Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Professioni legali - Italia

Questa pagina contiene informazioni generali sulle professioni legali in Italia.


Professioni legali

Professioni GIURIDICHE – introduzione

Le principali professioni giuridiche in Italia sono: i magistrati (giudici e pubblici ministeri) gli avvocati e i notai.

Magistratura

La Costituzione struttura l’esercizio della funzione giurisdizionale da parte dei giudici e dei pubblici ministeri.

Giudici

La giustizia è amministrata in nome del popolo. I giudici sono soggetti soltanto alla legge. (articolo 101 della Costituzione).

La funzione giurisdizionale è esercitata da magistrati ordinari istituiti e regolati dalle norme sull’ordinamento giudiziario.

Non possono essere istituiti giudici straordinari o speciali, ma solo sezioni specializzate presso organi giudiziari ordinari. La legge regola i casi e le forme della partecipazione diretta del popolo all’amministrazione della giustizia

L’accesso alla magistratura ha luogo per concorso. È tuttavia ammessa la nomina di magistrati onorari per lo svolgimento di tutte le funzioni attribuite ai giudici singoli.

Autonomia e Indipendenza

La magistratura costituisce un organo autonomo, indipendente da ogni altro potere (articolo 104 della Costituzione).

L’indipendenza della magistratura è assicurata dall’organo di autogoverno, il Consiglio Superiore della Magistratura, cui spettano le assunzioni, le assegnazioni ed i trasferimenti, le promozioni e i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati. (articolo 105 della Costituzione)

I magistrati si distinguono tra loro soltanto per diversità di funzioni.

I magistrati sono inamovibili, non possono essere dispensati o sospesi dal servizio se non in seguito a decisione del Consiglio superiore della Magistratura, adottata per i motivi o con le garanzie stabilite nei loro riguardi dall’ordinamento giudiziario o con il loro consenso.

Pubblici ministeri

Organizzazione

La Costituzione sancisce il principio dell'indipendenza e autonomia anche del pubblico ministero (articolo 107).

L'articolo 112 della Costituzione detta il principio dell'obbligatorietà dell'azione penale: una volta ricevuta notizia di un reato, il pubblico ministero competente deve avviare le indagini e sottoporne l'esito al giudice ai fini della valutazione, formulando le richieste pertinenti. L'obbligatorietà dell'azione penale concorre a garantire l'indipendenza del pubblico ministero nell'esercizio della propria funzione e l'uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge.

L'ufficio del pubblico ministero è costituito presso la corte di cassazione, le corti di appello, i tribunali ordinari, i tribunali per i minorenni.

Ruolo e funzioni

Il pubblico ministero partecipa a tutti i procedimenti penali e rappresenta lo Stato.I pubblici ministeri partecipano ai procedimenti civili ove ciò previsto dalla legge (ad esempio determinate controverse di diritto di famiglia, cause concernenti persone prive della capacità giuridica, ecc.).

Personale delle cancellerie e delle segreterie

Il personale delle cancellerie e delle segreterie degli uffici giudiziari è personale amministrativo appartenente a varie categorie (direttore, funzionario, cancelliere, contabile, ausiliario, ecc) reclutato attraverso concorso pubblico ad esami e inquadrato come pubblico dipendente attraverso un contratto collettivo nazionale di lavoro del comparto ministeri.
Tale personale dipende dal Ministero della Giustizia, Dipartimento dell'organizzazione
giudiziaria, del personale e dei servizi, e svolge compiti amministrativi, di gestione dei registri e dei fascicoli, e assiste la giurisdizione in tutte le tipologie di procedimenti.
La formazione del personale è a cura del Ministero della Giustizia – Direzione Generale del Personale e della Formazione.

Organizzazione delle professioni legali: avvocati, notai

Avvocati

L'avvocato è  un libero professionista chiamato a rappresentare e assistere il cliente - persona fisica, impresa o Stato innanzi un giudice civile, penale o amministrativo

L’avvocato difende il cliente in forza di un mandato e dietro pagamento di un onorario.

Presso ogni Tribunale è costituito un Consiglio dell'ordine composto da avvocati eletti dagli avvocati iscritti al relativo albo.

L'istituzione nazionale è il Consiglio nazionale forense, eletto dai consigli dell'ordine riuniti su base distrettuale.

Con la legge 31 dicembre 2012, n. 247 è entrata in vigore la "Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense".

Notai

Il notaio è un Il link si apre in una nuova finestralibero professionista esercente una Il link si apre in una nuova finestrafunzione pubblica: la funzione di attribuire pubblica fede agli atti stipulati alla sua presenza.

La professione del notaio è disciplinata dalla legge 16 febbraio 1913, n. 89 “Ordinamento del notariato e degli archivi notarili”, cosiddetta "legge notarile".

L’istituzione nazionale è il Consiglio nazionale del notariato.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

Ultimo aggiornamento: 03/12/2020