Competenza giurisdizionale - Slovenia

La versione originale in lingua sloveno di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: inglese.

1 Occorre adire un giudice civile ordinario o rivolgersi ad un giudice specializzato (ad esempio il giudice del lavoro)?

Nella Repubblica di Slovenia i tribunali circondariali (okrajna sodišča) e distrettuali (okrožna sodišča) sono competenti in primo grado nelle controversie in materia civile. Detti tribunali sono competenti in merito a tutte le questioni e le controversie tipicamente civili (in materia di risarcimento danni, diritto di proprietà o di famiglia, ecc.) La distinzione tra la competenza dei tribunali circondariali e distrettuali è illustrata nei successivi paragrafi.

Per contro, soltanto i tribunali distrettuali sono competenti in primo grado nei casi di diritto commerciale. Le controversie in materia commerciale sono quelle in cui una delle parti è un’impresa, un’istituzione (inclusi gli enti pubblici), una cooperativa, lo Stato o un’amministrazione locale autonoma. Tra le controversie commerciali sono comprese anche le controversie derivanti dalle attività lucrative di un'impresa individuale in cui la controparte è una società, un’istituzione (inclusi gli enti pubblici), una cooperativa, lo Stato o un’amministrazione locale autonoma.

La legge attribuisce la competenza per le controversie in materia di lavoro ai tribunali del lavoro (delovna sodišča) e ai tribunali sociali (socialna sodišča), anche se il caso implica una controversia in materia civile. Le controversie in materia di lavoro riguardano il rapporto tra datore di lavoro e lavoratore e le violazioni dei diritti e degli obblighi derivanti da tale rapporto. I tribunali del lavoro sono competenti nelle controversie di lavoro individuali (controversie derivanti da rapporti di lavoro e relative a diritti di proprietà derivanti da tali rapporti), nelle controversie di lavoro collettive (controversie nelle quali una delle parti è generalmente un sindacato o un altro tipo di rappresentanza istituzionale dei lavoratori), nelle controversie relative alla legittimità degli scioperi e nelle controversie relative ai diritti dei lavoratori di partecipare alla gestione dell’impresa, sanciti dalla legislazione slovena. I tribunali sociali deliberano in materia di diritti derivanti da assicurazioni pensionistiche o di invalidità, assicurazioni mediche, assicurazioni contro la disoccupazione e sui diritti a prestazioni sociali e familiari.

Poiché la questione della competenza si pone soltanto quando viene presentata un’azione o un’istanza dinanzi a un giudice (prima di esaminare e decidere su un caso, il giudice valuta innanzi tutto se il caso è di sua competenza), è consigliabile consultare inizialmente un legale per evitare perdite di tempo. I giudici devono in ogni caso considerare la questione della competenza e verificare se la competenza spetti a un’altra autorità (ad esempio, un organismo amministrativo). In tal caso, l’istanza deve essere respinta, il che implica un’inutile perdita di tempo e maggiori spese per la parte interessata.

Maggiori informazioni su organizzazione, sedi e competenza dei tribunali sono disponibili sulla pagina web ufficiale della Corte Suprema della Repubblica di Slovenia (Vrhovno sodišče Republike Slovenije): Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.sodisce.si/

2 Nel caso in cui sia competente il giudice civile ordinario (ossia è questo il giudice che si occupa di tali casi), come si può identificare quello presso il quale promuovere la causa?

È possibile avviare un’azione dinanzi a qualsiasi organo giurisdizionale della Repubblica di Slovenia, ma il ricorrente deve considerare la competenza per materia (ossia quale giudice risulti competente rispetto all’oggetto della questione) e per territorio. Le informazioni fondamentali nonché gli indirizzi di tutti i tribunali circondariali e distrettuali della Repubblica di Slovenia sono disponibili sul sito Internet della Corte suprema della Repubblica di Slovenia: Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.sodisce.si/

La competenza ratione materiae in primo grado ovvero la possibilità che un tribunale decida sull’istanza specifica di una parte è suddivisa tra i tribunali circondariali e distrettuali. La decisione su quale tribunale sia competente a deliberare su una determinata questione dipende dai due fattori seguenti: il valore del petitum (oggetto della controversia) e la base giuridica del rapporto oggetto di controversia (contenuto e oggetto della controversia).

