Giurisdizione ordinaria

La giurisdizione ordinaria è il perno centrale del sistema giudiziario negli Stati membri. Essa si occupa della maggior parte dei procedimenti giudiziari. Il suo campo di applicazione varia considerevolmente. Qui si possono trovare informazioni sulla giurisdizione ordinaria e sulla sua competenza in ogni Stato membro.


Nella maggior parte degli Stati membri, i tribunali ordinari trattano due principali tipi di procedimenti:

  • procedimenti nelle cause penali, cioè relativi a reati punibili con una sanzione penale (come furto, atti vandalici, frode ecc.); questi giudici possono applicare sanzioni e spesso sono chiamati “giudici penali”.
  • procedimenti nelle cause civili, cioè controversie tra cittadini e/o imprenditori (ad esempio, problemi di locazione, contratto di servizi o divorzio, ecc.); questi giudici sono spesso chiamati “giudici civili”.

Per maggiori informazioni cliccare sulla bandiera del paese desiderato.


Questa pagina è a cura della Commissione europea. Le informazioni contenute in questa pagina non riflettono necessariamente il parere ufficiale della Commissione europea. La Commissione declina ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Si rinvia all'avviso legale per quanto riguarda le norme sul copyright per le pagine europee.

Ultimo aggiornamento: 18/01/2019

Giurisdizione ordinaria - Belgio

La versione originale in lingua francese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: olandese.

Questa pagina contiene informazioni sul sistema della giurisdizione ordinaria in Belgio.


Giurisdizione ordinaria - introduzione

La Corte suprema

La Corte di Cassazione: è la giurisdizione suprema, il “tribunale dei tribunali” e ha sede a Bruxelles.

La Corte d’Assise

Le dieci province e il circondario di Bruxelles-Capitale hanno una Corte d’Assise. Non si tratta di un giudice permanente: essa viene costituita di volta in volta nel caso in cui vi siano imputati rinviati a giudizio.

I giudici d’appello

  • Le corti d’appello: ve ne sono 5 in Belgio:
    • Bruxelles (per le province del Brabant vallone del Brabant fiammingo e per la regione di Bruxelles-capitale);
    • Liegi (per le province di Liegi, Namur e Lussemburgo),
    • Mons (per la provincia di Hainaut),
    • Gand (per le province della Fiandra occidentale e della Fiandra orientale)
    • Anversa (per le province di Anversa e Limburgo).
  • Le corti d’appello del lavoro: ve ne sono 5 in Belgio. Si tratta delle Corti d’appello specializzate in diritto del lavoro. Si trovano nei distretti delle corti d’appello suddette.

I giudici di primo grado

  • I tribunali di primo grado: ve ne sono 13 in Belgio (uno per circondario e due per il circondario di Bruxelles, uno NL (fiammingo) e uno FR (francofono)).
  • I tribunali del lavoro: ve ne sono 9 in Belgio (in linea di principio uno per ogni Corte d’appello, eccetto la Corte d’appello di Bruxelles, nella quale i tribunali del lavoro si trovano a Louvain, Nivelles e Bruxelles, e ad eccezione del territorio germanofono di Eupen).
  • I tribunali commerciali: ve ne sono 9 in Belgio (in linea di principio uno per ogni Corte d’appello, eccetto la Corte d’appello di Bruxelles, nella quale i tribunali commerciali si trovano a Louvain, Nivelles e Bruxelles, e con l’eccezione del territorio germanofono di Eupen).

I giudici di grado inferiore o cosiddetti “de proximité

  • Giudici di pace: vi sono 187 giudici di pace in Belgio (uno per cantone giudiziario).
  • “Tribunaux de police”: ve ne sono 15 in Belgio.

Competenza dei giudici.

I giudici di pace

I giudici di pace trattano cause civili e commerciali con valore inferiore a 1 860 EUR. Il giudice di pace è altresì competente tra l’altro per le controversie in materia di locazioni, di vicinato, di servitù, di espropriazione (a prescindere dal valore della controversia) e per i provvedimenti provvisori tra coniugi. Salvo che la pronuncia sia emessa in seguito a una domanda il cui valore non supera i 1 240 euro, le sentenze del giudice di pace possono essere impugnate dinanzi al tribunale di primo grado o dinanzi al tribunale commerciale, a seconda che si tratti di una controversia civile o commerciale.

Il “tribunal de police”

Il tribunal de police è un organo giurisdizionale penale e civile che esamina le contravvenzioni, i reati contravvenzionali, le infrazioni a leggi speciali (ad esempio il Code rural, il Code forestier) le domande relative al risarcimento danni in caso di incidente stradale e le infrazioni al codice della strada. Le sentenze del tribunal de police possono essere impugnate dinanzi al tribunale di primo grado eccetto le materie elencate dal “code judiciaire” nel caso in cui il tribunale si sia pronunciato su una domanda il cui valore non supera i 1 240 euro.

Il tribunale di primo grado

Il tribunale di primo grado è competente per tutte le controversie, salvo quelle assegnate per legge ad altri giudici. Si tratta della competenza cosiddetta residuale del tribunale di primo grado.

Il tribunale di primo grado è suddiviso in tre sezioni: il tribunale civile, il tribunal correctionnel e il tribunal de la jeunesse. Dal 2007 sono stati costituiti all’interno dei tribunali di primo grado di Anversa, Bruxelles, Fiandra orientale, Liegi e Hainaut i cosiddetti “tribunali d’applicazione delle pene”.

Il tribunale civile

Il tribunale civile tratta cause che riguardano lo stato civile delle persone (ad esempio divorzi, filiazione e adozioni) ed è altresì competente per le controversie di importo superiore a 1 860 EUR, per le cause riguardanti i diritti di successione o i diritti d’autore e le impugnazioni di sentenze emesse dal giudice di pace.

Il tribunal correctionnel

Il tribunal correctionnel è un organo giurisdizionale penale che ha il compito di pronunciarsi in tutti i processi riguardanti i delitti e i reati cosiddetti “correctionnalisés come la truffa, la frode, l’omicidio colposo, il furto con scasso, il furto con violenze. Inoltre, ha funzioni di giudice d’appello per quanto riguarda le pronunce del tribunal de police.

Una causa può essere avviata dinanzi al tribunal correctionnel con citazione diretta del pubblico ministero o della parte civile o con ordinanza emessa in camera di consiglio che al termine dell’istruttoria stabilisce se l’indagato debba essere rinviato o meno dinanzi al tribunal correctionnel.

La chambre du conseil è un organo giudiziario con funzioni istruttorie composto da un giudice del tribunale di primo grado che decide da solo e che esamina se vi siano motivazioni sufficienti a rinviare la causa dinanzi al tribunal correctionnel oppure decide di archiviare il procedimento nei confronti dell’indagato (non luogo a procedere). Inoltre, la chambre du conseil decide ogni mese se sussistano o meno motivi per tenere l’indagato in custodia cautelare preventiva o eventualmente per concedergli la libertà condizionata o per liberarlo a determinate condizioni (tali decisioni vengono prese ogni mese oppure ogni trimestre se si tratta di un reato cosiddetto non “correctionnalisable”).

La custodia cautelare è una misura di sicurezza con la quale una persona indagata per aver commesso un reato viene detenuta in attesa del processo. Tale misura viene imposta per evitare che l’indagato si renda irreperibile nel momento in cui debba comparire dinanzi al giudice, che nel frattempo commetta altre infrazioni, che tenti di occultare le prove o che prenda contatto con terzi (ad es. per influenzare i testimoni o i coimputati). L’indagato/imputato che venga assolto o nei confronti del quale il procedimento sia archiviato può chiedere un risarcimento al ministro della giustizia per il periodo trascorso ingiustamente in prigione: si tratta di un indennizzo nel caso in cui la detenzione abbia reso impossibile lo svolgimento di normali attività. Per beneficiare di tale indennizzo devono essere soddisfatte due condizioni: la custodia cautelare dev’essere durata più di otto giorni e la detenzione o il mantenimento del soggetto in detenzione non dev’essere stato causato dal comportamento personale dell’indagato. Il ministro esamina con il massimo rigore la sussistenza della seconda condizione.

Le decisioni della camera di consiglio possono essere impugnate dinanzi alla “chambre des mises en accusation” che rappresenta il giudice istruttore a livello della Corte d’appello.

Il tribunal de la jeunesse

Il tribunal de la jeunesse tratta in particolare i casi riguardanti l’applicazione della legge sulla protezione della gioventù del 1965, come la decadenza dalla potestà genitoriale, l’affidamento di minori in famiglie d’accoglienza in centri chiusi, e i fascicoli relativi alla criminalità giovanile.

Il giudice non irroga pene ai minori che hanno commesso reati, bensì prende provvedimenti nei loro confronti. In pratica, può rimproverare il minore («richiamarlo all’ordine»), affidarlo a una famiglia d’accoglienza o a un’istituzione specializzata nella quale si troverà in compagnia di altri giovani seguiti da educatori, imporgli un lavoro d’interesse generale, e perfino, in alcuni casi eccezionali, incarcerarlo per un breve periodo. Il giudice minorile adotta provvedimenti di custodia, di tutela o educazione. Nel caso in cui il minore che ha commesso un reato abbia compiuto 16 anni, il giudice dei minori, in presenza di circostanze particolari, può dichiararsi incompetente. Di conseguenza, il minore viene condotto dinanzi a una sezione specifica del tribunale dei minori, che avrà la competenza del tribunale penale. In caso di reato particolarmente grave, ad esempio nel caso in cui si tratti di omicidio, il minore sarà eccezionalmente rinviato a giudizio dinanzi alla corte d’assise e ciò malgrado il fatto che si tratti di un minore. Il tribunal de la jeunesse può altresì adottare misure nei confronti dei genitori nel caso in cui non adempiano al loro dovere di educare i minori (violenze commesse sul figlio, abuso d’autorità, condizioni di vita deplorevoli…) Peraltro, l’urgenza di talune situazioni permette di prendere molto rapidamente misure per tutelare il minore.

Un disegno di legge votato dalla Chambre des Représentants nel luglio 2011 e trasmesso al Senato prevede l’istituzione di una sezione del tribunale della famiglia e della gioventù nell’ambito dei tribunali di primo grado. Tale disegno prevede che parte delle competenze del giudice di pace vengano trasferite alle sezioni che si occupano di diritto di famiglia dei tribunali di primo grado e d’altro canto che competenze delle sezioni della gioventù saranno trasferite alle sezioni che si occupano di diritto di famiglia.

I tribunali d’applicazione delle pene

I tribunali di applicazione delle pene emettono decisioni sullo status giuridico all’esterno delle persone condannate a una pena privativa della libertà. Essi si pronunciano sulla concessione delle seguenti misure: la detenzione limitata, la sorveglianza elettronica, la libertà condizionata e la libertà provvisoria nella prospettiva dell’espulsione o del rimpatrio. Il pubblico ministero e i condannati possono presentare ricorso in cassazione contro le decisioni delle sezioni dell’applicazione delle pene.

I ricorsi contro le decisioni del tribunale di primo grado

Fatte salve le decisioni emesse dal tribunale dell’applicazione delle pene ognuna delle parti o il pubblico ministero può nel caso non sia soddisfatta di una sentenza emessa da un tribunale di primo grado, presentare appello contro tale sentenza a condizione che la sentenza sia stata emessa in primo grado, cioè non in seguito all’appello contro una decisione già emessa da un “tribunal de police” o da un giudice di pace. In questo caso la Corte d’appello esamina la causa a prescindere dal fatto che provenga dal tribunale civile, dal “tribunal correctionnel” o dal tribunal de la jeunesse.

Il tribunale del lavoro

Il tribunale del lavoro è competente in materia sociale: previdenza sociale (pensioni, disoccupazione...), controversie nei rapporti di lavoro (contratti di impiego, regolamentazione del lavoro...) e infortuni sul lavoro. Esso è competente anche a statuire sulle domande di regolamento collettivo dei debiti presentate da singoli.

Il tribunale del lavoro comprende diverse sezioni. Salvo l’eccezione prevista dal codice giudiziario, tali sezioni sono composte da un giudice togato che le presiede, e da due giudici sociali. In base alla natura della controversia trattata dal tribunale, questi giudici rappresentano i lavoratori, i datori di lavoro o i lavoratori autonomi. Essi vengono nominati in base alle proposte delle organizzazioni del mondo del lavoro (datori di lavoro, impiegati, operai o lavoratori autonomi). Quanto al pubblico ministero, in questa sede si chiama auditorat du travail mentre il procuratore si chiama auditeur du travail.

In caso di contestazione della sentenza del tribunale del lavoro, le parti possono impugnarla dinanzi alla corte d’appello del lavoro.

Il tribunale commerciale

Il tribunale commerciale esamina le controversie tra commercianti ed è competente per importi superiori a 1 860 EUR, ma anche per materie molto specifiche come i fallimenti o le controversie tra azionisti di una società. Il tribunale commerciale esamina inoltre gli appelli delle sentenze emesse dai giudici di pace in materia commerciale.

Le sezioni del tribunale commerciale sono costituite da un giudice togato, e da due giudici consulaires. Tali giudici onorari sono proposti da varie associazioni rappresentative del commercio e dell’industria. Esse scelgono i loro candidati fra commercianti, amministratori di società, revisori di imprese e contabili. Quanto al pubblico ministero, viene rappresentato dai membri del parquet del tribunale di primo grado.

Nel caso in cui le parti intendano contestare la pronuncia del tribunale commerciale, presentano ricorso dinanzi alla corte d’appello. La sentenza impugnata tuttavia deve essere stata emessa in primo grado e quindi non deve costituire una sentenza pronunciata contro una precedente decisione del giudice di pace.

Le corti d’appello e le corti d’appello del lavoro

La corte d’appello è composta da varie sezioni:

  • Le sezioni civili esaminano le impugnazioni delle sentenze emesse in primo grado dalle sezioni civili dei tribunali di primo grado e dai tribunali commerciali.
  • Le sezioni correctionnelles esaminano le impugnazioni delle sentenze emesse in primo grado dai tribunali correctionnels.
  • Le sezioni del tribunale dei minori esaminano le impugnazioni delle sentenze emesse in primo grado dai tribunali dei minori.
  • La chambre des mises en accusation è l’organo giuridico di istruzione incaricato di esaminare l’impugnazione delle pronunce della chambre du conseil. Essa è competente anche per il rinvio a giudizio di un indagato dinanzi alla corte d’assise nel caso in cui abbia commesso un delitto, un reato di diffamazione a mezzo stampa o un reato politico.

Come per il tribunale del lavoro, le sezioni della corte d’appello del lavoro sono composte da un giudice togato (detto consigliere) e da 2 o 4 consiglieri sociali. La corte d’appello del lavoro esamina le impugnazioni delle pronunce dei tribunali del lavoro.

La Corte d’Assise

Delitti

Nel caso in cui una persona venga accusata di un delitto cosiddetto “non correctionnalisable” o che non è stato inserito nell’ambito del tribunale “correctionnel” viene chiamata a comparire dinanzi alla Corte d’assise per essere giudicata da una giuria popolare.

La Corte d’assise è presieduta da un giudice togato, assistito da due giudici a latere, anch’essi togati, che non si pronunciano sulla colpevolezza o sull’innocenza dell’imputato. Spetta ai membri della giuria (detti altresì giurati) decidere se l’imputato abbia commesso o meno un delitto. I giurati vengono designati con un sorteggio effettuato fra tutti i cittadini. Tutti i belgi, di età compresa fra i 28 e i 65 anni, che godono dei diritti civili e politici, in grado di leggere e scrivere e che non hanno mai subito condanne con pene alla reclusione superiori ai 4 mesi o pene a eseguire lavori sostitutivi per oltre 60 ore possono essere nominati giurati.

Il processo in Corte d’assise inizia con la lettura dei capi d’imputazione, che rappresentano la sintesi dell’inchiesta che riunisce i principali elementi raccolti durante l’istruttoria. In seguito, vengono ascoltati i testimoni e le persone interessate dall’istruttoria. Queste udienze devono consentire ai giurati che non hanno consultato il fascicolo di formarsi un’opinione in proposito. Successivamente, il pubblico ministero pronuncia la sua requisitoria, le parti civili prendono la parola e gli avvocati pronunciano le rispettive arringhe. Viene anche ascoltato l’imputato, che risponde ai quesiti che gli sottopone il presidente e dà la sua spiegazione sui fatti e può anche perorare la sua innocenza. Successivamente al dibattito, i dodici giurati si ritirano a porte chiuse, in quanto devono pronunciarsi sulla colpevolezza o sull’innocenza dell’imputato. Essi decidono con una votazione e la loro decisione può essere successivamente attenuata (ad esempio nel caso in cui abbiano giudicato l’imputato colpevole riconoscendo l’esistenza di circostanze attenuanti). Nel caso in cui l’imputato sia ritenuto colpevole i giudici togati e i giurati decidono insieme sulla pena da applicare. Tale decisione viene presa a maggioranza assoluta. La decisione sulla colpevolezza dev’essere motivata.

In linea di principio, non è possibile impugnare una sentenza della corte d’assise. Tuttavia, il condannato, la parte civile e il pubblico ministero possono presentare ricorso per annullare la sentenza dinanzi alla Corte di Cassazione. Nel caso in cui una condanna sia stata cassata, cioè annullata dalla Corte di Cassazione, la causa viene rinviata dinanzi a un’altra Corte d’assise che dovrà nuovamente pronunciarsi.

Diffamazione a mezzo stampa e reati politici

Per ravvisare il reato di diffamazione a mezzo stampa, occorre che ci sia stata diffamazione attraverso testi diffusi in diversi esemplari con un procedimento tecnico. Un reato politico viene commesso per un motivo politico e a fini politici. La Corte d’assise è competente per l’azione pubblica in materia di reati politici e di diffamazione a mezzo stampa, tranne nel caso di diffamazione a mezzo stampa ispirata da razzismo o xenofobia.

La Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione garantisce l’osservanza del diritto da parte degli organi giurisdizionali di merito ed è competente su tutto il territorio. La Corte di Cassazione non si pronuncia sui fatti ma solo su questioni di diritto. Il ricorso in cassazione può essere presentato soltanto in base a motivi di diritto, pertanto in caso di violazione della legge o di un principio generale di diritto. Il ricorso in cassazione è possibile solo nel caso di sentenze o pronunce comunque emesse in ultimo grado, cioè decisioni conto le quali non è possibile presentare appello.

La Corte di Cassazione è composta da un primo presidente, da un presidente, da presidenti di sezione e da consiglieri. Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore generale presso la Corte di Cassazione o da un avvocato generale. La Corte è costituita da tre sezioni: la prima esamina i fascicoli concernenti cause civili, commerciali, fiscali e disciplinari, la seconda, i fascicoli penali e la terza i fascicoli concernenti le cause di diritto del lavoro e della previdenza sociale. Ciascuna è composta da una sezione francese e da una sezione fiamminga. Ogni sezione tiene udienza in linea di principio con cinque consiglieri.

Prima di pronunciarsi, i magistrati ascoltano le conclusioni del pubblico ministero presso la Corte di Cassazione. La Corte di Cassazione può decidere di respingere il ricorso in Cassazione. Nel caso in cui gli argomenti non siano accolti il ricorso è respinto e la sentenza impugnata diviene definitiva. Qualora la Corte di Cassazione ritenga che la decisione impugnata sia stata emessa senza prendere in considerazione la legge essa viene annullata (integralmente o parzialmente) con o senza rinvio. La sentenza può essere cassata con rinvio dinanzi a una Corte o a un Tribunale analoghi all’organo giurisdizionale che ha emesso la decisione impugnata nel caso in cui occorra riesaminare la causa nel merito, ma non sarà lo stesso giudice che tratterà di nuovo il caso.

Osservazioni

Occorre sottolineare che le sezioni “correctionnelles” della Corte d’appello, della Corte d’assise, delle chambres correctionnelles del tribunale di primo grado (tribunal correctionnel) e del tribunal de police (in sede di procedimenti penali) sono competenti anche (insieme agli organi giurisdizionali di diritto civile), sulle domande di diritto civile (essenzialmente relative a richieste di risarcimento danni) presentate dalle parti civili, cioè le vittime di reati nel senso ampio del termine.

Le banche dati giuridiche.

Per ottenere maggiori informazioni su corti e tribunali, si prega di consultare Il link si apre in una nuova finestrail portale del potere giudiziario del Belgio (le portail du Pouvoir judiciaire de Belgique)

L’accesso alla banca dati è gratuito?

Sì, l’accesso alla banca dati è gratuito.

Link collegati

Il link si apre in una nuova finestraServizio pubblico federale della giustizia (Service Public Fédéral Justice)


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 17/09/2015

Giurisdizione ordinaria - Bulgaria

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: bulgaro.

In questa sezione figurano informazioni sul potere giudiziario in Bulgaria.


Organizzazione dell'amministrazione della giustizia – il potere giudiziario

Tribunali di primo grado in materia civile e penale

Tribunali regionali

Il principale tribunale di primo grado è il tribunale regionale. Tratta cause civili, penali e amministrative/penali. È competente, tra l'altro, in materia di diritto di famiglia e del lavoro, crediti alimentari e adozione, azioni nelle controversie commerciali e cause civili di valore non superiore a 50.000 BGN (< 25.000 EUR), nonché divisioni di beni immobili materiali.

Il tribunale regionale è costituito dal presidente e dai suoi sostituti, da un segretario amministrativo, da un cancelliere, un segretario, un assistente, un funzionario di tribunale e un archivista.

Tribunali distrettuali

In quanto organo giudiziario di primo grado il tribunale distrettuale esamina:

  • cause e azioni civili per riconoscimento o disconoscimento della paternità, per porre fine a adozioni, azioni di interdizione, nonché azioni in cause civili di valore superiore a 50.000 BGN (> 25.000 EUR);
  • cause penali - cause riguardanti reati contro la Repubblica, omicidi, rapine aggravate, possesso e spaccio di sostanze stupefacenti, sequestro di persona e privazione illegittima della libertà, infrazioni alla regolamentazione doganale, infrazioni ai sistemi finanziario, tributario e assicurativo, atti illeciti, corruzione, violazioni del codice della strada con conseguenze mortali, ecc.;
  • controversie commerciali e societarie - le persone giuridiche senza scopo di lucro sono registrate presso il tribunale distrettuale che esamina anche i reclami contro rifiuti dell'Ufficio del registro in virtù della legge sul registro del commercio. Il tribunale distrettuale esamina anche le controversie commerciali di valore superiore a 25.000 BGN, i casi di fallimento e di reclami contro l'operato di agenti di esecuzione;
  • cause amministrative - a norma delle disposizioni transitorie e finali del codice di procedura amministrativa, le cause amministrative avviate anteriormente al 1º marzo 2007 sono esaminate dai tribunali distrettuali.

I tribunali distrettuali hanno sede nei centri di distretto. In ciascuna circoscrizione giudiziaria del tribunale distrettuale vi sono uno o più tribunali regionali.

A Sofia ha sede un tribunale cittadino, che ha le competenze di un tribunale distrettuale.

Organi giudicanti di secondo grado in materia civile e penale

I tribunali distrettuali statuiscono in qualità di organo giudicante di secondo grado nelle cause in materia civile e penale previste dalla legge.

In qualità di organo giudicante di secondo grado, la corte d'appello esamina gli atti impugnati nelle cause dinanzi al tribunale distrettuale, nonché le altre cause del tribunale distrettuale affidatele per legge.

Ultimo grado di giudizio in materia civile e penale

La Corte suprema di cassazione è il terzo ed ultimo grado in tutte le cause civili e penali.

Banca dati giuridica

Ciascun organo giurisdizionale in Bulgaria dispone di un sito Internet che risponde alle esigenze dei cittadini, delle persone giuridiche e delle autorità amministrative. Tali siti forniscono informazioni sulla struttura e le attività degli organi giurisdizionali, nonché sulle cause pendenti e quelle concluse.

Nome e URL delle rispettive banche dati

Il sito web del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio superiore della magistratura contiene un elenco esauriente degli organi giurisdizionali in Bulgaria, con i relativi indirizzi e siti web (solo in bulgaro).


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 17/12/2018

Giurisdizione ordinaria - Repubblica ceca

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: ceco.

Il sistema giudiziario della Repubblica ceca è composto da 89 tribunali distrettuali, 8 tribunali regionali e dalla Corte suprema.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Giurisdizione in materia civile

In materia civile la giustizia è amministrata dai tribunali distrettuali (okresní soudy), dai tribunali regionali (krajské soudy), dalle corti d’appello (vrchní soudy) e dalla Corte suprema della Repubblica ceca (Nejvyšší soud České republiky).

Primo grado

I tribunali distrettuali esaminano e si pronunciano riguardo a controversie e altre questioni giuridiche relative al diritto civile, al diritto del lavoro, al diritto di famiglia e al diritto commerciale in tutti i casi in cui non è competente per legge un altro giudice.

I tribunali distrettuali esaminano e si pronunciano in procedimenti civili anche riguardo ad altri casi che non rientrano nel diritto privato (ad esempio la nomina o la revoca di un arbitro e l’annullamento di un lodo arbitrale), qualora ciò sia previsto dalla legge.

Nelle cause per le quali sono competenti i tribunali distrettuali le decisioni sono prese, di norma, da un solo giudice.

Le cause di diritto del lavoro e altre cause indicate dalla legge sono esaminate da una sezione giudiziaria formata da un giudice e da due ausiliari.

I tribunali regionali esaminano e si pronunciano in primo grado nelle cause e nelle controversie di cui all’articolo 9, paragrafo 2, e all’articolo 9a del codice di procedura civile (občanský soudní řád).

Nei procedimenti dinanzi a un tribunale regionale adito in primo grado il giudice che esamina e si pronuncia sul caso è monocratico e; in alcuni casi stabiliti dalla legge, nei procedimenti di primo grado, è una sezione formata da un giudice presidente e da altri due giudici.

La Corte suprema prende decisioni in primo grado nei casi previsti dall’articolo 67 della legge 97/1963 relativa al diritto internazionale privato e procedurale; sulla base delle condizioni stabilite da tale legge, la Corte suprema riconosce le sentenze emesse in via definitiva dalle giurisdizioni di altri paesi.

La Corte suprema si riunisce in sezioni oppure a sezioni unite.

Secondo grado

Le cause giudicate in primo grado dai tribunali distrettuali vengono esaminate in secondo grado dai tribunali regionali.

Le cause giudicate in primo grado dai tribunali regionali vengono esaminate in secondo grado dalle corti d’appello.

