Fechar

A VERSÃO BETA DO PORTAL JÁ ESTÁ DISPONÍVEL

Visite a versão BETA do Portal Europeu de Justiça e conte-nos a sua experiência!

 
 

Percurso de navegação

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Mediazione negli Stati membri - Estonia

Esta página foi traduzida automaticamente. A qualidade da tradução não pode ser garantida.

Qualidade da tradução: inaceitável

Considera que esta tradução foi útil?

Invece di rivolgersi a un giudice, perché non tentare di risolvere una controversia attraverso la mediazione? Si tratta di una misura alternativa di risoluzione delle controversie, in base alla quale un mediatore aiuta i soggetti coinvolti in una controversia a raggiungere un accordo. Il governo e gli operatori della giustizia estoni sono consapevoli dei vantaggi della mediazione.


Chi contattare?

La mediazione è l'azione civile di un conciliatore o di un organo di conciliazione. La mediazione è disciplinata dalla legge sulla conciliazione. La legge sulla conciliazione è stata elaborata per recepire nel diritto estone la direttiva 2008/52/CE relativa a determinati aspetti della mediazione in materia civile e commerciale.

Ai sensi della legge sulla conciliazione, il conciliatore può essere qualsiasi persona fisica che le parti abbiano chiesto di agire in qualità di conciliatore. Anche gli avvocati e i notai possono agire in qualità di conciliatori. Ai sensi della legge specifica, il ruolo di conciliatore può essere assegnato anche a un ente statale o locale.

Un elenco dei notai è disponibile sul Il link si apre in una nuova finestrasito Internet della Camera dei notai.

Un elenco dei barrister che agiscono in qualità di conciliatori è disponibile sul Il link si apre in una nuova finestrasito web dell'ordine degli avvocati estone.

Possono essere contattate le seguenti ONG:

  • L'Il link si apre in una nuova finestraAssociazione estone dei mediatori fornisce informazioni sia in estone che in inglese.
  • L'Il link si apre in una nuova finestraassociazione estone per la tutela dei minori è un'associazione senza scopo di lucro che sostiene i diritti dei minori. Le sue attività comprendono la consulenza ai genitori che desiderano separarsi o divorziare e l'incoraggiamento a ricorrere ai servizi dei conciliatori per tutelare gli interessi dei loro figli. L'Unione ha organizzato sessioni di formazione sul tema della mediazione familiare.
  • L'Il link si apre in una nuova finestraAssociazione estone delle assicurazioni ha istituito un mediatore assicurativo per trattare le controversie tra gli assicuratori e gli assicuratori o gli intermediari assicurativi.

La commissione per il diritto d'autore istituita presso il ministero della Giustizia è un organo di conciliazione ai sensi dell'articolo 19 della legge sulla conciliazione. La Commissione risolve le dichiarazioni relative alle misure da applicare per consentire taluni casi di libero utilizzo di un'opera o di un materiale protetto da diritti connessi.

Ai sensi del Collective Labour Dispute Resolution Act (legge sulla risoluzione collettiva delle controversie in materia di lavoro), le parti hanno il diritto di ricorrere al Conciliator pubblico in caso di controversia collettiva di lavoro (una controversia riguardante i termini di un contratto collettivo). Il Conciliator pubblico è un esperto imparziale che aiuta i soggetti coinvolti nella controversia di lavoro a raggiungere un compromesso. Il mediatore nazionale per la vertenza collettiva di lavoro è Meelis Virkebau, e-mail meelis.virkebau@riikliklepitaja.ee. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web del Conciliator Il link si apre in una nuova finestraNazionale.

In alcuni casi il mediatore può essere il cancelliere della giustizia. Sebbene il concetto di "difensore civico" non sia utilizzato nella legge sul Cancelliere della giustizia, il Cancelliere della giustizia svolge anche le funzioni di mediatore, per verificare se gli organismi governativi rispettino i diritti e le libertà fondamentali dei cittadini e i principi di buona governance, nonché i governi locali, le persone giuridiche di diritto pubblico e gli enti privati che svolgono funzioni pubbliche. Dal 2011 il cancelliere della giustizia svolge anche le funzioni di mediatore per i minori ai sensi dell'articolo 4 della Convenzione sui diritti del fanciullo, nonché la mediazione nelle controversie in materia di discriminazione. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web del Il link si apre in una nuova finestraCancelliere della giustizia.

In quali settori è ammissibile e/o più comune il ricorso alla mediazione?

La procedura di conciliazione prevista dalla legge sulla conciliazione è generalmente consentita per la risoluzione di tutte le controversie civili aventi un contenuto conciliabile. Sebbene non esistano statistiche comparative, è probabile che la mediazione sia più comune nel settore del diritto di famiglia.

Il Cancelliere della giustizia risolve le controversie in materia di discriminazione quando una persona presenta una dichiarazione di discriminazione fondata sul sesso, la razza, la nazionalità (origine etnica), il colore, la lingua, l'origine, la religione, le convinzioni politiche o di altro tipo, lo status finanziario o sociale, l'età, la disabilità, l'orientamento sessuale o altre caratteristiche previste dalla legge. I mediatori possono agire anche in caso di violazione dei diritti fondamentali.

Il Conciliator pubblico funge da conciliatore nelle controversie collettive di lavoro.

Esistono norme specifiche in materia?

In base al diritto estone, il ricorso alla conciliazione è generalmente volontario. Le norme della Il link si apre in una nuova finestralegge sulla conciliazione e le condizioni per l'esecutività dell'accordo di conciliazione sono stabilite nell'atto di conciliazione.

