Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Professioni legali - Lettonia

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: lettone.

Questa pagina contiene informazioni generali sulle professioni giuridiche in Lettonia.


Professioni legali

Pubblico ministero

Organizzazione

Il link si apre in una nuova finestraL'Ufficio del pubblico ministero è un organo istituzionale gerarchico centralizzato, al cui vertice è posto il Procuratore generale, organizzato su tre livelli. Il compito di tale ufficio è di contrastare i crimini e garantire che i procedimenti relativi a tali reati siano decisi in base alla legge. L'Ufficio del Pubblico ministero comprende le seguenti istituzioni sui seguenti livelli:

  1. Ufficio del Procuratore generale (Ģenerālprokuratūra);
  2. Procuratori di circoscrizioni giudiziarie (tiesu apgabalu prokuratūras);
  3. procuratori distrettuali (municipali) (rajonu (republikas pilsētu) prokuratūras);
  4. sezioni specializzate della procura (specializētās prokuratūras prokuratūras).

Se necessario, il Procuratore generale può istituire una sezione specializzata in un settore particolare, che può essere una sezione del procuratore distrettuale o del procuratore di circoscrizione giudiziaria. Attualmente in Lettonia vi sono le seguenti cinque sezioni specializzate:

  • una sezione speciale per la criminalità organizzata e altri settori (Organizētās noziedzības un citu nozaru specializētā prokuratūra)
  • una sezione speciale per svariati settori (Specializētā vairāku nozaru prokuratūra)
  • sezione per il trasporto pubblico su strada di Riga (Rīgas autotransporta prokuratūra)
  • sezione per l'investigazione di reati economici e finanziari (Finanšu un ekonomisko noziegumu izmeklēšanas prokuratūra),
  • sezione per indagini su reati che riguardano il traffico illegale di stupefacenti (Narkotiku nelegālas aprites noziegumu izmeklēšanas prokuratūra).

La Procura generale può inoltre supervisionare l'attività degli organismi pubblici che, anche se non svolgono indagini come pubblici ministeri, contribuiscono all'assolvimento di determinati compiti nell'ambito di procedimenti penali che rientrano nei limiti della loro competenza. Tali organismi vengono istituiti, riorganizzati e sciolti dal Procuratore generale, il quale, sulla base delle risorse pubbliche di bilancio assegnate, ne definisce anche l’organizzazione e il personale necessario. Esiste attualmente un organismo di questo tipo alle dipendenze dell’Ufficio del Procuratore generale — Il link si apre in una nuova finestrasezione antiriciclaggio dei proventi dei reati.

Gli uffici della procura costituiscono parte del sistema giudiziario e, in quanto tali, sono indipendenti dai poteri legislativo ed esecutivo. Il Saeima (Parlamento lettone), il Consiglio dei ministri e il presidente possono avviare azioni per esaminare le violazioni di legge e possono ottenere spiegazioni dall’Ufficio del Procuratore generale ma non possono interferire con il procuratore nell’ambito di violazioni di maggior importanza con implicazioni a livello nazionale.

I procuratori possono impugnare documentazione giuridica adottata dal Consiglio dei ministri o dalla pubblica amministrazione se questa è in contrasto con la legge. Il Procuratore generale e i procuratori capo distrettuali possono prendere parte alle riunioni del Consiglio dei ministri ed esprimere il loro parere sulle questioni dibattute.

Ruolo e funzioni

L’articolo 2 della legge sull’Ufficio di pubblico ministero (Prokuratūras likuma) ne definisce il ruolo nel corso dei procedimenti istruttori Il link si apre in una nuova finestraLegge sull'ufficio del pubblico ministero.

Il pubblico ministero:

  1. controlla l’attività degli organi investigativi e le operazioni d’indagine di altri organi;
  2. organizza, gestisce e conduce indagini istruttorie e impartisce istruzioni agli organi investigativi sulle modalità di esecuzione di indagini e di procedimenti penali;
  3. avvia e conduce l'azione penale;
  4. tutela i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini e dello Stato secondo le procedure stabilite dalla legge;
  5. presenta istanze o reclami al giudice nei casi previsti dalla legge.

Ai sensi dell'articolo 36, comma 1 del Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura penale il ruolo del pubblico ministero consiste nel sovrintendere e dirigere indagini, partecipare al procedimento penale, sostenere dinanzi al giudice le imputazioni formulate nonché adempiere altri compiti.