La Corte suprema si riunisce per decidere in sezioni oppure a sezioni unite, tranne che nei casi in cui la legge stabilisce diversamente.

Banche dati giuridiche

La legislazione della Repubblica ceca è disponibile sul Il link si apre in una nuova finestraPortale del governo della Repubblica ceca (disponibile solo in lingua ceca).

La consultazione della banca dati giuridica è gratuita?

Sì, solo questo portale consente la consultazione gratuita dei testi di legge.

Giurisdizione in materia penale

In materia penale la giustizia è amministrata dai tribunali distrettuali (okresní soudy), dai tribunali regionali (krajské soudy), dalle corti d’appello (vrchní soudy) e dalla Corte suprema della Repubblica ceca (Nejvyšší soud České republiky).

Primo grado

Conformemente alla legge n. 141/1961 relativa ai procedimenti penali, a giudicare in primo grado in materia penale sono i tribunali distrettuali, tranne che nei casi in cui la legge stabilisce diversamente.

La legge stabilisce quali sono i casi che devono essere esaminati dalle sezioni dei tribunali distrettuali; negli altri casi a decidere è un giudice monocratico. Le sezioni del tribunale distrettuale sono formate dal presidente della sezione e da due ausiliari. Il giudice unico è il presidente della sezione o un altro giudice. Il presidente di una sezione è sempre un giudice.

I tribunali regionali esaminano in primo grado i reati per i quali la legge prevede una pena privativa della libertà di almeno cinque anni o in caso di reati passibili di una pena detentiva a titolo di eccezione. I tribunali regionali esaminano in primo grado anche i reati di cui all’articolo 17, paragrafo 1, della legge relativa ai procedimenti penali anche quando la pena privativa della libertà prevista è inferiore a 5 anni.

I tribunali regionali si riuniscono in sezioni. Le decisioni vengono prese da un giudice monocratico nei casi stabiliti dalla legge relativa ai procedimenti penali.

Le sezioni dei tribunali regionali sono formate da:

a)      il presidente della sezione e due ausiliari, quando giudicano in primo grado cause penali;

b)      il presidente della sezione e due giudici nelle altre cause.

Il giudice monocratico è il presidente della sezione o un altro giudice. Il presidente di una sezione è sempre un giudice.

Secondo grado

Le cause giudicate in primo grado dai tribunali distrettuali vengono esaminate in secondo grado dai tribunali regionali competenti. Le cause giudicate in primo grado dai tribunali regionali vengono esaminate in secondo grado dalle corti d’appello competenti.

La Corte suprema si riunisce per decidere in sezioni formate dal presidente della sezione e da due giudici, tranne nei casi in cui la legge stabilisce diversamente.

Giurisdizione in materia amministrativa

Compito della giustizia amministrativa è la tutela dei diritti soggettivi pubblici delle persone fisiche e giuridiche.

A svolgere tale ruolo sono i tribunali amministrativi (správní soudy): sezioni specializzate all’interno dei tribunali regionali che deliberano in qualità di tribunali regionali di primo grado.

Un tribunale amministrativo è composto da: il presidente del tribunale regionale, i vicepresidenti e alcuni giudici. In casi particolari una sezione è costituita da tre giudici.

I tribunali amministrativi esaminano i seguenti casi:

a)      denunce relative a decisioni in materia di pubblica amministrazione da parte di un organo del potere esecutivo, un organo di un ente locale, nonché di una persona fisica o giuridica o un altro organo dotato di potere decisionale per quanto riguarda i diritti e i doveri delle persone fisiche e giuridiche in campo amministrativo (in appresso “autorità amministrativa”);

b)      la protezione contro le omissioni di un organo amministrativo;

c)      la protezione contro un’azione illegittima di un organo amministrativo;

d)     denunce relative a conflitti di competenza;

e)      questioni elettorali e inerenti a referendum locali o regionali;

f)       questioni connesse a partiti o movimenti politici;

g)      la revoca totale o parziale di misure a carattere generale incompatibili con la legge;

h)      questioni connesse alla responsabilità disciplinare dei giudici, dei funzionari giudiziari, dei pubblici ministeri e degli ufficiali giudiziari;

i)        questioni connesse a talune norme professionali.

La Corte amministrativa suprema della Repubblica ceca (Nejvyšší správní soud) è il tribunale amministrativo di ultimo grado ed è composta dal suo presidente, dai vicepresidenti e alcuni giudici. In casi particolari una sezione è costituita da tre giudici.

Oltre a deliberare in cassazione, la Corte amministrativa suprema decide anche in merito allo scioglimento di partiti e movimenti politici e alla sospensione e rinnovo delle loro attività, al conflitto di competenze e la revoca totale o parziale di misure a carattere generale. Per il resto, le competenze della Corte amministrativa suprema sono stabilite da leggi speciali.

Ulteriori ragguagli si trovano sulla pagina Internet:Il link si apre in una nuova finestraAtlante giudiziario europeo in materia civile - Organizzazione della giustizia nella Repubblica ceca.

Per ulteriori informazioni si può consultare la pagina Internet: Il link si apre in una nuova finestraCorte amministrativa suprema.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraOrganizzazione della giustizia

Il link si apre in una nuova finestraSistema giudiziario


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 09/07/2019

Giurisdizione ordinaria - Danimarca

Questa pagina contiene informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Danimarca.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Højesteret (Corte suprema)

L’Højesteret (Corte suprema) è il tribunale del riesame di ultima istanza per la Danimarca e ha sede a Copenaghen; si occupa del riesame di sentenze e ordinanze emesse dai seguenti organi giudiziari:

  • Østre Landsret  (tribunale regionale della Danimarca orientale);
  • Vestre Landsret (tribunale regionale della Danimarca occidentale);
  • Sø- og Handelsretten (Tribunale marittimo e del commercio di Copenaghen).

L’Højesteret è competente per le cause civili e penali e costituisce l'ultimo grado di giudizio (terzo grado) per le cause relative a divisioni patrimoniali, fallimento, esecuzione e iscrizione nel registro immobiliare.

Non si occupa del riesame di questioni di innocenza o colpevolezza nei casi penali. Il diritto di impugnazione (terzo grado) presso l'Højesteret  è previsto solo in casi eccezionali (v. oltre). Presso questa corte non siedono giudici onorari.

Østre Landsret (tribunale regionale della Danimarca orientale) e Vestre Landsret (tribunale regionale della Danimarca occidentale)

In Danimarca esistono due tribunali regionali, l’Østre Landsret e il Vestre Landsret, competenti per i giudizi di appello in relazione alle decisioni dei byretterne (tribunali distrettuali).

Le cause civili e penali vengono giudicate dai byretterne (primo grado). Una causa civile può essere deferita a un landsret in determinate condizioni.

Byretterne (tribunali distrettuali)

I byretterne sono competenti per le cause civili, penali, di esecuzione, divisioni patrimoniali e  fallimento; nella loro competenza rientrano anche gli atti notarili. Alcuni di questi tribunali continueranno a gestire la registrazione in determinati distretti giudiziari finché essa non passerà alla competenza del Tinglysningsretten (Tribunale per la registrazione fondiaria).

Banche dati giuridiche

Per ulteriori informazioni si rimanda allo Il link si apre in una nuova finestraschema del sistema giudiziario danese.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 03/06/2019

Giurisdizione ordinaria - Germania

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: tedesco.

La presente sezione fornisce informazioni sull'organizzazione della giurisdizione ordinaria in Germania


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Giurisdizione civile

I Tribunali distrettuali (Amtsgerichte) sono tribunali di primo grado competenti in materia civile – perlopiù in cause di valore fino a 5 000 EUR. Tali tribunali sono altresì competenti in talune materie a prescindere dal valore della causa, come nel caso di controversie vertenti in materia di locazione o attinenti al diritto di famiglia e agli alimenti.

Le cause dinanzi ai Tribunali distrettuali possono essere affidate a un giudice monocratico.

I Tribunali regionali (Landgerichte), in quanto organi giurisdizionali di primo grado, sono competenti in materia civile per tutte le controversie che non vengono affidate ai Tribunali distrettuali. Si tratta in genere di cause il cui valore è superiore a 5 000 EUR.

In linea di principio, anche le cause dinanzi ai Tribunali regionali sono decise da un giudice monocratico. Tuttavia, in materie complesse e in cause di fondamentale importanza la sentenza è emessa da un collegio, di norma composto da tre giudici togati.

I Tribunali regionali di secondo grado esaminano le controversie in sezioni civili costituite all'interno dei tribunali stessi, generalmente composte da tre giudici che esaminano i ricorsi in appello avverso le sentenze dei Tribunali distrettuali.

Nei Tribunali regionali, inoltre, possono essere costituite sezioni commerciali, in genere competenti per controversie di primo e di secondo grado tra imprenditori/commercianti. Tali sezioni si compongono di un giudice togato e due giudici onorari che esercitano la professione di commercianti.

Le Corti d'appello (Oberlandesgerichte) sono generalmente tribunali di secondo grado. In materia civile, esse esaminano i ricorsi in appello contro le sentenze dei Tribunali regionali e contro le sentenze dei Tribunali distrettuali in materia di diritto di famiglia.

Le sezioni delle Corti d'appello sono composte in linea di massima da tre giudici togati. Le cause civili che non presentano particolari difficoltà e non rivestono fondamentale importanza possono, tuttavia, essere assegnate a un giudice monocratico.

Il tribunale ordinario di grado superiore è la Il link si apre in una nuova finestraCorte federale di cassazione (Bundesgerichtshof), che rappresenta l'ultimo grado di giudizio ed esamina i ricorsi solamente su questioni di diritto. Le sezioni della Corte federale di cassazione sono composte da cinque giudici togati.

Giurisdizione penale

Tribunali di primo grado

La legge sull'ordinamento giudiziario (Gerichtsverfassungsgesetz – GVG) disciplina la competenza dei tribunali in materia penale. Il Tribunale distrettuale (Amtsgericht) è l'organo giurisdizionale di primo grado nelle cause penali, salvo non sia stabilita la giurisdizione del Tribunale regionale o della Corte d'appello (articolo 24, comma 1, punti 1-3, GVG). In linea di principio (articolo 25 GVG), la sentenza viene emessa da un giudice del tribunale penale, se:

  • riguarda una contravvenzione (Vergehen) o
  • il procedimento è iniziato su querela di parte e
  • se non è prevista una condanna superiore a due anni di reclusione.

In tutti gli altri casi è competente un Tribunale collegiale misto (Schöffengericht) (articolo 28 GVG), composto da un giudice togato e da giudici onorari.

Le cause affidate ai Tribunali collegiali misti riguardano reati di media gravità, per i quali è competente il Tribunale distrettuale (articolo 24, comma 1, GVG), a condizione che esse non siano state assegnate a un giudice di un tribunale penale (articolo 25 GVG). Si tratta di casi per cui è prevista una pena detentiva edittale compresa tra due e quattro anni. Inoltre, una cosiddetta "grande giuria" può esaminare tali casi su richiesta del pubblico ministero (articolo 29, comma 2, GVG), qualora il pubblico ministero e il tribunale ritengano che occorra un'ulteriore consultazione con un secondo giudice togato, data l'importanza del caso.

La competenza del Tribunale regionale (Landgericht) di primo grado è prevista dall'articolo 74, comma 1, GVG. Ai sensi di tale disposizione, il tribunale è competente per tutti i reati che esulano dalla responsabilità dei Tribunali distrettuali e delle Corti d'appello, vale a dire nei casi in cui sono previste pene detentive più severe.

Si osservi che il Codice di procedura penale tedesco distingue tra "contravvenzione" (Vergehen), da una parte, e "delitto" (Verbrechen) dall'altra. Un delitto in questo senso (secondo il Codice di procedura penale) è un atto suscettibile di essere punito con una pena privativa della libertà pari o superiore a un anno. I delitti sono perciò i reati più gravi.

I Tribunali regionali sono competenti anche per tutti i reati che prevedono una pena superiore ai quattro anni (articolo 74, comma 1, frase 2, caso 1, GVG) e nel caso in cui il pubblico ministero decida di assegnare la causa, in ragione della sua particolare rilevanza, al Tribunale regionale, benché il caso rientri nella competenza del Tribunale distrettuale.

All'interno dei Tribunali regionali la competenza in materia penale spetta alle sezioni penali. Le decisioni di primo grado sono rese dalla grande camera penale (Große Strafkammer) e in genere sono esaminate da tre giudici togati e due giudici laici. Nelle ipotesi previste dall'articolo 76, comma 2, GVG, la grande camera penale può decidere all'apertura di un processo che la causa venga trattata solamente da due giudici togati e due giudici laici.

La Corte d'appello è il tribunale di primo grado per i delitti e le contravvenzioni di cui all'articolo 120, commi 1 e 2, GVG, che per la maggior parte riguardano la sicurezza/l'esistenza della Repubblica federale tedesca. Le sezioni della Corte federale di giustizia possono esaminare il caso con cinque giudici togati, uno dei quali ricopre la funzione di presidente. All'apertura del processo, tuttavia, la sezione che esamina le cause penali può decidere che il caso venga esaminato da tre giudici togati, compreso il presidente, a meno che non sia necessaria la partecipazione di due ulteriori giudici togati in ragione della portata o della difficoltà della causa (articolo 122, paragrafo 2, frasi 1 e 2 della Legge sull'ordinamento giudiziario / Gerichtsverfassunggesetz, GVG).

Impugnazioni

In casi di appello avverso una sentenza di un Tribunale distrettuale, in genere si presenta ricorso al Tribunale regionale (articolo 312 del Codice di procedura penale, Strafprozessordnung [StPO]), dove l'appello è esaminato dalle cosiddette piccole camere penali (kleine Strafkammer), composte da un giudice togato e da due giudici onorari. I ricorsi contro la sentenza di una grande giuria del Tribunale distrettuale prevedono l'aggiunta di un secondo giudice togato. Inoltre (articolo 335 StPO) è possibile una cosiddetta "revisione per saltum" (Sprungrevision) avverso le sentenze dei Tribunali distrettuali, sulle quali può deliberare la Corte d'appello.

È possibile presentare un ricorso su questioni di diritto (Revision) contro qualsiasi sentenza nei tribunali di primo grado: Tribunale regionale e Corte d'appello (articolo 333 StPO). La Corte federale di cassazione è il tribunale di appello (Revisionsinstanz) di tutte le decisioni della Corte d'appello e della grande camera penale dei Tribunali regionali (articolo 135, paragrafo 1, GVG). Le sezioni della Corte federale di cassazione possono deliberare sul ricorso con cinque giudici togati, uno dei quali ricopre la funzione di presidente. I ricorsi contro (altre) sentenze dei tribunali vengono esaminati dalle Corti d'appello.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraCorte federale di giustizia


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 29/08/2019

Giurisdizione ordinaria - Estonia

La versione originale in lingua estone di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Questa sezione contiene informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Estonia.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

I tribunali regionali sono tribunali ordinari di primo grado e giudicano tutte le cause civili, penali e le cause riguardanti reati minori nonché altri procedimenti nel quadro delle competenze loro attribuite dalla legge. Le procedure dinanzi ai tribunali regionali sono disciplinate dai codici seguenti: il codice di procedura civile per le cause civili (tsiviilkohtumenetluse seadustik), quello di procedura penale per le cause penali (kriminaalmenetluse seadustik) e il codice relativo alle infrazioni minori (väärteomenetluse seadustik) per i reati minori.

I tribunali regionali includono anche le sezioni del catasto e del registro che svolgono funzioni di natura amministrativa. Le sezioni del catasto conservano il registro catastale e il registro matrimoniale. Il registro commerciale, il registro delle associazioni e delle fondazioni no profit e il registro dei pegni commerciali nonché il registro navale sono tenuti presso la sezione del registro. Il tribunale regionale di Pärnu comprende anche una sezione specifica per le ingiunzioni di pagamento. Essa si occupa delle richieste di procedure accelerate per le ingiunzioni di pagamento.

I tribunali distrettuali sono tribunali di secondo grado incaricati di riesaminare le sentenze e le decisioni dei tribunali regionali sulla base di ricorsi. Le procedure nei tribunali amministrativi sono disciplinate dalle stesse leggi che si applicano nei giudizi di primo grado.

Tribunali di primo grado

In Estonia esistono quattro tribunali regionali, suddivisi in sedi (kohtumaja).

Tribunali regionali:

Tribunale regionale di Harju (Harju Maakohus):

  1. sede di Liivalaia
  2. sede di Kentmanni
  3. sede di Tartu

Tribunale regionale di Viru (Viru Maakohus):

  1. sede di Jõhvi
  1. sede di Narva
  2. sede di Rakvere

Tribunale regionale di Pärnu (Pärnu Maakohus):

  1. sede di Pärnu
  2. sede di Haapsalu
  3. sede di Kuressaare
  4. sede di Rapla
  5. sede di Paide

Tribunale regionale di Tartu (Tartu Maakohus):

  1. sede di Tartu
  2. sede di Jõgeva
  3. sede di Viljandi
  4. sede di Valga
  5. sede di Võru

Tribunali di secondo grado

In Estonia ci sono due tribunali distrettuali

Tribunali distrettuali

  • Tribunale distrettuale di Tallinn (Tallinna Ringkonnakohus)
  • Tribunale distrettuale di Tartu (Tartu Ringkonnakohus)

Banche dati giuridiche

Gli indirizzi dei tribunali sono reperibili sulla Il link si apre in una nuova finestrapagina dedicata agli organi giudiziari. La consultazione della banca dati è gratuita.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 03/08/2017

Giurisdizione ordinaria - Irlanda

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: inglese.

La presente sezione contiene informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Irlanda.


Giurisdizione ordinaria

Il sistema giudiziario trae le proprie origini dalla Costituzione del 1922, che ha disposto la creazione di nuovi tribunali in sostituzione di quelli introdotti dall’amministrazione britannica. Nel 1924 sono stati istituiti nuovi tribunali ai sensi della legge sui tribunal (Courts of Justice Act) del 1924 che ha istituito il fondamento del sistema giudiziario.

Gli attuali tribunali sono stati creati dalla legge sull’istituzione e la creazione dei tribunali [(Establishment and Constitution) Act] del 1961, ai sensi dell’articolo 34 della Costituzione adottata dal popolo irlandese nel 1937.

Gli articoli da 34 a 37 della Costituzione riguardano l’amministrazione della giustizia in generale. L’articolo 34, comma 1, stabilisce che “la giustizia è amministrata da tribunali istituiti in base alla legge”. La Costituzione definisce la struttura del sistema giudiziario come costituita da un organo giudiziario di ultima istanza, la Supreme Court, e da organi giudiziari di primo grado che includono una High Court con piena giurisdizione in tutte le cause civili e penali organi giudiziari a competenza limitata come la Circuit Court e la District Court organizzati a livello locale.

Giurisdizione civile

Corte suprema (Supreme Court)

Presso la Il link si apre in una nuova finestraCorte suprema (Supreme Court) è possibile impugnare tutte le decisioni emesse dalla High Court. Presso la Supreme Court è possibile impugnare le decisioni emesse dalla Court of Criminal Appeal nel caso in cui la Court of Criminal Appeal o l’Attorney General stabilisca che la decisione contiene un principio di legge di eccezionale importanza dal punto di vista pubblico e che sia auspicabile nell’interesse pubblico che sia presentata un’impugnazione presso la Supreme Court. Quest’ultima può inoltre pronunciarsi su una questione di legge sottopostale dalla Circuit Court. La Supreme Court ha il potere di decidere se un disegno di legge (o una o più disposizioni contenute in essa), che è stata approvato da entrambe le Camere dell’Oireachtas (Parlamento irlandese) e presentate al Presidente dell’Irlanda per la firma prima di entrare in vigore sia incostituzionale, visto che il Presidente ha chiesto il parere della Corte in materia. Qualora sussista una questione di incapacità permanente del Presidente, tale questione dev’essere decisa dalla Supreme Court.

Per quanto riguarda le impugnazioni o altre materie del contendere è competente a pronunciarsi un collegio di cinque giudici della Supreme Court a meno che il Chief Justice decida che un procedimento riguardante un’impugnazione o altra materia (fatta eccezione per le questioni relative alla Costituzione) sia di competenza di un collegio formato da tre giudici. La Corte può tenere udienza in più di una sezione (Division) contemporaneamente.

La High Court

In base alla Costituzione la Il link si apre in una nuova finestraHigh Court (Alta Corte) ha una giurisdizione piena originaria e ha il potere di stabilire tutte le materie e le questioni, di diritto e di fatto, di diritto civile o penale. La High Court ha competenza esclusiva nelle materie riguardanti l’adozione di bambini e le richieste di estradizione. La competenza della High Court si estende alla questione della validità delle leggi in relazione alle disposizioni della Costituzione (eccetto per le leggi che siano già state rinviate alla Supreme Court dal Presidente dell’Irlanda). Nella maggior parte delle cause avviate dinanzi alla High Court si pronuncia un giudice monocratico, sebbene in base a una disposizione di legge per alcune materie come le azioni di diffamazione, aggressione o sequestro di persona il giudice monocratico deve decidere insieme a una giuria. Casi di eccezionale importanza possono essere trattati da due o più giudici nell’ambito di una Divisional Court.

La High Court è competente in sede di impugnazione in materia civile per i ricorsi che vengono presentati dalla Circuit Court. Oltre alla competenza per le impugnazioni in materia civile provenienti dalla Circuit Court, la High Court h inoltre il potere di riesaminare le decisioni di tutti i tribunali di grado inferiore per l’emissione di ordinanze concernenti prerogative in ordine a Mandamus, Prohibition e Certiorari. Tali ordinanze non riguardano la fondatezza della decisione dei tribunali di grado inferiore, ma la questione se siano stati superati i limiti della competenza di cui trattasi.

La High Court può pronunciarsi su una questione di diritto sottoposta dalla District Court. Inoltre essa tratta le richieste di cauzione nel caso in cui l’imputato sia accusato di omicidio o nel caso in cui l’imputato intenda chiedere una modifica dei termini e delle condizioni imposte dalla District Court.

In genere la High Court tiene udienza a Dublino, quando è competente per l’azione originaria. Inoltre, tiene udienza in diversi fori decentrati nei quali è competente per quanto riguarda le azioni originarie di risarcimento danni per lesioni fisiche e/o mortali. La High Court on Circuit è competente in materia di impugnazioni provenienti dalla Circuit Court nei fori decentrati.

La Circuit Court

La competenza dal punto di vista del diritto civile della Il link si apre in una nuova finestraCircuit Court (Corte del circondario) è limitata a meno che tutte le parti di un’azione siano d’accordo, nel qual caso la competenza civile è illimitata. Il limite della competenza della corte nelle cause di natura contrattuale concernenti contratti di locazione-vendita o di credito-vendita o le azioni concernenti la responsabilità civile da fatto illecito, la competenza della Circuit court è limitata alle controversie fino a un valore massimo pari a 38 092,14 EUR.

La Circuit Court ha competenza nelle procedure di omologazione di testamenti e sulle questioni relative ai titoli di proprietà o alla locazione di beni immobili nel caso in cui il valore imponibile del bene non superi i 253,95 EUR. La Circuit court ha competenza per quanto riguarda le cause di diritto di famiglia comprese le separazioni giudiziali, i divorzi, le azioni di annullamento e le impugnazioni contro le decisioni emesse dalle District Court.

Nella Circuit Court per le cause civili è competente un giudice monocratico senza giuria. Essa è competente per le impugnazioni provenienti da cause in primo grado della District Court in sede civile e penale. L’impugnazione ha la forma di riesame della causa e la decisione della Circuit Court è definitiva e non può essere ulteriormente impugnata.

La Circuit Court ha inoltre competenza in tutti i casi di domande di nuove licenze di vendita di bevande alcoliche da consumare sul posto ed ha competenza per quanto riguarda l’impugnazione delle decisioni dei tribunali specializzati come quelle emesse dal direttore delle inchieste in materia di uguaglianza (Director of Equality Investigations).

La District Court

La Il link si apre in una nuova finestraDistrict Court (tribunale distrettuale) ha competenza locale e limitata. Per quanto riguarda il diritto di famiglia essa emette provvedimenti concernenti alimenti, divieti, custodia, accesso e affiliazione.

La District Court ha competenza nelle cause di natura contrattuale concernenti contratti di locazione-vendita o di credito-vendita o le azioni concernenti la responsabilità civile da fatto illecito, e morosità per di canoni di locazione o per possesso illegittimo di beni se il valore del credito non supera i 6 348,69 EUR. Inoltre è competente per eseguire generalmente qualsiasi sentenza che accerti un credito, è competente per quanto riguarda una serie di disposizioni relative alla concessione di licenze, ad esempio per la vendita di bevande alcoliche e per le domande relative al risarcimento danni causati da atti volontari nel caso in cui l’importo non supera i 6 348,69 EUR.

La District Court ha sedi in tutto il paese (in tutto: in 24 distretti). In genere la competenza territoriale viene stabilita in base a dove è stato concluso il contratto o dove il convenuto risiede o esercita le sue attività professionali o nel caso di una licenza, nel luogo in cui i locali per i quali è stata ottenuta la licenze sono situati.

Organi giudiziari di diritto penale

La Supreme Court

La Il link si apre in una nuova finestraSupreme Court (Corte suprema) tratta le impugnazioni provenienti dalla Court of Criminal Appeal nelle cause in cui sia stata sollevata una questione di diritto di eccezionale importanza.

Corte d’appello penale

La Il link si apre in una nuova finestraCorte d’appello penale tratta le impugnazioni presentate da persone condannate al termine di una causa della Circuit Court, della Central Criminal Court o della Special Criminal Court.

Special Criminal Court

La Il link si apre in una nuova finestraSpecial Criminal Court (Tribunale speciale penale) è stata istituita per celebrare processi riguardanti reati in cui è stato statuito che gli organi giudiziari ordinari sono inadeguati a garantire l’efficace amministrazione della giustizia e il mantenimento dell’ordine pubblico. Tale organo giudiziario ha un collegio giudicante di tre giudici. senza giuria.

Central Criminal Court

La Il link si apre in una nuova finestraCentral Criminal Court (tribunale centrale penale) rappresenta la sezione penale della High Court. Essa è competente per gravi reati, compresi i reati di omicidio, stupro, tradimento e pirateria e processi penali ai sensi del Competition Act, 2002. I procedimenti vengono trattati da un giudice e una giuria.

Circuit Criminal Court

La Circuit Criminal Court è competente per reati diversi da quelli che possono essere giudicati nella Central Criminal Court. Per tale organo giudiziario si pronunciano un giudice e una giuria. Essa tratta impugnazioni dalla District Court.