Secondo la norma generale, un tribunale distrettuale decide in merito alle controversie più importanti, in cui l’oggetto del contendere è di maggiore valore, in cui la controversia ha una grande importanza per la vita delle parti, o in merito alle controversie giuridicamente complicate, in quanto i tribunali devono deliberare applicando leggi che disciplinano questioni giuridiche complesse e delicate (ad esempio divorzio o mantenimento dei figli).

In Slovenia esistono quattro tribunali superiori (višja sodišča), che deliberano in secondo grado e che non possono essere aditi direttamente. I tribunali superiori deliberano sui ricorsi contro le decisioni dei tribunali circondariali e distrettuali; si pronunciano anche in merito a controversie relative alla competenza di tribunali circondariali e distrettuali della loro regione.

La Corte suprema della Repubblica di Slovenia è competente per i ricorsi avverso le sentenze dei tribunali superiori, in particolare per le decisioni in materia di revisione e di impugnazione straordinaria per la tutela della legittimità. Nel caso in cui si ricorra a rimedi giurisdizionali straordinari, le parti devono essere assistite da un legale, unico soggetto abilitato per legge a compiere specifici atti processuali dinanzi alla Corte suprema.

2.1 Vi è distinzione tra gradi più o meno alti della magistratura ordinaria civile (ad esempio, i tribunali circoscrizionali sono di grado inferiore rispetto ai tribunali regionali) e, in caso affermativo, qual è competente per la mia causa?

Come illustrato in precedenza, la competenza in primo grado è suddivisa tra i tribunali circondariali e distrettuali, ma tra i due ordini di tribunali non esiste una relazione di subordinazione. La competenza dei tribunali è stabilita dalla legge, ma in generale i tribunali distrettuali si occupano di casi più complessi, sia di fatto sia di diritto.

Il codice di procedura civile (Zakon o pravdnem postopku, ZPP) stabilisce che i tribunali circondariali (ne esistono in totale 44 in Slovenia) sono competenti nei seguenti casi:

  • controversie su beni patrimoniali, se il valore della controversia non supera l’importo di 20 000 EUR;
  • controversie relative alla turbativa della proprietà;
  • controversie relative a servitù e vincoli;
  • controversie derivanti da un rapporto di locazione o di affitto.

I tribunali circondariali decidono inoltre sulle domande di patrocinio a spese dello Stato che non rientrano nella competenza di altri organi giurisdizionali e su altre questioni stabilite dalla legge.

I tribunali distrettuali (ne esistono in totale 11 in Slovenia) sono competenti nei seguenti casi:

  • controversie su beni patrimoniali, se l’oggetto della controversia ha un valore superiore a 20 000 EUR;
  • controversie per determinare o contestare la paternità o la maternità;
  • controversie in materia matrimoniale;
  • controversie sugli obblighi di mantenimento;
  • controversie relative alla tutela e all’educazione dei figli;
  • controversie relative al contatto dei minori con i genitori e con altre persone, qualora vengano risolte nell’ambito di una controversia relativa alla tutela e al mantenimento dei figli;
  • controversie relative a diritti d’autore e alla tutela o all’utilizzo di invenzioni e marchi o al diritto di utilizzare una denominazione commerciale, e controversie relative alla tutela della concorrenza;
  • controversie in materia commerciale;
  • controversie derivanti da procedure fallimentari.

La competenza in merito alle controversie sui diritti di proprietà intellettuale spetta in primo grado esclusivamente al tribunale distrettuale di Lubiana. I tribunali distrettuali sono competenti anche in materia di gratuito patrocinio internazionale e gratuito patrocinio nelle procedure di riconoscimento di sentenze di tribunali stranieri, nonché su altre questioni stabilite dalla legge.