Procuratore supervisore

Il procuratore "supervisore" controlla le indagini in cause penali specifiche e può:

  1. revocare le decisioni adottate dal responsabile del procedimento o dai membri della squadra investigativa;
  2. richiedere a un diretto superiore dell’agente investigativo di sostituire un responsabile del procedimento o di cambiare la squadra investigativa qualora non vengano rispettate le istruzioni o se le violazioni procedurali hanno pregiudicato la gestione del procedimento;
  3. esaminare reclami contro il responsabile del procedimento ovvero le azioni e le decisioni di un membro della squadra investigativa, del diretto superiore dell’agente investigativo o di persone che svolgono compiti procedurali;
  4. prendere decisioni per avviare l’azione penale e trasferire le indagini a un’altra autorità investigativa;
  5. eseguire personalmente compiti procedurali, dandone previa comunicazione al responsabile del procedimento.

Responsabile del procedimento

Il procuratore "supervisore" (o un altro procuratore, su indicazioni del procuratore capo) può diventare il responsabile del procedimento e, in quanto tale, assumere la gestione di una causa penale e decidere di avviare l’azione penale. In casi eccezionali, il Procuratore generale, il dipartimento di diritto penale dell’Ufficio del Procuratore generale o il procuratore capo di una circoscrizione giudiziaria possono nominare un procuratore in qualità di responsabile del procedimento non appena è stata avviata la fase delle indagini.

Quale responsabile del procedimento, il procuratore può:

  1. raggiungere un accordo processuale con l’imputato;
  2. disporre il rinvio a giudizio;
  3. disporre il rinvio a giudizio mediante procedura speciale;
  4. porre fine al procedimento penale se sussiste il fondamento giuridico per procedervi.

Il responsabile del procedimento può, secondo la procedura prevista dalla legge, adottare qualsiasi decisione processuale ed eseguire qualsiasi compito procedurale ovvero attribuire compiti a un membro della squadra investigativa o a un funzionario a ciò preposto.

Procuratore capo

In base alla procedura prevista dalla legge, un procuratore capo verifica che il procuratore con minore anzianità esegua le proprie mansioni e prende decisioni su qualsiasi denuncia o impugnazione di decisione o di azione di un procuratore "supervisore" o di un procuratore/responsabile del procedimento. Tra tali decisioni o azioni possono figurare le proposte del procuratore "supervisore" di sostituire il supervisore diretto o l’autorità investigativa o le decisioni relative alla legittimità e fondatezza del ritiro delle imputazioni.

Il procuratore capo può:

  1. revocare le decisioni di un investigatore, di un membro di una squadra investigativa oppure revocare un procuratore con minore anzianità di servizio;
  2. nominare o sostituire il procuratore "supervisore", il procuratore/responsabile del procedimento se i compiti di sorveglianza o l’azione penale non vengono eseguiti correttamente ovvero assumersi la responsabilità per detti compiti;
  3. creare una squadra investigativa se la mole di lavoro pregiudica il compimento dell’azione penale in un ragionevole lasso di tempo;
  4. chiedere che venga nominato un altro procuratore di sorveglianza diretto o assegnare l'azione a un'altra autorità investigativa.

Un procuratore può inoltre far parte di una squadra investigativa se ciò gli è stato imposto da un procuratore capo; in alternativa, il responsabile del procedimento gli può chiedere di eseguire uno o più compiti procedurali.

Giudici

Organizzazione

Il fondamento costituzionale dei poteri della magistratura è contenuto negli articoli 82-86 della Il link si apre in una nuova finestraCostituzione lettone, in cui si legge che le cause sono giudicate solo dinanzi ai tribunali e che i giudici sono indipendenti e soggetti soltanto alla legge. Il potere dei magistrati è disciplinato dalla Il link si apre in una nuova finestralegge sul potere giudiziario. In base a quanto previsto dalla legge, i giudici sono funzionari dello Stato.

Le autorità dello Stato, gli organismi pubblici e politici e tutte le altre persone fisiche e giuridiche sono tenuti a rispettare e a osservare l’indipendenza e l’immunità dei giudici. Nessuno può pretendere dichiarazioni o spiegazioni da un giudice sulla valutazione di una causa particolare, né intervenire nell’amministrazione della giustizia per qualsiasi motivo. I giudici, nell’esercizio delle loro funzioni, godono dell’immunità. La funzione di magistrato è incompatibile con l’appartenenza a un partito politico o a qualsiasi altro organizzazione politica.

Ruolo e funzioni

I giudici hanno il compito di amministrare la giustizia nelle cause civili, penali e amministrative secondo quanto previsto dalla legge.

Con riferimento alle cause civili il giudice giudica e decide controversie connesse alla tutela dei diritti civili, al diritto del lavoro, al diritto di famiglia e ad altri diritti e interessi legittimi delle persone fisiche e giuridiche.