District Court

La Il link si apre in una nuova finestraDistrict Court (tribunale distrettuale) è competente per reati minori (di natura per lo più regolamentare) e alcuni reati più gravi che vengono trattati da un giudice monocratico.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 28/03/2017

Giurisdizione ordinaria - Grecia


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Πολιτικά Δικαστήρια (giurisdizione civile)

Le controversie in materia di diritto civile sono di competenza dei tribunali civili, comprese le cause di volontaria giurisdizione assegnate per legge a questi tribunali.

La giurisdizione civile è così composta:

  1. Aρειος Πάγος (Corte di cassazione);
  2. Εφετείο (Corte d’appello);
  3. Πολυμελές Πρωτοδικείο (tribunale di primo grado in composizione collegiale);
  4. Μονομελές Πρωτοδικείο (tribunale di primo grado in composizione monocratica);
  5. Ειρηνοδικείo (giudice di pace)

Ποινικά Δικαστήρια (giurisdizione penale)

I tribunali penali trattano le cause penali.

La giurisdizione penale è così composta:

  1. Aρειος Πάγος (Corte di cassazione);
  2. corti d’appello formate da un collegio di cinque giudici (πενταμελή εφετεία);
  3. tribunali in composizione collegiale mista (μεικτά ορκωτά δικαστήρια);
  4. corti d’appello in composizione collegiale mista (μεικτά ορκωτά εφετεία);
  5. corti d’appello formate da un collegio di tre giudici (τριμελή εφετεία);
  6. tribunali per reati di lieve entità formati da un collegio di tre giudici (τριμελή πλημμελειοδικεία);;
  7. tribunali per reati di lieve entità in composizione monocratica (μονομελή πλημμελειοδικεία);
  8. tribunale penale distrettuale (πταισματοδικεία);
  9. tribunali dei minori.

Per effetto di leggi speciali, la giurisdizione penale è esercitata anche da:

  • Στρατοδικείο (corte marziale);
  • Ναυτοδικείο (tribunale competente in materia di diritto della navigazione);
  • Διαρκές Στρατοδικείο (tribunale competente in materia di diritto aeronautico).

Questi tribunali fungono da giudici speciali.

Essi trattano cause relative a reati commessi da militari in servizio nell'esercito, marina e aereonautica.

Διοικητικά Δικαστήρια (giurisdizione amministrativa)

I tribunali amministrativi sono chiamati a dirimere le controversie amministrative insorte tra gli organi amministrativi dello Stato e i suoi cittadini.

La giurisdizione amministrativa ordinaria comprende giudici di primo grado (διοικητικά πρωτοδικεία) e giudici di appello (διοικητικά εφετεία).

  • I tribunali amministrativi di primo grado si riuniscono in collegi composti da uno o tre giudici, a seconda del valore della controversia. Esaminano cause in materia di imposte, controversie tra cittadini e istituti previdenziali o assistenziali, nonché contenziosi amministrativi tra i cittadini e lo Stato, e gli enti locali.

I tribunali amministrativi di primo grado composti da tre giudici esaminano anche i ricorsi in appello contro le sentenze dei tribunali amministrativi di primo grado.

  • Le corti d’appello amministrative esaminano i ricorsi in appello contro le sentenze dei tribunali amministrativi di primo grado. Tali corti si occupano, inoltre, in primo grado delle istanze di annullamento di atti amministrativi riguardanti il pubblico impiego (licenziamento, mancata nomina o promozione, ecc.).
  • L’istituto dell'Ispettorato generale della Pubblica Amministrazione rientra nel quadro della giurisdizione amministrativa ordinaria. L'Ispettorato è incaricato della funzione di controllo amministrativo dei suddetti tribunali e della presentazione di ricorsi in appello contro le sentenze emesse da questi organi.
  • Il Consiglio di Stato (Συμβούλιο της Επικρατείας) è competente per le cause :
  • di richieste di annullamento di atti amministrativi per violazione di legge, eccesso di potere, incompetenza o omissione formale;
  • di appello proposte da civili, militari enti governativi e altre persone contro decisioni emesse da organi aventi competenze materia di diritto del lavoro (υπηρεσιακά συμβούλια) in materia di promozione, licenziamento e sanzioni disciplinari ecc.;
  • di appello nei confronti delle sentenze emesse dalle corti d'appello amministrative.

Banche dati giuridiche

  1. Sito Internet dell’Il link si apre in una nuova finestraAρειος Πάγος (Corte di cassazione). La consultazione della banca dati è gratuita.
  2. Il link si apre in una nuova finestraΥπηρεσίες ποινικού μητρώου (banca dati del casellario giudiziale) per i cittadini greci di cui non si conosce il luogo di nascita o nati all’estero, e per i cittadini stranieri.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraAρειος Πάγος (Corte di cassazione)

Il link si apre in una nuova finestraΠρωτοδικείο Αθηνών (tribunale di primo grado di Atene)

Il link si apre in una nuova finestraΠρωτοδικείο Θεσσαλονίκης (tribunale di primo grado di Salonicco)

Il link si apre in una nuova finestraΠρωτοδικείο Πειραιώς (tribunale di primo grado del Pireo)

Il link si apre in una nuova finestraΣυμβούλιο της Επικρατείας (Consiglio di Stato)

Il link si apre in una nuova finestraΕλεγκτικό Συνέδριο (Corte dei conti)

Il link si apre in una nuova finestraΕισαγγελία Πρωτοδικών Αθηνών (Ufficio del pubblico ministero di Atene)

Il link si apre in una nuova finestraΔιοικητικό Πρωτοδικείο Αθηνών (tribunale amministrativo di primo grado di Atene)


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 07/08/2019

Giurisdizione ordinaria - Spagna

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: spagnolo.

La Costituzione spagnola del 1978 stabilisce, all'articolo 117, che il principio di unità della giurisdizione è la base dell'organizzazione e del funzionamento dei tribunali.

Questo principio trova espressione nell'esistenza di un'unica giurisdizione, composta da un unico corpo di giudici e magistrati che costituiscono la giurisdizione ordinaria.

Esistono numerosi tribunali, i quali si distribuiscono il lavoro sulla base dei criteri di ripartizione della competenza: materia, importanza, persona, funzione o territorio, in quanto l'unità della giurisdizione non osta all'esistenza di organi diversi con competenze diverse.


Tribunali ordinari – Introduzione

La Costituzione spagnola del 1978 stabilisce che la Spagna è uno Stato sociale e democratico di diritto, che propugna come valori superiori del suo ordinamento giuridico la libertà, la giustizia, l'uguaglianza e il pluralismo politico.

La Costituzione dedica il suo Titolo VI al potere giudiziario e afferma, all'articolo 117, che il principio di unità della giurisdizione è la base dell'organizzazione e del funzionamento dei tribunali.

Tutti questi principi informano l'organizzazione dei tribunali in Spagna e trovano espressione nell'esistenza di un'unica giurisdizione, composta da un unico corpo di giudici e magistrati che costituiscono la giurisdizione ordinaria.

Esistono numerosi tribunali, i quali si distribuiscono il lavoro sulla base dei criteri di ripartizione della competenza: materia, importanza, persona, funzione o territorio, in quanto l'unità della giurisdizione non osta all'esistenza di organi diversi con competenze diverse.

Per essere considerato ordinario, un organo giudiziario deve essere disciplinato dalla legge organica sul potere giudiziario, in conformità dell'articolo 122 della Costituzione spagnola del 1978.

Si distinguono tre aspetti fondamentali:

  • l'aspetto territoriale;
  • il carattere monocratico o collegiale degli organi;
  • l'aspetto giurisdizionale.

L'aspetto territoriale

Secondo la motivazione della legge organica n. 6/1985 del 1° luglio sul potere giudiziario, dal punto di vista dell'amministrazione della giustizia, lo Stato è organizzato territorialmente in comuni, circoscrizioni, province e comunità autonome, sulle quali esercitano la potestà giurisdizionale i giudici di pace (Juzgados de Paz), i tribunali di primo grado e per le indagini preliminari (Juzgados de Primera Instancia e Instrucción), i tribunali del contenzioso amministrativo, sociali e di sorveglianza penitenziaria (Juzgados de lo Contencioso-Administrativo, de lo Social e de Vigilancia Penitenciaria), i tribunali per i minorenni, i tribunali provinciali (Audiencias Provinciales) e i tribunali superiori di giustizia (Tribunales Superiores de Justicia).

Il Tribunale nazionale (Audiencia Nacional), la Corte suprema (Tribunal Supremo) e i tribunali centrali per le indagini preliminari e per il contenzioso amministrativo (Juzgados Centrales de Instrucción e de lo Contencioso-Administrativo) esercitano la potestà giurisdizionale sull'intero territorio nazionale

Il carattere monocratico o collegiale degli organi

Per quanto riguarda il carattere monocratico o collegiale degli organi, sono tutti monocratici eccetto la Corte suprema, il Tribunale nazionale, i Tribunali superiori di giustizia e i Tribunali provinciali.

La Corte suprema si compone di un presidente, dei presidenti di sezione e dei magistrati stabiliti dalla legge per ciascuna sezione e divisione. Esistono cinque sezioni: civile, penale, contenzioso amministrativo, sociale e militare.

Il Tribunale nazionale si compone di un presidente, dei presidenti di sezione e dei magistrati stabiliti dalla legge per ciascuna sezione e divisione (d'appello, penale, contenzioso amministrativo e sociale).

I Tribunali superiori di giustizia comprendono quattro sezioni (civile, penale, contenzioso amministrativo e sociale). Si compongono di un presidente, che esercita anche le funzioni di presidente delle sezioni civile e penale, dei presidenti di sezione e dei magistrati stabiliti dalla legge per ciascuna sezione.

I Tribunali provinciali si compongono di un presidente e di due o più magistrati. Sono competenti in materia civile e penale e possono esistere divisioni con la stessa composizione.

La Oficina Judicial

La Ley Orgánica del Poder Judicial (Legge organica del potere giudiziario) definisce l'Oficina Judicial come l'organizzazione di carattere strumentale che serve da supporto e sostegno all'attività giurisdizionale di giudici e tribunali.

La sua struttura è stata concepita per migliorare l'efficacia, l'efficienza e la trasparenza dei procedimenti giudiziari, velocizzare la risoluzione di procedimenti ed i processi e migliorare la cooperazione e il coordinamento tra le distinte amministrazioni. La sua istituzione risponde pertanto all'impegno di un servizio pubblico al compromesso di avere un servizio pubblico di prossimità e di qualità conforme ai valori costituzionali e rispondente alle necessità attuali dei cittadini.

Si tratta di nuovo modello organizzativo che introduce moderne tecniche di gestione, basato sulla combinazione di diverse unità amministrative: le unità procedurali di aiuto diretto, equivalenti agli ex juzgados, (organo giurisdizionale monocratico) che assistono il giudice o il magistrato nella sua funzione giurisdizionale, e i servizi procedurali comuni, diretti dai cancellieri (Secretarios Judiciales) con esplicano e decidano tutte quelle funzioni non strettamente giurisdizionali come: ricezione di atti, notifiche, esecuzione di risoluzioni, formalità procedurali non giudiziarie, esame della ricevibilità delle domande, comunicazione di decisioni nei confronti delle parti, sanatoria di vizi di procedura, ecc.

Ci sono tre tipi di servizi procedurali comuni:

  • il servizio comune generale;
  • il servizio comune di organizzazione della procedura;
  • il servizio comune dell'esecuzione.

Il nuovo modello organizzativo dell'amministrazione della giustizia è stato messo in servizio a Burgos e a Murcia nel novembre numero 2010. In febbraio 2011 la Oficina Judicial è stata istituita a Cáceres e a Ciudad Real e nel mese di giugno 2011 nelle sedi di: León, Cuenca e Mérida. Nel 2013 è prevista la sua apertura a Ceuta e Melilla. Questo modello organizzativo coesiste con la preveggente organizzazione dei tribunali a uno o più giudici o magistrati che rimane in vigore nel resto del territorio.

L'aspetto giurisdizionale

Nell'organizzazione giudiziaria spagnola la giurisdizione ordinaria è suddivisa in quattro ordini giurisdizionali.

Civile: si occupa delle controversie la cui competenza non venga espressamente attribuita a un altro ordine giurisdizionale. Per questo motivo, può essere definito come «ordinario» o «comune».

Penale: è competente per le cause e i procedimenti penali. Una delle caratteristiche del diritto spagnolo è che l'azione civile derivata dall'illecito penale può essere esercitata congiuntamente a quella penale. In tal caso, il tribunale penale deciderà il risarcimento del danno arrecato dal reato o infrazione.

Contenzioso amministrativo: si occupa del controllo della legalità degli atti delle amministrazioni pubbliche e delle controversie relative alla responsabilità patrimoniale di queste ultime.

Sociale: si occupa delle controversie in materia di diritto del lavoro, sia nei conflitti individuali tra lavoratore e datore di lavoro in relazione al contratto di lavoro, sia in materia di contrattazione collettiva, nonché nei ricorsi in materia di previdenza sociale o contro lo Stato, quando la legislazione in materia di lavoro gliene attribuisca la competenza.

Oltre ai quattro ordini giurisdizionali, in Spagna esiste anche la giurisdizione militare.

La giurisdizione militare comporta un'eccezione al principio dell'unità della giurisdizione.

LaIl link si apre in una nuova finestraCostituzione stabilisce i principi che disciplinano l'attività giurisdizionale e costituisce la base dell'unità del potere giudiziario dello Stato, mantenendo l'eccezione della giurisdizione militare nell'ambito esclusivo delle Forze armate e nei casi di stato di assedio, assoggettandola in ogni caso ai principi costituzionali, conformemente all'articolo 117.5 del testo fondamentale.

La giurisdizione militare si limita, in tempo di pace, all'ambito esclusivo delle Forze armate ed è competente per i comportamenti classificati come reati nel codice penale militare, competenza che si estende a qualsiasi categoria di reato in caso di truppe dislocate fuori del territorio nazionale. In tempo di guerra, la legge organica 4/1987 sulla competenza e l'organizzazione della giurisdizione militare prevede una modifica di tale ambito di competenza, sebbene la decisione spetti alle Cortes Generales e, qualora la autorizzino, al governo.

Gli organi giurisdizionali militari sono composti da militari di carriera, membri delle Forze armate e dipendenti del ministero della Difesa.

I tribunali militari comprendono: i giudici togati territoriali (Juzgados Togados Territoriales), i giudici togati centrali (Juzgados Togados Centrales), i tribunali militari territoriali e il Tribunale militare centrale. Nondimeno, al vertice della giurisdizione militare figura la Quinta sezione della Corte suprema.

La creazione di una sezione militare in seno alla Corte suprema, soggetta nel suo regime e nello statuto dei suoi membri alle stesse norme delle altre sezioni, implica l'unità al vertice delle due giurisdizioni che costituiscono il potere giudiziario.

La composizione della sezione, che comprende magistrati provenienti dalla giurisdizione ordinaria e da quella militare, costituisce una garanzia di equilibrio in seno al supremo organo giurisdizionale, di norma chiamato a pronunciarsi su ricorsi per cassazione e revocazione, anche se si rispetta, com'è logico, una riserva di autonomia personale per coloro che occupano cariche militari di alta responsabilità, il cui comportamento sia giudicato da questa sezione.

In Spagna non esiste un ordine giurisdizionale straordinario, ma, all'interno degli ordini giurisdizionali menzionati, sono stati creati tribunali specializzati in funzione della materia, per esempio i tribunali in materia di violenza contro le donne, i tribunali di sorveglianza penitenziaria e i tribunali per i minorenni. Questi tribunali fanno parte della giurisdizione ordinaria, ma sono specializzati in funzione della materia. Per maggiori informazioni consultare «tribunali speciali in Spagna».

Approfondendo l'analisi dei quattro ordini giurisdizionali esistenti, esamineremo la competenza dei diversi tribunali in queste materie.

Odine giurisdizionale civile

Nell'ordine giurisdizionale civile sono competenti la I Sezione della Corte suprema, la Sezione civile e penale del Tribunale superiore di giustizia, le Sezioni civili dei Tribunali provinciali, i Tribunali di primo grado e i Giudici di pace, nonché alcuni tribunali speciali (tribunali di famiglia, del commercio, del marchio comunitario e in materia di violenza contro le donne).

I tribunali del commercio, del marchio comunitario e in materia di violenza contro le donne sono analizzati nella scheda relativa alla giurisdizione speciale in Spagna.

Ordine giurisdizionale penale

Nell'ordine giurisdizionale penale sono competenti la II Sezione della Corte suprema, la Sezione penale del Tribunale nazionale, la Sezione civile e penale dei Tribunali superiori di giustizia, le Sezioni penali dei Tribunali provinciali, i Tribunali penali, i Tribunali per le indagini preliminari, i Tribunali per i minorenni, i Tribunali di sorveglianza penitenziaria, i Tribunali in materia di violenza contro le donne e i Giudici di pace.

I tribunali per i minorenni, i tribunali di sorveglianza penitenziaria e i tribunali in materia di violenza contro le donne sono analizzati nella scheda relativa alla giurisdizione speciale in Spagna.

Ordine giurisdizionale contenzioso amministrativo

Sono organi giurisdizionali dell'ordine contenzioso amministrativo la III Sezione della Corte suprema, la Sezione contenzioso amministrativo del Tribunale nazionale, la Sezione contenzioso amministrativo dei Tribunali superiori di giustizia e i Tribunali del contenzioso amministrativo.

Ordine giurisdizionale sociale

L'ordine sociale è costituito dalla IV Sezione della Corte suprema, dalla Sezione sociale del Tribunale nazionale, dalla Sezione sociale dei Tribunali superiori di giustizia e i Tribunali sociali.

Le competenze di tutti gli organi summenzionati sono stabilite dalla Il link si apre in una nuova finestraLegge organica sul potere giudiziario.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraCONSIGLIO GENERALE DEL POTERE GIUDIZIARIO IN SPAGNA

Il link si apre in una nuova finestraLEGGE ORGANICA SUL POTERE GIUDIZIARIO

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 12/03/2019

Giurisdizione ordinaria - Francia

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: francese.

La presente sezione contiene una panoramica della giurisdizione ordinaria in Francia.


Giurisdizione ordinaria - introduzione

Tribunali di primo grado

Giurisdizione civile

1. Il Tribunal de grande instance (Tribunale civile di primo grado)

Il Tribunal de grande instance giudica le controversie tra privati (cause civili) il cui valore supera l'importo di 10 000 EUR.

Esso è peraltro competente, a prescindere dal valore della domanda, nei seguenti settori:

  • stato civile (matrimonio, filiazione, adozione, dichiarazione d'assenza);
  • rettifica degli atti dello stato civile;
  • successioni;
  • sanzioni di carattere amministrativo irrogate dai pubblici ufficiali;
  • azioni immobiliari;
  • scioglimento di associazioni;
  • misure a tutela del debitore, amministrazione controllata e liquidazione quando il debitore non è né commerciante né iscritto all'albo professionale ("Repertoire des métiers");
  • assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali dei lavoratori autonomi nel settore agricolo;
  • diritti di registrazione, tassa di pubblicità immobiliare, imposta di bollo e contributi indiretti e tasse equiparate a tali diritti, tasse o contributi;
  • contratti di locazione commerciali ad eccezione delle liti relative alla fissazione del canone modificato o rinnovato, contratti di locazione professionali e convenzioni di occupazione precaria in materia commerciale;
  • querela di falso contro gli atti pubblici;
  • azioni civili per diffamazione o per ingiurie pubbliche o non pubbliche, orali o per iscritto.

La sezione penale del Tribunal de grande instance è denominata Tribunal correctionnel (Tribunale correzionale) e giudica i delitti (cfr. oltre).

Il Tribunal de grande instance è composto da giudici togati: presidente, vicepresidenti, giudici, procuratore della Repubblica, viceprocuratori, sostituti.

Sono previste le seguenti figure di giudici specializzati:

  • giudice dei minori, che è competente ad adottare misure di tutela riguardo ai minori in pericolo e giudicare i reati (contravvenzioni e delitti) commessi dai minori. In materia penale quando non statuisce in udienza pubblica può pronunciare soltanto misure educative; quando presiede il tribunale dei minori tiene udienza con due giudici non togati e il tribunale può irrogare sanzioni educative e pene.
  • giudice dell'applicazione delle pene, che si occupa di controllare la vita dei condannati fuori e dentro le carceri; quando il giudice interviene in un caso "chiuso", in cui il condannato si trova in carcere, egli è competente a decidere su eventuali modifiche della pena (per esempio: scarcerazione, semilibertà, libertà condizionale, sorveglianza elettronica); quando invece interviene in un caso "aperto", egli si occupa di seguire e controllare il condannato nell'esecuzione della pena (per esempio: reclusione con la condizionale e messa alla prova, lavoro socialmente utile, controllo sociogiudiziario ecc.);
  • giudice istruttore, che ha il compito di effettuare, sotto il controllo della sezione istruttoria della Corte d'appello, tutti gli atti utili a far emergere la verità; egli riunisce tutti gli elementi della causa a prescindere dal fatto che siano a carico o a favore; quando ritiene esaurita la fase istruttoria egli può pronunciare un'ordinanza di non luogo a procedere o di rinvio a giudizio dinanzi a una Corte d'assise o al Tribunal correctionnel. Il giudice istruttore non può autoinvestirsi, dev'essere designato dal procuratore della Repubblica oppure deve avviare la sua azione in seguito alla presentazione di una denuncia/querela da parte della vittima con costituzione di parte civile.

Il Tribunal de grande instance si trova di norma nel capoluogo del dipartimento, ma possono esservene anche in altri comuni. Al 1° gennaio 2013 ne esistono 161.

2. Il Il link si apre in una nuova finestraTribunal d'instance (giudice unico)

Il Tribunal d'instance (giudice unico) giudica le controversie tra singoli (cause civili) il cui importo non supera il valore di 10 000 EUR.

Esso possiede altresì competenze di attribuzione (per esempio pignoramenti di retribuzioni da lavoro, rendite vitalizie, problemi relativi alle elezioni, canoni di abitazione) e amministrative (per esempio: il cancelliere capo del tribunale è competente a rilasciare certificati di cittadinanza ecc.).

La sezione penale di questo organismo giudicante (il tribunal de police) è competente a giudicare contravvenzioni di quinta classe (cfr. oltre).

Il giudice unico esercita altresì le funzioni di giudice tutelare (ad eccezione della tutela dei minori che è regolata dalla "loi du 12 mai 2009 du juge aux affaires familiales del tribunal de grande instance" ossia si occupa della tutela dei minori e dei soggetti adulti più vulnerabili controllandone la gestione del patrimonio.

Il Tribunal d'instance è composto da uno o più giudici ma le cause vengono giudicate da uno solo.

Il Tribunal d'instance si trova di norma nel capoluogo del dipartimento. Al 1° gennaio 2013 ne esistono 307.

3. La juridiction de proximité

I juges de proximité sono competenti per le cause civili tra singoli il cui valore sia inferiore a 4 000 EUR.

Essi sono altresì competenti a decidere sulle contravvenzioni rientranti nelle prime quattro classi.

Il pubblico ministero è rappresentato da un pubblico ufficiale.

4. Il link si apre in una nuova finestraTribunal de commerce (Tribunale commerciale)

Il tribunale commerciale si occupa delle liti relative agli accordi tra commercianti, tra istituti di credito o tra loro e liti relative alle imprese commerciali o agli atti di commercio tra chiunque. Tale tribunale si occupa altresì delle procedure per le imprese in difficoltà.

Il tribunale commerciale è composto da giudici non togati, tutti commercianti. Essi vengono eletti per due o quattro anni da un collegio elettorale composto da giudici e da ex giudici del tribunale nonché da delegati consolari (commercianti eletti nel distretto del tribunale del commercio).

Al 1° gennaio 2013 si contano 134 tribunali commerciali.

5. Il link si apre in una nuova finestraConseil de prud'hommes (tribunale del lavoro) (Tribunale del lavoro)

Il Conseil de prud'hommes (tribunale del lavoro) ha competenza a dirimere le controversie individuali tra datori di lavoro e lavoratori dipendenti, sorte nell'ambito di un contratto di lavoro o di apprendistato.

Esso è composto da giudici eletti, che rappresentano in parti uguali lavoratori dipendenti e datori di lavoro. Si divide in cinque sezioni specializzate (dirigenza, industria, commercio e servizi commerciali, agricoltura, altre attività). In caso di parità di voti tra i quattro consiglieri, il Conseil de prud'hommes è presieduto da un giudice del Tribunal d'instance.

Esiste uno o più Conseil de prud'hommes per dipartimento e almeno uno nel distretto del Tribunal de grande instance.

Si contano 210 organi giudicanti di questo tipo.

6. Il link si apre in una nuova finestraTribunal des affaires de la sécurité sociale (Il link si apre in una nuova finestraTribunale degli affari della previdenza sociale)

Il tribunale degli affari della previdenza sociale giudica i conflitti tra le casse di previdenza sociale e gli utenti (per esempio: problema di iscrizione a una cassa, di attribuzione e di liquidazione delle prestazioni ecc.).

Esso è composto da un presidente (giudice del Tribunal de grande instance) e da giudici a latere non togati, nominati per tre anni dal primo presidente della Corte d'appello, in base a un elenco redatto, nell'ambito di ciascun tribunale dal directeur régional de la jeunesse, des sports et de la cohésion sociale, su proposta delle organizzazioni sindacali delle professioni agricole e non agricole più rappresentative. È altresì necessario il parere del presidente del tribunale degli affari della previdenza sociale.

Esistono 115 tribunali degli affari della previdenza sociale.

7. Tribunal du contentieux de l'incapacité (Tribunale per i contenziosi sull'invalidità)

Il Tribunal du contentieux de l'incapacité è competente per quanto riguarda il contenzioso tecnico della previdenza sociale, vale a dire lo stato o il grado di invalidità in caso di infermità e d'infortunio sul lavoro o di invalidità in caso di infermità e di infortunio non sul lavoro.

È composto da un presidente (giudice onorario o persona qualificata) da un giudice non togato che rappresenta i lavoratori dipendenti e da un giudice che rappresenta i datori di lavoro o i lavoratori autonomi (in entrambi i casi designati per tre anni dal primo presidente della Corte d'appello nel cui ambito il Tribunale ha la sua sede in base a un elenco redatto dal "directeur régional de la jeunesse, des sports et de la cohésion sociale" su proposta delle organizzazioni professionali più rappresentative).

