuzione delle decisioni in materia civile e commerciale).

2.2.1 Regola generale della competenza territoriale

Secondo la norma di base per i procedimenti avviati con atto di citazione in primo grado, ha competenza il tribunale del luogo di residenza del convenuto (articolo 99 del Wetboek van Burgerlijke Rechtsvordering (codice di procedura civile)). Qualora non sia nota alcuna residenza nei Paesi Bassi è competente il tribunale del luogo della dimora effettiva del convenuto (nei Paesi Bassi).

Per stabilire quale foro del distretto giudiziario dovrà esaminare un caso subdistrettuale è possibile fare riferimento all'allegato al Besluit nevenvestigings- en nevenzittingsplaatsen (decreto relativo alle sedi di seduta (tribunali) secondarie) del 10 dicembre 2001 (  Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.overheid.nl/).

Le norme sulla competenza territoriale dei tribunali distrettuali si applicano mutatis mutandis.

Secondo la norma di base per i procedimenti avviati dinanzi all'organo giurisdizionale di primo grado, è competente il tribunale del luogo di residenza dell'attore (o di uno degli attori o dei portatori d'interesse menzionati nel ricorso) (articolo 262 del codice di procedura civile). Qualora non esista alcun luogo di residenza noto nei Paesi Bassi, il tribunale competente è quello del luogo in cui l'attore dimora effettivamente. Se l'istanza è associata a un procedimento avviato con atto di citazione, è competente anche il tribunale che esamina il procedimento.

2.2.2 Eccezioni alla regola generale

Le norme di cui ai seguenti punti 2.2.2.1, 2.2.2.2 e 2.2.2.3 si riferiscono essenzialmente ai procedimenti avviati con atto di citazione.

Nei procedimenti avviati con istanza, che in genere competono al tribunale dell'istante, si applicano norme diverse per le domande di modifica degli alimenti.

Per chiedere la modifica degli alimenti versati al partner, l'attore deve adire il tribunale del luogo di residenza del debitore di alimenti. I debitori di alimenti che intendano proporre una domanda di modifica devono rivolgersi al tribunale distrettuale del luogo di residenza del creditore di alimenti.

2.2.2.1 Quando posso scegliere tra il giudice della località di domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale) e un altro giudice?

Per quanto concerne i procedimenti avviati con atto di citazione, il diritto processuale dei Paesi Bassi prevede una serie di disposizioni, che attribuiscono la competenza anche a un altro organo giudiziario oltre a quello competente designato conformemente alla norma di base (tribunale del luogo di residenza o di dimora effettiva del convenuto). Si tratta della competenza alternativa, nel cui ambito l'attore può scegliere tra il foro della norma di base o di quella alternativa. Qui di seguito l'alternativa è segnalata dall'uso dalla parola "anche".

Nei procedimenti avviati con atto di citazione si applicano le seguenti norme:

  • Casi in materia di occupazione/agenzia

Nei casi in materia di occupazione/agenzia ha competenza anche il luogo di lavoro abituale (articolo 100 del codice di procedura civile).

  • Casi riguardanti i consumatori

Nei casi riguardanti i consumatori è competente anche il tribunale del luogo di residenza, o in mancanza di una residenza, il tribunale del luogo di dimora effettiva del consumatore (articolo 101 del codice di procedura civile).

  • Illeciti civili, reati o quasi-reati

In materia di illeciti civili, reati o quasi-reati, è competente anche il tribunale in cui è stato commesso l'illecito (articolo 268, comma 102, del codice di procedura civile).

  • Beni immobili

In materia di beni immobili, è competente anche il tribunale competente per l'area in cui è situato il bene o la maggior parte di esso (articolo 103 del codice di procedura civile). Per le questioni relative alla locazione di abitazioni o locali commerciali ha competenza esclusiva il tribunale subdistrettuale competente nel luogo in è situato il bene in locazione o la maggior parte di esso.

  • Successioni

In materia di successioni, è competente anche il tribunale dell'ultimo luogo di residenza del defunto (articolo 104 del codice di procedura civile).

  • Persone giuridiche

Nelle questioni riguardanti persone giuridiche (per esempio, questioni riguardanti il loro scioglimento, la nullità o la validità delle loro decisioni, i diritti e gli obblighi dei loro membri o partner), è competente anche il tribunale del luogo di residenza o della sede della persona giuridica o dell'impresa.

  • Fallimento, sospensione dei pagamenti e rinegoziazione del debito

Per le questioni riguardanti l'applicazione delle disposizioni giuridiche in materia di fallimento, sospensione dei pagamenti e rinegoziazione del debito delle persone fisiche, è competente anche il giudice di sorveglianza o, in assenza di questi, il tribunale che ha deciso la sospensione dei pagamenti (articolo 106 del codice di procedura civile). Il Faillissementswet (legge sul fallimento) include inoltre norme speciali in materia di competenza, che prevalgono sulle norme relative alla competenza tratte dal codice di procedura civile.

  • Elezione del foro

Talvolta le parti designano nei loro contratti un foro diverso da quello competente a norma delle disposizioni statutarie (articolo 108, comma 1, del codice di procedura civile). Sono previste eccezioni alla libertà di elezione delle parti (articolo 108, comma 2, del codice di procedura civile) per questioni relative a consumatori, locazione e contratti di lavoro. In questi casi il giudice esamina la validità della clausola di attribuzione delle competenza (articolo 110 del codice di procedura civile).