Con riferimento alle cause penali, il giudice giudica e decide sulla validità delle accuse formulate a carico degli imputati e può assolvere chi è innocente o condannare chi è colpevole di aver commesso un reato e comminare la relativa pena.

Con riferimento alle cause amministrative il giudice esercita il sindacato giurisdizionale sulle attività della pubblica amministrazione in merito a questioni riguardanti lo Stato di diritto e sulle controversie di diritto pubblico (atti amministrativi o attività delle istituzioni). Il giudice accerta altresì l’esistenza di diritti o obblighi di diritto pubblico di soggetti singoli e decide in merito a questioni riguardanti illeciti amministrativi commessi da persone fisiche e giuridiche.

Le funzioni di giudice comprendono tutte le funzioni giurisdizionali previste dal diritto processuale.

Banche dati giuridiche

La magistratura possiede un apposito portale internet, il Il link si apre in una nuova finestraportale degli organi giudiziari nazionali, (Latvijas Tiesu portāls), attualmente solo in lingua lettone, che fornisce informazioni sul sistema giudiziario lettone, un elenco dei tribunali e degli organi giudiziari lettoni, statistiche giudiziarie, uno schema delle procedure applicabili nei vari tipi di azioni giudiziarie (che descrive le principali caratteristiche e differenze), informazioni sulle modalità di ricorso alle autorità giudiziarie, l’accesso a una selezione di pronunce recenti, il calendario delle udienze e altre informazioni.

Inserendo il numero della causa o dell’atto di citazione nella sezione del portale riservata ai servizi elettronici è possibile ottenere informazioni concernenti la fase in cui si trova un procedimento, il tribunale dinanzi al quale si svolge e la data prevista per l'udienza successiva, le decisioni adottate in una causa, le denunce presentate e l’esito del procedimento.

Relazioni sull'attività dei tribunali sono inoltre pubblicate sul sito internet dell' Il link si apre in una nuova finestraAmministrazione degli organi giudiziari.

Le attuali questioni politiche connesse al sistema giudiziario sono pubblicate sul sito internet del Il link si apre in una nuova finestraministero della giustizia della Repubblica di Lettonia.

Informazioni in formato elettronico sulla Corte Suprema e sulle sue attività sono reperibili sul sito web della Il link si apre in una nuova finestraCorte Suprema.

Tutti questi portali sono disponibili anche in lingua inglese.

Organizzazione delle professioni giuridiche — avvocati

Avvocati

Gli avvocati (advokāti) fanno parte del sistema giudiziario e sono professionisti autonomi che:

  • sono scelti e incaricati dalle parti, da persone indagate e imputate o da altre parti di un procedimento (clienti) per occuparsi di procedimenti dinanzi ai giudici e nella fase delle indagini preliminari. In alcuni casi previsti dalla Il link si apre in una nuova finestralegge , un avvocato può essere incaricato d'ufficio dal presidente di un organo giurisdizionale, dal responsabile del servizio delle indagini giudiziarie o dal Consiglio degli avvocati lettoni;
  • forniscono consulenza legale;
  • redigono atti giuridici;
  • forniscono assistenza legale di altro tipo.

In base alla procedura specificata nella legge sull’avvocatura, possono esercitare l'attività di avvocato in Lettonia:

  1. avvocati abilitati;
  2. assistenti di avvocati abilitati;
  3. cittadini degli Stati membri dell'UE che hanno ottenuto qualifiche per esercitare come avvocato in qualsiasi Stato membro dell'UE (ES dalībvalstu advokāti);
  4. avvocati stranieri che non provengono da Stati membri dell'UE che possono esercitare in Lettonia in base agli accordi internazionali sull'assistenza legale vincolanti in Lettonia.

Tutti gli avvocati abilitati che esercitano l’attività in Lettonia sono liberi professionisti e membri del Collegio degli avvocati della Lettonia, l'associazione nazionale professionale indipendente degli avvocati. Le istituzioni del suddetto Collegio sono: l’Assemblea generale degli avvocati (zvērinātu advokātu kopsapulce), il Consiglio lettone degli avvocati (Latvijas Zvērinātu advokātu padome), la Commissione di controllo (revīzijas komisija) e la Commissione disciplinare (disciplinārlietu komisija).

Banche dati giuridiche

Le informazioni sulle attività e sugli atti prescrittivi del Collegio degli avvocati della Lettonia e del Consiglio lettone degli avvocati, sugli avvocati, sui tribunali in cui essi esercitano e sulle persone da contattare, nonché su altre questioni relative alla professione forense in Lettonia sono reperibili sul sito internet del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio lettone degli avvocati.