Si contano 26 organi giudicanti di questo tipo.

La cour nationale de l'incapacité et de la tarification de l'assurance des accidents du travail è il giudice d'appello di questi tribunali e si occupa anche, in primo e ultimo grado, delle contestazioni in materia di tariffazione dell'assicurazione per gli infortuni sul lavoro.

8. Il link si apre in una nuova finestraTribunal paritaire des baux ruraux (Tribunale per le controversie in materie di fondi rustici)

Il Tribunale per le controversie in materia di affitti di fondi rustici è competente per la risoluzione di controversie sorte nell'ambito di affitti fondiari tra i locatori e i locatari e relative alla disciplina dell'affitto di fondi rustici nonché alla mezzadria, alla soccida, alla locazione in precario, alla mezzadria di soli vigneti, all'enfiteusi e ai contratti di sfruttamento del terreno per pastorizia.

Il juge d'instance (giudice unico) presiede l'anzidetto tribunale ed è assistito da quattro giudici a latere non togati eletti come segue: due locatori e due locatari eletti per sei anni, presi dalle liste elettorali presso i municipi dei comuni.

Giurisdizioni penali

1. La Corte d'assise (Cour d'Assises)

La Corte d'assise è competente a giudicare i delitti, ossia i reati più gravi per i quali è prevista una condanna a pena detentiva compresa tra dieci anni di reclusione e l'ergastolo.

Si tratta di una giurisdizione di dipartimento che non è permanente e che si riunisce ogni tre mesi per una quindicina di giorni. Tuttavia, tale giudice è quasi permanente nei dipartimenti più importanti.

Essa è composta da tre giudici togati: un presidente (presidente di sezione o consigliere alla Corte d'appello), due giudici a latere (consiglieri alla Corte d'appello o magistrati del Tribunal de grande instance del dipartimento ove si svolgono le assise), una giuria (nove cittadini nominati a sorte). Essa siede altresì come Corte d'assise per i minori, con una giuria, quando si tratta di delitti commessi da minori. In questo caso, i giudici togati a latere sono giudici del tribunale dei minori.

Alcuni delitti in materia di terrorismo, relativi alle leggi militari o al traffico di droga sono giudicati da una corte d'assise composta esclusivamente da giudici togati.

Il pubblico ministero è rappresentato da un avvocato generale.

2. Tribunal correctionnel (Tribunale correzionale)

Ha competenza in materia di delitti minori, ossia i reati puniti con pena detentiva fino a un massimo di dieci anni di reclusione oppure con ammenda superiore o pari a 3750 EUR. Esso è collegato al Tribunal de grande instance e, in linea di principio, è composto da tre giudici togati salvo ipotesi di reato che richiedono la presenza di un giudice unico.

Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore della Repubblica o da un sostituto procuratore della Repubblica.

3. Tribunal de police

Ha competenza in materia di contravvenzioni di quinta classe. Ha sede presso il Tribunal d'instance ed è presieduto da un giudice unico (juge d'instance) che decide in veste di giudice unico.

Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore della Repubblica o da un sostituto procuratore della Repubblica.

4. juridiction de proximité

Ha competenza in materia di contravvenzioni dalla prima alla quarta classe. Ha sede presso il Tribunal d'instance ed è presieduto da un giudice unico (juge d'instance) che decide in veste di giudice unico.

Le funzioni del pubblico ministero di solito vengono svolte da un commissario di polizia.

5. i giudici specializzati

Esistono inoltre giudici specializzati in taluni procedimenti penali come i tribunali marittimi commerciali; attualmente sono 14 e sono competenti a giudicare su taluni reati marittimi.

Giurisdizione di secondo grado

La Corte d'appello interviene in secondo grado per giudicare nuovamente elementi di fatto e di diritto di cause già giudicate dalle giurisdizioni di primo grado.

Essa è composta esclusivamente da magistrati togati: un primo presidente, presidenti di sezione e consiglieri (fatta eccezione per la corte d'assise d'appello, v. infra).

Ogni corte è composta da sezioni specializzate (in materia civile, sociale, commerciale e penale) ciascuna di esse composta da tre magistrati togati: un presidente di sezione e due consiglieri.

Le decisioni delle Corti d'assise sono giudicate da un'altra Corte d'assise indicata dalla sezione penale della Corte di cassazione. La Corte d'assise d'appello è formata da 9 giurati.

Parimenti, la Cour nationale de l'incapacité et de la tarification de l'assurance des accidents du travail è il giudice d'appello dei Tribunali per i contenziosi sull'invalidità.

Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore generale o da uno dei suoi avvocati generali o sostituti procuratori generali.

Corte di cassazione (Cour de cassation)

La Corte di cassazione è il giudice supremo dell'ordinamento giudiziario. Ha sede a Parigi e la sua funzione è quella di verificare la conformità delle decisioni dei tribunali e delle corti alle norme di diritto, tralasciando qualsiasi nuova valutazione dei fatti. La Corte di cassazione non costituisce dunque un terzo grado di giudizio, ma garantisce l'uniformità della giurisprudenza dimostrando di essere un organo regolatore del diritto e del rispetto della legalità.

Essa viene adita su ricorso, "il ricorso in cassazione", formulato dalla persona che è oggetto di una decisione giudiziale o dal pubblico ministero.

La Corte "cassa" la decisione nel caso in cui ritenga che la decisione impugnata non sia stata adottata in conformità alle norme di diritto e rinvia, dunque, la causa dinanzi a un giudice per esservi nuovamente giudicata.

In caso contrario, essa respinge il ricorso, il che equivale a rendere definitiva la decisione controversa.

La Corte può eccezionalmente cassare senza rinvio se la cassazione non comporta una nuova pronuncia sul merito. Cassando senza rinvio, essa può altresì risolvere la controversia se i fatti, come accertati e valutati in modo sovrano dai giudici di merito, le consentono di applicare la giusta norma di diritto.

La Corte di cassazione è divisa in sezioni (tre sezioni civili, una commerciale, una sociale e una penale), ciascuna di esse composta da giudici professionisti di assise, un presidente e dei consiglieri. In base alla natura della causa, essa può statuire in sezioni miste (almeno tre sezioni) o a sezioni riunite (il primo presidente, i presidenti di sezione e i consiglieri).

Il pubblico ministero è rappresentato dal Procuratore generale e dagli avvocati generali.

Banche dati giuridiche

Le banche dati giuridiche in Francia costituiscono l'oggetto di un servizio pubblico di pubblicazione su Internet. Il sito Il link si apre in una nuova finestraLégifrance contiene dunque le sentenze della Corte di cassazione e delle Corti d'appello, suddivise come segue:

  • le sentenze pubblicate della Corte di cassazione si trovano nella banca dati "CASS";
  • le sentenze inedite si trovano nella banca dati "INCA";
  • le sentenze della Corte d'appello si trovano nella banca dati "CAPP".

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione della banca dati è gratuita.

Breve descrizione del contenuto

Le sentenze sono disponibili in lingua francese e qualcuna è anche tradotta in inglese, arabo e cinese mandarino.

  • La banca dati "CASS" contiene 120 000 decisioni e un flusso annuale di 2 100 unità.
  • La banca dati "INCA" contiene 246 000 decisioni e un flusso annuale di 10 000 unità.
  • La banca dati "CAPP" contiene 19 000 decisioni e un flusso annuale di 20 000 unità.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraCompetenza dei giudici - Francia


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 19/09/2013

Giurisdizione ordinaria - Italia

Questa sezione contiene informazioni sull'organizzazione della giurisdizione ordinaria in Italia.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

La giurisdizione ordinaria si articola in:

  • Giurisdizione civile, diretta alla tutela giurisdizionale dei diritti nei rapporti tra privati o tra privati e la pubblica amministrazione, qualora, nell'esercizio delle sue funzioni, l'amministrazione leda diritti soggettivi dei singoli.
  • Giurisdizione penale, nel cui ambito i giudici sono chiamati a pronunciarsi sulla fondatezza del procedimento penale avviato dal pubblico ministero nei confronti di un determinato soggetto.

I procedimenti civili e penali sono disciplinati da due corpus di norme distinti: il codice di procedura civile e il codice di procedura penale.

Il procedimento penale è avviato da un membro della magistratura ordinaria che esercita la funzione di pubblico ministero (v. art. 107 della Costituzione, ultimo comma).

Il procedimento civile può essere iniziato da qualsiasi soggetto pubblico o privato (attore) nei confronti di un altro soggetto contro il quale l'azione è diretta (convenuto).

Giurisdizione civile

I giudici di pace sono giudici onorari competenti a conoscere delle controversie di minore importanza.

I tribunali sono giudici di primo grado per tutte le altre controversie e svolgono funzioni di secondo grado rispetto alle decisioni emesse dai giudici di pace.

I tribunali per i minorenni e la sezione per i minorenni delle corti d'appello sono competenti per le materie relative ai minori ove non siano competenti gli organi giurisdizionali ordinari.

Sezione dei tribunali e delle corti d'appello specializzata per le controversie in materia di lavoro.

Le corti d'appello sono giudici di secondo grado.

La Corte di Cassazione, con unica sede in Roma, è al vertice del sistema delle impugnazioni e giudice di legittimità. 

Giurisdizione penale

I giudici di pace sono giudici onorari competenti a conoscere dei reati minori.

I tribunali sono giudici di primo grado competenti per tutte le cause penali per cui non sono competenti i giudici di pace e le corti d'assise; sono inoltre giudici di secondo grado dinanzi ai quali impugnare le decisioni dei giudici di pace.

I tribunali per i minorenni e la sezione per i minorenni presso le corti d'appello sono competenti in primo e secondo grado per tutti i reati commessi da minori.

Le corti d'assise sono giudici di primo grado competenti a conoscere dei reati più gravi.

Le corti d'appello sono giudici di secondo grado.

Le corti d'assise di appello sono giudici di secondo grado dinanzi ai quali è possibile impugnare le sentenze pronunciate dalle corti d'assise.

Il tribunale di sorveglianza e l'ufficio di sorveglianza sono competenti a dare esecuzione alle pene detentive e alle sanzioni pecuniarie e ad applicare il diritto penitenziario.

La Corte Suprema di Cassazione (Corte di Cassazione) è il giudice che si pronuncia sulle questioni di violazione di legge. La Corte di Cassazione è competente a pronunciarsi sui ricorsi proposti avverso qualsiasi decisione resa da qualsiasi giudice (in alcuni casi può essere adita direttamente) in materia civile e penale o avverso qualsiasi limitazione della libertà personale.

La Corte di Cassazione è al vertice del sistema giudiziario. Ai sensi della legge fondamentale sull'ordinamento giudiziario del 30 gennaio 1941 n. 12 (art. 65), tra le sue principali funzioni vi è quella di assicurare "l'esatta osservanza e l'uniforme interpretazione della legge, l'unità del diritto oggettivo nazionale, il rispetto dei limiti delle diverse giurisdizioni". Pertanto, una delle caratteristiche fondamentali della sua missione è l'uniformazione del diritto finalizzata alla certezza giuridica.

Per quanto riguarda il giudizio di terzo grado, le norme vigenti consentono alla Corte di Cassazione di conoscere dei fatti di una causa solo se già acquisiti in procedimenti precedenti e soltanto nella misura in cui sia necessario per valutare i rimedi che la legge permette di utilizzare per motivare un ricorso presso di essa.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 18/06/2018

Giurisdizione ordinaria - Cipro

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: greco.

A Cipro vi sono organi giudiziari soltanto di due gradi: la Corte suprema (Ανώτατο Δικαστήριο), che statuisce sui ricorsi contro le sentenze di un tribunale di primo grado, e i seguenti tribunali di primo grado:

  • Tribunali circoscrizionali (Επαρχιακά Δικαστήρια)
  • Corti d’assise (Κακουργιοδικεία)
  • Tribunale della famiglia (Οικογενειακό Δικαστήριο)
  • Tribunale per il controllo degli affitti (Δικαστήριο Ελέγχου Ενοικιάσεων)
  • Tribunale per le vertenze di lavoro (Δικαστήριο Εργατικών Διαφορών)
  • Tribunale militare (Στρατοδικείο).

Giurisdizione ordinaria - introduzione

Corte suprema

La Corte suprema è composta da tredici giudici, di cui uno è il presidente e ha le seguenti competenze.

Corte d’appello

La Corte suprema statuisce su tutti i ricorsi contro le sentenze civili e penali dei tribunali di grado inferiore. I ricorsi vengono esaminati di norma da un collegio di 3 giudici. Le udienze dei procedimenti di impugnazione si basano sulla documentazione dei procedimenti del tribunale di grado inferiore (la Corte suprema esamina le prove soltanto in casi eccezionali e molto rari). Nell’esercizio delle funzioni di Corte d'appello, la Corte suprema può confermare, modificare o annullare la decisione appellata oppure può disporre un nuovo procedimento.

Tribunale del riesame

La Corte suprema ha la competenza esclusiva riguardo ai ricorsi contro decisioni, atti od omissioni di individui o di organi che esercitano funzioni amministrative. La Corte suprema può annullare un atto esecutivo-amministrativo per eccesso o abuso di potere o perché contrario alla legge o alla Costituzione.

Tribunale delle ordinanze speciali

La Corte suprema ha la competenza esclusiva per emanare le seguenti ordinanze speciali: habeas corpus, mandamus, certiorari, quo warranto e prohibition.

Tribunale per le cause marittime

La Corte suprema è il tribunale di primo e di secondo grado per le cause attinenti al diritto della navigazione. In primo grado la causa è giudicata da un giudice monocratico mentre in secondo grado interviene l’intero collegio giudicante.

Tribunale elettorale

Quale tribunale elettorale, la Corte suprema ha la competenza esclusiva per le istanze riguardanti l’interpretazione e l’applicazione delle leggi elettorali.

Corte costituzionale

La Corte suprema è competente per statuire sull’incostituzionalità delle leggi e per risolvere conflitti di potere o di competenza tra i vari organi dello Stato. Essa si pronuncia anche sulla costituzionalità di leggi nei cui confronti il presidente della Repubblica (Πρόεδρος της Δημοκρατίας) esercita il proprio diritto costituzionale di proporre ricorso.

Tribunali circoscrizionali

I tribunali circoscrizionali (Επαρχιακά Δικαστήρια) sono competenti per statuire in primo grado sulle cause civili (a eccezione delle cause attinenti al diritto marittimo) e sulle cause penali per reati punibili fino a 5 anni di reclusione.  Vi è un tribunale circoscrizionali presso ogni circoscrizione amministrativa di Cipro. Le cause sono giudicate da un giudice monocratico e non è prevista una giuria.

Κακουργιοδικεία (corti d’assise)

Le corti d’assise (Κακουργιοδικεία) statuiscono soltanto sulle cause penali. Di norma, soltanto i reati più gravi, per i quali la condanna prevista è superiore a  5 anni di reclusione, vengono giudicati in corte d'assise. Tali corti si compongono di 3 giudici. Tutte le decisioni sono adottate a maggioranza e non è prevista una giuria.

Basi di dati giuridici

Non vi è ancora una base ufficiali di dai giuridici, ma vi sono varie basi private, alcune a pagamento e altre a consultazione gratuita.

Tali basi private contengono informazioni sulle sentenze degli organi giudiziari e sulla legislazione primaria.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraΑΝΩΤΑΤΟ ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΟ (Corte suprema)


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 23/07/2019

Giurisdizione ordinaria - Lettonia

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: lettone.

Questa sezione contiene informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Lettonia.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Il potere giudiziario nella Repubblica di Lettonia è attribuito ai tribunali municipali e distrettuali, ai tribunali regionali e alla Corte suprema.

Le cause civili e penali in Lettonia vengono giudicate da 40 tribunali, ripartiti su tre livelli: 34 tribunali municipali o distrettuali,(rajonu vai pilsētu tiesas) cinque tribunali regionali (apgabaltiesas) e la Corte suprema (Augstākās tiesas).

In Lettonia esistono i seguenti tribunali (municipali) distrettuali:

  1. nell'area di competenza del Tribunale regionale di Kurzeme (Kurzemes apgabaltiesa):
  • Kuldīgas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Kuldiga);
  • Liepājas tiesa (Tribunale distrettuale di Liepaja);
  • Saldus rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Saldus);
  • Talsu rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Talsi);
  • Ventspils tiesa (Tribunale di Ventspils).
  1. nell'area di competenza del Tribunale regionale di Latgale: (Latgales apgabaltiesa)
  • Balvu rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Balvi);
  • Daugavpils tiesa (Tribunale di Daugavpils);
  • Krāslavas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Kraslava);
  • Ludzas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Ludza);
  • Preiļu rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Preili);
  • Rēzeknes tiesa (Tribunale di Rezekne).
  1. nell'area di competenza del Tribunale regionale di Riga (Rīgas apgabaltiesa):
  • Jūrmalas pilsētas tiesa (Tribunale di Jurmala);
  • Ogres rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Ogre);
  • Rīgas pilsētas Centra rajona tiesa (Tribunale distrettuale centrale civico di Riga);
  • Rīgas pilsētas Kurzemes rajona tiesa (Tribunale distrettuale Centrale di Kurzeme, città di Riga);
  • Rīgas pilsētas Latgales priekšpilsētas tiesa (Tribunale periferico di Latgale, città di Riga);
  • Rīgas pilsētas Vidzemes priekšpilsētas tiesa (Tribunale periferico di Vidzeme, città di Riga);
  • Rīgas pilsētas Zemgales priekšpilsētas tiesa (Tribunale periferico di Zemgale, città di Riga);
  • Rīgas pilsētas Ziemeļu rajona tiesa (Tribunale distrettuale settentrionale, città di Riga);
  • Rīgas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Riga);
  • Siguldas tiesa (Tribunale di Sigulda).
  1. nell'area di competenza del Tribunale regionale di Vidzeme (Vidzemes apgabaltiesa):
  • Alūksnes rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Aluksne);
  • Cēsu rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Cesis);
  • Gulbenes rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Gulbene);
  • Limbažu rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Limbazi);
  • Madonas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Madona);
  • Valkas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Valka);
  • Valmieras rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Valmiera).
  1. nell'area di competenza del Tribunale regionale di Zemgale (Zemgales apgabaltiesa):
  • Aizkraukles rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Aizkraukle);
  • Bauskas rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Bauska);
  • Dobeles rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Dobele);
  • Jelgavas tiesa (Tribunale di Jelgava);
  • Jēkabpils rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Jekabpils);
  • Tukuma rajona tiesa (Tribunale distrettuale di Tukums).

Gli organi della giustizia amministrativa sono:

  • Administratīvā rajona tiesa (Tribunale amministrativo distrettuale);
  • Administratīvā apgabaltiesa (Tribunale amministrativo regionale);
  • Augstākās tiesas Senāta Administratīvo lietu departaments (sezione cause amministrative del Senato della Corte suprema).

La competenza territoriale del Tribunale amministrativo regionale e del Tribunale amministrativo distrettuale copre l'intero territorio amministrativo lettone. Il Tribunale amministrativo distrettuale consta di cinque sedi – una per ogni regione – situate nelle città dove sono ubicati i tribunali regionali: Riga, Jelgava, Liepaja, Valmiera, Rezekne.

Competenza per materia

Ai sensi del Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura penale il tribunale distrettuale o municipale è giudice di primo grado per le cause penali. La corte distrettuale della città di Riga (Vidzeme District Court) è competente, quale giudice di primo grado per i procedimenti penali aventi elementi relativi al segreto di Stato. Una sentenza di un tribunale distrettuale o municipale impugnata in appello (apelācija) è trattata da un tribunale regionale in qualità di giudice d'appello. Qualsiasi sentenza di un organo giurisdizionale di grado inferiore può essere appellata in diritto (kasācija) soltanto al Senato della Corte suprema. Nei tribunali municipali o distrettuali, le cause penali sono giudicate da giudici monocratici. Nel caso in cui una causa penale sia particolarmente complessa, il presidente del tribunale di primo grado può decidere che sia giudicata da un collegio di tre giudici. Le cause penali in appello, sia nel caso di appello completo o nel caso di appello per questioni di diritto sono giudicate collegialmente.

Conformemente al Il link si apre in una nuova finestracodice di procedura civile i procedimenti sono esaminati in primo grado da un tribunale municipale o distrettuale, tranne il caso di processi che per legge devono essere trattati dinanzi a un tribunale regionale. Le cause relative all'esecuzione di elementi non controversi di un'obbligazione (bezstrīdus piespiedu izpildīšana) e all'esecuzione di obbligazioni di comunicazione giudiziari (saistību piespiedu izpildīšana brīdinājuma kārtība) sono di competenza del registro del catasto della relativa corte distrettuale o municipale. I tribunali regionali sono considerati giudici di primo grado per i seguenti procedimenti:

  • procedimenti in cui è controverso il diritto di proprietà di un bene immobile tra nel caso di divisione di proprietà tra coniugi;
  • procedimenti derivanti dalle leggi in materia di obbligazioni qualora l'importo della domanda superi LVL 150 000;
  • cause riguardanti la tutela dei diritti di brevetti, marchi e riferimenti a provenienze geografiche
  • procedimenti relativi all'insolvenza e alla liquidazione degli enti creditizi.

Conformemente al diritto processuale civile se una causa ha ad oggetto diversi crediti taluni dei quali rientrano nella competenza di un tribunale municipale o distrettuale, mentre altri rientrano nella competenza di un tribunale regionale, o qualora il tribunale municipale o distrettuale ha accolto una domanda riconvenzionale per la quale è competente il tribunale regionale, la causa è decisa dinanzi al tribunale regionale. Il tribunale regionale di Riga è competente come giudice di primo grado per le cause civili aventi anche ad oggetto il segreto di Stato. Nei procedimenti di primo grado e cause civili sono decise dal giudice monocratico, mentre in appello (appello completo o appello per questioni di diritto) sono decise da un giudice collegiale.

I procedimenti relativi alle infrazioni amministrative sono giudicati dai tribunali distrettuali o municipali e dai tribunali regionali competenti per le controversie civili e penali. Conformemente al Il link si apre in una nuova finestracodice delle infrazioni amministrative lettone una decisione adottata da un'autorità superiore può essere impugnata dinanzi al tribunale distrettuale o municipale. Una sentenza emessa da un giudice di un tribunale distrettuale o municipale può costituire oggetto di appello dinanzi a un tribunale regionale, qualora esso sia espressamente previsto dal codice delle infrazioni amministrative lettone. Una decisione emessa da un giudice di appello relativa ad un procedimento di infrazione amministrativa non può essere oggetto di ricorso ed è esecutiva il giorno stesso in cui essa è pronunciata.

Ai sensi della Il link si apre in una nuova finestralegge sul procedimento amministrativo, i procedimenti amministrativi sono giudicati in primo grado da una sezione del tribunale amministrativo distrettuale, salvo disposizioni di legge contrarie. Se i procedimenti sono giudicati dal tribunale amministrativo distrettuale quale giudice di primo grado e qualora il giudice ritenga necessario verificare le informazioni concernenti un segreto di Stato, il procedimento sarà trasferito dinanzi al tribunale amministrativo distrettuale della città di Riga. Qualora la legge disponga che i procedimenti amministrativi debbano essere giudicati in prima istanza dal tribunale amministrativo regionale o dalla sezione del contenzioso amministrativo del Senato del Tribunale supremo e non dal tribunale amministrativo distrettuale, la relativa domanda deve essere trasmessa a tal fine al tribunale amministrativo regionale o al Senato del Tribunale supremo, in funzione del caso. Una parte di un procedimento amministrativo può ricorrere completamente contro una decisione o una decisione accessoria del tribunale di primo grado tranne nel caso in cui la legge disponga che la sentenza non può essere appellata o che essa può essere appellata soltanto per motivi di diritto. Una decisione del tribunale amministrativo distrettuale che ancora non abbia prodotto effetti può costituire oggetto di ricorso dinanzi il tribunale amministrativo regionale. Una parte di un procedimento amministrativo può ricorrere in diritto nel caso di una decisione o di una decisione accessoria del tribunale del ricorso qualora detto tribunale abbia infranto regole sostanziali o processuali o abbia ecceduto nella sua competenza durante il processo. Dinanzi al tribunale di primo grado le cause amministrative sono giudicate da un giudice monocratico o da un giudice collegiale, mentre dinanzi al giudice d'appello, sia nel caso di appello completo che di appello per questioni di diritto, esse sono decise da un giudice collegiale.

Ai sensi della Il link si apre in una nuova finestralegge sui brevetti, il Tribunale regionale di Riga è competente in primo grado relativamente alla tutela giuridica delle invenzioni nei seguenti casi:

  • ripristino dei diritti di un brevetto;
  • invalidità di un brevetto;
  • diritti di uso anteriore;
  • violazione di un brevetto;
  • dichiarazione di utilizzazione illegale di un brevetto nulla e priva di effetti;
  • concessione di licenze d'uso, disposizioni contrattuali relative alle licenze o al loro rispetto;
  • diritto di risarcimento danni per l'impossibilità di usare l'invenzione pubblicamente.

Ai sensi della Il link si apre in una nuova finestralegge sui disegni e sui modelli, il Tribunale regionale di Riga giudica in primo istanza le seguenti controversie in materia di protezione giuridica dei disegni dei modelli:

  • controversie sul riconoscimento dei diritto di proprietà del disegno o modello;
  • controversie in materia di annullamento della registrazione di un disegno o di un modello;
  • controversie relative all'utilizzo illegittimo di un disegno o di un modello (violazione di un disegno o di un modello);
  • controversie relative alla concessione di licenza d'uso, di disposizioni contrattuali ad essa relativa e al loro rispetto.

La Corte Suprema è costituita dal Senato, composto da tre sezioni (sezione civile, sezione penale e sezione relativa contenzioso amministrativo) e da due camere (camera civile, camera penale). Le camere giudicano i ricorsi contro le decisioni emesse in primo grado dai tribunali regionali. Il Senato agisce come giudice di cassazione per tutti i processi giudicati dai tribunali distrettuali o municipali e dai tribunali regionali, e funziona come tribunale di primo grado nei processi relativi alle decisioni della Corte dei conti (Valsts kontroles padome) adottate ai sensi della procedura di cui all'articolo 55 della legge della Corte dei conti. I processi sono giudicati in ogni camera da un collegio di tre giudici. Nel Senato della Corte Suprema i processi sono giudicati da un collegio di tre giudici o, in determinati casi previsti dalla legge, in composizione allargata.

