Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Professioni legali - Spagna

In Spagna per professione giuridica si intende una professione per il cui esercizio è necessaria una preparazione giuridica specifica, poiché si esplica nell'ambito dell'applicazione del diritto.

Giudici

Pubblici ministeri

Cancellieri

Avvocati

Consulenti giuridici

Notai

Conservatori dei registri

Procuratori legali

Consiglieri del lavoro e dell'occupazione


Professioni legali

Professioni giuridiche - introduzione

In Spagna per professione giuridica si intende una professione per il cui esercizio è necessaria una preparazione giuridica specifica, poiché si esplica nell'ambito dell'applicazione del diritto.

Le principali professioni giuridiche in Spagna sono: pubblico ministero (fiscal), giudice e magistrato (juez e magistrado), avvocato (abogado), notaio (notario), cancelliere (letrado de la administración de justicia), conservatore dei registri immobiliari e delle imprese e procuratore legale (procurador).

Giudici

Organizzazione

La giustizia, che emana dal popolo, è amministrata nel nome del Re dai giudici che fanno parte del potere giudiziario. Sono gli unici cui spetta amministrare la giustizia, sia giudicando sia facendo eseguire giudizio.

I giudici (Jueces e Magistrados) sono indipendenti dagli altri poteri dello Stato, poiché sono sottomessi unicamente alla Costituzione e alla legge.

L'accesso alla carriera giudiziaria si basa sui principi del merito e della capacità. Il processo di selezione è obiettivo e trasparente e garantisce parità di accesso a tutti i cittadini che soddisfino le condizioni e presentino le qualità, le competenze professionali e le qualifiche necessarie per esercitare la funzione giurisdizionale.

La legge organica sul potere giudiziario stabilisce che la carriera giudiziaria è composta da tre categorie:

  • magistrato della Corte suprema (magistrado del Tribunal Supremo),
  • magistrato (magistrado),
  • giudice (juez).

In termini quantitativi, la categoria di accesso più rilevante è quella del giudice, per la quale la legge organica sul potere giudiziario prevede un sistema di concorsi liberi fra i titolari di laurea in giurisprudenza, completata dal superamento di un corso presso la Escuela Judicial (scuola di specializzazione per le professioni legali).

Allo stesso modo, e in minor numero, l'accesso alla carriera giudiziaria è possibile anche per le categorie di magistrato e di magistrato della Corte suprema.

Infine, la nomina a magistrato della Corte suprema è decisa dal Consejo General del Poder Judicial (Consiglio generale del potere giudiziario) fra i magistrati con più di 15 anni di anzianità, dei quali 10 nella categoria di magistrato, e un quinto è scelto fra giuristi di nota competenza con almeno 15 anni di esperienza.

Ruolo e funzioni

I fori e i tribunali esercitano la loro giurisdizione esclusiva nei casi loro attribuiti dalla legge organica sul potere giudiziario o da altre normative.

Per conoscere i diversi ordini giurisdizionali, consultare "Tribunali in Spagna".

Nell'esercizio della podestà giurisdizionale, i giudici e i magistrati sono indipendenti da tutti gli organi giudiziari e di governo del potere giudiziario.

I giudici e i magistrati rispondono penalmente e civilmente nei casi e secondo le modalità previsti dalla legge, e disciplinarmente in conformità alle disposizioni della legge organica sul potere giudiziario.

Per maggiori informazioni consultare il sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio generale del potere giudiziario.

Pubblici ministeri

Organizzazione

L'ufficio del Pubblico ministero (Ministerio Fiscal) è un organo costituzionale con personalità giuridica propria, che gode di autonomia funzionale nell'ambito del potere giudiziario. Esercita le proprie funzioni tramite propri organi, conformemente ai principi di unità di azione e di subordinazione gerarchica e con rispetto, in ogni caso, di quelli di legalità e imparzialità.

Il pubblico ministero fa capo al procuratore generale dello Stato (Fiscal General del Estado), che lo rappresenta in tutto il territorio spagnolo e al quale spetta impartire gli ordini e le istruzioni necessarie per l'istituzione e il suo funzionamento interno, nonché per la relativa direzione e supervisione generale.

I pubblici ministeri sono funzionari selezionati in base a un concorso fra i titolari di laurea o di dottorato in giurisprudenza. In termini organizzativi dipendono dall'ufficio del pubblico ministero e dai rispettivi uffici del pubblico ministero nelle comunità autonome.