Notai

Organizzazione

I notai si occupano delle questioni notarili, sotto la supervisione delle istituzioni giudiziarie e secondo le procedure previste dalla Il link si apre in una nuova finestralegge. I notai lettoni fanno parte del sistema giudiziario ed eseguono i compiti previsti dalla legge relativi all'esercizio dei poteri dello Stato.

In base alla Il link si apre in una nuova finestralegge notarile i notai sono autorizzati a:

  • redigere atti notarili;
  • redigere certificati;
  • ricevere denaro, titoli e documenti in deposito cauzionale;
  • assicurare la conservazione dell'oggetto di obbligazioni;
  • occuparsi di questioni in materia di eredità;
  • redigere progetti di divisione di beni ove previsto dalla legge;
  • occuparsi di questioni divorzili (a condizione che entrambi i coniugi abbiano dato il consenso per iscritto e non ci sia nessuna controversia pendente);
  • svolgere azioni previste in base ad altre leggi.

Tutti i notai esercitano la libera professione. Tuttavia, con riferimento ad altri compiti istituzionali, i notai sono considerati alla stregua di pubblici ufficiali. Essi fanno parte del sistema giudiziario, sono assegnati ai tribunali regionali e svolgono i compiti previsti dalla legge. I notai sono economicamente indipendenti nell’esercizio delle proprie attività professionali e i loro compensi sono fissati a livello governativo dal Consiglio dei ministri.

La Camera dei notai (Zvērinātu notāru kolēģijā) è un organo professionale autonomo; si tratta dell’associazione che raggruppa tutti i notai che esercitano la professione in Lettonia. Il Consiglio dei notai (Zvērinātu notāru padome) è un ente di rappresentanza e di controllo, che funge anche da organo amministrativo ed esecutivo della Camera dei notai lettoni ed esegue i compiti previsti dall’articolo 230 della legge notarile.

Banche dati giuridiche

Le informazioni sulle attività dei notai il loro numero, i loro uffici e altre questioni connesse al sistema notarile lettone sono disponibili sul portale dedicato ai Il link si apre in una nuova finestranotai lettoni.

Altre professioni giuridiche

Ufficiali giudiziari

Gli ufficiali giudiziari fanno parte del sistema giudiziario; essi sono assegnati ai tribunali regionali, eseguono le decisioni dei tribunali e di altre istituzioni e si occupano di altre attività previste dalla legge.

Gli ufficiali giudiziari sono lavoratori autonomi la cui attività è paragonabile a quella dei pubblici ufficiali; sono indipendenti e soggetti unicamente alla legge. Le istruzioni e gli ordini impartiti dagli ufficiali giudiziari nell’esercizio delle loro funzioni sono vincolanti nei confronti di chiunque sull’intero territorio nazionale.

Gli ufficiali giudiziari operano nella circoscrizione del tribunale regionale a cui sono assegnati. Il numero degli ufficiali giudiziari, i relativi distretti e la loro delimitazione sono fissati dal Consiglio dei ministri.

Nell'esercizio delle loro funzioni, gli ufficiali giudiziari applicano il Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura civile e altri atti prescrittivi e si attengono alla prassi approvata dal Consiglio nazionale degli ufficiali giudiziari (che è l’organo di rappresentanza e di sorveglianza degli ufficiali giudiziari lettoni) e ai pareri legali sulla prassi processuale.

Banche dati giuridiche

Le informazioni sull’ubicazione degli uffici degli ufficiali giudiziari, sulle leggi che ne regolano la professione e sulle attività del Consiglio nazionale degli ufficiali giudiziari sono reperibili sul sito internet del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio nazionale degli ufficiali giudiziari. Il portale è disponibile solo in lingua lettone.

Organizzazioni che forniscono gratuitamente servizi giuridici

La Lettonia non possiede un elenco di tali organizzazioni.

Link

Il link si apre in una nuova finestraUfficio del pubblico ministero, Il link si apre in una nuova finestraSezione antiriciclaggio dei proventi di reato, Il link si apre in una nuova finestraPortale degli organi giudiziari nazionali, Il link si apre in una nuova finestraAmministrazione degli organi giudiziari, Il link si apre in una nuova finestraConsiglio dell'ordine degli avvocati lettoni, Il link si apre in una nuova finestraNotai lettoni, Il link si apre in una nuova finestraConsiglio nazionale degli ufficiali giudiziari, Il link si apre in una nuova finestraMinistero della giustizia della Repubblica di Lettonia


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 07/01/2016