Banche dati giuridiche

Denominazione e URL della banca dati

Il link si apre in una nuova finestraPortale degli organi giudiziari nazionali

Il link si apre in una nuova finestraCorte Suprema

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Breve descrizione dei contenuti

Il portale degli organi giudiziari nazionali contiene le sentenze delle giurisdizioni ordinarie riguardanti cause civili e penali di ogni grado, nonché tutte le sentenze riguardanti cause amministrative di ogni grado. Informazioni possono essere reperite nelle sezioni Tiesu nolēmumi ("giurisprudenza") ed E-Pakalpojumi ("servizi elettronici").

Il portale della Corte Suprema contiene un archivio giurisprudenziale che riporta le sentenze del Senato e altre raccolte giurisprudenziali. Le informazioni al riguardo possono essere reperite nella sezione Tiesu informācija ("informazione giudiziaria").

Contesto

Le informazioni pubblicate nel portale e le sentenze dei giudici nazionali e del Senato, nonché le compilazioni giurisprudenziali pubblicate sul portale della Corte Suprema attualmente sono disponibili solo in lingua lettone.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 08/06/2015

Giurisdizione ordinaria - Lituania

Questa pagina contiene informazioni sulla giurisdizione ordinaria in Lituania.


Giurisdizione ordinaria — Introduzione

In Lituania esistono 56 tribunali aventi giurisdizione ordinaria:

  • la Lietuvos Aukščiausiasis Teismas (Corte suprema di Lituania);
  • la Lietuvos Apeliacinis Teismas (Corte d'appello di Lituania);
  • 5 tribunali regionali (apygardos teismai);
  • 49 tribunali distrettuali (apylinkès teismai).

Lietuvos Aukščiausiasis Teismas (Corte suprema di Lituania)

La Lietuvos Aukščiausiasis Teismas (Corte suprema di Lituania) è l'unica corte di cassazione (ultimo grado di giudizio) per il riesame di sentenze, decisioni e ordinanze esecutive dei tribunali di giurisdizione ordinaria.

Ha sviluppato una prassi di giudizio uniforme per l'interpretazione e l'applicazione di leggi e altri atti aventi forza di legge.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet della Corte suprema.

Lietuvos Apeliacinis Teismas (Corte d’appello di Lituania)

La Lietuvos Apeliacinis Teismas (Corte d’appello di Lituania) è la sede di appello contro le sentenze dei tribunali regionali (in quanto tribunali di primo grado). Essa tratta inoltre le richieste di riconoscimento delle decisioni di tribunali stranieri o internazionali e dei lodi arbitrali stranieri o internazionali, nonché la loro applicazione nella Repubblica di Lituania. Svolge infine altre funzioni che la legge assegna alla sua competenza.

Il presidente della Corte d’appello organizza e controlla le attività amministrative dei tribunali distrettuali e dei rispettivi magistrati, in conformità con la procedura di legge.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet della Il link si apre in una nuova finestraLietuvos Apeliacinis Teismas.

Tribunali regionali

Un tribunale regionale è competente in primo grado per le cause penali e civili assegnate alla sua competenza dalla legge; è inoltre competente per i ricorsi in appello contro sentenze, decisioni e ordinanze dei tribunali distrettuali.

Il presidente di un tribunale regionale organizza e controlla le attività amministrative dei tribunali distrettuali e dei rispettivi magistrati che operano all’interno del territorio di sua giurisdizione, in conformità con le procedure previste dalla legge.

Tribunali distrettuali

Un tribunale distrettuale decide in primo grado i seguenti tipi di cause:

  • cause penali;
  • cause civili;
  • cause riguardanti infrazioni amministrative (assegnate alla sua competenza dalla legge);
  • cause assegnate a magistrati competenti per le questioni ipotecarie;
  • cause relative all'applicazione di decisioni e sentenze.

Il giudice di un tribunale distrettuale svolge inoltre funzioni di giudice cautelare e giudice dell'esecuzione, in aggiunta alle altre funzioni assegnate dalla legge a un tribunale distrettuale.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 18/02/2019

Giurisdizione ordinaria - Lussemburgo

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: francese.

Questa pagina contiene una panoramica delle varie giurisdizioni ordinarie in Lussemburgo.


Le giurisdizioni ordinarie-introduzione

La Costituzione attribuisce alle corti e ai tribunali l'esercizio del potere giudiziario e l'applicazione delle ordinanze e dei regolamenti generali solo se essi sono conformi alla legge.

Giurisdizioni dell'ordine giudiziario

La Cour supérieure de justice (Corte superiore di giustizia)

Al vertice della gerarchia delle giurisdizioni dell'ordine giudiziario si trova la Cour supérieure de justice composta da una Cour de Cassation (Corte di cassazione) e da una Cour d'Appel, (Corte d'appello) e da un Parquet Général (procura generale).

Principalmente la Cour de cassation, che comprende una sezione composta da cinque giudici, giudica le cause di annullamento o ricorsi per cassazione delle ordinanze emesse dalla diverse camere della corte d'appello e le sentenze pronunciate in ultimo grado. È obbligatoria la rappresentanza in giudizio.

La Cour d'appel è composta da dieci sezioni composte da tre consiglieri ed è competente per le cause civili, commerciali, e per le cause decise dai tribunali del lavoro nelle circoscrizioni giudiziarie del paese. È obbligatorio essere rappresentati da un avvocato, tranne per le cause penali e i procedimenti d'urgenza. La sezione criminale della corte d'appello è competente per l'appello delle sentenze della sezione criminale del tribunale circondariale. Detta sezione si compone di cinque consiglieri.

Tribunaux d'arrondissement (tribunali circondariali)

Il paese è diviso in due circondari giudiziari e ciascuno di essi è dotato di un tribunale circondariale, uno a Lussemburgo e l'altro a Diekirch.

I due tribunali circondariali sono divisi in sezioni composte da tre giudici, presso ogni tribunale circondariale esiste una procura composta da un procuratore dello Stato e da sostituti procuratori. I giudici istruttori di ogni tribunale hanno il compito di istruire le cause penali e, se necessario, le procedure correzionali.

In materia civile e commerciale il tribunale circondariale è il giudice di diritto comune e conosce tutte le controversie per le quali la competenza non è espressamente attribuita a un'altra giurisdizione per la natura della casa o del suo valore.

Ha competenza per valore per le controversie di valore superiore a 10 000 EUR.

Ha competenza esclusiva per le controversie che gli sono a espressamente attribuite dalla legge a causa della loro natura. Conosce esclusivamente domande di exequatur delle sentenze emanate da giudici stranieri e atti redatti da pubblici ufficiali stranieri. I tribunali circondariali esercitano anche una giurisdizione non contenziosa, ad esempio in materia di adozione, di tutela, di emancipazione ecc.

Il tribunale circondariale conosce in appello le cause rese in primo grado dai giudici di pace aventi sede nella circoscrizione giudiziaria del tribunale.

L'azione dinnanzi al tribunale circoscrizionale in linea di principio si esercita mediante atto di citazione notificato dall'ufficiale giudiziario alla controparte.

I presidenti dei tribunali circondariali, o i giudici designati in loro sostituzione, decidono anche i ricorsi d'urgenza, nei quali essi sono chiamati a decidere provvisoriamente nelle situazioni di urgenza in materia civile e commerciale.

I tribunali circondariali hanno competenze in materia repressiva nella veste di tribunali correzionali e criminali. Sono competenti a giudicare tutti i delitti, cioè le infrazioni alla legge punibili con una pena correzionale e i fatti qualificati dalla legge come crimini che ad essi sono rinviati dalla camera di consiglio o dalla camera di consiglio della corte d'appello. Gli imputati devono comparire personalmente, tranne il caso in cui l'infrazione è sanzionata solo con un'ammenda, in tal caso possono farsi rappresentare da un avvocato.

In principio, dinnanzi al tribunale circoscrizionale è necessaria la rappresentanza, tranne le eccezioni previste dalla legge, come ad esempio in materia commerciale e nei giudizi per direttissima dove le parti possono difendersi da sole.

Giudice di pace

Ci sono tre giudici di pace, uno a Lussemburgo, uno a Esch-sur-Alzette (circoscrizione giudiziaria di Lussemburgo) e uno a Diekirch (circoscrizione giudiziaria di Diekirch).

In materia civile e commerciale il giudice di pace conosce tutte le controversie per le quali la competenza gli è attribuita dal nuovo codice di procedura civile o da altre disposizioni di legge; in ultimo grado è competente per valore sino a 2 000 EUR e in appello fino a 10 000 EUR.

Inoltre è competente per determinate materie come ad esempio il pignoramento dei redditi da lavoro, di pensione e da rendite e per la ripartizione degli importi pignorati, indipendentemente dal valore del credito.

In principio l'azione è intentata dinnanzi ai giudici di pace da un ufficiale giudiziario mediante un atto di citazione. Dinnanzi al giudice di pace le parti compaiono personalmente o mediante un rappresentante. Quest'ultimo può essere un avvocato, il congiunto, i parenti o affiliati in linea collaterale fino al terzo grado compreso e le persone destinate esclusivamente al servizio personale di una parte o alla sua impresa.

In materia repressiva il giudice di pace svolge funzioni di juge de police. In questa qualità giudica le contravvenzioni o le infrazioni alla legge punite con la pena dell'ammenda da 25 EUR fino a 250 EUR e le infrazioni, qualificate dalla legge come delitti e, che sono inviate dalla camera dei consiglio dinnanzi al tribunale di polizia.

Giudica inoltre le infrazioni punite con pene superiori alle pene di polizia per le quali è competente. Le sentenze pronunciate dai tribunali di polizia possono sempre essere impugnate. Il termine per l'appello è di 40 giorni dalla data di pronuncia della sentenza o nel caso di sentenza contumacia alla partire dalla sua notifica o dalla notifica alla persona o a domicilio. Competente per l'appello è il Tribunal Correctionnel (tribunale correzionale).

Presso ogni giudice di pace esiste una giurisdizione del lavoro, competente in materia di contestazioni relative ai contratti di lavoro e ai contratti di apprendistato. L'appello nei confronti delle relative sentenze è presentato dinnanzi alla Corte superiore di giustizia.

Le banche dati giuridiche

L'accesso alla banca dati è gratuito?

Sì, l'accesso alla banca dati è gratuito.

Breve descrizione del contenuto

Fare riferimento al sito delle Il link si apre in una nuova finestraGiurisdizioni giudiziarie.

Fare riferimento al sito delle Il link si apre in una nuova finestraGiurisdizioni amministrative.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraMinistero della giustizia


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 20/12/2018

Giurisdizione ordinaria - Ungheria

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: ungherese.

La presente sezione fornisce informazioni sull'organizzazione della giurisdizione.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Giurisdizione civile

Giudici di primo grado

Organi giudiziari regionali e organi giudiziari con competenza generale

Tutti i procedimenti che non si riferiscono agli organi giudiziari generali in base alla legge sono di competenza degli organi giurisdizionali regionali (járásbíróságok).

Gli organi giudiziari con competenza generale (törvényszékek) sono competenti in primo grado per quanto riguarda:

  • le cause relative ai rapporti patrimoniali di valore superiore a 30 milioni di HUF (circa 106 000 EUR), fatta eccezione per l'azione promossa nel contesto di una causa di divorzio;
  • le cause relative al diritto d'autore e ai diritto connessi, nonché vertenti sulla tutela della proprietà industriale;
  • le cause relative al risarcimento danni causati durante l'espletamento di procedure ufficiali da parte di soggetti nell'esercizio delle loro funzioni amministrative;
  • le cause relative ai contratti internazionali di trasporto e di spedizione di merci;
  • le cause relative alla violazione dei diritti civili, comprese le cause per il risarcimento danni avviate contestualmente;
  • le cause relative a valori mobiliari;
  • le cause relative al diritto di rettifica;
  • alcune controversie previste dalla legge nell'ambito del diritto commerciale:
    1. i procedimenti per l'annullamento di provvedimenti di iscrizione al registro delle imprese;
    2. le cause promosse per l'accertamento dell'esistenza, dell'invalidità o dell'efficacia di atti costitutivi o di statuti societari;
    3. le cause riguardanti la revisione di decisioni adottate da associazioni di imprese;
    4. le cause fondate sui rapporti societari esistenti tra membri (ex membri) e associazioni di imprese, e tra membri e associazioni di imprese, e tra membri (ex membri);
    5. le cause relative all'acquisizione di una partecipazione qualificata in una società,
    6. le cause relative alla modifica delle clausole di responsabilità che si applicano ai soci possessori di quote con responsabilità limitata;
  • alcune cause riguardanti associazioni registrate, che non hanno i requisiti per essere considerate associazioni di imprese:
    1. le cause avviate contro tali organizzazioni dall'organismo preposto alla vigilanza di tali associazioni sotto il profilo legale;
    2. le cause fondate sui rapporti societari esistenti tra membri (ex membri) e associazioni di commercio e tra membri (ex membri);
  • le cause relative a contratti di finanziamento conclusi con enti che erogano servizi sanitari;
  • le cause per stabilire i fatti per cause in cui il valore della materia del contendere è superiore all'importo di cui sopra;
  • le cause relative a condizioni contrattuali vessatorie;
  • le cause relative al risarcimento dei danni causati dalla violazione del diritto a un processo equo e di durata ragionevole;
  • le cause che la legge attribuisce alla competenza degli organi giudiziari con competenza generale;
  • nel caso in cui una delle parti attrici appartenga alla giurisdizione degli organi giudiziari con competenza generale, il procedimento sarà di competenza di quest'ultimo organo giudiziario.

Giudici di secondo grado

Gli organi giudiziari con competenza generale (törvényszékek): le cause che rientrano nella competenza degli organi giudiziari regionali e delle cause che rientrano nella competenza dei giudici amministrativi e dei giudici del lavoro.

Organi giudiziari regionali d'appello: per le cause che rientrano nella competenza degli organi giudiziari con competenza generale che decidono in primo grado.

Curia (Kúria): è competente per le cause decise nel precedente grado di giudizio dagli organi giudiziari regionali d'appello. Inoltre, per le cause in cui la sentenza in primo grado è stata emessa dagli organi giudiziari con competenza generale, e nel caso in cui le parti, agendo con un rappresentante legale hanno avanzato una richiesta congiunta affinché la relativa causa sia decisa dalla Curia, qualora l'impugnazione sia basata su una violazione di diritto sostanziale. Nel caso in cui venga adita la Curia per una causa in cui il valore non dovrà superare i 500 000 HUF (circa 1 840 EUR).

La Curia decide inoltre sulle istanze di revisione.

Composizione degli organi giudiziari

Per il primo grado è competente un giudice monocratico, ma in alcuni casi previsti dalla legge l'organo giudiziario è composto da un collegio formato da un giudice togato e da due giudici onorari. Nell'ambito del procedimento i giudici onorari hanno gli stessi diritti e gli stessi obblighi del giudice togato. Tuttavia, soltanto i giudici togati possono giudicare in qualità di giudice monocratico oppure presiedere un collegio giudicante.

Gli organi giudiziari di secondo grado (giudici con competenza generale e giudici d'appello regionali) sono composti da un collegio giudicante di tre giudici togati.

Per il processo di revisione (che si svolge nella Curia) il collegio giudicante è composto da tre giudici togati (o per alcune cause – qualora sia giustificato dalla particolare complessità del caso – cinque).

Giurisdizione dell'organo giudiziario

Giurisdizione generale: in linea di principio giudicherà il giudice competente nella circoscrizione in cui risiede il convenuto, salvo che nessun'altro organo giurisdizionale abbia la giurisdizione esclusiva. Anche le ulteriori norme che regolano la giurisdizione sono stabilite dalla legge (ad es. in mancanza della residenza la giurisdizione dipende dal luogo di residenza del convenuto).

Inoltre, la legge prevede motivi di giurisdizione speciale oltre alla giurisdizione generale (giurisdizione alternativa, giurisdizione esclusiva).

Nel caso di una giurisdizione alternativa, in cui non viene specificata una giurisdizione esclusiva, la parte attrice può avviare il procedimento dinanzi a un altro organo giudiziario a sua scelta previsto dalla legge invece che di fronte alla giurisdizione generale (ad esempio, i procedimenti concernenti la custodia del minore possono essere avviati dinanzi all'organo giudiziario competente secondo la residenza del minore stesso, un'azione di risarcimento danni può essere avviata dinanzi alla giurisdizione competente in base al luogo o alla regione in cui l'evento dannoso si è verificato)

Nel caso della giurisdizione esclusiva il procedimento può essere avviato solo dinanzi a uno specifico organo giudiziario.

Giurisdizione penale

Giudici di primo grado

In genere, gli organi giudiziari regionali sono competenti in materia penale.

Tuttavia, gli organi giudiziari generali possono avviare procedimenti nei seguenti casi specifici:

a)      reati punibili con una condanna a 15 o più anni di detenzione o all'ergastolo; e

b)      reati contro lo Stato (Capitolo X del codice penale);

c)      reati contro l'umanità (Capitolo XI del codice penale);

d)     cospirazione per omicidio, omicidio colposo (articolo 166, 3° e 4° comma del codice penale), omicidio con dolo d'impeto (articolo 167 del codice penale), lesioni personali con rischio di morte (o tali da causare morte) (terza frase dell'articolo 170, commi 6 e 7 del Codice penale); sequestro di persona (articolo 175/A. del Codice penale), traffico di esseri umani (articolo 175/B del codice penale), reati che comportano violazioni per quanto riguarda l'intervento medico e la ricerca medica e il diritto all'autodeterminazione medica (titolo II del Capitolo XII del Codice penale);

e)      reati contro il corretto svolgimento delle elezioni, dei referendum e delle iniziative dei cittadini europei (articolo 211 del codice penale) abuso di dati qualificati (titolo III, capo XV, del codice penale), illeciti professionali (titolo IV, capo XV del codice penale), disordini in carcere (articolo 232 del codice penale), disordini in carcere (articolo 246 del codice penale), ostruzione alla giustizia dinanzi a un tribunale internazionale (articolo 249/B del codice penale), reati contro la giustizia (internazionale) (titolo VII e titolo VIII, capo XV del codice penale);

f)       atti terroristici (articolo 261 del codice penale), violazioni di restrizioni economiche internazionali (articolo 261/A del codice penale), sequestro di aeromobili e vagoni ferroviari, imbarcazioni e veicoli a motore adibiti al trasporto di persone o di altri veicoli adatti a tale scopo (articolo 262 del codice penale), partecipazione a organizzazioni criminali (articolo 263/C del codice penale);

g)      uso improprio di beni e servizi militari e di prodotti destinati a duplice uso (articolo. 263/B), abuso di informazioni privilegiate ("insider trading", articolo 299/A del codice penale), frode relativa all'investimento di capitali (articolo 299/B del codice penale), organizzazioni piramidali (articolo 299/C del codice penale), riciclaggio di denaro (articolo 303 del codice penale);

h)      determinazione di una situazione di pericolo pubblico con conseguente perdita economica considerevole o grave (articolo 259, secondo comma lettera b), del codice penale), interferenza con il funzionamento di servizi di pubblico interesse che provoca danni patrimoniali considerevoli o estremamente gravi (articolo 260, comma 3 e 4, del codice penale); reati contro dati e sistemi informatici che provocano danni considerevoli o estremamente gravi (articolo 300, comma 4, lett. b) e c) del codice penale); frode fiscale con conseguente perdita di entrate considerevole o grave (articolo 310, comma 4,, lett. a), b) e c) del codice penale); frode fiscale e in connessione con essa mancato adempimento dell'obbligo di controllo o di supervisione in materia che ha causato una perdita finanziaria grave o eccezionale (articolo 310/A, comma 4, lett. A) e comma 5, lett. A e comma 6 nonché articolo 310/A del codice penale); uso improprio di mezzi di pagamento sostitutivi del denaro contante, con conseguenti danni considerevoli o estremamente gravi (articolo 313/C, comma 5, lettera a), e comma 6, del codice penale); furto per importi particolarmente elevati o eccezionali (articolo 316, comma 6, lettera a), e comma 7, del codice penale); distrazione di fondi con conseguente perdita economica considerevole o particolarmente elevata (articolo 317, comma 6, lettera a) del codice penale); truffa per importi particolarmente elevati o eccezionali (articolo 318, comma 6, lettera a) e articolo 318, comma 7 del codice penale); cattiva gestione di fondi con conseguente perdita economica considerevole o grave (articolo 320, comma 2, del codice penale), rapina (articolo 321, comma 4, lettera b), del codice penale) e saccheggio (articolo 322, comma 3, lettera a), del codice penale) di valore considerevole o elevato; atti vandalici con conseguenti danni considerevoli o estremamente gravi (articolo 324, commi 5 e 6, del codice penale); ricettazione di beni di valore considerevole o particolarmente elevato (articolo 326, comma 5, lettera a), e comma 6, del codice penale); violazione del diritto d’autore o dei diritti connessi, con conseguente perdita economica considerevole o particolarmente elevata (articolo 329/A, comma 3, del codice penale) e violazione dei diritti di proprietà industriale (articolo 329/D, comma 3, del codice penale) con conseguente perdita economica considerevole o particolarmente elevata;

i)        reati soggetti al diritto militare;

j)        reati legati al comunismo e reati non soggetti a limitazioni in base al diritto internazionale previsti in base alla legge sulla responsabilità penale e la mancata applicabilità delle limitazioni per legge rispetto ai reati contro l'umanità e al perseguimento di taluni reati commessi durante la dittatura comunista.

La competenza territoriale degli organi giudiziari dipende dal luogo in cui i reati sono stati commessi.

Nel caso in cui i reati commessi rientrano nella competenza di vari organi giudiziari, è competente l'organo giudiziario di competenza generale.

Giudici di secondo grado

Organi giudiziari di competenza generale: per le cause che rientrano nella competenza dell'organo giudiziario regionale che è competente in primo grado.

Corti d'appello regionali: per le cause che rientrano nella competenza dell'organo giudiziario generale competente in primo grado.

Curia: per le cause che rientrano nella competenza della corte d'appello che agisce in secondo grado.

Giudici di terzo grado

Corti d'appello regionali: per le cause in cui si è pronunciato l'organo giudiziario generale in secondo grado.

Curia: per le cause su cui si è pronunciata una corte d'appello regionale in secondo grado.

Composizione dei tribunali

Se il reato in questione è punibile con una condanna a otto o più anni di reclusione, il tribunale locale si riunisce in un collegio (tanács) composto da un giudice togato e da due giudici non togati. Negli altri casi il giudice è monocratico.

Il tribunale provinciale, in qualità di giudice di primo grado, può esaminare le cause riunendosi in un collegio composto da un giudice togato e due giudici assessori.

Il tribunale, in qualità di giudice di secondo o terzo grado, può esaminare le cause riunendosi in un collegio composto da tre giudici togati. La Curia esamina le cause riunendosi in un collegio composto da tre o cinque giudici togati.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraSito internet istituzionale degli organi giudiziari ungheresi


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 04/07/2016

Giurisdizione ordinaria - Malta

La presente sezione contiene informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria a Malta.


Giurisdizione ordinaria - introduzione

Le tabelle seguenti contengono informazioni sui tribunali civili e penali maltesi.

Giurisdizione civile

Corte d'appello

Secondo grado

Appello

La Corte d'appello si pronuncia sui ricorsi in appello avverso sentenze emesse dai tribunali civili della giurisdizione superiore e inferiore. (i) Esamina i ricorsi in appello presentati avverso una sentenza della prima sezione del tribunale civile e dalla sezione per le questioni di diritto di famiglia. (ii) Esamina altresì i ricorsi in appello contro le decisioni emesse dal Qortital-Maġistrat (tribunale di grado inferiore) sezione civile, dal Tribunale delle controversie di modesta entità e dai tribunali amministrativi.

(i) Composta da tre giudici

(ii) Composta da un giudice.

Tribunale civile:

Prima sezione del tribunale civile

Sezione di giurisdizione volontaria

Sezione Diritto di famiglia

Primo grado

La prima sezione del tribunale civile esamina tutte le cause in materia civile e/o commerciale che esulano dalla competenza del Qortital-Maġistrat (tribunale di grado inferiore). Nell'ambito della competenza su questioni di diritto costituzionale il suddetto organo giurisdizionale esamina altresì le cause aventi ad oggetto la violazione dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, protetti dalla Costituzione e dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali.

La sezione di giurisdizione volontaria è competente per l'interdizione e l'inabilitazione di persone inferme di mente, della nomina dei loro tutori, dell'apertura di successioni e della nomina degli esecutori testamentari, nonché del deposito di testamenti segreti.

Esamina tutte le controversie legate al diritto di famiglia, come l'annullamento del matrimonio, la separazione, il divorzio, il mantenimento e l'affidamento dei figli.

Presieduta da un giudice

Presieduta da un giudice

Presieduta da un giudice

Tribunale dei magistrates

Primo grado

In ambito civile il Tribunale dei magistrates è competente solamente come organo giurisdizionale inferiore di primo grado, in genere per controversie di valore non superiore a 15 000 EUR.

Presieduta da un maġistrat (giudice di grado inferiore)

Tribunale dei magistrati di Gozo

Primo grado

In ambito civile, il Tribunale dei magistrati di Gozo ha una duplice competenza:

analogamente alla sua controparte di Malta, costituisce un organo giurisdizionale inferiore, mentre,

come organo giurisdizionale superiore con le medesime competenze della Prima sezione del Tribunale civile, fatte salve quelle di natura costituzionale, e quelle della Sezione di giurisdizione volontaria.

Presieduta da un maġistrate (giudice di grado inferiore)

Tribunale delle controversie di modesta entità

Primo grado

Il Tribunale delle controversie di modesta entità decide secondo i principi di diritto e di equità, per cause di valore inferiore a 5 000 EUR.

Presieduto da un Ġudikatur (giudice per le controversie di modesta entità)

Giurisdizione penale

Corte d'appello penale

Secondo grado

Appello

Come giudice di grado superiore esamina i ricorsi in appello delle persone condannate dai tribunali penali.

Questo organo giudiziario, di grado inferiore, esamina i ricorsi in appello relativi a cause su cui si è pronunciato il Tribunale dei magistrati come giudice penale.

Composta da tre giudici

Composta da un giudice.

Tribunale penale

Primo grado

In quanto organo giurisdizionale di diritto penale esamina le cause penali che esulano dalla competenza del Tribunale dei magistrates.

Organo collegiale misto composto da un giudice in funzione di presidente e da una giuria di nove membri.

