Zavřít

BETA VERZE PORTÁLU JE JIŽ K DISPOZICI!

Vyzkoušejte si BETA verzi evropského portálu e-Justice a dejte nám vědět, jak se Vám s ní pracuje!

 
 

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Giurisdizioni speciali - Portogallo

Tento text byl přeložen strojově. Za kvalitu překladu neručíme.

Kvalita tohoto překladu byla ohodnocena známkou: průměrná

Jak byste ohodnotili kvalitu tohoto překladu?

Questa pagina contiene informazioni sull'organizzazione dei tribunali specializzati in Portogallo.


Tribunali giudiziari del 1

I giudici del 1º grado sono, in linea di principio, i tribunali distrettuali. È responsabilità di questi tribunali preparare e perseguire cause che esulano dalla competenza di altri organi giurisdizionali. I tribunali distrettuali hanno competenza generale e competenza specializzata.

I tribunali distrettuali hanno emesso sentenze, che possono essere di competenza specialistica, generiche e locali. Le sentenze sono richieste dalla competenza e dal nome del comune in cui sono state installate.

Possono essere emesse sentenze specializzate:

  1. Centrale elettrica civile;
  2. Civile;
  3. Centrale criminale;
  4. Sito criminale;
  5. Le microcriminalità;
  6. Indagini penali,
  7. Famiglia e minori;
  8. Lavori;
  9. Commercio;
  10. Attuazione.

Vi sono anche ampi tribunali competenti:

  1. Il tribunale della proprietà intellettuale;
  2. Il tribunale in materia di concorrenza, regolamentazione e vigilanza;
  3. Il tribunale marittimo;
  4. L'autorità giurisdizionale per l'esecuzione delle pene;
  5. Il tribunale centrale competente per le indagini penali.

Parere di un esperto

Di queste sentenze sono in particolare da rilevare:

Centrale elettrica civile

Si tratta delle seguenti sentenze:

  • La preparazione e il processo delle azioni ordinarie di dichiarazione civile di valore superiore a 50 000,00 EUR;
  • Esercitare, in procedimenti civili esecutivi di valore superiore a Euro 50 000,00, i poteri previsti dal codice di procedura civile, nei settori che non sono di competenza giurisdizionale;
  • Preparare e decidere in merito ai procedimenti sommari per i quali è di sua competenza;
  • Esercitare altre competenze conferite per legge.
  • Famiglie e minori

Lo stato civile delle persone e delle famiglie, preparare e ritenere:

  1. I casi di competenza volontaria nei confronti dei coniugi;
  2. I procedimenti di volontaria giurisdizione relativi a un'unione consensuale o a un'economia comune;
  3. Procedimenti di separazione personale e divorzio;
  4. Provvedimenti intesi a far dichiarare l'inesistenza o l'annullamento del matrimonio civile;
  5. Ricorsi a norma dell'articolo 1647 sexies e dell'articolo 1648, paragrafo 2, del codice civile, approvati dal decreto-legge 25 novembre 1966, n. 47344;
  6. Azioni e azioni di esecuzione per la manutenzione tra coniugi e tra ex coniugi;
  7. Altre azioni riguardanti lo stato civile delle persone e delle famiglie.

Oltre alle competenze in materia, essi esercitano anche i poteri che la legge attribuisce ai giudici nel procedimento d'inventario instaurato a seguito della separazione delle persone e dei beni, del divorzio, della dichiarazione di assenza o dell'annullamento del matrimonio civile, nonché nei casi particolari di separazione dei beni cui si applica il regime di tale procedimento.

Nel settore dei minori e dei bambini adulti sono responsabili:

  1. Le domande di mantenimento della gestione e di amministrazione dei beni;
  2. Nominare una persona che è entrata in attività per conto del minore e nomina una persona generale che rappresenta il minore fuori dal tribunale in quanto minore soggetto alle responsabilità genitoriali;
  3. La concessione dell'adozione;
  4. Regolamentare l'esercizio delle responsabilità genitoriali ed essere al corrente delle questioni relative alla responsabilità genitoriale;
  5. Di fissare l'importo degli alimenti dovuti ai minori e ai minori che sono i minori più grandi o emancipati di cui all'articolo 1880 del codice civile approvato dal decreto-legge 25 novembre 1966, n. 47344, nonché di preparare e perseguire le esecuzioni tramite manutenzione;
  6. Tutelare la fiducia dei minori in sede giudiziaria;
  7. Accorda la misura di promozione e tutela della fiducia alla persona selezionata per l'adozione o per l'istituzione in vista di un'adozione futura;
  8. Stabilire il rapporto tra sponsor civili e revocarli;
  9. Autorizzare il rappresentante legale dei figli minorenni a compiere determinati atti, confermare quelli che sono stati effettuati senza autorizzazione e prevedere l'accettazione di doni testamentari;
  10. Decidere in merito alle garanzie che i genitori devono fornire a favore dei figli minorenni;
  11. Disporre l'inibizione totale o parziale delle potestà parentali di cui all'articolo 1920 del codice civile, approvato con decreto legge 25 novembre 1966, n. 47344;
  12. Investigare, d'ufficio, maternità e paternità e preparare e perseguire le azioni volte a contestare e indagare in merito alla maternità e alla paternità;
  13. Decidere, in caso di disaccordo tra i genitori, sul nome e cognome del figlio minore.

Oltre all'esperienza in questo campo, spetta a loro:

  1. Se vi è una vigilanza o un'amministrazione dei beni, determinare la retribuzione del tutore o dell'amministratore, essere al corrente della nomina, della rimozione o della rimozione del tutore, dell'amministratore o della vocale del consiglio di amministrazione della famiglia, richiedere e dichiarare i conti, autorizzare la sostituzione dell'ipoteca legale e determinare il rafforzamento e la sostituzione della garanzia costituita e nominare un tutore speciale che rappresenti il minore extragiudiziale;
  2. Nominare un fiduciario speciale che rappresenti il figlio minore in un procedimento relativo al fiduciario;
  3. Di convertire, revocare e valutare l'adozione, la domanda e l'esame dei conti e di fissare l'importo del reddito da utilizzare per la manutenzione della persona adottata;
  4. Decidere in merito al rafforzamento e alla sostituzione della sicurezza fornita per i figli minori;
  5. Chiedere ed esaminare i conti che devono essere forniti dai genitori;
  6. Viene a conoscenza di altri incidenti nei casi di cui alle lettere da a) a m).

Per quanto riguarda la protezione e l'istruzione, è compito loro:

  • Preparare, valutare e decidere in merito alle procedure di promozione e protezione;
  • Attuare misure di promozione e protezione e sorvegliarne l'attuazione, se richiesto, qualora un minore o un giovane siano in pericolo e la commissione per la protezione non sia in pericolo;
  • La pratica degli atti giudiziari relativi al sondaggio d'opinione;
  • Valutare i fatti qualificati per legge come reato, commessi da bambini di età compresa tra i 12 e i 16 anni, al fine di attuare misure di salvaguardia;
  • Attuare e rivedere le misure di tutela;
  • Dichiarare che le misure di tutela cessano o terminano;
  • Di conoscere dei ricorsi contro le decisioni che infliggono sanzioni disciplinari ai minori ai quali sono state applicate.

Sentenze del lavoro

Essi conoscono, in materia civile, tra altre questioni, questioni derivanti da rapporti di lavoro subordinati e da rapporti consolidati in vista della conclusione di contratti di lavoro, infortuni sul lavoro e malattie professionali, contratti assimilati per legge ai contratti di lavoro, di apprendistato e di formazione, nonché questioni civili relative allo sciopero.

Sentenze commerciali

Prepararsi e credere:

  1. Procedure di insolvenza e di rivitalizzazione speciale;
  2. Azioni di dichiarazione di inesistenza, di nullità e di annullamento di memoranda e statuti;
  3. Azioni relative all'esercizio dei diritti in materia di lavoro;
  4. Le azioni per la sospensione o la cancellazione di risoluzioni dell'impresa;
  5. Procedure giudiziarie di liquidazione giudiziaria delle società;
  6. Le azioni di liquidazione di una società pubblica europea;
  7. La liquidazione delle società di partecipazione;
  8. Le azioni relative al codice registro società;
  9. Le procedure di liquidazione degli enti creditizi e delle società finanziarie.

Essi hanno anche la responsabilità di presentare ricorsi contro le ordinanze dei conservatori del registro delle imprese, nonché le opposizioni alle decisioni dei conservatori nell'ambito delle procedure amministrative per la liquidazione e la liquidazione delle società commerciali.

