3 - I miei diritti dopo il processo

Save as PDF

Posso impugnare la sentenza?

Le vittime non possono impugnare la condanna o la sentenza pronunciata contro l'autore del reato.

Quali sono i miei diritti dopo la sentenza?

Dopo il processo avete diritto a:

  • ottenere un rimborso delle spese sostenute per deporre in tribunale, in base a quanto stabilito dal Crown Prosecution Service (CPS) (Ufficio di Procura della Corona), non oltre 10 giorni lavorativi dalla ricezione al CPS del modulo di domanda debitamente compilato;
  • ricevere dall'ufficio di assistenza ai testimoni informazioni sull'esito del processo, inclusa ove possibile una breve sintesi della decisione. Le informazioni vi saranno fornite entro un giorno lavorativo da quando l'ufficio di assistenza ai testimoni le riceve dal tribunale;
  • essere indirizzati dall'ufficio di assistenza ai testimoni ai servizi di sostegno alle vittime, ove opportuno e se disponibili;

i) In caso di ricorso presentato alla Crown Court contro una condanna o una sentenza della Magistrates' Court.

Avete diritto a ricevere dall'ufficio di assistenza ai testimoni le seguenti informazioni entro un giorno lavorativo da quando l'ufficio le riceve dal tribunale:

  • gli atti di impugnazione;
  • la data, l'ora e il luogo delle udienze;
  • l'esito del ricorso, nonché le eventuali modifiche alla sentenza originale.

Avete inoltre diritto ad

  • attendere e prendere posto in tribunale in un'area separata dal ricorrente e dai suoi familiari e amici. Il giudice ve lo garantirà ogni qualvolta possibile;
  • essere informati dei punti di contatto presso la Crown Court;
  • ricevere informazioni sui servizi di sostegno alle vittime, ove opportuno e se disponibili.

ii) In caso di appello presentato contro una condanna o una sentenza della Corte di appello oppure di ricorso o appello alla Corte suprema del Regno Unito nell'ambito di una causa penale su una questione di diritto.

Avete diritto a:

  • essere informati del fatto che il ricorrente ha  5 giorni lavorativi di tempo per l'impugnazione da quanto l'ufficio di assistenza ai testimoni riceve l'informazione dal tribunale. In caso di vittime di omicidio, vittime soggette a vessazioni o intimidazioni continue o vittime vulnerabili, le informazioni vengono fornite entro un giorno lavorativo;
  • essere informati della data, dell'ora e del luogo delle udienze dall'ufficio di assistenza alle vittime entro un giorno lavorativo da quando l'ufficio riceve l'informazione dal tribunale;
  • essere informati dall'ufficio di assistenza ai testimoni se il ricorrente è rilasciato su cauzione prima dell'appello o in caso di modifiche alle condizioni della cauzione entro un giorno lavorativo da quando l'ufficio riceve l'informazione dal tribunale;
  • ricevere dall'ufficio di assistenza ai testimoni aggiornamenti su eventuali modifiche alle date delle udienze entro un giorno lavorativo da quando l'ufficio riceve l'informazione dal tribunale;
  • ricevere dal vostro ufficio di assistenza ai testimoni il contatto del personale competente del Criminal Appeal Office (ufficio degli appelli penali) o della Corte suprema del Regno Unito;
  • essere informati dell'esito del ricorso entro 5 giorni lavorativi da quando l'ufficio di assistenza ai testimoni riceve l'informazione dal tribunale, nonché di eventuali modifiche alla sentenza originale. In caso di vittime di omicidio, vittime soggette a vessazioni o intimidazioni continue o vittime vulnerabili, le informazioni vengono fornite entro un giorno lavorativo;
  • attendere e prendere posto in tribunale in un'area separata dal ricorrente e dai suoi familiari e amici. Il giudice ve lo garantirà ogni qualvolta possibile. È raro che un appellante partecipi alle udienze presso la Corte suprema. Nel caso in cui sia presente e preferiate non sedere in aula, verranno predisposte misure specifiche per soddisfare la vostra richiesta;
  • chiedere al personale competente dell'ufficio degli appelli penali o della Corte suprema del Regno Unito una copia della sentenza emessa dal tribunale una volta pubblicata.