Tribunale dei magistrati

Primo grado

In ambito penale esso ha una duplice competenza: opera come tribunale penale per le cause che rientrano nella sua giurisdizione, e come giudice per le indagini preliminari per i reati di competenza del tribunale penale. (i) Court of Criminal Judicature – questo organo giurisdizionale è competente per tutti i reati soggetti a una pena detentiva massima di 6 mesi. (ii) Giudice per le indagini preliminari – il tribunale svolge le indagini preliminari in relazione ai reati perseguibili e trasmette la relativa documentazione all'avvocato generale. Se non viene sollevata alcuna eccezione da parte dell'accusato, l'avvocato generale può rinviare al Tribunale dei magistrates che può conoscere e decidere su cause punibili con una pena detentiva massima di dieci anni.

Presieduta da un maġistrat (giudice di grado inferiore)

Tribunale dei magistrati di Gozo

Primo grado

In ambito penale il Tribunale dei magistrati di Gozo ha la stessa competenza del Tribunale dei magistrati allorché giudica come giudice penale e come giudice per le indagini preliminari.

Presieduta da un maġistrate (giudice di grado inferiore)

Tribunale dei minori

Primo grado

Il Tribunale dei minori esamina le accuse e altri procedimenti a carico di minori di 16 anni e può emettere provvedimenti di affidamento ai servizi sociali.

Presieduto da un maġistrat (giudice di grado inferiore) assistito da due membri

Banche dati giuridiche

Per ulteriori informazioni e per i collegamenti alle banche dati pertinenti si rimanda alla pagina Internet "Organizzazione della giustizia negli Stati membri - Malta".

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraMinistero degli Affari esteri e della Sicurezza nazionale

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – Sentenze on line

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – Procedimenti giudiziari in materia civile

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – Calendario delle udienze

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – Statistiche

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari- Aste giudiziarie

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – Modulistica diritto civile (in maltese)

Il link si apre in una nuova finestraPeriti giudiziari

Il link si apre in una nuova finestraServizi giuridici (Leggi di Malta)


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 22/12/2016

Giurisdizione ordinaria - Paesi Bassi

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: olandese.

Questa sezione fornisce informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria nei Paesi bassi.


Giurisdizione ordinaria

Di seguito si riportano le denominazioni dei tribunali dei Paesi Bassi:

  • Rechtbank (tribunale distrettuale): giudice competente in primo grado per tutte le cause civili e penali;
  • Gerechtshof (corte d'appello): giudice competente in appello per tutte le cause civili e penali;
  • Hoge Raad (Corte di cassazione): giudice competente in cassazione per tutte le cause civili e penali.

Banche dati giuridiche

Sono disponibili informazioni sul sito Internet dedicato al Il link si apre in una nuova finestrasistema giudiziario dei Paesi Bassi.

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraSistema giudiziario e Corte di cassazione dei Paesi Bassi


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 29/11/2012

Giurisdizione ordinaria - Austria

La versione originale in lingua tedesco di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

La presente sezione contiene una descrizione della giurisdizione ordinaria civile e penale in Austria.


Giurisdizione ordinaria - Introduzione

La giurisdizione ordinaria è strutturata su quattro livelli. Allo stato attuale (novembre 2014), l'esercizio della funzione giurisdizionale è demandato ai seguenti tribunali:

  • 116 Bezirksgerichte (tribunali distrettuali);
  • 20 Landesgerichte (tribunali regionali);
  • 4 Oberlandesgerichte (tribunali regionali superiori);
  • 1 Oberster Gerichtshof (Corte suprema).

Dall'inizio del 2013 si è proceduto alla graduale riduzione dei tribunali distrettuali, accorpando i tribunali distrettuali degli Stati federati di Alta Austria (Oberösterreich), Bassa Austria (Niederösterreich) e Stiria (Steiermark), e dal luglio 2014 il loro numero ammonta a 116. Dal 1° luglio 2016 inizierà un'ulteriore riduzione e rimarranno solo 115 tribunali distrettuali.

Le seguenti procure (Staatsanwaltschaften) sono deputate alla tutela degli interessi pubblici per quanto riguarda la giustizia penale:

  • 16 procure generali;
  • 1 procura generale per la lotta contro i reati economici e la corruzione;
  • 4 Oberstaatsanwaltschaften (procure generali presso la Corte d'appello);
  • 1 Generalprokuratur (procura generale presso la Corte suprema).

L'esecuzione delle pene detentive è demandata a 27 istituti penitenziari.

A. Organizzazione dei tribunali: giurisdizione civile e penale

In primo grado, le controversie sono di competenza dei Berzirksgerichte (tribunali distrettuali) o dei Landesgerichte (tribunali regionali). La competenza in materia civile è limitata in funzione della natura della controversia (competenza propria o per materia) e, per tutte le altre materie, secondo criteri di valore della controversia (competenza per valore). La competenza propria prevale sempre sulla competenza basata per valore.

In materia penale, la competenza è limitata in funzione dei termini della pena.

Tribunali distrettuali (Bezirksgerichte) (primo livello)

I tribunali distrettuali sono tribunali di prima istanza competenti in materia di:

  • cause civili di valore pari o inferiore a 15 000 euro (competenza per valore);
  • determinati tipi di controversie (indipendentemente dal valore), prevalentemente in materia di diritto di famiglia, locazioni e procedimenti esecutivi (competenza per materia);
  • decisioni in materia penale inerenti le contravvenzioni passibili di sola pena pecuniaria, pena pecuniaria e detenzione non superiore all'anno o sola detenzione non superiore all'anno (come nel caso di lesioni colpose o furto).

Tribunali regionali (Landesgerichte) o organi giurisdizionali di primo grado (secondo livello)

I tribunali regionali (Landesgerichte) per cause penali o gli organi giurisdizionali di primo grado (per cause civili) sono gli organi competenti:

  • in primo grado, per tutte le cause non attribuite ai tribunali distrettuali. Il Landesgericht ha peraltro competenza a giudicare sulle controversie ai sensi dell'Atomhaftpflichtgesetz (legge sulla responsabilità per i danni prodotti a terzi a seguito di incidenti nucleari), dell'Amtshaftungsgesetz (legge sulla responsabilità della pubblica amministrazione), della Datenschutzgesetz (legge sulla protezione dei dati) e sulle controversie vertenti su questioni di concorrenza o diritto d'autore;
  • in secondo grado, per le impugnazioni delle decisioni dei tribunali distrettuali.

Corti d'Appello (Oberlandesgericht) o organi giurisdizionali di secondo grado (terzo livello)

Essi sono al terzo livello nell'ordine gerarchico giudiziario. Hanno sede a Vienna (competenza territoriale per Vienna, Bassa Austria e Burgenland), Graz (competenza territoriale per Stiria e Carinzia), Linz (competenza territoriale per Alta Austria e Salisburgo) e Innsbruck (competenza territoriale per Tirolo e Vorarlberg).

Essi decidono in appello cause civili e penali (in secondo grado).

Inoltre, essi svolgono un importante ruolo nell'amministrazione giudiziaria. Il presidente di un Oberlandesgericht o di un organo giurisdizionale di secondo grado è il direttore responsabile dell'amministrazione di tutti i tribunali situati nel distretto di sua competenza. In questa sua veste risponde unicamente e direttamente al ministro federale della giustizia (Bundesminister für Justiz).

La Corte suprema (Oberster Gerichtshof) (quarto livello)

L'Oberste Gerichtshof che ha sede a Vienna rappresenta l'istanza suprema nelle cause civili e penali. Assieme alla Corte costituzionale (Verfassungsgerichtshof), alla Corte suprema amministrativa (Verwaltungsgerichtshof) è l'organo giurisdizionale supremo. Ciò significa che le sue decisioni non possono essere impugnate in altri gradi di giudizio (a livello nazionale).

La giurisprudenza della Corte suprema contribuisce in modo determinante a preservare l'uniformità del diritto in tutto il territorio federale.

Sebbene i tribunali di grado inferiore non siano vincolati per legge alle sue decisioni, la sua giurisprudenza è di norma utilizzata come orientamento.

B. Giurisdizione civile

La giurisdizione civile comprende le cause civili di natura generale, i procedimenti dinanzi ai tribunali del lavoro, i contenziosi in materia commerciale e i procedimenti non contenziosi.

Nelle cause civili di natura generale si decidono le questioni di diritto privato che non riguardano la materia commerciale o quella trattata dai tribunali del lavoro e che non rientrano nel procedimento non contenzioso.

C. Gradi di giudizio

C.1. Gradi di giudizio nelle cause civili

Nelle cause civili di natura generale si possono essenzialmente avere due gradi di giudizio, ciascuno di tre livelli. In primo grado, le controversie sono di competenza dei Berzirksgerichte (tribunali distrettuali) o dei Landesgerichte (tribunali regionali).

Qualora sia competente in primo grado il Bezirksgericht, i ricorsi avverso le decisioni di quest'ultimo vengono proposti dinanzi all'organo giurisdizionale di primo grado, in seno al quale una sezione d'appello decide il ricorso.

Qualora sia competente in primo grado l'organo giurisdizionale di primo grado, i ricorsi avverso le decisioni di quest'ultimo vengono proposti dinanzi all'organo giurisdizionale di secondo grado, in seno al quale una sezione d'appello decide il ricorso.

I tribunali di secondo grado sono chiamati solo a svolgere un controllo giurisdizionale sulla decisione di primo grado. Deliberano, quindi, esclusivamente sulla base delle domande formulate al termine del procedimento orale di primo grado e della relazione dei fatti presentata in tale momento. Le giurisdizioni di secondo grado possono pronunciarsi sulla causa stessa (confermandola o modificandola). A tale scopo possono (nei limiti delle domande e delle argomentazioni presentate in primo grado) esperire nuovamente o integrare il procedimento in tutto o in parte, annullare la decisione resa dalla giurisdizione di primo grado con richiesta di una nuova deliberazione, oppure respingere il ricorso.

Per le controversie che richiedono una decisione su questioni giuridiche di fondamentale importanza, è possibile adire l'Oberster Gerichtshof (Corte suprema).

La Corte suprema delibera esclusivamente sulle questioni di diritto ed è quindi vincolata nella sua decisione ai fatti di causa già accertati. Il suo esame si limita, quindi, alla sola accuratezza della decisione resa su tale base o evidenzia motivi di annullamento e, in misura limitata, difetti di procedura del procedimento precedente. La Corte suprema non esercita soltanto funzioni di organo di cassazione: può anche deliberare in merito alla causa stessa (confermandola o modificandola) e annullare la decisione resa dalla giurisdizione di primo o secondo grado con richiesta di una nuova deliberazione, oppure respingere il ricorso.

In primo grado, la funzione giudicante è esercitata per lo più da un giudice monocratico (e da un organo collegiale composto da tre giudici nelle cause di valore superiore ai 100 000 euro e su richiesta di una parte). In secondo grado, la decisione è resa da un Senat (un "collegio") composto da tre giudici, che diventano cinque nel caso della Corte suprema. Quando la causa riguarda una questione di diritto d'importanza fondamentale (ad esempio perché modifica la giurisprudenza consolidata), la Corte suprema si riunisce in un collegio c.d. "rafforzato" composto da 11 giudici.

C.2. I gradi di giudizio nelle cause penali

Nel procedimento penale i gradi di giudizio sono due.

Contro le sentenze del Bezirksgericht in primo grado, si possono presentare i seguenti mezzi di ricorso:

  • un ricorso di annullamento;
  • un ricorso in relazione al grado della colpa e ai termini della pena.

Il Landesgericht superiore competente decide mediante un collegio di tre giudici.

Qualora il Landesgericht sia organo di primo grado in composizione monocratica (per tutti i delitti e le contravvenzioni passibili di una pena detentiva edittale di 5 anni, per esempio nei casi di falsa testimonianza in giudizio) possono essere presentati i seguenti mezzi di ricorso:

  • un ricorso di annullamento;
  • un ricorso in relazione al grado della colpa e ai termini della pena.

L'Oberlandesgericht competente decide mediante un collegio di tre giudici.

Se la competenza del tribunale regionale in primo grado è in veste di Schöffengericht (tribunale in composizione collegiale mista con l'intervento di giudici popolari) o Geschworenengericht (corte d'assise), per ricorrere in annullamento è necessario adire la Corte suprema. Se il ricorso riguarda esclusivamente i termini della pena, spetta all'Oberlandesgericht (tribunale regionale superiore) pronunciarsi.

D. Le impugnazioni

È sempre possibile impugnare la sentenza pronunciata da un tribunale di primo grado in una causa civile di natura generale per mezzo dell'appello. È altresì sempre possibile impugnare una sentenza per nullità o per errata valutazione di diritto; in determinate materie e in tutte le controversie di valore superiore ai 2 700 euro la sentenza può essere impugnata per difetto di procedura o erronea determinazione dei fatti.

Le sentenze di secondo grado possono essere impugnate per revisione. Si tratta tuttavia di un mezzo che, proposto dinanzi alla Corte suprema, è soggetto a diverse limitazioni che variano in funzione della materia specifica. Poiché, in linea di principio, la Corte suprema delibera esclusivamente sulle questioni di diritto ritenute di particolare rilevanza, questa è condizione essenziale per l'accoglimento del ricorso. Ciò detto, occorre ricordare che le sentenze pronunciate in secondo grado in determinate cause di valore inferiore ai 5 000 euro non possono essere impugnate e che la domanda di revisione dinanzi alla Corte suprema deve essere autorizzata dalla giurisdizione di secondo grado (direttamente o su nuova domanda) per le controversie inferiori ai 30 000 euro.

E. Banche dati giuridiche

Il sito Internet del ministero della Giustizia austriaco (Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.justiz.gv.at/) contiene informazioni generali sul sistema giudiziario austriaco.

L'accesso alla banca dati giuridica è gratuito?

Sì, l'accesso al sito Internet del ministero austriaco della Giustizia è gratuito.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraCompetenza delle Corti – Austria


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 18/12/2015

Giurisdizione ordinaria - Polonia

Questa sezione fornisce informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Polonia


Giurisdizione ordinaria

La giurisdizione ordinaria in Polonia è costituita da sądy apelacyjne (tribunali d’appello), sądy okręgowe (tribunali regionali) e sądy rejonowe (tribunali distrettuali). Questi organi giurisdizionali si occupano, tra l’altro, delle cause civili, penali e commerciali, delle controversie vertenti sul diritto di famiglia o che coinvolgono minori, delle controversie in materia di lavoro e previdenza sociale, fatta eccezione per le cause assegnate ad altri giudici speciali (per esempio, i tribunali militari).

Essi gestiscono inoltre i registri immobiliari e ipotecari, nonché il registro delle ipoteche, il registro giudiziario nazionale e il casellario giudiziario nazionale.

Giurisdizione civile

In ogni tribunale d’appello, regionale e distrettuale vi è una sezione civile (wydział cywilny).

Giurisdizione penale

In ogni tribunale d’appello, regionale e distrettuale vi è una sezione penale (wydział karny).

Banche dati giuridiche

Il sito Internet del Il link si apre in una nuova finestragoverno polacco comprende un elenco delle leggi pubblicate a partire dal 1918.

La consultazione della banca dati è gratuita.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 10/12/2012

Giurisdizione ordinaria - Portogallo

La versione originale in lingua portoghese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

In questa sezione si possono reperire informazioni sull'organizzazione della giurisdizione ordinaria in Portogallo.


Organizzazione della giurisdizione ordinaria

A parte il Tribunal Constitucional (Corte costituzionale), cui spetta il compito specifico di amministrare la giustizia in materia giuridico-costituzionale, in Portogallo esistono le seguenti tipologie di tribunali:

a) il Supremo Tribunal de Justiça (Corte suprema) e i tribunali di primo e di secondo grado;

b) il Supremo Tribunal Administrativo (Corte suprema amministrativa) e gli altri tribunali amministrativi e fiscali;

c) il Tribunal de Contas (Corte dei conti).

Vi possono essere altresì tribunali delle acque, tribunali arbitrali e giudici di pace.

I casi e le composizioni in cui i summenzionati tribunali possono costituire, congiuntamente o disgiuntamente, un Tribunal dos Conflitos (tribunale di conflitto, ovvero un tribunale che si occupa di conflitti di giurisdizione) sono stabiliti per legge.

Fatte salve le disposizioni relative ai tribunais militares (corti marziali), che sono istituiti solo in stato di guerra, sono vietati i tribunali aventi competenza esclusiva a decidere su determinate categorie di reati.

Tribunali ordinari

Corte suprema

Il Supremo Tribunal de Justiça è l'organo giudiziario posto al vertice della gerarchia dei tribunali ordinari, fatta salva la competenza del Tribunal Constitucional. Esso comprende sezioni in materia civile, penale e sociale.

Ha sede a Lisbona e competenza territoriale sull'intero territorio nazionale.

Il Supremo Tribunal de Justiça svolge le proprie funzioni sotto la guida di un presidente (giudice che presiede), in seduta plenaria (costituita da tutti i giudici che compongono le sezioni), in sezioni specializzate e in singole sezioni.

Salvo nel caso di eccezioni previste dalla legge, il Supremo Tribunal de Justiça si occupa solo di questioni di diritto.

Corti d'appello

I tribunais da relação (corti d'appello) sono, in linea generale, tribunali di secondo grado.

Attualmente i tribunais da relação hanno sede a Lisbona, Porto, Coimbra, Évora e Guimarães. Essi svolgono le loro funzioni sotto la guida di un presidente (giudice che presiede), in seduta plenaria o in singole sezioni.

I tribunais da relação comprendono sezioni in materia civile, penale e sociale.

Tribunali ordinari di primo grado

Di norma, tra i tribunali ordinari di primo grado figurano i tribunais de comarca (tribunali regionali), la cui competenza territoriale è la regione, benché possano esserci tribunali che hanno competenza su una o più regioni o aree specificamente definite per legge.

I tribunali ordinari hanno competenza generale per le cause civili e penali e per altre questioni non attribuite ad altre giurisdizioni.

In primo grado, vi possono essere tribunali con competenza specifica (che si occupano di materie specifiche, determinate a seconda del tipo di procedimento applicabile) e tribunali specializzati, ai quali sono devolute cause afferenti a materie specifiche (a prescindere dal tipo applicabile di procedimento).

Se giustificato dalla mole e dalla complessità del lavoro, i tribunali ordinari possono essere suddivisi in juízos (divisioni con competenza generica, specializzata o specifica) o in divisioni con competenza specifica.

In ogni tribunale, sezione o divisione siedono uno o più giudici.

Tribunali amministrativi e fiscali

I tribunais administrativos e fiscais (tribunali amministrativi e fiscali) sono competenti a giudicare azioni e ricorsi concernenti la risoluzione di controversie derivanti da rapporti di diritto amministrativo e fiscale.

Corte suprema amministrativa

Il Supremo Tribunal Administrativo è l'organo giudiziario supremo nella gerarchia dei tribunais administrativos e fiscais, fatta salva la competenza del Tribunal Constitucional.

Ha sede a Lisbona e ha competenza territoriale sull'intero territorio nazionale.

Il Supremo Tribunal Administrativo consta di una sezione per le questioni amministrative e di una sezione per le questioni fiscali. Suo compito principale è giudicare i ricorsi avverso decisioni pronunciate dai tribunais centrais administrativos (tribunali amministrativi centrali).

Esso svolge le proprie funzioni sotto la guida di un presidente (giudice che presiede), assistito da tre vicepresidenti.

A seconda della materia, il tribunale procede in seduta plenaria, in seduta plenaria per ciascuna sezione o in singole sezioni. Solo il tribunale in seduta plenaria o in seduta plenaria per ciascuna sezione esamina questioni di diritto.

Tribunali amministrativi centrali

Di norma, i tribunais centrais administrativos sono tribunali di secondo grado. Attualmente ne esistono due (nord e sud).

Il loro compito principale è giudicare i ricorsi avverso sentenze pronunciate dai tribunais administrativos de círculo (tribunali amministrativi di circondario) e dai tribunais tributários (tribunali tributari).

Ciascuno di essi consta di una sezione per le questioni amministrative e di una per le questioni fiscali.

I tribunais centrais administrativos svolgono le loro funzioni sotto la guida di un presidente (giudice che presiede), assistito da tre vicepresidenti.

Essi esaminano questioni di fatto e di diritto.

Tribunali amministrativi di circondario e tribunali tributari

Si tratta di giudici di primo grado, il cui ruolo principale consiste nel dirimere le controversie che riguardano questioni amministrative e fiscali. Essi possono operare autonomamente con il nome di tribunal administrativo de círculo e tribunal tributário o, congiuntamente, con il nome di tribunal administrativo e fiscal.

Svolgono le loro funzioni sotto la guida di un presidente nominato dal Conselho Superior dos Tribunais Administrativos e Fiscais (Consiglio superiore dei tribunali amministrativi e fiscali) per un periodo di cinque anni.

Di norma le cause sono giudicate da un giudice monocratico, ma la legge prevede che in alcuni casi la composizione del tribunale possa essere diversa.

Giudici di pace

I julgados de paz (giudici di pace) sono tribunali stragiudiziali con un proprio modus operandi, una propria organizzazione nonché un proprio servizio di mediazione e sono competenti a decidere e dirimere controversie rientranti nella giurisdizione dei tribunali di primo grado.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 09/08/2019

Giurisdizione ordinaria - Romania

La versione originale in lingua rumeno di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Questa pagina contiene informazioni sulla giurisdizione ordinaria in Romania.


Sistema giudiziario rumeno — Introduzione

Il sistema giudiziario rumeno presenta la seguente struttura:

Organi giudiziari e uffici della pubblica accusa

Primo livello

  1. Instanţele districtuale (Tribunali distrettuali) (176);
  2. Procure.

Secondo livello

  1. Tribunale (tribunali) (42);
  2. Tribunale specializate (Tribunali speciali) (3);
  3. Tribunalul pentru Minori şi Familie (Tribunale per i minori e la famiglia) (1);
  4. Procure.

Terzo livello

  1. Curţi de apel (Corti d’appello) (15);
  2. Procure.

Quarto livello

  1. Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie (Corte di cassazione);
  2. Procure.
  • Il sistema giudiziario rumeno comprende la Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie (Corte di cassazione) e gli altri organi giudiziari.

Organi giudiziari

Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie (Corte di cassazione)

In qualità di organo giudicante di grado più elevato in Romania, la Înalta Curte è la sola istituzione giudiziaria con il potere di assicurare un’interpretazione e un’applicazione uniformi della legge da parte degli altri tribunali. Il “riesame nell’interesse della legge” è la procedura principale che è possibile adottare a questo scopo.

La Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie è composta da quattro sezioni, ciascuna con una giurisdizione propria:

  • prima sezione civile;
  • seconda sezione civile;
  • sezione penale;
  • sezione per il contenzioso amministrativo e fiscale.

Altre sezioni della Corte suprema, che hanno giurisdizione propria, sono le quattro composizioni collegiali a cinque giudici, le sezioni unite, la composizione collegiale per il riesame nell’interesse della legge e la composizione collegiale per il chiarimento di talune questioni giuridiche.

La prima sezione civile, la seconda sezione civile e la sezione per il contenzioso amministrativo e fiscale, che fanno parte della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie, sono competenti per le richieste di riesame contro le sentenze emesse dalle corti d’appello e contro altre decisioni, nei casi previsti dalla legge, e per le richieste di riesame contro le sentenze non definitive o gli atti giudiziari di qualsiasi tipo che non possono essere impugnati con altri mezzi e nei casi in cui il procedimento giuridico dinanzi a una corte d’appello sia stato interrotto. In qualità di organo giudicante di primo grado, la sezione penale si occupa di casi e richieste che per legge rientrano nell’ambito giurisdizionale della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie.

La sezione penale della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie è competente per le seguenti cause:

come organo giudicante di primo grado:

  • reati commessi da senatori, deputati o europarlamentari;
  • reati commessi da membri del governo;
  • reati commessi da giudici della Curtea Constituţională (Corte costituzionale);
  • reati commessi da membri del Consiliul Suprem al Magistraturii (Consiglio superiore della magistratura);
  • reati commessi da giudici della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie o da pubblici ministeri delle procure presso la Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie;
  • reati commessi da soggetti con il grado di mareşal (maresciallo), ammiraglio, generale e chestor (capo della Polizia);
  • negli altri casi che per legge rientrano nell’ambito della sua giurisdizione.

Come organo giudicante del riesame:

  • richieste di riesame contro le sentenze emesse, in primo grado, dalle curţi de apel o dalla Curtea Militară de Apel in cause penali;
  • richieste di riesame contro le sentenze emesse, in secondo grado, dalle curţi de apel o dalla Curtea Militară de Apel in cause penali;
  • richieste di riesame contro le sentenze emesse, in primo grado, dalla sezione penale della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie in cause penali, nonché negli altri casi previsti dalla legge.

La composizione collegiale a nove giudici

Con la legge n. 202/2010 relativa ad alcune misure volte ad accelerare i procedimenti giudiziari, le attribuzioni della composizione collegiale a nove giudici sono state trasferite alla composizione collegiale a cinque giudici.

I processi in corso attribuiti alla composizione collegiale a nove giudici continueranno ad essere giudicati con questa composizione.

Le composizioni collegiali a cinque giudici

Conformemente all’articolo 24 della legge n. 304/2004, ripubblicata con modifiche, le composizioni collegiali a cinque giudici si pronunciano sui riesami e su altre richieste relativi alle cause giudicate in primo grado dalla sezione penale della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie e in altri casi che la legge attribuisce alla loro giurisdizione. Svolgono inoltre la funzione di organo competente per le questioni disciplinari.

Conformemente all’articolo 51, comma 3, della legge n. 317/2004, ripubblicata, le composizioni collegiali a cinque giudici si pronunciano sui riesami contro le sentenze in materia disciplinare pronunciate dal Consiliul Suprem al Magistraturii.

La Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie si riunisce a sezioni unite per:

  1. pronunciarsi sulle richieste di modifica della giurisprudenza della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie;
  2. decidere di rivolgersi alla Curtea Constituţională affinché si pronunci sulla costituzionalità dei progetti di legge prima della promulgazione.

Curţi de apel (Corti d’appello)

In Romania, le Curți de Apel sono amministrate da un presidente, che può essere assistito da uno o due vicepresidenti.

La corte d’appello si articola in sezioni o composizioni collegiali specializzate in varie categorie di cause:

  • cause civili;
  • cause penali;
  • cause riguardanti minori o questioni familiari;
  • cause riguardanti contenziosi amministrativi o fiscali;
  • cause concernenti controversie di lavoro nonché la previdenza sociale, le imprese, il registro commerciale, l’insolvenza, la concorrenza sleale e altre questioni;
  • cause relative a questioni marittime e fluviali.

