menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Successioni


Il Il link si apre in una nuova finestraRegolamento (UE) n. 650/2012, del 4 luglio 2012, relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all'esecuzione di atti pubblici intende facilitare la trattazione delle successioni internazionali per i cittadini dell'Unione.

Il regolamento si applica in tutti gli Stati membri dell'Unione europea ad eccezione della Danimarca, dell'Irlanda e del Regno Unito.

Applicandosi alle successioni di persone decedute successivamente al 17 agosto 2015, il regolamento assicurerà la trattazione coerente di una determinata successione, conformemente a una sola norma giuridica e da parte di una singola autorità, consentendo anche ai cittadini di scegliere il diritto del loro paese di cittadinanza quale norma giuridica da applicarsi nei loro procedimenti successori.

Il regolamento introduce anche un Certificato successorio europeo (ECS). Si tratta di un documento emanato dall'autorità preposta al procedimento successorio per l'utilizzo da parte degli eredi, legatari, esecutori testamentari e amministratori di patrimoni al fine di provare il loro status e di esercitare i diritti e i poteri previsti dalla legge in altri Stati membri, senza una procedura particolare di riconoscimento.

Il 9 dicembre 2014, la Commissione ha adottato il Il link si apre in una nuova finestraregolamento di esecuzione che istituisce 4 moduli disponibili per l'utilizzo ai sensi dei regolamento.

Questi moduli possono essere utilizzati dal 17 agosto 2015.

Tra breve il portale E-Justice offrirà la possibilità di compilare questi moduli online.

Per informazioni sulle notifiche degli Stati membri, selezionare una delle bandiere sul lato destro dello schermo.

 


Questa pagina è a cura della Commissione europea. Le informazioni contenute in questa pagina non riflettono necessariamente il parere ufficiale della Commissione europea. La Commissione declina ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Si rinvia all'avviso legale per quanto riguarda le norme sul copyright per le pagine europee.

Ultimo aggiornamento: 09/09/2016