Dopo la concessione dell'autorizzazione al ricorso in appello, se siete familiari stretti di un defunto nell'ambito di un caso ammissibile, avete diritto a un appuntamento con il CPS per ricevere spiegazioni sulla natura dell'appello e sulle procedure giudiziarie.

Commissione per il riesame dei procedimenti penali

Al ricevimento di una domanda da parte di un imputato, la Commissione per il riesame dei procedimenti penali si impegna a riesaminare le condanne e le sentenza inflitte per avere commesso il reato. La Commissione può rinviare una condanna o sentenza a nuovo appello se vi sono nuove informazioni o argomentazioni che potrebbero implicare che la condanna è dubbia o la sentenza di durata eccessiva. La commissione riceve all'incirca mille domande di ricorso all'anno da parte di persone condannate, delle quali sono rinviate a nuovo appello all'incirca 30-40 domande. Nel riesaminare un caso, la Commissione valuta le ripercussioni che potrebbero interessarvi e decide se informarvi al riguardo. La commissione registrerà le motivazioni della decisione sulle modalità con cui contattarvi e, se del caso, notificherà alla polizia la decisione presa.

  • Avete diritto a essere informati dalla commissione qualora questa ritenga vi siano ragionevoli prospettive di riesame di cui siate a conoscenza.
  • Se la commissione ritiene opportuno contattarvi durante il riesame, vi informerà di avere ricevuto la domanda e del fatto che il riesame del caso è in corso. In seguito al riesame, la commissione deciderà se la condanna o sentenza debba essere deferita agli organi giurisdizionali e vi informerà della decisione presa, a meno che non abbiate espressamente chiesto che non vi sia notificata.
  • Laddove la commissione non ritenga opportuno contattarvi durante il riesame, ma decida in seguito di deferire la condanna o sentenza agli organi giurisdizionali, come regola generale dovrebbe informarvi del rinvio del caso.

Ho il diritto a un supporto o a una protezione dopo il processo? Per quanto tempo?

  • Avete diritto ad accedere ai servizi di sostegno alle vittime in ogni momento, sia che abbiate denunciato un reato o meno, nonché dopo la conclusione delle indagini e dell'azione penale.

Quali informazioni mi saranno comunicate in caso di condanna dell'autore del reato?

  • Avete diritto a essere informati dall'ufficio di assistenza della sentenza pronunciata nei confronti dell'imputato (se condannato) entro un giorno lavorativo dal momento in cui l'ufficio riceve l'informazione dal tribunale, nonché ricevere una breve spiegazione del significato e degli effetti della sentenza.
  • Avete diritto a essere indirizzati al CPS, che vi darà le risposte alle domande sulla sentenza cui l'ufficio di assistenza alle vittime non è in grado di rispondere.
  • Oltre ai diritti di cui sopra, nel caso in cui siate familiari stretti di un defunto nell'ambito di un caso ammissibile, avete inoltre diritto a un appuntamento con il rappresentante CPS per ottenere una spiegazione della sentenza pronunciata. L'incontro si tiene solitamente nei locali del tribunale.

Sarò informato del rilascio dell'autore del reato (compresa la scarcerazione anticipata o condizionale) o di una sua evasione?

Il Probation Service Victim Contact Scheme (VCS) (programma obbligatorio di informazione alle vittime dei servizi responsabili per la libertà condizionale) è proposto alle vittime di reati violenti e a sfondo sessuale per il quale l'imputato è stato condannato a una pena detentiva di almeno 12 mesi. Il VCS intende fornire alle vittime ammesse al programma informazioni e suggerimenti sul procedimento penale, fornite da un Victim Liaison Officer (ufficiale incaricato dei rapporti con le famiglie). Verrete informati - a discrezione del servizio nazionale di libertà condizionale - delle tappe principali della sentenza dell'imputato, ad esempio in caso di libertà condizionale o rilascio, e potrete presentare osservazioni riguardanti le condizioni relative alla vittima, da allegare all'ordine di scarcerazione dell'autore del reato.

Se siete stati vittime di un reato violento o a sfondo sessuale [1] per il quale l'imputato è stato condannato a una pena detentiva di almeno 12 mesi o sia ricoverato per cure in una struttura ospedaliera a norma del Mental Health Act 1983[legge del 1983 sulla salute mentale], avete diritto a essere informati della possibilità di aderire al VCS dal vostro ufficio di assistenza ai testimoni, nonché del fatto che le vostre informazioni personali verranno trasmesse automaticamente al servizio nazionale di libertà condizionale entro 20 giorni lavorativi, a meno che non abbiate espresso il vostro dissenso.