Le 15 curţi de apel hanno personalità giuridica e ognuna ha giurisdizione per vari tribunali (circa 3).

Nelle questioni civili, le curţi de apel sono competenti per le seguenti cause:

in quanto organi giudicanti di primo grado, per le richieste concernenti i contenziosi amministrativi e fiscali, conformemente a specifiche disposizioni giuridiche;

in quanto organi giudicanti d’appello, per le impugnazioni delle sentenze emesse dai tribunali in primo grado;

in quanto organi giudicanti del riesame, per cause specificamente previste dalla legge.

Nelle questioni penali, le curţi de apel sono competenti per le seguenti cause:

In quanto organi giudicanti di primo grado:

  • i reati di cui agli articoli da 155 a 173 del codice penale (alto tradimento, spionaggio, complotto, sovversione dei poteri dello Stato, sovversione dell’ordine economico nazionale) e i reati contro la sicurezza nazionale rumena previsti da leggi speciali;
  • i reati di cui all’articolo 253, comma 1 (conflitti d’interesse), agli articoli da 273 a 276 (alcuni reati relativi alla sicurezza dei trasporti ferroviari) in caso di incidente ferroviario e agli articoli da 356 a 361 (reati contro la pace e l’umanità);
  • i reati commessi da giudici degli instanţele districtuale e dei tribunale, da pubblici ministeri delle procure presso i tribunali suddetti, nonché da avvocati, notai, ufficiali giudiziari o revisori contabili della Curtea de Cunturi;
  • i reati commessi dai capi degli ordini religiosi previsti dalla legge e da altri membri religiosi di rango superiore, di livello gerarchico pari almeno a quello di vescovo o equivalente;
  • i reati commessi da giudici assistenti della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie, da giudici delle curţi de apel e della Curtea Militară de Apel (Tribunale militare d’appello), nonché da pubblici ministeri delle procure presso i tribunali suddetti;
  • i reati commessi da membri della Corte dei conti, dal presidente del Consiglio legislativo o dal difensore civico;
  • gli altri reati che rientrano nella loro giurisdizione in virtù di leggi speciali.

In quanto organi giudicanti d’appello, per le impugnazioni delle sentenze emesse dai tribunali in primo grado in cause penali.

In quanto organi giudicanti del riesame, per le richieste di riesame contro le sentenze penali emesse dai tribunali distrettuali, in primo grado, ad esclusione di quelle rientranti nell’ambito giurisdizionale dei tribunali, e per altri casi specificamente previsti dalla legge.

Le curţi de apel decidono inoltre in merito ai conflitti di giurisdizione tra tribunale o tra instanţele districtuale e tribunale all’interno della rispettiva circoscrizione giurisdizionale, o tra instanţele districtuale soggetti alla giurisdizione di tribunali diversi, ma rientranti nella circoscrizione giurisdizionale di una corte d’appello.

Le curţi de apel decidono altresì in merito alle richieste di estradizione o trasferimento all’estero di soggetti condannati.

Tribunale (tribunali)

I 42 tribunale nazionali hanno personalità giuridica e sono organizzati a livello distrettuale. Nella competenza di ciascun tribunalul sono compresi tutti gli instanţele districtuale situati nel relativo distretto.

I tribunale hanno sezioni specializzate o organi collegiali specializzati in:

  • cause civili;
  • cause penali;
  • cause riguardanti minori o questioni familiari;
  • cause riguardanti contenziosi amministrativi o fiscali;
  • cause concernenti controversie di lavoro nonché la previdenza sociale, le imprese, il registro commerciale, l’insolvenza, la concorrenza sleale e altre questioni;
  • cause relative a questioni marittime o fluviali.

Nelle questioni civili, i tribunale sono competenti per le seguenti cause:

in quanto organi giudicanti di primo grado, i tribunale sono competenti per le richieste che per legge non rientrano nell’ambito giurisdizionale di altri tribunali;

in quanto organi giudicanti d’appello, per le impugnazioni delle sentenze emesse dagli instanţele districtuale in primo grado;

in quanto organi giudicanti del riesame, per cause specificamente previste dalla legge.

Nelle questioni penali, i tribunale sono competenti per le seguenti cause:

In quanto organi giudicanti di primo grado:

  • i reati contro la vita o l’integrità fisica e la salute, i reati contro la libertà personale, i reati sessuali, i reati contro il patrimonio, i reati commessi nell’esercizio delle proprie funzioni o legati a tali funzioni, i reati che ostacolano l’esecuzione delle decisioni di giustizia, i reati relativi al regime stabilito per determinate attività regolamentate a norma di legge, i reati contro la salute pubblica e i reati di contrabbando (nel caso in cui siano presenti armi, munizioni o esplosivi o materiali radioattivi);
  • i reati commessi con dolo che hanno determinato la morte o il suicidio;
  • i reati relativi al traffico o al consumo illecito di sostanze stupefacenti;
  • i reati riguardanti il riciclaggio di denaro o l’evasione fiscale;
  • il reato di bancarotta fraudolenta, se i fatti riguardano il sistema bancario;
  • negli altri casi che per legge rientrano nel loro ambito giurisdizionale.

In qualità di organi giudicanti del riesame, si occupano delle richieste di riesame contro le sentenze emesse dagli instanţele districtuale in relazione ai reati per i quali sia stato avviato un procedimento riguardo alla denuncia preliminare di una parte lesa e delle richieste di riesame conto le sentenze penali emesse dagli instanţele districtuale in relazione a misure di prevenzione, a provvedimenti di libertà provvisoria o a misure cautelari, contro le sentenze penali emesse in relazione all’esecuzione di sentenze penali o alla riabilitazione, e di altri casi specificamente previsti dalla legge.

I tribunale decidono in merito ai conflitti di competenza tra gli instanţele districtuale che rientrano nel loro ambito di competenza, e in merito ad altre cause specificamente previste dalla legge.

Instanţele districtuale (tribunali distrettuali)

Gli instanţele districtuale non hanno personalità giuridica e sono costituiti a livello di distretti nazionali e nel comune di Bucarest.

Nelle questioni civili, gli instanţele districtuale sono competenti per le seguenti cause:

  • richieste che, in base al Codice civile, rientrano nell’ambito di competenza dei tribunali che si occupano di cause di affidamento e questioni familiari, ad esclusione delle cause in cui la legge preveda esplicite disposizioni in senso contrario;
  • richieste relative agli atti di stato civile, conformemente alla legge;
  • richieste relative all’amministrazione di edifici a più piani, di appartamenti o spazi esclusivamente di proprietà di persone diverse o ai rapporti giuridici instaurati dalle associazioni dei proprietari di immobili con altre persone fisiche o giuridiche, se del caso;
  • richieste di sfratto;
  • richieste relative a pareti o fossati condivisi, alla distanza tra edifici o piantagioni, al diritto di passaggio e a qualsiasi altro vincolo o limitazione che influisca sui diritti di proprietà previsti dalla legge, concordati dalle parti o imposti da un tribunale;
  • richieste relative a modifiche dei confini o alla realizzazione di confini;
  • richieste di protezione di beni;
  • richieste relative agli obblighi di svolgere o meno azioni che non possono essere misurate in termini monetari, a prescindere dal fatto che siano basate su un contratto, ad esclusione di quelle che per legge sono di competenza di altri tribunali;
  • richieste di divisione giudiziaria, a prescindere dal valore coinvolto;
  • qualsiasi altra richiesta che possa essere espressa in termini monetari, fino a 200 000 RON, a prescindere dal fatto che le parti siano costituite o meno da professionisti.

Gli instanţele districtuale sono competenti anche per i ricorsi contro le decisioni delle autorità amministrative pubbliche con competenza locale e di altri organismi con tale competenza, nei casi previsti dalla legge.

Nelle questioni penali, gli instanţele districtuale sono competenti per le seguenti cause:

in generale, tutti i tipi di reati, fatta eccezione per quelli per i quali la legge preveda la competenza in primo grado dei tribunale, delle curţi de apel e della Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie.

Maggiori informazioni su tali tribunali sono disponibili sul Il link si apre in una nuova finestraPortalul instanţelor de judecată del Ministerul Justiţiei rumeno (portale degli organi giudiziari del ministero della Giustizia rumeno).

Banche dati giuridiche

Le seguenti banche dati giuridiche sono disponibili online:


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 03/02/2014

Giurisdizione ordinaria - Slovenia

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: sloveno.

Questa sezione fornisce informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Slovenia.


Giurisdizione ordinaria

Ai sensi dell’articolo 98 della Zakon o sodišči (legge sull’ordinamento giudiziario), il sistema giudiziario sloveno contempla le seguenti giurisdizioni:

  • okrajno sodišče (tribunali circondariali)
  • okrožno sodišče (tribunali distrettuali)
  • višje sodišče (tribunali superiori)
  • Vrhovno sodišče (Corte suprema della Repubblica di Slovenia, in prosieguo: Corte suprema).

Le giurisdizioni speciali istituite con legge speciale hanno i seguenti gradi, salvo diversamente previsto dalla legge:

  • grado di tribunale distrettuale: giurisdizione di primo grado le cui decisioni sono impugnabili dinanzi a un tribunale superiore con competenza speciale;
  • grado di tribunale superiore: giurisdizione di secondo grado che si pronuncia sulle impugnazioni contro le decisioni di tribunali di primo grado dotati di competenza speciale;
  • grado di tribunale superiore: giurisdizione di primo grado le cui decisioni sono impugnabili dinanzi alla Corte suprema.

Competenza degli okrajno sodišče (tribunali circondariali)

Ai sensi dell’articolo 99 della legge sull’ordinamento giudiziario, gli okrajno sodišče (tribunali circondariali) sono competenti:

in materia penale

  1. a pronunciarsi in primo grado sui reati punibili con l’ammenda o con la reclusione fino a tre anni, salvo nel caso di reati di diffamazione commessi a mezzo stampa, radio, televisione o altri mezzi di informazione pubblica
  2. a indagare sui reati sopra descritti
  3. a svolgere altre funzioni previste dalla legge;

in materia civile

a pronunciarsi in primo grado:

  1. sulle cause civili ai sensi del codice di procedura civile
  2. su successioni e altre questioni non contenziose, nonché su questioni relative al registro immobiliare
  3. su questioni relative all’esecuzione forzata e su questioni assicurative, salvo se diversamente previsto dalla legge.

in altre materie

a pronunciarsi su altre questioni previste dalla legge.

Patrocinio a spese dello Stato

I tribunali circondariali decidono sull’ammissione al patrocinio a spese dello Stato nei casi in cui la legge non prevede la competenza di altri tribunali.

Competenza degli okrožno sodišče (tribunali distrettuali)

Ai sensi dell’articolo 101 della legge sull’ordinamento giudiziario, gli okrožno sodišče (tribunali distrettuali) sono competenti:

in materia penale

  1. a pronunciarsi in primo grado sui reati che non sono di competenza dei tribunali circondariali
  2. a indagare sui reati di cui al punto 1
  3. a procedere all’istruttoria e a pronunciarsi in primo grado sui reati commessi da minori
  4. a decidere in primo grado sull’esecuzione delle sentenze penali pronunciate da un tribunale straniero
  5. a eseguire le sentenze penali derivanti dai precedenti punti 1, 3 e 4 e le sentenze penali dei tribunali circondariali
  6. a decidere in merito all’autorizzazione di una limitazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali
  7. a pronunciarsi nei processi senza dibattimento (anche su questioni penali di competenza dei tribunali circondariali
  8. a svolgere altre funzioni previste dalla legge
  9. a controllare la legittimità e la correttezza del trattamento dei detenuti e a sorvegliare i detenuti .

Nei casi più complessi legati alla criminalità organizzata ed economica, al terrorismo, alla corruzione e ad attività criminali analoghe, le mansioni di cui ai punti 1, 2, 3, 6, 7 e 8 sono svolte da sezioni specializzate dei tribunali distrettuali.

in materia civile

a pronunciarsi in primo grado:

  1. su questioni di diritto civile ai sensi del codice di procedura civile
  2. sul riconoscimento delle sentenze di tribunali stranieri
  3. su concordati preventivi, fallimenti e liquidazioni rientranti nella loro competenza e su controversie connesse
  4. su controversie relative ai diritti di proprietà intellettuale
  5. su richieste di provvedimenti provvisori, depositate prima dell’inizio della controversia, su cui il tribunale deve decidere secondo le norme sulle controversie economiche o su questioni in cui è stato concordato l’arbitrato
  6. su procedimenti non contenziosi in cui le parti sono imprese commerciali, soci o azionisti e membri di organismi di imprese commerciali per cui occorre applicare il diritto societario.

I tribunali distrettuali sono inoltre competenti:

  • a gestire il registro delle imprese
  • a decidere su altre questioni, se previste dalla legge
  • a trattare questioni inerenti il patrocinio a spese dello Stato nelle materie di cui ai suddetti punti 1,2, 3 e 4
  • in materia di assistenza giudiziaria internazionale.

Višje sodišče (tribunali superiori)

Ai sensi dell’articolo 104 della legge sull’ordinamento giudiziario, i višje sodišče:

  1. giudicano in secondo grado le impugnazioni contro le decisioni dei tribunali circondariali e distrettuali della propria circoscrizione
  2. giudicano le controversie in materia di competenza tra tribunali circondariali e distrettuali e trasferimento di competenza ad un altro tribunale circondariale o distrettuale della propria circoscrizione
  3. si occupano di altre questioni previste dalla legge.

Banche dati giuridiche

Denominazione e URL della banca dati

Il link si apre in una nuova finestraSodstvo Republike Slovenije (organi giudiziari sloveni)

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Breve descrizione

Il portale degli organi giudiziari sloveni (Il link si apre in una nuova finestraSodstvo Republike Slovenije) permette la consultazione di alcune banche dati, tra cui:

  • il sistema giudiziario della Repubblica di Slovenia;
  • l’amministrazione giudiziaria;
  • i pubblici registri (registri immobiliari, casellario giudiziario).

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraOrgani giudiziari


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 02/11/2016

Giurisdizione ordinaria - Slovacchia

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti: slovacco.

Questa sezione fornisce informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Slovacchia


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Gli okresné súdy (tribunali distrettuali) svolgono attività di tribunali di primo grado nelle cause civili e penali, salvo altrimenti stabilito dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari. Inoltre, ove previsto da una legge specifica, essi si pronunciano su cause in materia elettorale.

I krajské súdy (tribunali regionali) svolgono attività di tribunali di secondo grado in cause civili e penali decise in primo grado dagli okresné súdy. I krajské súdy sono tribunali di primo grado in cause amministrative, salvo diversamente previsto da una legge specifica. I krajské súdy si pronunciano anche su altre cause, se imposto da leggi specifiche (per esempio, la legge in materia di tutela contro l’intercettazione delle comunicazioni).

Il Najvyšší súd Slovenskej republiky (Corte suprema della Repubblica slovacca) svolge le proprie funzioni e si pronuncia sui mezzi di impugnazione ordinari contro le decisioni dei krajské súdy e dello Špecializovaný trestný súd (tribunale penale specializzato), ove previsto dalla legge.

Il Najvyšší súd Slovenskej republiky svolge le proprie funzioni e si pronuncia altresì sui mezzi di impugnazione straordinari contro le decisioni dell’okresný súd, del krajský súd, dello Špecializovaný trestný súd e del Najvyšší súd, ove previsto dalla legge. Il Najvyšší súd Slovenskej republiky risolve conflitti di competenza ratione materiae tra tribunali e organi della pubblica amministrazione

Inoltre, il Il link si apre in una nuova finestraNajvyšší súd Slovenskej republiky assegna una causa a un tribunale diverso da quello competente ove ciò sia previsto per legge e dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari.

Banche dati giuridiche

Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraMinisterstvo spravodlivosti SR (ministero della Giustizia slovacco).

Organizzazione della giurisdizione ordinaria

Sistema giudiziario slovacco

Il sistema giudiziario slovacco è formato da:

  • okresné súdy (tribunali distrettuali);
  • krajské súdy (tribunali regionali);
  • Špecializovaný trestný súd (tribunale penale specializzato);
  • Najvyšší súd Slovenskej republiky (Corte suprema della Repubblica slovacca).

Competenza dei tribunali

Tribunali distrettuali

Gli okresné súdy svolgono attività di tribunali di primo grado nelle cause civili e penali, salvo diversamente stabilito dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari.

Inoltre, ove previsto da una legge specifica, essi si pronunciano su cause in materia elettorale.

Tribunali regionali

I krajské súdy svolgono attività di tribunali di secondo grado nelle cause civili e penali su cui si sono pronunciati in primo grado gli okresné súdy.

Le norme che disciplinano i procedimenti giudiziari specificano in quali cause civili e penali i krajské súdy svolgono le loro funzioni di tribunali di primo grado.

I krajské súdy svolgono le funzioni di tribunali nelle cause amministrative, salvo diversamente previsto da una legge specifica.

I krajské súdy si pronunciano altresì nelle altre cause, se previsto da leggi speciali (legge n. 166/2003 sulla tutela della riservatezza contro l’uso non autorizzato di strumenti informatici, che modifica alcune altre leggi).

Il tribunale penale specializzato

Lo Špecializovaný trestný súd si pronuncia su cause penali e altre cause conformemente a quanto stabilito dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari.

La Corte suprema

Il Najvyšší súd svolge e le proprie funzioni e si pronuncia su:

  • mezzi di impugnazione ordinari contro le decisioni del krajský súd e dello Špecializovaný trestný súd, ove previsto dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari;
  • mezzi di impugnazione straordinari contro le decisioni dell’okresný súdy, del krajský súd, dello Špecializovaný trestný súd e del Najvyšší súd, ove previsto dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari;
  • conflitti di competenza ratione materiae tra tribunali e organi della pubblica amministrazione;
  • assegnazioni di cause a un tribunale diverso da quello competente, ove previsto dalle norme che disciplinano i procedimenti giudiziari;
  • altre cause, ove previsto dalla legge o da un trattato internazionale.

Il Najvyšší súd effettua un riesame di cause decise con sentenza definitiva.

Il Najvyšší súd promuove altresì l’interpretazione uniforme e l'applicazione coerente di leggi e di altra legislazione di applicazione generale con:

  • le proprie decisioni;
  • l’adozione di pareri destinati a uniformare l’interpretazione delle leggi e di altra legislazione di applicazione generale;
  • la pubblicazione di decisioni definitive di primaria importanza nella “raccolta di pareri del Najvyšší súd e delle decisioni dei tribunali della Repubblica slovacca”.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraMinisterstvo spravodlivosti Slovenskej Republiky (ministero della Giustizia slovacco)


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 18/03/2019

Giurisdizione ordinaria - Finlandia

La versione originale in lingua finlandese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Questa sezione contiene informazioni sull'organizzazione della giurisdizione ordinaria in Finlandia.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

In Finlandia le giurisdizioni di diritto comune possono essere suddivise in giurisdizioni generali per le cause civili e penali, giurisdizioni amministrative per le cause amministrative e giurisdizioni speciali.

Il termine “giurisdizioni generali” sta a indicare le giurisdizioni la cui competenza è generale, ossia che si occupano di controversie per cui non è prevista la competenza di altre giurisdizioni di diritto comune. Le giurisdizioni generali sono le seguenti:

  • käräjäoikeus / tingsrätt (tribunali di circoscrizione): attualmente se ne contano 51, ma si prevede che diminuiranno fino a 27 nel 2010;
  • hovioikeus / hovrätt (corti d’appello), nel numero di 6;
  • Korkein oikeus / Högsta domstolen (Corte suprema).

Le giurisdizioni amministrative generali sono gli hallinto-oikeus (in svedese: förvaltningsdomsto, i tribunali amministrativi), nel numero di otto. Il tribunale amministrativo di grado più elevato è la Korkein hallinto-oikeus / Högsta förvaltningsdomstolen (Corte amministrativa suprema).

Käräjäoikeus / tingsrätt (Tribunali di circoscrizione)

I käräjäoikeus / tingsrätt (tribunali locali o di circoscrizione) sono giudici di primo grado. Essi giudicano cause civili e penali e questioni relative ai privilegi (imposte sui beni) e alla proprietà di immobili (ipoteche e registrazione di titoli giuridici di proprietà) Attualmente esistono 51 käräjäoikeus in Finlandia, le cui dimensioni variano considerevolmente. Il più grosso conta circa 80 giudici e un organico complessivo composto da circa 250 dipendenti, tra cui segretari, ufficiali giudiziari e giovani neolaureati che seguono il tirocinio per diventare magistrati. I tribunali di dimensioni inferiori hanno due giudici permanenti e una decina di altri funzionari statali.

Le disposizioni che regolano il funzionamento e l’amministrazione di questi tribunali sono contenute nella legge sui tribunali di circoscrizione e nel relativo decreto illustrativo, nonché nei relativi provvedimenti permanenti e in norme e istruzioni più specifiche derivanti dalla legge. In base a quanto previsto dalla legge, il presidente di un tribunale di primo grado è anche il responsabile amministrativo di tale ufficio.

Nei käräjäoikeus prestano servizio anche i giudici popolari, che intervengono per lo più nelle cause penali e vengono nominati dai consigli municipali. Il ministero della Giustizia approva il numero di giudici popolari che dev’essere scelto dalle municipalità. Essi vengono retribuiti dallo Stato.

Procedimento dinanzi ai käräjäoikeus

In un käräjäoikeus le cause civili sono divise in due fasi: preparazione preliminare e udienza principale. La preparazione preliminare ha inizio con la presentazione della documentazione scritta delle parti. Molti casi (per esempio, quelli relativi alla riscossione di debiti) trovano già una soluzione in questa fase. La fase di preparazione procede oralmente con un giudice che presiede l’incontro.

Se la causa non può essere risolta in questa fase, viene fissata un’udienza principale a parte. In questo caso il tribunale sarà composto da uno o tre giudici, salvo nelle questioni di diritto di famiglia, in cui è prevista la presenza di un organo giudicante monocratico. Il procedimento è il più possibile continuo.

Nelle cause penali, la composizione del käräjäoikeus varia a seconda del reato. Le cause riguardanti reati minori sono giudicate da un giudice monocratico, mentre i reati più gravi sono giudicati da un collegio formato da un magistrato e da tre giudici popolari.

La procedura penale segue gli stessi principi di quella civile. Il tribunale può chiedere all’accusato di rendere una dichiarazione nell’udienza principale. Il procedimento è orale e la decisione si basa sulle circostanze di fatto che le parti hanno personalmente portato a conoscenza del giudice. Tutte le prove vengono portate all’udienza principale. Anche in sede penale il procedimento è il più possibile continuo. La composizione del collegio giudicante non può essere modificata durante lo svolgimento del giudizio.

Nel caso in cui non venga raggiunto il consenso in merito al verdetto, si procederà a votazione. Ciascun membro del collegio dispone di un singolo voto e, qualora in una causa civile si verifichi una situazione di stallo, prevarrà il parere del giudice, mentre a parità di situazione in una causa penale prevarrà l’alternativa più favorevole all'imputato.

La sentenza di un käräjäoikeus contiene le modalità della decisione e le motivazioni. Nella maggior parte dei casi la sentenza viene consegnata alle parti immediatamente dopo la conclusione dell’udienza principale. In casi lunghi o comunque complessi, la sentenza potrebbe essere ritardata di due settimane al massimo e rilasciata in forma scritta dalla cancelleria del tribunale.

Hovioikeus / hovrätt (corti d’appello)

La Finlandia possiede sei hovioikeus / hovrätt (corti d’appello), che, in qualità di tribunali di grado superiore, giudicano i ricorsi e le istanze avverso le decisioni dei käräjäoikeus (tribunali di circoscrizione). In taluni casi le hovioikeus svolgono funzioni di giudice di primo grado: per esempio, per mettere in stato d'accusa un giudice di un tribunale di grado inferiore o funzionari pubblici di livello superiore.

Le hovioikeus hanno inoltre il compito di controllare l'applicazione della legge nei tribunali di circoscrizione e per taluni aspetti relativi all’amministrazione giudiziaria. Una in particolare, tra le questioni amministrative, richiede l’emissione di un parere alla commissione di selezione dei giudici sui candidati alla carica di giudice presso un tribunale di circoscrizione o una corte d’appello. Il parere viene espresso dalla commissione della corte d'appello incaricata. Il presidente della corte d’appello si occupa della gestione e dell’efficienza d tale organo giudicante.

La hovioikeus è suddivisa in sezioni presiedute da un giudice anziano, che collabora con altri magistrati. Di solito le cause vengono trattate da una sezione della corte d'appello composta da tre giudici.

Procedimento dinanzi alla hovioikeus

Fino all’aprile 1988, i procedimenti dinanzi alla hovioikeus si svolgevano essenzialmente in forma scritta; nell’ambito di questi procedimenti le cause venivano giudicate e risolte a seguito di istanza fondata su prove scritte presentate alla corte. La riforma dei procedimenti giudiziari dinanzi alle hovioikeus ha incrementato il numero di audizioni orali. I funzionari e i segretari con maggiore anzianità di servizio svolgono attualmente la funzione di referendari.

Korkein oikeus / Högsta domstolen (Corte suprema)

La Korkein oikeus (Corte suprema) è il giudice di ultima istanza. Analogamente alla corte d'appello, la Korkein oikeus si divide in sezioni che, per essere giuridicamente competenti, devono essere composte da cinque membri ciascuna.

Per rinviare una causa dinanzi alla Korkein oikeus la parte interessata o coinvolta deve chiedere l’autorizzazione a ricorrere contro la sentenza di un tribunale. Al ricevimento di tale istanza la Korkein oikeus valuta se poter concedere l’autorizzazione a ricorrere. La questione viene esaminata da un collegio di due o tre giudici e l'autorizzazione a ricorrere può essere concessa unicamente per motivi previsti dalla legge.

A partire dal 1980 la Korkein oikeus è divenuta un organo giudiziario in grado di creare un precedente. Una causa giudicata dalla Korkein oikeus diviene a tutti i fini una norma giuridica vincolante per gli altri tribunali che si trovino a giudicare cause analoghe. Non è richiesta l'autorizzazione a ricorrere nei casi in cui la corte d'appello si è pronunciata in qualità di giudice di primo grado.

La Korkein oikeus è presieduta dal suo presidente. I membri della Korkein oikeus sono denominati giudici della Corte suprema. Il segretario capo, gli assistenti ai segretari capo e i segretari giudiziari con maggiore o minore anzianità di servizio possono svolgere le funzioni di referendari.