Ruolo e funzioni

L'articolo 124 della Costituzione spagnola del 1978 stabilisce che "L'Ufficio del Pubblico Ministero, senza pregiudizio per le funzioni conferite ad altri organi, ha per missione di promuovere l'azione della giustizia a difesa dello stato di diritto, dei diritti dei cittadini e dell'interesse pubblico tutelato dalla legge, d'ufficio o su istanza degli interessati, così come di vigilare per l'indipendenza dei Tribunali e ottenere di fronte a questi la soddisfazione dell'interesse sociale".

Tra le altre, svolge le funzioni seguenti:

  • controlla che la funzione giurisdizionale sia esercitata in modo efficace conformemente alle leggi e secondo i termini e le condizioni da esse previste, promuovendo, a seconda del caso, le azioni, i ricorsi e gli adempimenti pertinenti;
  • interviene nel processo penale, promuovendo presso l'autorità giudiziaria l'adozione dei provvedimenti cautelari idonei e l'espletamento delle pratiche volte a stabilire i fatti;
  • interviene nei processi civili previsti dalla legge quando vengono lesi gli interessi sociali o quando possono riguardare persone minorenni, incapaci o disabili in attesa che intervengano i meccanismi consueti di rappresentanza;
  • nei casi che implicano la responsabilità penale dei minori, esercita le funzioni conferitegli dalla legislazione pertinente, ispirandosi per la sua azione al principio dell'interesse superiore del minore.

Per maggiori informazioni consultare il sito Internet dell'Il link si apre in una nuova finestraUfficio del Pubblico ministero.

Cancellieri

Organizzazione

I cancellieri costituiscono un corpo superiore al servizio dell'amministrazione della giustizia. Sono funzionari pubblici dipendenti dal ministero della Giustizia e svolgono le proprie funzioni a pieno titolo.

I cancellieri devono essere titolari di laurea in giurisprudenza e, in seguito, superare esami selettivi per essere ammessi a seguire un corso, anch'esso selettivo, presso il Centro di studi giuridici (Centro de Estudios Jurídicos).

Costituiscono un corpo organizzato in modo gerarchico che dipende dal ministero della Giustizia e dai segretari di Stato (Secretarios de Gobierno) di ciascuno dei tribunali superiori di giustizia (Tribunales Superiores de Justicia) e devono praticamente sottostare allo stesso regime di incompatibilità e di divieti cui sono sottoposti i giudici.

Ruolo e funzioni

Tra le loro funzioni, i cancellieri provvedono all'esecuzione e vigilano sull'esecuzione di tutte le decisioni adottate dai giudici e dai tribunali nell'ambito delle loro competenze. Agiscono sempre e comunque conformemente al principio di legalità e imparzialità, di autonomia e indipendenza nella funzione di certificazione degli strumenti giudiziari, nonché conformemente al principio di unità dell'azione e di responsabilità gerarchica in tutte le altre funzioni loro attribuite dalla legge.

I cancellieri sono responsabili delle attività di documentazione e della costituzione dei fascicoli. Registrano le decisioni dei tribunali, sono responsabili dell'avvio e del corretto svolgimento dei procedimenti giudiziari, nonché della gestione del personale dei tribunali. Sono inoltre responsabili della cooperazione con altri organi e amministrazioni pubbliche e di elaborazione di statistiche giudiziarie.

Per maggiori informazioni sul personale dei tribunali in Spagna, consultare i siti Internet:

Organizzazione delle professioni giuridiche

Avvocati

La professione di avvocato è una professione libera e indipendente che presta un servizio alla società, non dipende da alcun ente pubblico e si esercita in regime di concorrenza libera e leale (articolo 1 dell'Estatuto General de la Abogacía Española, - statuto generale della professione di avvocato in Spagna).

La funzione degli avvocati è essenzialmente la direzione e la difesa delle parti in qualsiasi procedimento giudiziario, la consulenza giuridica e la rappresentanza del cliente quando questo compito non sia riservato per legge ad altre professioni.