2.2 Competenza territoriale (il giudice competente per il mio caso è quello della città A o quello della città B?)

In linea di principio è possibile presentare un’istanza dinanzi a uno dei tribunali di primo grado precedentemente indicati. Il giudice adito dalla parte dovrà decidere in merito alla propria competenza prima di avviare il procedimento giudiziario. Se constata di non avere la competenza per territorio, può dichiararsi incompetente e trasmettere il caso specifico a un altro tribunale, ma soltanto se ne ha informato la parte avversa. Questa procedura è obbligatoria nel caso in cui un altro tribunale abbia la competenza territoriale esclusiva. Esistono tuttavia norme generali per individuare la competenza territoriale, che vanno prese in considerazione per garantire che i costi siano limitati e che il caso venga risolto al più presto.

Il ZPP prevede una norma sulla competenza generale e specifica per territorio, che viene determinata in base all’oggetto della controversia e alle relative parti. Tale norma viene illustrata in dettaglio nei punti seguenti.

2.2.1 Regola generale della competenza territoriale

In base a tale norma, un’istanza contro una persona fisica o giuridica va presentata dinanzi al giudice nella cui giurisdizione territoriale la parte convenuta ha la residenza permanente o, se si tratta di una persona giuridica, la propria sede. In caso di ricorso in giudizio nei confronti di una persona fisica o giuridica straniera, il giudice competente sarà quello della residenza della persona straniera in Slovenia o quello della succursale della persona giuridica straniera.

2.2.2 Eccezioni alla regola generale

In alcuni casi, il ZPP consente alle parti di presentare un’istanza dinanzi a un giudice diverso rispetto a quello cui spetterebbe la competenza generale per territorio. In casi specificamente definiti (per quanto riguarda l’oggetto o il contenuto della controversia), la parte può presentare un’istanza soltanto dinanzi al tribunale competente a pronunciarsi su tale questione (in questo caso si parla di competenza territoriale esclusiva).

Se un ricorrente presenta un’istanza dinanzi a un giudice che non è competente per territorio, quest’ultimo si dichiarerà incompetente e la causa verrà trasferita ad un altro organo giurisdizionale competente, dove proseguirà come se fosse stata avviata dinanzi a detto tribunale.

2.2.2.1 Quando posso scegliere tra il giudice della località di domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale) e un altro giudice?

Come già specificato, in alcuni casi è possibile che due giudici siano contemporaneamente competenti per territorio. In tal caso, la parte interessata potrà scegliere a quale giudice presentare l’istanza (competenza selettiva).

Questo tipo di competenza è definita negli articoli da 49 a 65 del codice di procedura civile; di conseguenza vengono illustrati di seguito soltanto i casi più importanti o più rilevanti per la vita delle parti in causa.

Nelle controversie relative alle obbligazioni alimentari tra coniugi, oltre al giudice con competenza territoriale generale è competente anche il giudice nel cui territorio il ricorrente (beneficiario degli alimenti) ha la residenza. La possibilità di scegliere il tribunale spetta anche alle parti di una controversia in materia matrimoniale (divorzio); in questo caso è competente il tribunale nel cui territorio si trova l’ultima residenza permanente dei coniugi. Nelle controversie sulla determinazione o la contestazione della paternità o della maternità, è inoltre competente il tribunale della residenza temporanea o permanente del minore, al quale la legislazione slovena consente di avviare un’azione giudiziaria. Qualora un tribunale sloveno sia competente a giudicare in tali controversie, per esempio, perché il ricorrente ha stabilito la propria residenza permanente in Slovenia, anche il tribunale del luogo di residenza del ricorrente è competente per territorio. Nelle controversie extracontrattuali volte all’ottenimento di un risarcimento (in generale questioni relative a incidenti stradali), è competente il tribunale del luogo in cui si sono prodotti i danni (ad esempio, la località dell’incidente stradale) o il tribunale del luogo in cui si sono prodotte le conseguenze del danno, insieme al tribunale cui spetta la competenza generale per territorio. Nelle controversie per danni che causano un decesso o gravi lesioni personali è competente anche il tribunale del luogo in cui il ricorrente ha stabilito la residenza permanente o temporanea. Nelle controversie derivanti da rapporti contrattuali tra le parti, è competente il tribunale del luogo stabilito per lo svolgimento del rapporto contrattuale; lo stesso vale per le controversie relative a cambiali o assegni (in cui è competente il tribunale del luogo di pagamento). Come già specificato, il codice di procedura civile riporta altri casi di competenza selettiva.