Ilcodice di procedura civile estone prevede una norma speciale che prevede la conciliazione da parte di un giudice nei casi in cui un genitore violi un'ordinanza relativa al contatto con un minore. Ai sensi dell'articolo 563 del codice, su richiesta di un genitore, il tribunale può citare in giudizio entrambi i genitori al fine di risolvere tale controversia mediante un accordo. Il giudice convoca i genitori a comparire personalmente e li informa delle potenziali conseguenze giuridiche (ammenda o detenzione) della mancata comparizione.

Il codice di procedura civile prevede inoltre che: se il giudice lo ritiene necessario ai fini della soluzione del caso, tenuto conto dei fatti e del procedimento fino ad oggi, può obbligare le parti a partecipare a una procedura di conciliazione ai sensi dell'atto di conciliazione.

Il regolamento interno del mediatore assicurativo dell'Associazione estone delle assicurazioni è disponibile online. Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.eksl.ee/index.php?option=com_content&view=article&id=168&Itemid=226&lang=et

La mediazione con il cancelliere della giustizia è disciplinata dalla legge sul Cancelliere della giustizia. La risoluzione delle controversie collettive di lavoro, le attività del Conciliatore pubblico e i diritti e gli obblighi delle parti coinvolte nel processo sono disciplinati dal Collective Labour Dispute Resolution Act.

Le particolarità del procedimento di conciliazione condotto dalla Commissione per il diritto d'autore sono precisate nella legge sul diritto d'autore.

Informazioni e formazione

Informazioni sui conciliatori che agiscono ai sensi della legge sulla conciliazione, compresi notai e avvocati, sono disponibili sui siti web di coloro che agiscono in qualità di conciliatori. L'elenco dei notai è disponibile sul Il link si apre in una nuova finestrasito Internet della Camera dei notai. Un elenco degli avvocati giurati è disponibile sul Il link si apre in una nuova finestrasito web dell'ordine degli avvocati.

Informazioni sulle attività del cancelliere della giustizia in qualità di mediatore per i minori sono disponibili sul sito web Il link si apre in una nuova finestradel Cancelliere della giustizia e sul sito web del Cancelliere della giustizia sulla riconciliazione Il link si apre in una nuova finestradelle controversie in materia di discriminazione.

Le informazioni sulle attività del Conciliatore pubblico in qualità di conciliatore sono disponibili sul sito web del Conciliatore pubblico. Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.riikliklepitaja.ee/index.php?pgID=4

La formazione dei mediatori è fornita dal settore privato (ad esempio, l'associazione dei mediatori). Non esiste una regolamentazione specifica sulla formazione dei mediatori.

Quanto costa la mediazione?

Ai sensi della legge sulla conciliazione, la conciliazione non è gratuita; Il compenso fissato per la mediazione è subordinato all'accordo tra il mediatore e le parti coinvolte.

Se il giudice ha proposto alle parti del procedimento di adire il conciliatore o le ha obbligato a partecipare alla procedura di conciliazione prevista dall'atto di conciliazione, una parte di un procedimento che non sia in grado di pagare le spese processuali a causa della sua situazione finanziaria o che sia in grado di pagarle solo in parte o a rate può, a titolo di gratuito patrocinio, chiedere l'esonero parziale o totale dalle spese della procedura di conciliazione a spese della Repubblica di Estonia.

Se il cancelliere della giustizia agisce in qualità di conciliatore, non è dovuto alcun compenso. Tuttavia, possono esservi costi supplementari connessi al processo di conciliazione. Il cancelliere della giustizia decide chi debba sostenere tali spese.

Anche la risoluzione delle controversie collettive di lavoro da parte del Conciliatore pubblico è gratuita. I costi derivanti dalla risoluzione di una controversia collettiva di lavoro sono a carico della parte colpevole o sono ripartiti di comune accordo tra le parti.

La commissione di gestione dell'ente contrattuale dell'Associazione estone delle assicurazioni è pari a 50 EUR e la remunerazione dell'assicuratore è limitata a 160 EUR, più contributi sociali e contributi per l'assicurazione contro la disoccupazione, per un totale di 214,08 EUR. Se la conciliazione non ha esito positivo, è dovuta soltanto la metà dell'onorario del conciliatore assicurativo.

L'accordo raggiunto in sede di mediazione è esecutivo?

Ai sensi della legge sulla conciliazione, l'accordo concluso a seguito di una procedura di conciliazione è esecutivo dopo che è stata espletata la procedura appropriata per dichiararlo esecutivo sulla base di una domanda (articoli 6271 e 6272del codice di procedura civile). Un accordo di conciliazione concluso da un notaio o da un barrister può anche essere dichiarato esecutivo da un notaio secondo la procedura prevista dalla legge sull'autenticazione.Le norme speciali che disciplinano l'esecutività di un accordo sulla procedura di contatto con un minore sono contenute nella sezione 563 del codice di procedura civile.

Un accordo risultante dalla mediazione approvato dal cancelliere della giustizia è un titolo esecutivo.

Un accordo raggiunto attraverso il Conciliator pubblico per risolvere una controversia collettiva di lavoro è vincolante per entrambe le parti ed è valido a decorrere dalla data della sua firma, a meno che non venga concordato un altro termine per l'entrata in vigore. Tuttavia, questo tipo di accordo non costituisce titolo esecutivo.


Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 02/10/2020