Chiudi

LA VERSIONE BETA DEL PORTALE È DISPONIBILE ORA!

Visita la versione BETA del portale europeo della giustizia elettronica e lascia un commento sulla tua esperienza sul sito!

 
 

Percorso di navigazione

menu starting dummy link

Page navigation

menu ending dummy link

Assumere prove mediante videoconferenza - Croazia

INDICE

1 È possibile assumere prove tramite videoconferenza con la partecipazione di un’autorità giudiziaria dello Stato membro richiedente, o direttamente da parte di un’autorità giudiziaria dello Stato membro richiedente? In caso affermativo, quali sono le procedure o leggi nazionali applicabili?

Nella Repubblica di Croazia è possibile procedere a un atto istruttorio per l'audizione di un testimone, di una parte o di un consulente tecnico d’ufficio ricorrendo alla videoconferenza, ai sensi degli articoli 10 -12 e all’articolo 17 del regolamento (CE) n. 1206/2001 del Consiglio, del 28 maggio 2001, relativo alla cooperazione tra le autorità giudiziarie degli Stati membri nel settore dell’assunzione delle prove in materia civile o commerciale (in prosieguo: "il regolamento"). Nel caso in cui sia necessario procedere a un atto istruttorio nel modo previsto dal regolamento il giudice della Repubblica di Croazia può:

1. chiedere l’esecuzione dell’atto istruttorio direttamente al giudice competente di un altro Stato membro, oppure

2. conformemente alle condizioni previste dall’articolo 17 del regolamento, chiedere l’esecuzione diretta dell’atto istruttorio in un altro Stato membro.

L'esecuzione dell'atto istruttorio in forza del regolamento è prevista agli articoli 507.d - 507.h del codice di procedura civile (Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Croazia nn.: 53/91, 91/92, 112/99, 88/01, 117/03, 88/05, 02/07, 84/08, 96/08, 123/08, 57/11, 148/11, 25/13 e 89/14; in prosieguo: "il CPC").

2 Vi sono restrizioni relative alla categoria di persone che possono essere sentite in videoconferenza? Ad esempio, possono essere interrogati solo testimoni o anche altre persone, quali esperti o parti in causa?

La videoconferenza può essere utilizzata per l’audizione dei testimoni e per l’esecuzione di atti istruttori, con l'audizione degli esperti e delle parti.

3 Quali sono le eventuali restrizioni sul tipo di prove che possono essere acquisite tramite videoconferenza?

Nella Repubblica di Croazia non vi sono particolari restrizioni per quanto riguarda le categorie delle prove che possono essere assunte tramite videoconferenza. Il giudice incaricato del procedimento decide relativamente agli atti istruttori che saranno eseguiti per stabilire taluni fatti e in quale maniera tali atti saranno espletati. Il giudice decide sui fatti che riterrà provati secondo la sua convinzione, in base a una valutazione coscienziosa e minuziosa di ciascuna singola prova e l’insieme delle prove, nonché in base ai risultati dell’intero procedimento. Tuttavia, la videoconferenza sarà essenzialmente utilizzata per eseguire atti istruttori con l’audizione delle parti dei testimoni poiché talune difficoltà materiali e tecniche si presentano allorché occorre procedere all'esame di un documento o all’ispezione dei luoghi.

4 Esistono restrizioni circa il luogo in cui la persona dev’essere sentita in videoconferenza? Deve trattarsi di un tribunale?

L'audizione si svolge generalmente in tribunale. La legge non prevede tuttavia alcuna restrizione particolare quanto alla persona o al luogo dove si deve procedere alla relativa audizione mediante videoconferenza.

5 È consentito registrare le audizioni mediante videoconferenza? In caso affermativo, è disponibile l’apposita apparecchiatura?

Nella Repubblica di Croazia non esistono disposizioni che prevedano specificamente la registrazione delle udienze che si svolgono con la videoconferenza, ma gli articoli 126.a - 126.c del codice di procedura civile costituiscono la base giuridica per la registrazione audio delle udienze. Il giudice decide, d'ufficio o su richiesta delle parti riguardo alla registrazione. Il regolamento di procedura del tribunale ("Gazzetta Ufficiale" della Repubblica di Croazia, nn. 37/14, 49/14, 08/15, 35/15, 123/15 e 45/16) prevede le modalità di conservazione e di trascrizione delle registrazioni sonore, nonché le condizioni tecniche e i metodi di registrazione.

6 In quale lingua devono essere svolte le audizioni a) in caso di richieste presentate ai sensi degli articoli 10, 11 e 12 e b) in caso di assunzione diretta di prove ai sensi dell’articolo 17?

Nel caso di una domanda presentata ai sensi degli articoli 10-12 del regolamento, l’audizione generalmente si svolge in croato. L’utilizzo delle lingue delle minoranze nazionali nell’ambito della procedura civile è disciplinato da una legge speciale (il procedimento civile si svolge in croato qualora la legge non abbia previsto l’utilizzo di un’altra lingua dinanzi a taluni giudici). Inoltre, conformemente all’articolo 102 del codice di procedura civile, qualora il procedimento non si sia svolto nella lingua della parte o delle altre persone che intervengono nell’ambito del procedimento, si provvederà alla traduzione simultanea nella loro lingua degli atti, delle dichiarazioni e dei documenti presentati nel corso dell’udienza come prove.

Nel caso dell’esecuzione diretta dell’atto istruttorio ai sensi dell’articolo 17 del regolamento, l’audizione si svolgerà in lingua straniera poiché il giudice richiedente procede alla sua esecuzione diretta. La traduzione in una lingua che viene compresa dalle parti e dagli altri intervenienti dovrebbe tuttavia essere assicurata.

