Затваряне

БЕТА ВЕРСИЯТА НА ПОРТАЛА ВЕЧЕ Е НА РАЗПОЛОЖЕНИЕ!

Посетете БЕТА версията на Европейския портал за електронно правосъдие и дайте мнение за вашето посещение!

 
 

Навигационна пътека

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Mediazione negli Stati membri - Germania

Тази страница е машинно преведена и качеството ѝ не може да бъде гарантирано.

Качеството на този превод е оценено като: ненадеждно

Мислите ли, че този превод е полезен?

Anziché andare in tribunale, perché non cercare di comporre la controversia attraverso la mediazione? Si tratta di una misura di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) mediante la quale un mediatore assiste i soggetti coinvolti in una controversia nel raggiungimento di un accordo. In Germania, le autorità pubbliche e i professionisti del diritto sono tutti consapevoli dei vantaggi della mediazione.


Chi contattare?

Numerose organizzazioni forniscono servizi di mediazione. Si veda di seguito un elenco non esaustivo di alcune delle associazioni più grandi:

Tali associazioni assistono le parti che desiderano coinvolgere un mediatore nella ricerca di un mediatore idoneo.

In quali settori è ammissibile e/o particolarmente comune il ricorso alla mediazione?

In generale, quando non vi è alcun requisito giuridico formale secondo cui un determinato tipo di controversia o di materia deve essere trattato in sede giurisdizionale, la mediazione è sempre consentita. I settori più comuni per la mediazione sono il diritto di famiglia, il diritto di successione e il diritto commerciale.

Esistono norme specifiche in materia?

Il 26 luglio 2012 è entrata in vigore in Germania la Mediation Act (Mediationsgesetz), articolo 1 della legge volta a promuovere la mediazione e altre procedure per la risoluzione extragiudiziale delle controversie, del 21 luglio 2012, pubblicata: bundesgesetzblatt I, pag. 1577. Si tratta del primo atto legislativo che disciplina formalmente i servizi di mediazione in Germania. La legge recepisce inoltre nel diritto tedesco la direttiva europea sulla mediazione (direttiva n. 2008/52/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2008, relativa a determinati aspetti della mediazione in materia civile e commerciale, pubblicata nella GU L 136 del 24.5.2008, pag. 3). L'ambito di applicazione della legge tedesca sulla mediazione va oltre i requisiti della direttiva europea; La direttiva si applica solo alle controversie transfrontaliere in materia civile e commerciale. Tuttavia, la legge sulla mediazione si applica a tutte le attività di mediazione svolte in Germania, indipendentemente dalla natura della controversia e dal luogo di residenza delle parti.

La legge tedesca sulla mediazione stabilisce solo principi essenziali. I mediatori e le parti dovrebbero disporre di un ampio margine di discrezionalità nella conduzione della mediazione. La legge definisce inizialmente i termini "mediazione" e "mediatore" per distinguere la mediazione da altre forme di risoluzione delle controversie. Ai sensi della legge, la mediazione è un processo strutturato in cui le parti coinvolte cercano volontariamente e autonomamente una forma di risoluzione reciproca delle controversie con l'aiuto di uno o più mediatori. I mediatori sono persone indipendenti e imparziali, prive di potere decisionale, che guidano le parti interessate attraverso la procedura di mediazione. La legge evita deliberatamente di stabilire un codice di condotta preciso per il procedimento di mediazione. Tuttavia, essa stabilisce una serie di obblighi di comunicazione e restrizioni all'attività, al fine di tutelare l'indipendenza e l'imparzialità della professione di mediatore. Inoltre, la legislazione obbliga formalmente i mediatori a mantenere una rigorosa riservatezza nei confronti dei clienti.

