Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Diritti delle vittime di reato nei procedimenti penali - Austria


Una persona è considerata vittima di un reato se ha subito un danno o un pregiudizio ai propri beni giuridici tutelati dal diritto penale (ad esempio se è stata ferita o se un bene di sua proprietà è stato danneggiato o rubato) e se questo atto costituisce un reato ai sensi della legge austriaca. Alle vittime di reato la legge garantisce alcuni diritti individuali prima, durante e dopo il processo.

In Austria il procedimento penale inizia non appena la polizia giudiziaria o il pubblico ministero avvia un’indagine per fare luce su un sospetto. Al termine della fase di indagine il pubblico ministero può decidere se archiviare il caso, sottoporlo a “Diversion” (risposta alternativa a un comportamento penalmente sanzionabile) o rinviarlo a giudizio. Alcuni reati sono perseguiti solo a querela di parte (Privatanklagedelikt); in tal caso deve essere la parte stessa a presentare querela. In questo caso non vengono condotte indagini preliminari.

L'organo giurisdizionale assume le prove nel corso del processo. In base alla gravità del reato, le cause sono decise da:

  • un giudice monocratico; oppure
  • un organo giurisdizionale (Schöffensenat) composto, a seconda del reato, da uno o due giudici togati e da uno o due giudici popolari che statuiscono sulla colpevolezza e sulla pena dell’imputato; oppure
  • una corte d’assise (Geschworenengericht), composta da tre giudici togati e da otto giudici popolari (i giurati). I giurati si pronunciano sulla colpevolezza dell’imputato. La decisione sulla pena viene presa congiuntamente dai giurati e dai tre giudici togati.

La vittima può svolgere un ruolo molto importante durante il procedimento penale, oltre a beneficiare di una serie di diritti. Si può essere considerati vittima di un reato senza altro status giuridico. La parte civile, "accusa a titolo sussidiario" o "l’accusa privata" hanno accesso a diritti e possibilità aggiuntivi.

Maggiori informazioni sono disponibili ai seguenti link:

Il link si apre in una nuova finestra1 - I miei diritti in quanto vittima di reato

Il link si apre in una nuova finestra2 - Denuncia di un reato; miei diritti durante le indagini o il processo

Il link si apre in una nuova finestra3 - I miei diritti dopo il processo

Il link si apre in una nuova finestra4 - Risarcimento

Il link si apre in una nuova finestra5 - I miei diritti di aiuto e di assistenza


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 03/02/2021