Per accedere alla professione di avvocato è necessario:

  • avere la nazionalità spagnola o di uno Stato membro dell'Unione europea o dell'accordo sullo spazio economico europeo del 2 maggio 1992;
  • essere maggiorenne e non oggetto di causa per incapacità;
  • essere in possesso della qualifica di avvocato o di una laurea in giurisprudenza rilasciata da un'università spagnola (nei casi non disciplinati dalla legge 30/2006 del 30 ottobre 2006 relativa all'accesso alle professioni di avvocato o procuratore legale) oppure di un titolo estero equivalente e ufficialmente approvato in conformità alle norme in vigore;
  • essere iscritto a un ordine di avvocati (Colegio de Abogados), che è quello del domicilio professionale unico o principale, per esercitare sull'intero territorio nazionale spagnolo.

Gli onorari professionali per i servizi prestati sono corrisposti secondo una remunerazione fissa, oraria o periodica. L'importo può essere liberamente concordato tra il cliente e l'avvocato, sempre nel rispetto delle norme deontologiche e della concorrenza leale.

Per maggiori informazioni, consultare il sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio generale dell'avvocatura spagnola.

Banche dati giuridiche

L'accesso a queste banche dati è gratuito?

Sì, l'accesso è gratuito.

Consulenti giuridici

Consultare il paragrafo "Avvocati".

Notai

Organizzazione, funzioni e compiti

I notai svolgono due funzioni indissociabili: quella di funzionario pubblico e quella di professionista del diritto, il cui compito principale è certificare gli atti giuridici e altri atti extragiudiziari, che i notai redigono in base alle intenzioni delle parti e in conformità alla legge, verificano e interpretano, informando al contempo le parti dei loro effetti.

Il ruolo dei notai in quanto funzionari pubblici implica che i documenti da loro autorizzati o certificati (atti pubblici – escrituras publicas, contratti commerciali – pólizas mercantiles o copie autenticate – testimonios) producano effetti giudiziari o extragiudiziali specifici, a seconda del tipo di atto.

In Spagna tutti gli aspetti della professione notarile sono oggetto di una rigorosa regolamentazione (nomina da parte del ministero della Giustizia, ammissione mediante concorso, limitazione del numero di posti, remunerazione in base a tariffe fissate dal governo, pensionamento, misure disciplinari). L'avanzamento nella carriera notarile può avvenire per anzianità o per mezzo di concorsi per notai organizzati dal ministero della Giustizia.

Solo chi è in possesso di una laurea o un titolo post laurea in giurisprudenza può partecipare ai concorso per accedere alla professione di notaio.

I notai sono raggruppati in collegi notarili (Colegios Notariales), ciascuno competente per una comunità autonoma, e sono coordinati dal Consiglio generale del notariato (Consejo General del Notariado), cui lo Stato ha affidato alcune funzioni di controllo sull'esercizio della professione.

Il notariato dipende direttamente dal ministero della Giustizia tramite la direzione generale dei Registri e del Notariato (Dirección General de los Registros y del Notariado), cui spetta la funzione di ispezione e controllo dei servizi notarili.

Per maggiori informazioni consultare il sito Internet del Consiglio generale del notariato (www.notariado.org).

Altre professioni giuridiche

Conservatore dei registri

I registri immobiliari e i registri delle imprese e dei beni mobili sono registri pubblici di determinati diritti, strumenti o atti giuridici, con effetti sostanziali erga omnes, che consentono di beneficiare della presunzione di legittimità, correttezza, completezza e accuratezza. In tal modo non occorrono ulteriori garanzie (titoli di proprietà, garanzie, ecc.) che comprovino la titolarità dei diritti. Il sistema che ne risulta è molto più sicuro ed economico, poiché vi è soltanto una quota di iscrizione unica e gli effetti sono immediati e permanenti.

I conservatori dei registri immobiliari e dei registri delle imprese e dei beni mobili sono funzionari pubblici, responsabili della tenuta dei suddetti registri in Spagna. Svolgono la duplice funzione di funzionari pubblici e professionisti del diritto: nelle operazioni effettuate per proprio conto, svolgono alcune funzioni pubbliche conferite loro dalla legge, in particolare dalla legislazione in materia di ipoteche, imprese e amministrazione; mentre in virtù del carattere di funzionari pubblici loro riconosciuto dalla legge sull'ipoteca (Ley Hipotecaria), esercitano i poteri conferiti loro dal diritto amministrativo.

