Diritti delle vittime di reato nei procedimenti penali - Italia

Ripristina Salva come PDF

Sei considerata vittima di reato “persona offesa” se sei riconosciuto titolare del bene giuridico protetto dalla norma penale violata dalla commissione di un fatto che costituisce reato, secondo il diritto nazionale, cioè hai subito l'offesa essenziale all'esistenza del reato.

Sei danneggiato civilmente dal reato, quando subisci un danno (patrimoniale o non patrimoniale, ma comunque economicamente apprezzabile) in conseguenza del reato. Normalmente persona offesa e danneggiato coincidono, ma non sempre, ad esempio, in caso di omicidio, la vittima è la persona uccisa, mentre i suoi familiari costituiscono i soggettio danneggiati dal reato ed hanno titolo per agire in giudizio ed ottenere il risarcimento del danno.

In qualità di persona offesa dal reato, o di parte civile, la legge ti garntisce diversi diritti individuali prima, durante e dopo il processo.

I procedimenti penali in Italia iniziano con le indagini preliminari. La polizia giudiziaria e il pubblico ministero conducono le indagini. Al termine di queste il pubblico ministero (P.M.) può esercitare l’azione penale formulando l’imputazione o chiedere al G.I.P. (giudice per le indagini preliminari) l’archiviazione del procedimento. Per procedimenti relativi a taluni reati, il procedimento penale può iniziare solamente se tu, in quanto vittima, presenti una denuncia/querela presso le forze dell’ordine o la magistratura.

Durante il processo di primo grado, il giudice esamina le prove raccolte e stabilisce se sussista la colpevolezza dell’imputato. Il processo si conclude con la condanna o l’assoluzione dell’imputato da parte del giudice, con la possibilità di appellarsi ad un giudice superiore.

In qualità di vittima, puoi avere un ruolo significativo nell’ambito del procedimento penale e di conseguenza puoi disporre di una serie di diritti. Puoi partecipare come vittima (persona offesa) senza uno specifico status giuridico, o avere un ruolo più attivo costituendoti formalmente come parte civile.

Cliccate sui collegamenti sottostanti per trovare le informazioni di cui avete bisogno:

Il link si apre in una nuova finestra1 - I miei diritti in quanto vittima di reato

Il link si apre in una nuova finestra2 - Denuncia di un reato; miei diritti durante le indagini o il processo

Il link si apre in una nuova finestra3 - I miei diritti dopo il processo

Il link si apre in una nuova finestra4 - Risarcimento

Il link si apre in una nuova finestra5 - I miei diritti di aiuto e di assistenza


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 17/05/2019