1 – Consultare un avvocato

Save as PDF

È molto importante ottenere una consulenza legale indipendente quando vi trovate in qualche modo coinvolti in un procedimento penale. Le note informative spiegano come e in quali circostanze avete diritto a essere rappresentati da un avvocato e vi indicano come può esservi utile l’assistenza legale. La presente nota informativa generale spiega come trovare un avvocato e come pagare le spese legali se non siete in grado di sostenerle.


Trovare un avvocato

Ad eccezione dei casi di reato più gravi come definiti dal diritto francese, l’assistenza di un avvocato non è obbligatoria ma consigliabile.

La libera scelta dell’avvocato è un principio fondamentale.

Potete scegliere liberamente un avvocato se ne conoscete uno, o potete chiedere che sia nominato un difensore d’ufficio.

Potete scegliere il vostro avvocato tramite “passaparola”, se conoscete un avvocato o se un vostro amico o parente ve ne raccomanda uno.

Potete consultare l’elenco degli avvocati a voi più vicini presso il Tribunal d’instance (Tribunale di primo grado) della vostra città, presso diversi municipi o presso l’Ordine degli avvocati più vicino al vostro luogo di residenza.

In alternativa, potete consultare l’elenco telefonico o fare una ricerca in Internet.

Diversi siti web offrono online elenchi di avvocati, ripartiti per area di specializzazione:

Molti ordini degli avvocati dispongono inoltre di centri di informazione nei tribunali, nei municipi o nelle Maisons de justice et du Droit (centri di informazione legale e giudiziaria).

Se siete posti in custodia cautelare, potete scegliere un avvocato in diversi modi.

Elenchi di avvocati sono consultabili anche all’interno degli istituti di detenzione preventiva.

Le associazioni che operano in campo penitenziario possono consigliarvi e aiutarvi a scegliere un avvocato (Osservatorio internazionale delle carceri, Associazione dei visitatori delle carceri, ecc.).

Anche i servizi consolari del vostro paese di origine possono aiutarvi a scegliere un avvocato.

Potete inoltre chiedere al presidente dell’Ordine degli avvocati del territorio di competenza di nominare un avvocato per assistervi.

Pagare le spese legali

Se vi avvalete di un avvocato, dovete pagare gli onorari, pattuiti liberamente tramite un accordo fra voi e il vostro legale.

Potete firmare un accordo sugli onorari con il vostro avvocato, che ha il diritto di chiedervi degli acconti durante il procedimento giudiziario.

Tuttavia, se le vostre risorse finanziarie sono inferiori a una determinata soglia, potete beneficiare del Il link si apre in una nuova finestrapatrocinio legale a determinate condizioni.

A seconda del vostro reddito, lo Stato può dunque pagare tutto o parte dell’onorario dell’avvocato nominato d’ufficio. Se non avete diritto al patrocinio legale, la nomina d’ufficio diventa nomina personale e dovete pertanto pattuire l’onorario con il vostro avvocato.

Se avete diritto al patrocinio legale parziale, dovete versare all’avvocato il saldo degli onorari.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 30/01/2017