Tutti gli aspetti riguardanti l'accesso alla professione, il numero di posti, la remunerazione, le misure disciplinari e il pensionamento sono disciplinati dallo Stato. Per diventare conservatore dei registri, occorre essere in possesso di una laurea o un titolo post laurea in giurisprudenza e superare un concorso organizzato dallo Stato.

La remunerazione è stabilita in base a tariffe fissate dallo Stato.

I conservatori dei registri immobiliari e delle imprese sono inoltre affiliati, come professione, all'Ordine nazionale dei conservatori dei registri in Spagna (Colegio Nacional de Registradores de España), al quale lo Stato ha affidato alcune funzioni di controllo sull'esercizio della professione.

Dipendono direttamente dal ministero della Giustizia tramite la direzione generale dei Registri e del Notariato (Dirección General de los Registros y del Notariado), cui spetta la funzione di ispezione e controllo dei registri.

Le loro funzioni sono le seguenti: classificano i documenti di cui si chiede l'iscrizione nei registri loro affidati, offrono consulenza al pubblico in merito a questioni riguardanti i registri e concedono l'accesso ai dati iscritti, verificando, se necessario, l'interesse legittimo delle persone che lo chiedono e proteggendo adeguatamente i dati sensibili.

Per maggiori informazioni, consultare il sito Internet dell'Il link si apre in una nuova finestraOrdine dei conservatori dei registri in Spagna.

Procuratori legali

I procuratori legali (Procuradores) rappresentano i diritti e gli interessi delle parti dinanzi ai tribunali, in base alla delega conferita loro a tal fine, garantendo l'autenticità delle comunicazioni tra questi ultimi e le parti e svolgendo ogni altro compito previsto dalla legge.

Per esercitare questa professione occorre essere in possesso di una qualifica di Procurador (procuratore legale) o di Procurador de los tribunales (figura professionale distinta sebbene con tratti affini a quelli dell'avvocato e, in questo caso, a norma della legge 34/2006 del 30 ottobre 2006 relativa all'accesso alle professioni di avvocato o procuratore legale), essere iscritti all'ordine dei procuratori legali (Colegio de Procuradores), depositare una garanzia e prestare giuramento o promessa.

I procuratori legali dipendono dal loro ordine professionale, il cui consiglio direttivo (Junta del Gobierno) controlla che adempiano alla loro funzione in modo adeguato.

I loro servizi sono remunerati in base a tariffe fissate previamente dal ministero della Giustizia.

Per maggiori informazioni, consultare il sito Internet delIl link si apre in una nuova finestra Consiglio generale dei procuratori legali spagnoli.

Consiglieri del lavoro e dell'occupazione

I consiglieri del lavoro e dell'occupazione (graduados sociales) sono consulenti specializzati che possono intervenire dinanzi ai giudici nei contenziosi in materia di lavoro e sicurezza sociale.

Possono esercitare le loro funzioni nei tribunali di primo e di secondo grado e possono altresì proporre ricorsi. Tuttavia, per ricorrere in cassazione, è necessaria l'assistenza di un avvocato.

In Spagna ci sono più di 25 000 consiglieri del lavoro e dell'occupazione che forniscono i loro servizi alle imprese e ai lavoratori.

Link collegati

Il link si apre in una nuova finestraMINISTERO DELLA GIUSTIZIA SPAGNOLO

Il link si apre in una nuova finestraCONSIGLIO GENERALE DEL POTERE GIUDIZIARIO SPAGNOLO

Il link si apre in una nuova finestraUFFICIO DEL PUBBLICO MINISTERO SPAGNOLO

Il link si apre in una nuova finestraORDINE NAZIONALE DEI CONSERVATORI DEI REGISTRI IN SPAGNA

Il link si apre in una nuova finestraCONSIGLIO GENERALE DELL'AVVOCATURA SPAGNOLA

Il link si apre in una nuova finestraCONSIGLIO GENERALE DEI PROCURATORI LEGALI SPAGNOLI

CONSIGLIO GENERALE DEL NOTARIATO SPAGNOLO

Il link si apre in una nuova finestraORDINE NAZIONALE DEI CONSERVATORI DEI REGISTRI IN SPAGNA

Il link si apre in una nuova finestraCONSIGLIO GENERALE DELL'ORDINE DEI CONSIGLIERI SPAGNOLI


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 12/03/2019