Sentenze

Essi esercitano, nei procedimenti civili di esecuzione, i poteri previsti dal codice di procedura civile, ad esclusione dei procedimenti davanti ai tribunali della proprietà intellettuale, dei tribunali della concorrenza, della regolamentazione e della vigilanza, della Corte marittima, delle loro decisioni familiari e familiari, dei tribunali del commercio e dell'esecuzione delle sentenze penali di natura penale che, secondo il diritto di procedura penale, non devono essere portate dinanzi a una sentenza civile.

Giurisdizioni competenti estese

Tribunali della proprietà intellettuale

Siete a conoscenza di questioni riguardanti:

  1. Azioni la cui causa sia connessa al diritto d'autore e ai diritti connessi;
  2. I procedimenti in cui la causa si riferisce alla proprietà industriale, in qualsiasi forma prevista dalla legge;
  3. Le azioni per l'annullamento e l'annullamento dei brevetti, dei certificati complementari di protezione, dei modelli di utilità e topografie di prodotti a semiconduttori, di cui al codice della proprietà industriale e ad altre normative applicabili, nonché le domande di dichiarazione di nullità o di annullamento di registrazioni di disegni e modelli, marchi, loghi, ricompense, denominazioni di origine e indicazioni geografiche derivate da una domanda riconvenzionale;
  4. Ricorsi avverso le decisioni dell'Instituto Nacional da Propriedade Industrial, I. P. (INPI, P.I.) che concede o rifiuta diritti di proprietà industriale o che si riferisce a cambi, licenze, dichiarazioni di obsolescenza o di qualsiasi altro atto che modifica, modifica o estingue i diritti di proprietà industriale;
  5. Ricorso e riesame delle decisioni o di qualsiasi altra misura giuridicamente impugnabile dell'INPI, I.P., nei procedimenti di infrazione;
  6. Le azioni di dichiarazione nelle quali la causa dell'azione si riferisce a nomi di dominio su Internet;
  7. Ricorsi avverso le decisioni della Fondazione per il calcolo scientifico nazionale, in quanto autorità competente per la registrazione dei nomi di dominio di. PT, che registra, nega la registrazione o cancella un nome di dominio di.EN;
  8. Azioni la cui causa riguardi una denominazione sociale o una ragione sociale;
  9. Ricorsi avverso le decisioni dell'Instituto dos Registos e do Notariado, I. P. (IRN, I.P.) in merito all'ammissibilità di nomi e denominazioni nel quadro giuridico del Registro Nacional de Pessoas Colectivas (Registro nazionale delle persone giuridiche);
  10. Le azioni la cui causa riguarda il compimento di atti di concorrenza sleale o la violazione di segreti commerciali nel settore della proprietà industriale;
  11. Raccogliere e conservare gli elementi di prova e fornire informazioni quando richiesto dalla tutela dei diritti di proprietà intellettuale e del diritto d'autore.

Concorrenza, regolamentazione e vigilanza

Essa si occupa, in particolare, delle questioni relative al ricorso, al controllo e all'esecuzione delle decisioni, delle ordinanze e delle altre misure giuridicamente idonee a contestare una pluralità di organismi di regolamentazione, quali l'autorità garante della concorrenza, l'autorità nazionale dell'aviazione civile, il Banco de Portugal e la Comissão do Mercado de Valores Mobiliários (Autorità per il mercato dei valori mobiliari).

Tribunale del mare

Siete a conoscenza di questioni riguardanti:

  1. L'indennizzo dovuto per i danni arrecati o subiti dalle navi, dalle navi e da altri natanti galleggianti, o derivanti dal loro uso marittimo nelle condizioni generali della legge;
  2. I contratti di costruzione, riparazione, acquisto e vendita di navi, imbarcazioni o altre imbarcazioni galleggianti, a condizione che siano destinati all'uso marittimo;
  3. Contratti di trasporto marittimo o combinato o multimodale;
  4. I contratti di trasporto per via navigabile o per mezzo di canali, entro i limiti di cui alla tabella 1 allegata al regolamento generale in materia di porto generale, approvato con decreto legge n. 265/72 del 31 luglio 1999;
  5. I contratti di uso marittimo di navi, natanti e altri mezzi galleggianti, in particolare quelli noleggiati e finanziariamente oggetto di leasing;
  6. I contratti di assicurazione per le navi, le imbarcazioni, gli altri galleggianti destinati all'uso marittimo e il loro carico;
  7. Mutui ipotecari e privilegi su navi o imbarcazioni, oltre a qualsiasi reale garanzia nei confronti delle imbarcazioni galleggianti e dei loro carichi;
  8. I procedimenti speciali relativi a navi, natanti, altri mezzi galleggianti e loro carichi;
  9. Procedimenti cautelari in relazione a navi, imbarcazioni ed altre imbarcazioni galleggianti, loro rispettivi carichi ed altri oggetti di valore appartenenti alle navi, alle imbarcazioni e ad altre imbarcazioni galleggianti, oltre a una domanda preliminare all'autorità portuale per impedire l'uscita di navi che costituiscono l'oggetto di tali procedimenti;
  10. Le perdite congiunte o individuali, comprese quelle relative ad altre imbarcazioni galleggianti destinate al mare;
  11. Assistenza e salvataggio in mare;
  12. Contratti di rimorchio e pilotaggio;
  13. Rimozione dei naufragi;
  14. Responsabilità civile in relazione all'inquinamento del mare e delle altre acque sotto la sua giurisdizione;
  15. L'utilizzazione, la perdita, la scoperta o l'appropriazione della pesca o delle reti o reti per la cattura di molluschi, molluschi e piante marine, gli ancoraggi, le armi, le armi, le disposizioni e gli altri oggetti destinati alla navigazione o alla pesca, oltre ai danni causati o mantenuti da tali materiali;
  16. Danni alla proprietà demaniali marittimi;
  17. Proprietà e possesso di terreni e beni derivanti da o derivanti da acque marine o dall'esistenza di residui nel loro suolo o nel loro sottosuolo, o che derivano o sono nati o esistono nelle acque interne, se esiste un interesse marittimo;
  18. Arresti;
  19. Tutte le questioni generali relative al diritto commerciale marittimo;
  20. Ricorsi avverso le decisioni del capitano portuale su un caso riguardante un'infrazione marittima.

Corte di Esecuzione delle sanzioni

Controllare e controllare l'esecuzione e decidere in merito alla loro modifica, sostituzione e cessazione della pena detentiva o della misura restrittiva della libertà personale emessa dalla sentenza dopo la sentenza definitiva. In particolare esso è incaricato di:

  • Determinare l'esecuzione dell'ulteriore periodo di espulsione, dichiarare la pena detentiva da estinguere e determinare l'esecuzione anticipata della pena accessoria dell'espulsione;
  • Dichiarare che non esiste più una pena detentiva, una pena relativamente imprecisata e un provvedimento di custodia cautelare;
  • Emettere ordinanze di arresto, arresto e liberazione;
  • Pronunciare la sentenza in contumacia e ordinare il sequestro di beni, nella misura in cui l'autore del reato sia stato condannato, in tutto o in parte, all'esecuzione di una pena o di una misura di sicurezza privative della libertà;
  • Decidere in merito all'eliminazione provvisoria dei fatti o delle decisioni iscritte nel casellario giudiziario;

Central Criminal Investigation Tribunal

Svolge un'indagine penale, decide in merito alla pronuncia ed esercita le funzioni giurisdizionali relative all'indagine quando l'attività criminosa si svolge in distretti di diverse corti d'appello e dove sono in gioco i seguenti reati:

  1. Contro la pace e l'umanità;
  2. Organizzazione terroristica e terrorismo;
  3. La sicurezza dello Stato, ad eccezione dei reati elettorali;
  4. Traffico illecito di stupefacenti, sostanze psicotrope e precursori, ad eccezione dei casi di distribuzione diretta al consumatore e di associazione per la tratta di esseri umani;
  5. Riciclaggio del denaro;
  6. Corruzione, appropriazione indebita e partecipazione economica alle imprese;
  7. L'insolvenza intenzionale;
  8. Un'amministrazione dannosa nell'unità economica del settore pubblico;
  9. Frode nell'acquisizione o nella distrazione di indennità, sovvenzioni o crediti;
  10. Reati economici e finanziari commessi in modo organizzato, anche mediante l'uso di tecnologie informatiche;
  11. Violazioni economiche e finanziarie a dimensione internazionale o transnazionale.

Questa è una traduzione automatica del contenuto. ll proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica del testo.

Ultimo aggiornamento: 16/09/2019