  • Residenza della parte attrice

Laddove non sia possibile designare nessun tribunale competente nei Paesi Bassi, ai sensi delle suddette disposizioni in materia di competenza territoriale, l'articolo 109 del codice di procedura civile prevede che, in via eccezionale, la competenza possa essere attribuita al tribunale di residenza dell'attore. Questa situazione può verificarsi qualora un dipendente intenda citare il datore di lavoro straniero dinanzi agli organi giurisdizionali dei Paesi Bassi e l'esercizio della professione non si limita a un luogo specifico ma si estende a tutto il paese. Se non è possibile determinare il tribunale competente neppure in questo modo, il caso è sottoposto al tribunale distrettuale dell'Aia.

Per i casi relativi al divorzio, occorre inoltre tenere presente che:

la competenza territoriale del giudice del divorzio è disciplinata dall'articolo 262 del codice di procedura civile. Secondo la norma di base, è competente il tribunale del luogo di residenza dell'attore (o di uno degli attori o uno dei portatori di interesse menzionati nella domanda) e, nel caso in cui l'attore non abbia un luogo di residenza noto nei Paesi Bassi, il tribunale del luogo di dimora effettiva dell'attore (nei Paesi Bassi).

2.2.2.2 Quando sono obbligato ad utilizzare un giudice diverso da quello del domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale)?

Il diritto processuale dei Paesi Bassi contiene alcune norme speciali in materia di competenza territoriale che si discostano dalla norma di base e prevalgono su di essa. Negli specifici casi elencati di seguito deve essere scelto un tribunale diverso da quello del luogo di residenza del convenuto.

  • Minori

Nei casi sui minori è competente il tribunale del luogo di residenza, o in mancanza di una residenza nei Paesi Bassi, il tribunale del luogo di dimora effettiva del minore (articolo 265 del codice di procedura civile).

Non si tratta di un'alternativa, ma di una norma speciale che sostituisce la norma di base. Ad avere competenza non è il tribunale del luogo di residenza o di dimora dell'attore (norma di base per i procedimenti avviati con istanza), bensì il tribunale del luogo di residenza o, in mancanza di un luogo di residenza nei Paesi Bassi, del luogo di dimora effettiva del minore. Se la norma non permette di determinare un foro specifico, avrà competenza il tribunale distrettuale dell'Aia.

  • Stato civile

Per le questioni riguardanti l'integrazione, la registrazione, la cancellazione o la modifica dei registri dello stato civile o di certificati da iscrivere o già iscritti in tali registri, è competente il tribunale che ha competenza per la registrazione del certificato (articolo 263 del Codice di procedura civile). Per i certificati da registrare o già registrati nei registri dello stato civile del comune dell'Aia, conformemente al Libro 1 del Burgerlijk Wetboek (codice civile), è competente il tribunale distrettuale dell'Aia.

  • Locazione di un bene immobile edificato

In materia di locazione di un immobile edificato o parte di esso, è competente il tribunale della giurisdizione in cui è situato il bene in locazione (articolo 264 del codice di procedura civile).

  • Curatela di adulti, amministrazione fiduciaria di un bene, tutela

In materia di curatela di un adulto, amministrazione fiduciaria di un bene per conto di un adulto, e tutela è competente il tribunale del luogo di residenza oppure, in mancanza di un luogo di residenza nei Paesi Bassi, il tribunale del luogo di dimora effettiva della persona oggetto della curatela, tutela o amministrazione fiduciaria in questione (articolo 266 del codice di procedura civile).

  • Persone assenti o scomparse; conferma del decesso (articolo 267 del codice di procedura civile)

In materia di successioni, è competente il tribunale dell'ultimo luogo di residenza del defunto (articolo 268, comma 1, del codice di procedura civile).

Per le questioni riguardanti persone assenti o scomparse, è competente il tribunale del luogo di residenza lasciato dalla persona assente o scomparsa. Per quanto riguarda la conferma del decesso, è competente il tribunale distrettuale dell'Aia (articolo 269 del codice di procedura civile). L'articolo 269 del codice di procedura civile funge quindi da rete di sicurezza.

2.2.2.3 È possibile per le parti designare un foro che altrimenti non sarebbe competente?

A norma dell'articolo 108 del codice di procedura civile, le parti possono scegliere per iscritto l'organo giurisdizionale cui rivolgersi. L'elezione del tribunale è possibile soltanto per i casi riguardanti i rapporti giuridici che possono essere istituiti liberamente delle parti. Pertanto, nei casi relativi all'ordine pubblico non è possibile scegliere il foro competente. Ne sono esempi alcune questioni relative al diritto di famiglia e i procedimenti in materia di fallimento e sospensione dei pagamenti. Nei procedimenti giudiziari subdistrettuali, l'elezione del foro è limitata. Ad esempio, non è possibile scegliere il tribunale cui rivolgersi per le domande sino a 25 000 EUR (indipendentemente dalla natura della domanda).

In linea di principio, l'organo giurisdizionale scelto quale giudice competente in base all'elezione del foro ha competenza esclusiva. Le parti possono concludere un accordo esplicito per escludere la competenza esclusiva.

In materia matrimoniale (divorzio, separazione personale, scioglimento di un'unione registrata, annullamento di un matrimonio in seguito a separazione personale), si applica la norma speciale di cui all'articolo 270, comma 2, del codice di procedura civile. Conformemente a questo articolo, in genere il tribunale che non ha competenza territoriale rinvia il caso al tribunale competente. A norma dell'articolo 270, comma 2, del codice di procedura civile, tale fattispecie si verifica nelle cause di divorzio soltanto se il convenuto (il coniuge contro cui è intentata la causa) contesta la competenza del giudice. La scelta tacita del tribunale è possibile soltanto se tutte le parti interessate citate a comparire si presentano e non sollevano il difetto di competenza, oppure se l'altro coniuge non compare in giudizio.

3 Se è competente una giurisdizione specializzata, come posso identificare il foro competente per la causa che intendo promuovere?

Il diritto processuale dei Paesi Bassi non prevede tribunali specializzati.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 21/08/2019