Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Materie matrimoniali e materie di responsabilità genitoriale - Austria


RICERCA TRIBUNALI/AUTORITÀ COMPETENTI

Lo strumento di ricerca seguente aiuterà a identificare i tribunali/le autorità competenti per uno strumento giuridico europeo specifico. Attenzione: nonostante gli sforzi compiuti per verificare l'accuratezza dei risultati, in casi eccezionali non è stato possibile attribuire la competenza.

Austria

Diritto di famiglia - materia matrimoniale e responsabilità genitoriale


Articolo 67 (a)

Articolo 67 (b)

Articolo 67 (c)

Articoli 21 e 29

Articolo 33

Articolo 34

Articolo 67 (a)

Denominazione, indirizzo e mezzi di comunicazione delle autorità centrali designate ai sensi dell’articolo 53.

Bundesministerium für Verfassung, Reformen, Deregulierung und Justiz

Museumstrasse 7 Abteilung I 10

1016 Vienna

Tel.: +43 1 52152 2134

Fax: +43 1 52152 2829

E-Mail: Il link si apre in una nuova finestrateam.z@bmj.gv.at

Articolo 67 (b)

Lingue accettate per le comunicazioni inviate alle autorità centrali di cui all’articolo 57, paragrafo 2: tedesco.

Articolo 67 (c)

Per il certificato relativo al diritto di visita e al ritorno del minore – articolo 45, paragrafo 2: tedesco.

Articoli 21 e 29

Le istanze di cui agli articoli 21 e 29 devono essere presentate ai seguenti giudici o autorità competenti:

- in Austria il Bezirksgericht. (tribunale distrettuale).

Articolo 33

Le opposizioni di cui all’articolo 33 devono essere proposte dinanzi alle seguenti autorità giurisdizionali:

- in Austria il tribunale distrettuale.

Articolo 34

Le opposizioni di cui all’articolo 34 possono essere presentate soltanto:

- in Austria: con un ricorso per motivi di diritto, depositato presso il tribunale distrettuale, ma indirizzato alla Oberster Gerichtshof (Corte Suprema).


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 26/11/2018