2.2.2.2 Quando sono obbligato ad utilizzare un giudice diverso da quello del domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale)?

In casi specifici, la legge stabilisce una competenza territoriale speciale e designa un unico giudice competente in casi specifici. In questo caso si parla di competenza territoriale esclusiva che viene applicata nei seguenti ambiti:

  • nelle controversie relative a diritti reali su beni immobili, alla turbativa della proprietà o derivanti da un rapporto di locazione o di affitto di beni immobili è competente il tribunale del luogo in cui è situato il bene immobile in questione;
  • nelle controversie relative a diritti reali su navi e aeromobili (e a contratti di affitto di tali mezzi) è competente il tribunale del luogo in cui è tenuto il registro delle navi o degli aeromobili interessati;
  • nelle controversie risultanti da procedure esecutive (giudiziarie o amministrative) o fallimentari, o che emergono nel corso di tali procedure, è competente il tribunale del luogo in cui si trova il giudice incaricato della procedura esecutiva o fallimentare.
2.2.2.3 È possibile per le parti designare un foro che altrimenti non sarebbe competente?

In determinati casi, la legislazione slovena permette che le parti trovino un accordo quanto al foro competente di primo grado (accordo sulla competenza territoriale). Un accordo tra le parti può cambiare la competenza territoriale prevista dalla legge; va tuttavia ricordato che le parti non possono arrivare a un accordo che determini la competenza ratione materiae, la quale può essere stabilita soltanto dalla legge (si veda la spiegazione nei precedenti punti).

Le parti possono decidere che un tribunale di primo grado, che non avrebbe altrimenti la competenza per territorio, possa dirimere una controversia. A tal fine, occorre soddisfare una condizione di base, ossia il tribunale scelto deve essere competente a giudicare sul contenuto della controversia o ratione materiae (si veda la distinzione tra la competenza dei tribunali circondariali e distrettuali). Non sono inoltre consentiti accordi quando la competenza esclusiva di un determinato tribunale è prevista per legge (si veda il punto precedente).

Gli accordi tra le parti devono essere stipulati per iscritto e devono riferirsi a una controversia specifica derivante dal rapporto giuridico che intercorre tra di loro o a una controversia futura che potrebbe derivarne. Il ricorrente deve allegare il documento dell’accordo all’istanza di avvio del procedimento dinanzi al giudice in questione. È importante segnalare che un accordo sulla competenza territoriale non può essere concluso nel corso del procedimento, ossia dopo che un’istanza sia stata presentata dinanzi a un tribunale senza accludere un accordo di questo tipo.

3 Se è competente una giurisdizione specializzata, come posso identificare il foro competente per la causa che intendo promuovere?

Il sistema giudiziario sloveno non prevede tribunali specializzati in materia civile e commerciale (ad esempio, tribunali di famiglia speciali, competenti nelle controversie in materia matrimoniale o nelle controversie fra genitori e figli), in quanto tutte le controversie civili sono esaminate dai tribunali circondariali e distrettuali ovvero dalle rispettive sezioni civili e commerciali. I tribunali sono organizzati in sezioni (civile, commerciale, esecuzioni, giurisdizione volontaria, successioni). Di norma, in queste sezioni siedono giudici specializzati che deliberano ed emanano decisioni in questo tipo di controversie.

Soltanto per le controversie in materia sociale e di lavoro esistono tribunali speciali, la cui competenza e organizzazione sono illustrate nella parte introduttiva.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.sodisce.si/

Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.dz-rs.si/wps/portal/Home/deloDZ/zakonodaja/preciscenaBesedilaZakonov

Il link si apre in una nuova finestrahttps://www.uradni-list.si/glasilo-uradni-list-rs

Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.pisrs.si/Pis.web/


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 24/06/2016