Oltre a occuparsi di questioni previste dalla legge, la Korkein oikeus nomina giudici per incarichi a tempo determinato, per un anno o più a lungo. La Korkein oikeus si esprime inoltre sulle proposte di legge e sulle istanze di clemenza al presidente della Repubblica.

Il procedimento dinanzi alla Korkein oikeus è di norma scritto. Tuttavia, è possibile disporre audizioni orali se esse sono ritenute necessarie.

Banca dati giuridiche

Denominazione e URL della banca dati

Il link si apre in una nuova finestraPortale delle giurisdizioni finlandesi  

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Il Il link si apre in una nuova finestraportale delle giurisdizioni finlandesi  contiene informazioni sul sistema giudiziario in Finlandia. Si tratta di un portale unico dedicato a chi cerca informazioni su tribunali, procuratori, ufficiali giudiziari, patrocinio a spese dello Stato e altri organismi pubblici che si occupano dell’amministrazione della giustizia in Finlandia.

Esso contiene, per esempio, la giurisprudenza più recente delle corti d’appello e delle giurisdizioni amministrative.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 08/02/2018

Giurisdizione ordinaria - Svezia

Questa sezione contiene informazioni sull’organizzazione della giurisdizione ordinaria in Svezia.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

I giudici della giurisdizione ordinaria sono competenti per le cause civili e penali e sono strutturati su tre livelli:

  • Tingsrätterna (tribunali di primo grado);
  • Hovrätterna (corti d’appello);
  • Il link si apre in una nuova finestraHögsta domstolen (Corte suprema).

I giudici della giurisdizione amministrativa sono competenti per la cause relative all’amministrazione pubblica e sono articolati anch’essi su tre livelli:

  • Länsrätterna (tribunali amministrativi di primo grado);
  • Kammarrätterna (corti amministrative d’appello);
  • Il link si apre in una nuova finestraHögsta förvaltningsdomstolen (Corte amministrativa suprema)

Inoltre, sono state istituite alcune giurisdizioni speciali che esaminano cause vertenti su materie specifiche, quali l’Il link si apre in una nuova finestraArbetsdomstolen (Tribunale del lavoro) e il Il link si apre in una nuova finestraMarknadsdomstolen (Tribunale del commercio).


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 22/10/2015

Giurisdizione ordinaria - Inghilterra e Galles

La versione originale in lingua inglese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

La presente pagina contiene una descrizione della giurisdizione ordinaria in Inghilterra e Galles.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

Si riporta di seguito una descrizione dell'organizzazione dei vari organi giudiziari in Inghilterra e Galles. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Internet dell'Ufficio dei servizi giudiziari di Sua Maestà (Il link si apre in una nuova finestraHer Majesty's Courts Service), che fornisce a tutti i tribunali, a eccezione della Supreme Court, un servizio di amministrazione e assistenza.

Supreme Court (Corte Suprema)

La Corte Suprema del Regno Unito (Supreme Court of the United Kingdom) ha preso il posto della Appellate Committee della Camera dei Lord il 1° ottobre 2009. Essa ha rilevato altresì le funzioni del Judicial Committee del Privy Council (il giudice di appello di grado più elevato in alcuni Stati indipendenti del Commonwealth, territori d'oltremare del Regno Unito e possedimenti della Corona britannica).

La Supreme Court è la corte d'appello di ultima istanza nel Regno Unito per i contenziosi civili e penali, anche se per le cause penali scozzesi non è previsto il diritto di ricorso dinanzi ad essa, salvo i casi in cui la causa contiene questioni di diritto di rilevanza pubblica. In tale evenienza l'autorizzazione a proporre ricorso alla Supreme Court viene solitamente concessa.

Court of Appeal (Corte d'appello)

La Court of Appeal si divide in due sezioni, rispettivamente penale e civile, e di norma si riunisce a Londra.

La sezione penale, presieduta dal Lord Chief Justice, esamina gli appelli contro le sentenze di colpevolezza e di condanna pronunciate dalla Crown Court. La sezione penale della Court of Appeal ha il potere di annullare o confermare la sentenza di colpevolezza o di chiedere il riesame in giudizio e, negli appelli relativi alle condanne, di modificare la pena comminata (ma non di aumentarla). Tuttavia, nei casi in cui l'Attorney General rinvia una causa dinanzi alla Court of Appeal, quest'ultima può invece aumentare la pena se la ritiene troppo clemente.

A questo giudice è attribuita una competenza più ampia, che riguarda il giudizio di appelli speciali quali ricorsi sulla limitazione della rendicontazione o dell'accesso pubblico, appelli avverso decisioni contrarie al procedimento giudiziario e vari ricorsi ai sensi della legge sui proventi di reato (Proceeds of Crime Act) del 2002. La Court of Appeal si occupa inoltre di ricorsi riguardanti cause dinanzi alla corte marziale.

Di norma, nella sezione penale della Court of Appeal si riuniscono tre giudici, ma la sentenza della Corte è una sola e corrisponde all'opinione della maggioranza.

La sezione civile, presieduta dal Master of the Rolls, esamina principalmente gli appelli presentati contro le decisioni della High Court (comprese le sezioni Chancery, Queens Bench e Family), delle County Courts distribuite sul territorio di Inghilterra e Galles e di taluni tribunals. Di norma, il collegio giudicante è formato da tre Lord Chief Justices. Per formulare la decisione, i giudici possono adottare tutti i provvedimenti che, a loro avviso, avrebbero dovuto essere adottati dal tribunale di grado inferiore. In alcuni casi viene disposto un nuovo processo.

Raramente sono ascoltati testimoni dinanzi alla Court of Appeal. In genere, le decisioni vengono prese sulla base della documentazione disponibile, delle trascrizioni delle udienze precedenti e delle argomentazioni degli avvocati che rappresentano le parti.

High Court

La High Court ha sede a Londra, ma è possibile che una causa sia esaminata in altre zone dell'Inghilterra e del Galles. La High Court può esaminare quasi tutte le azioni di diritto civile anche se, nella pratica, si occupa principalmente delle cause più importanti o più complesse. Essa si divide in tre sezioni:

  • la Queen's Bench Division, la più ampia delle tre, che si occupa di una vasta gamma di questioni di diritto civile tra cui le cause per risarcimento danni derivanti da violazioni contrattuali, da illecito civile e da diffamazione (libel), le controversie commerciali e i contenziosi di diritto marittimo (admiralty cases, ossia cause civili relative a navi, per esempio collisioni, danni alla merce e salvataggio);
  • la Chancery Division, che si occupa soprattutto di problemi relativi ai beni immobili, tra cui l'amministrazione del patrimonio di persone decedute, l'interpretazione di testamenti, i brevetti e la proprietà intellettuale, l'insolvenza e le controversie relative alle società e alle associazioni;
  • la Family Division, che si occupa di molte tra le più complesse questioni in materia di divorzio e delle relative questioni finanziarie e matrimoniali, nonché di cause riguardanti l'assistenza dei figli (in particolare la tutela, l'adozione e il rapimento), situazioni che riguardano cause dinanzi alla Court of Protection (una sorta di giudice tutelare) e le cause connesse al trattamento medico di minori che rientrano nell'intrinseca competenza della suddetta corte.

Administrative Court (Tribunale amministrativo)

L'attività della Administrative Court è varia e consiste nell'attuazione delle funzioni inerenti alla giurisdizione di diritto amministrativo di Inghilterra e Galles e nell'esercizio di un controllo su corti e tribunals di grado inferiore.

Il controllo, esercitato principalmente mediante il procedimento di revisione giudiziaria, riguarda persone fisiche o enti che svolgono una funzione di diritto pubblico. Lo scopo della revisione giudiziaria è garantire che le decisioni di enti o singoli siano adeguate e legittime e non oltrepassino i poteri attribuiti loro dal Parlamento.

Tra le altre questioni di cui si occupa l'Administrative Court figura una serie di ricorsi amministrativi e istanze:

  • diritto attribuito da alcune leggi di impugnare le decisioni di ministri, governi locali e tribunals
  • istanze ai sensi della legge su cittadinanza, immigrazione e asilo (Nationality, Immigration and Asylum Act) del 2002
  • appelli contro alcune decisioni delle Magistrates' Courts e della Crown Court
  • istanze di habeas corpus
  • istanze di ordine di carcerazione per oltraggio alla corte
  • istanze connesse a causa vessatoria
  • istanze ai sensi del Coroners Act del1988
  • varie istanze ai sensi delle leggi sulla prevenzione del terrorismo, sui proventi della criminalità, sul traffico di sostanze stupefacenti e sulla giustizia penale.

Nel 2009 sono stati aperti uffici regionali della Administrative Court a Birmingham, Cardiff, Leeds e Manchester, per consentire ai ricorrenti o agli istanti d presentare un determinato tipo di istanze in un luogo più vicino a quello in cui essi hanno maggiori interessi. Nel novembre 2012 è stato aperto un nuovo ufficio regionale a Bristol.

Divisional Courts

Alcuni ricorsi presentati da tribunali di grado inferiore sono esaminati dalle Divisional Courts della High Court (cioè un organo formato da almeno due giudici).

I ricorsi presentati contro le decisioni delle County Courts sono esaminati da una Divisional Court della Chancery Division o della Queen's Bench, in base alla competenza.

Le Divisional Courts della Queen's Bench Division trattano, tra le altre cose, i ricorsi relativi a questioni di diritto avverso le decisioni delle Magistrates' Courts e della Crown Court (tranne quando la Crown Court si occupa di una questione che riguarda un atto d'accusa).

Una Divisional Court della Family Division esamina gli appelli contro le decisioni su questioni di famiglia prese dalle Magistrates' Courts.

County Courts (Tribunali di contea)

Le County Courts si occupano della maggior parte delle cause civili in Inghilterra e Galles. In sostanza, le cause civili meno complesse vengono giudicate dalle County Courts, mentre quelle più complesse competono alla High Court. La maggior parte delle cause trattate dalle County Courts riguardano il recupero dei crediti ma anche le cause relative al riacquisto del possesso di beni immobili (per esempio, in caso di mancato pagamento di mutui ipotecari), alle lesioni fisiche, alle richieste di accertamento della violazione del dovere di diligenza o a questioni in materia di fallimento vengono esaminate da questi tribunali.

Le controversie relative a debiti o a un risarcimento danni di importo inferiore a 5 000 GBP vengono di norma risolte mediante una procedura speciale per la risoluzione delle controversie di modesta entità, pensata per offrire un modo economico e informale di soluzione di una controversia senza dover ricorrere a un avvocato. In tal caso, il giudice può assumere le funzioni di giudice istruttore aiutando entrambe le parti a spiegare la propria causa. Le County Courts offrono altresì un servizio interno di mediazione per le controversie di modesta entità, anche se è possibile ricorrere alla mediazione esterna per altre controversie.

Le County Courts si occupano infine di questioni attinenti al diritto di famiglia, tra cui divorzio, questioni riguardanti i figli quali residenza, assistenza e adozioni. Alcune questioni sono di natura più complessa e possono pertanto essere trattate dalla High Court. Nel nucleo centrale di Londra tutte le questioni attinenti al diritto di famiglia sono trattate dall'ufficio di Stato civile principale della sezione Famiglia e non dai County Courts. La mediazione familiare è offerta dal Children and Family Court Advisory and Support Service (CAFCASS).

Crown Court

La Crown Court è un tribunale nazionale che ha sede in diversi centri dell'Inghilterra e del Galles. Si occupa di tutte le cause penali importanti rinviate ad essa dalle Magistrates' Courts. Le cause dinanzi a questa corte sono esaminate da un giudice e da una giuria composta da dodici cittadini.

La presenza di una giuria è talvolta richiesta anche nelle cause civili (per esempio, per diffamazione - libel), benché non di sovente. In questi casi, il giudizio ha luogo dinanzi alla High Court o a una County Court. La Crown Court svolge infine la funzione di corte d'appello per i ricorsi contro le decisioni dei giudici non togati delle Magistrates' Courts.

Magistrates' Courts

Le Magistrates' Courts si occupano principalmente di questioni penali e la maggior parte dei reati viene esaminata dinanzi a esse. I reati più gravi vengono giudicati dinanzi alla Crown Court. Le Magistrates' Courts si occupano anche di alcune cause civili tra cui le questioni di diritto di famiglia, il recupero di alcuni tipi di crediti, come le imposte comunali, la concessione di licenze (per esempio, per la vendita di bevande alcoliche), le violazioni di condizioni contenute in licenze o in provvedimenti del giudice e le questioni relative a scommesse e al gioco d'azzardo.

La maggior parte delle cause trattate dalle Magistrates' Courts è esaminata da giudici non professionisti (detti anche giudici di pace o JP), che non possiedono una formazione giuridica. Di norma, questi giudici deliberano in gruppi di tre e fruiscono dell'assistenza di personale dotato di formazione giuridica (clerks) riguardo a questioni prettamente giuridiche. I casi più complessi vengono esaminati da magistrati ordinari denominati District Judges (giudici distrettuali) (Magistrates' Courts), che esercitano le proprie funzioni a tempo pieno. I Deputy District Judges (giudici distrettuali supplenti) svolgono l'attività a tempo parziale.

Le Magistrates' Courts possono comminare sanzioni pecuniarie e pene detentive (per periodi limitati) ai soggetti ritenuti colpevoli di reati. Alcune cause vengono dunque rinviate alla Crown Court per la condanna.

Alcune Magistrates' Courts prendono il nome di "Youth Courts" (tribunali dei minori) o "family proceedings courts" (tribunali specializzati nel diritto di famiglia). Essi sono composte da giudici in possesso di una formazione particolare e si occupano rispettivamente di imputazioni e istanze nei confronti di bambini e giovani o cause familiari.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraHer Majesty's Courts Service


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 12/06/2017

Giurisdizione ordinaria - Irlanda del Nord

Questa pagina contiene una panoramica delle varie tipologie di organi giudiziari nell’Irlanda del Nord.


Giurisdizione ordinaria – introduzione

I vari organi giudiziari nell'Irlanda del Nord sono così organizzati:

Supreme Court (Corte Suprema)

Nel 2009, la nuova Supreme Court of the United Kingdom (Corte Suprema del Regno Unito) ha preso il posto della Appellate Committee della House of Lords (Camera dei Lord) e rilevato altresì le funzioni della Judicial Committee del Privy Council (il giudice di appello di grado più elevato in alcuni Stati indipendenti del Commonwealth, territori d'oltremare del Regno Unito e possedimenti della Corona britannica).

La Supreme Court è la corte d'appello di ultima istanza nel Regno Unito per i contenziosi civili e penali, anche se per le cause penali scozzesi non è previsto il diritto di ricorso dinanzi ad essa, salvo i casi in cui la causa verte su questioni di diritto di rilevanza pubblica. In tale caso viene solitamente concessa l'autorizzazione a proporre ricorso dinanzi alla Supreme Court.

Court of Appeal (Corte d'appello)

La Court of Appeal in Irlanda del Nord ha sede nella Royal Courts of Justice a Belfast. Essa giudica gli appelli avverso le sentenze penali della Crown Court e quelle civili della High Court.

High Court

La High Court a Belfast si occupa di questioni di diritto civile, è il giudice di secondo grado in materia di diritto penale ed è altresì competente per il sindacato sulla legittimità di azioni di singoli individui o di organizzazioni. La High Court giudica solitamente cause di valore superiore alle 30 000 GBP. In alcune circostanze, una causa di valore superiore può essere rinviata dalla High Court a una County Court, così come cause di valore inferiore alle 30 000 GBP possono essere trasferita dalla County Court alla High Court.

La High Court è composta dalle seguenti tre sezioni:

  • Family Division, che si occupa, tra l'altro, di cause di divorzio complesse con costituzione del convenuto, di affidamento, adozioni e violenza domestica, nonché degli appelli contro le decisioni delle Magistrates' Courts e delle County Courts nelle cause matrimoniali, di questioni riguardanti persone che soffrono di disturbi mentali e di semplici questioni successorie (probate matters);
  • Queens Bench Division, che si occupa di richieste di risarcimento danni complesse e/o di ampia portata, nonché di una serie limitata di appelli contro decisioni delle Magistrates' Courts o delle Crown Courts, della verifica della legittimità di azioni di organizzazioni e di azioni di diffamazione;
  • Chancery Division, che si occupa, tra l'altro, di trust, testamenti impugnati, scioglimenti di società, fallimenti, ipoteche, beneficenza, contestazione di redditi (solitamente imposta sui redditi), ecc.

Crown Court

La Crown Court si occupa dei seguenti tipi di cause penali:

  • reati più gravi giudicati da un giudice e nella maggior parte dei casi da una giuria;
  • dichiarazioni di colpevolezza nelle Magistrates' Courts che sono state inviate alla Crown Court per la condanna.

Le pene detentive e pecuniarie inflitte dalla Crown Court sono più severe rispetto a quelle comminate dalle Magistrates' Courts.

County Court (Tribunale di contea)

Le County Courts si occupano di cause civili giudicate da un giudice, anche distrettuale, di valore solitamente inferiore a 30 000 GBP (o 45 000 GBP per questioni di equity). Le cause di valore superiore sono giudicate dinanzi alla High Court (cfr.. sopra). Tutte le controversie derivanti da contratti di credito disciplinati devono essere avviate dinanzi alla County Court, indipendentemente dal valore della causa.

Esempi di cause trattate dalla County Court

Le County Courts si occupano di numerose tipologie di cause, le più frequenti delle quali sono:

  • controversie tra proprietari e inquilini (per esempio, possesso – sfratto, canoni arretrati e riparazioni);
  • controversie che riguardano i consumatori (per esempio, merce difettosa o servizi di scarsa qualità);
  • lesioni personali (colpose) tra cui, per esempio, incidenti d'auto, cadute in buche stradali, infortuni sul lavoro;
  • cause di divorzio senza costituzione o difesa del convenuto (solo in alcune County Courts);
  • cause su questioni di discriminazione fondata su sesso o razza;
  • debiti (per esempio, il caso in cui un creditore reclama il pagamento del proprio credito);
  • questioni in materia di impiego: stipendi dovuti o indennità di mancato preavviso;
  • appelli contro decisioni delle Magistrates' Courts emesse da un giudice (e da almeno due giudici a latere se il convenuto è un minore).

Controversie di modesta entità

Le controversie di scarsa entità sono anch'esse giudicate dinanzi ai tribunali di contea. In generale, il loro valore non supera le 3 000 sterline.

Magistrates' Courts

Le Magistrates' Courts si occupano di cause penali e di alcune cause civili. Le controversie sono giudicate da un giudice distrettuale (Magistrates' Court).

Cause penali dinanzi alle Magistrates' Courts

Le Magistrates' Courts trattano reati per cui il convenuto non ha diritto a un processo con giuria. Si tratta di reati definiti "minori" (summary offences), che prevedono la reclusione massima di sei mesi e/o una pena pecuniaria fino a 5 000 GBP.

Le Magistrates' Courts si occupano anche di reati in cui il convenuto, pur avendo facoltà di scegliere il processo con giuria, decide per il procedimento dinanzi al giudice distrettuale. Diversamente, la causa verrebbe trasmessa alla Crown Court.

Youth Court (Tribunale dei minori)

La Youth Court si occupa di reati commessi da minori di età compresa tra i 10 e i 17 anni. Questo organo giudicante fa parte della Magistrates' Court e le cause vengono trattate dinanzi a un giudice distrettuale (Magistrates' Court) e ad altri due giudici onorari con una formazione specifica. Nel caso in cui un minore sia imputato di un reato estremamente grave che, se commesso da un adulto, sarebbe punibile con pena minima edittale della reclusione per 14 anni, la Youth Court può rinviarlo dinanzi alla Crown court.

Cause civili dinanzi alle Magistrates' Courts

Le Magistrates' Courts si occupano della seguente serie limitata di cause civili:

  • alcuni debiti civili, tra cui arretrati di imposte sui redditi, contributi previdenziali assicurativi, arretrati IVA, aliquote;
  • licenze, tra cui il rinnovo o la rilevazione di licenze per pub o club;
  • alcune questioni matrimoniali, tra cui il mantenimento e l'allontanamento del coniuge dal tetto coniugale;
  • assistenza per l'infanzia, tra cui presa in carico dall'assistenza pubblica o provvedimenti di controllo, procedimenti di adozione e provvedimenti di residenza.

Coroners Courts

Indagano sulle circostanze di morti improvvise, violente o non naturali.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraNorthern Ireland Courts and Tribunals Service


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 16/01/2019

Giurisdizione ordinaria - Scozia

La versione originale in lingua inglese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

La presente sezione contiene una descrizione della giurisdizione ordinaria in Scozia.


Giurisdizione ordinaria introduzione –

La Court of Session, la High Court of Justiciary, le sheriff courts e i giudici di pace (Justice of the Peace Courts) sono amministrati dall'Il link si apre in una nuova finestraUfficio dei servizi giudiziari della Scozia (SCS), che è un organo indipendente presieduto dal Lord President, che è il giudice decano in Scozia.

Scotland's Supreme Courts (tribunali di grado superiore)

In Scozia i tribunali di grado superiore sono la Court of Session e la High Court of Justiciary.

Court of Session

La Court of Session è il tribunale civile supremo in Scozia e ha sede presso la Parliament House a Edimburgo. È un giudice d'appello, ma anche un tribunale civile competente a decidere su controversie in materia di recupero crediti, risarcimento, diritto di famiglia e diritto commerciale.

High Court of Justiciary

La High Court of Justiciary è il giudice penale d'appello ed è competente per i procedimenti che riguardano reati gravi. I processi si svolgono dinanzi a un giudice e a una giuria.

Nel caso in cui si tratti di processi d'appello questo organo giudiziario ha sede a Edimburgo. Per altre cause tale organo giudiziario ha sede permanente in Edimburgo, Glasgow e Aberdeen, ma i processi si tengono nelle città di tutta la Scozia.

Sheriff Courts

Ai fini giuridici la Scozia è divisa in sei circoscrizioni giudiziarie denominate "sheriffdoms". Ciascuna di esse è presieduta da uno sheriff principal che, oltre a esercitare le funzioni di giudice d'appello nelle cause civili, deve occuparsi di tutte le vertenze nelle sheriff courts.

All'interno delle sheriffdoms esistono, in totale, 49 Sheriff Courts di dimensioni e composizione varie, ma tutte destinate allo stesso obiettivo.

Le cause si svolgono dinanzi a un giudice denominato sheriff. L'attività delle Sheriff Courts si può dividere in tre materie principali (civile, penale e successoria) ed è amministrata dallo sheriff clerk locale e dal suo personale.

Cause civili

La maggior parte delle cause civili riguarda controversie tra persone o organizzazioni. Le Sheriff Courts si occupano di tre diverse tipologie di cause:

  • azioni ordinarie, principalmente in materia di divorzio, minori, proprietà, crediti e risarcimento danni superiori a 5 000 GBP;
  • summary cause (con una procedura semplificata senza giuria), principalmente per affitti non pagati, consegna di beni e crediti di valore compreso tra 3 000 GBP e 5 000 GBP;
  • controversie di modesta entità, per le quali è prevista una procedura semplificata per la soluzione delle controversie minori (principalmente crediti di importo inferiore a 3 000 GBP). Queste cause vengono spesso decise senza che sia necessario rivolgersi a un solicitor.

Inoltre, la Sheriff Court si occupa di molte altre questioni e procedure civili tra cui:

  • adozione di minori;
  • liquidazione di società;
  • inchieste su incidenti mortali;
  • fallimenti

Cause penali

Le cause penali dinanzi alla Sheriff Court possono essere trattate in maniera solenne o "sommaria". Spetta al Procurator Fiscal decidere quale procedura seguire in un determinato caso.

La procedura solenne è impiegata per i reati più gravi, ove l'imputazione può comportare una condanna a pena detentiva superiore a dodici mesi o una multa di oltre 10 000 GBP. I processi si svolgono dinanzi a uno sheriff e a una giuria.

La procedura "sommaria" è impiegata nelle cause di minore importanza in cui uno sheriff giudica senza giuria. Anche se i poteri di condanna dello sheriff sono limitati alla comminazione di una pena detentiva non superiore a dodici mesi, sono previste circostanze in cui questa può essere aumentata.

Attività in materia successoria

L'attività in materia successoria riguarda principalmente la disposizione del patrimonio di persone decedute, in cui possono figurare, per esempio, l'abitazione, i libretti di risparmio e le obbligazioni. Il potere concesso dal tribunale di autorizzare un esecutore a riunire e distribuire il patrimonio è definito "conferma" (confirmation) e viene concesso unicamente dopo che l'inventario del patrimonio del defunto è stato depositato in tribunale.

Se il valore lordo del patrimonio non supera l'importo di 36 000 GBP, esso è classificato come "patrimonio di modesta entità" e il personale dell'ufficio dello sheriff clerk locale assiste il soggetto che richiede la conferma nella compilazione dell'apposito modulo. Se, invece, il valore del patrimonio supera l'importo di 36 000 GBP, si consiglia al richiedente di rivolgersi a un solicitor.

Giudici di pace

L'organo giudiziario rappresentato dai giudici di pace è presieduto da un giudice onorario che non ha una formazione giuridica, assistito da un funzionario (clerk) che ha ricevuto tale formazione. Tale funzionario consiglia il giudice sulle questioni di diritto e di procedura. Il giudice si pronuncia soprattutto su cause di diritto penale meno gravi che vengono trattate nell'ambito di procedimenti sommari. Il giudice di pace può irrogare la pena dell'arresto fino a un massimo di 60 giorni o un'ammenda non superiore a 2 500 GBP. Soltanto nella città di Glasgow alcuni organi giudiziari sono presieduti da un giudice togato (Stipendiary Magistrate).Quest'ultimo può irrogare la pena dell'arresto fino a un massimo di dodici mesi o un'ammenda non superiore a 10 000 GBP.

Lo sheriff clerk svolge il lavoro amministrativo nell'ambito degli uffici delle sheriff court e dei giudici di pace; tra i suoi compiti sono ricompresi i seguenti:

  • recupero di importi di contravvenzioni e ordinanze di risarcimento;
  • rilascio di copie di ordinanze emesse dagli organi giudiziari come quelle relative alle prove, agli ordini di risarcimento comunitari;
  • citazione e gestione dei giurati.

Informazioni più dettagliate sui giudici in Scozia si possono trovare sul sito dell'Il link si apre in una nuova finestraUfficio dei servizi giudiziari della Scozia.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraUfficio dei servizi giudiziari della Scozia


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 10/11/2014