La legge promuove la risoluzione reciproca delle controversie inserendo nei codici procedurali ufficiali una serie di incentivi diversi (ad esempio il codice di procedura civile, Zivilprozessordnung). D'ora in avanti, ad esempio, quando le parti avviano un'azione dinanzi a un giudice civile, dovranno indicare se hanno già cercato di risolvere la questione mediante misure extragiudiziali, come la mediazione, e se vi sono ragioni specifiche per non prendere in considerazione tale possibilità. Il giudice può inoltre suggerire che le parti tentino di risolvere il conflitto mediante la mediazione o un'altra forma di composizione extragiudiziale; se le parti rifiutano di avvalersi di tale facoltà, la Corte può decidere di sospendere il procedimento. Per il momento non è previsto il patrocinio a spese dello Stato per la mediazione. Ai sensi dell'articolo 278 (5) del codice di procedura civile, il giudice può deferire le parti a un giudice designato e non decisorio (Güterichter) ai fini dell'udienza di conciliazione e per ulteriori tentativi di qualità. Il noleggiatore può utilizzare tutti i metodi di risoluzione dei conflitti, compresa la mediazione.

Il governo federale ha adempiuto all'obbligo giuridico di riferire al Bundestag sugli effetti della legge cinque anni dopo l'entrata in vigore della legge nella sua relazione del 20 luglio 2017. La relazione è consultabile Il link si apre in una nuova finestraqui. Dimostra che la mediazione come strumento alternativo per la risoluzione dei conflitti in Germania non è ancora utilizzata nella misura del possibile. La relazione non contiene alcuna misura legislativa direttamente necessaria. Tuttavia, sulla base dei risultati della relazione, il governo federale esaminerà come conseguire meglio l'obiettivo di promuovere la mediazione perseguito dalla legge sulla mediazione.

Informazioni e formazione

Informazioni generali sono reperibili Il link si apre in una nuova finestrasul sito web del ministero federale della Giustizia e della tutela dei consumatori.

Non esiste una legislazione che definisca il profilo professionale di un mediatore. Analogamente, l'accesso alla professione non è limitato. I mediatori sono essi stessi responsabili di garantire che possiedano le conoscenze e l'esperienza necessarie (attraverso adeguati corsi di formazione e di ulteriore sviluppo) per guidare in modo affidabile le parti attraverso il processo di mediazione. Il diritto tedesco stabilisce le conoscenze, le competenze e le procedure generali che dovrebbero essere oggetto di un'adeguata formazione preliminare. Chiunque soddisfi tali criteri può fungere da mediatore. Non esiste un'età minima stabilita e non è richiesto, ad esempio, che un mediatore abbia seguito un corso di studi di livello universitario.

Il ministero federale della Giustizia e della tutela dei consumatori si è avvalso della sua autorizzazione per emanare un'ordinanza legislativa del "regolamento sulla formazione dei mediatori certificati", che stabilisce disposizioni dettagliate sulla formazione dei mediatori certificati e sulla formazione continua del mediatore certificato, nonché sui requisiti per gli istituti di formazione.

Per il momento non è prevista alcuna iniziativa formale.

La formazione dei mediatori è attualmente offerta da associazioni, organizzazioni, università, imprese e singoli individui.

Quanto costa la mediazione?

La mediazione è retribuita. Il pagamento è concordato tra il mediatore privato e le parti interessate.

Non esiste una legislazione che disciplini gli onorari per la mediazione, né statistiche sui costi. È realistico ipotizzare che le tariffe orarie possano variare approssimativamente da 80 EUR a 250 EUR.

È possibile far rispettare un accordo risultante dalla mediazione?

In linea di principio, gli accordi di mediazione possono essere eseguiti con l'aiuto di un avvocato (in qualità di avvocato) o di un notaio (come atto notarile pubblico, articoli da 796a a 796c, 794 (1) (5) del codice di procedura civile).

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraBundes-Arbeitsgemeinschaft für Familien-Mediation e.V.

Il link si apre in una nuova finestraBundesverband Mediation e.V.

Il link si apre in una nuova finestraMediazione del Bundesverband a Wirtschaft und Arbeitswelt e.V.

Il link si apre in una nuova finestraCentrale für Mediation GmbH & Co.KG

Il link si apre in una nuova finestraDeutscher Anwaltsverein (Associazione degli avvocati tedeschi)


Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 17/11/2020