Se scegliete di partecipare al VCS avete diritto a:

  • decidere se volete ricevere informazioni sulle tappe principali della sentenza dell'imputato;
  • essere assistiti da un Victim Liaison Officer (VLO), che fungerà da punto di contatto presso il servizio nazionale di libertà condizionale, a meno che l'autore del reato di cui siete vittime non sia un paziente non soggetto a limitazioni (cfr. di seguito);
  • ricevere informazioni e presentare le vostre osservazioni al servizio nazionale di libertà condizionale riguardo alle condizioni relative alla vittima da includere nell'ordine di scarcerazione dell'autore del reato o delle condizioni di proscioglimento in caso di rilascio. Ad esempio, l'introduzione di un requisito che vieti all'autore del reato di contattarvi o contrattare la vostra famiglia;
  • essere informati dal servizio nazionale di libertà condizionale delle condizioni cui è sottoposto l'autore del reato in caso di rilascio o proscioglimento che riguardino voi o i vostri familiari;
  • essere informati della data in cui terminano tali condizioni;
  • essere informati di ogni altro elemento che il servizio nazionale di libertà condizionale ritenga appropriato fornirvi date le circostanze del caso, incluse le tappe principali della sentenza dell'imputato o delle cure previste in caso si tratti di un paziente affetto da problemi di salute mentale soggetto o meno a limitazioni.

Se siete familiari stretti di una vittima di omicidio in cui l'imputato è condannato a

a una pena detentiva di almeno 12 mesi per reati violenti o a sfondo sessuale oppure ricoverato per cure in una struttura ospedaliera per detenuti, verrà proposto anche a voi di partecipare al VCS. In caso contrario, la vostra partecipazione al programma è decisa a discrezione dal servizio nazionale di libertà condizionale.

Se siete familiari, tutori o assistenti di una vittima minorenne, un adulto vulnerabile o una vittima incapace per altri motivi di prendere pienamente parte al VCS, solitamente vi verrà proposto di parteciparvi per suo conto. Tuttavia, la partecipazione di genitori, tutori o persone incaricate dell'assistenza non è proposta quando non ritenuta nel migliore interesse della vittima.

Misure di protezione delle vittime in caso di fuga

Nell'ipotesi improbabile di una fuga dell'autore del reato, la polizia, una volta venuta a conoscenza della fuga o ricevuta la notizia dal carcere, dal servizio per i giovani autori di reati, dall'ospedale o dal centro di detenzione per immigrati, vi informerà ove possibile dell'accaduto e delle eventuali misure adottate per la vostra protezione, laddove sia accertato che il sospettato rappresenti un rischio serio per la vostra incolumità.

[1] Ai sensi dell'articolo 45, comma 2, della legge del 2004 sulla violenza domestica e sulle persone offese da tale reato

Sarò coinvolto nelle decisioni sul rilascio o sulla libertà condizionale? Per esempio, posso rendere dichiarazioni o ricorrere?

Se avete scelto di ricorrere al VCS e il Parole Board (comitato per la libertà condizionale) decida di prendere in considerazione il rilascio o la libertà condizionale dell'autore del reato avete diritto a:

  • essere informati dal servizio nazionale di libertà condizionale nel caso in cui sia organizzato un Parole Board;
  • presentare al Parole Board le vostre osservazioni riguardo alle condizioni dell'autorizzazione (cfr. glossario);
  • ricevere spiegazioni laddove una condizione di autorizzazione da voi proposta non sia stata inclusa nell'ordine di scarcerazione dell'autore del reato;
  • ricevere spiegazioni dal vostro VLO riguardo alla Victim Personal Statement (VPS) (dichiarazione personale della vittima) e a come verrà utilizzata dal Parole Board;
  • rendere una VPS che sarà trasmessa al Parole Board;
  • presentare domanda per partecipare a un Parole Board orale per illustrare la vostra VPS, qualora il Parole Board decida sia opportuno tenere un'audizione orale.

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 05/09/2018