7 A chi spetta la responsabilità di procurare gli interpreti, in caso di necessità, in entrambi i tipi di audizione? In quale luogo devono operare gli interpreti?

L'autorità giudiziaria richiesta fornisce generalmente un interprete giurato per le audizioni di cui agli articoli 10 e 12 del regolamento. In base a certe condizioni (articolo 251 in combinato disposto con l’articolo 263 del CPC) il giudice può decidere di servirsi di un interprete proposto da una parte.

In linea di principio, l’uso dei servizi di un interprete può anche essere oggetto di un accordo tra l'autorità giudiziaria richiedente e l'autorità giudiziaria richiesta e l'interprete può essere fornito da una delle due autorità giudiziarie interessate. In pratica, si chiama un interprete giurato che opera nel luogo in cui si trova la persona che ha bisogno di un interprete o che risiede nel circondario del giudice richiesto, qualora il giudice richiedente svolga il procedimento nella sua lingua, conformemente all’articolo 17 del regolamento, o del circondario del giudice ricorrente, qualora l’audizione si svolga mediante il giudice richiesto, conformemente agli articoli 10 - 12 del regolamento.

8 Quali procedure si applicano alle intese relative alle audizioni e per quanto riguarda l’obbligo di notificare alle persone da sentire la data e il luogo del procedimento? Al momento di fissare la data dell’audizione, quanto tempo occorre prevedere affinché la persona da sentire possa essere informata con sufficiente anticipo?

Conformemente all’articolo 242 del CPC, i testimoni ricevono una citazione a comparire che precisa tra l’altro la data e il luogo dell’udienza. Quanto alla persona da escutere, la citazione a comparire in tale udienza deve essergli notificata o comunicata in base alle regole della citazione alla persona e qualora tale persona sia rappresentata da un mandatario, la citazione a comparire all’udienza durante la quale si procederà all’audizione delle parti o della persona da escutere sarà notificata o comunicata per mezzo dell’intermediario del mandatario (articolo 268 in combinazione con gli articoli 138 e 142 del codice di procedura civile). I testimoni che non possono comparire a causa della loro età, del loro stato di salute o di carenze fisiche gravi possono essere ascoltati a domicilio. Il codice di procedura civile non prevede un termine per comunicare a un testimone la data dell’udienza, tuttavia un termine sufficiente (di almeno otto giorni) deve essere concesso alle parti per la preparazione dell’udienza.

Per le udienze ai sensi degli articoli 10 e 12 del regolamento l'autorità giudiziaria richiesta informa i testimoni e/o le parti della data e del luogo dell'udienza, mentre l'autorità giudiziaria richiedente procede alla notifica o alla comunicazione delle citazioni a comparire all'udienza, ai sensi dell’articolo 17 del regolamento.

9 Quali sono i costi collegati all’uso della videoconferenza e quali le modalità di pagamento?

Conformemente all'articolo 153 del CPC, il ricorrente è tenuto a depositare in anticipo, in base a un'ordinanza del giudice, la somma richiesta per coprire le spese per l'esecuzione di un atto istruttorio. Qualora l'esecuzione di un atto istruttorio sia richiesta da entrambe le parti o ordinata d'ufficio dal giudice, il giudice fisserà la somma richiesta per coprire le spese che dovrà essere depositata da entrambe le parti, in parti uguali.

Inoltre, l'articolo 18 del regolamento si applica alle spese di videoconferenza.

Nella Repubblica di Croazia l'esecuzione di un atto istruttorio per videoconferenza non comporta il pagamento dei relativi diritti.

10 Quali sono gli eventuali requisiti applicabili per garantire che la persona sentita direttamente dall’autorità giudiziaria richiedente sia a conoscenza del fatto che l’assunzione delle prove viene eseguita su base volontaria?

La persona ne sarà informata nella citazione a comparire a tale udienza. Il codice di procedura civile non prevede ulteriori condizioni.

11 Quali procedure si applicano per verificare l’identità della persona da sentire?

Prima dell’udienza viene chiesto al testimone di indicare cognome, nome e numero di identificazione personale, nome di suo padre, professione, domicilio, luogo di nascita, l’età e la sua relazione o il suo legame con le parti (articolo 243, comma 3, del codice di procedura civile).

12 Quali requisiti si applicano alla prestazione di giuramenti e quali informazioni deve fornire l’autorità giudiziaria richiedente quando è richiesto un giuramento durante l’assunzione diretta di prove ai sensi dell’articolo 17?

Ai sensi dell’articolo 246 del codice di procedura civile il giudice può decidere che il testimone presti giuramento prima della deposizione, ma nel caso previsto all’articolo 17 del regolamento, le norme previste dallo Stato ricorrente potranno applicarsi in certe condizioni come nel caso in cui lo Stato ricorrente informi l’organismo centrale o l’autorità competente dello Stato richiesto prima della data dell’udienza la sua intenzione di procedere all’audizione di un testimone sotto giuramento.

Ai sensi dell’articolo 270 del codice di procedura civile un atto istruttorio con l’audizione delle parti viene eseguito senza prestare giuramento.

13 Quali sono le disposizioni in vigore per garantire che nel luogo in cui si svolge la videoconferenza vi sia una persona da contattare a cui l’autorità giudiziaria richiedente possa rivolgersi il giorno dell’audizione per mettere in funzione le apparecchiature di videoconferenza e per risolvere eventuali problemi tecnici?

L'atto istruttorio svolto con l’audizione non comporta disposizioni al riguardo, ma nella pratica tecnici e agenti giudiziari richiesti devono essere presenti prima e durante l'audizione per garantire le condizioni tecniche della videoconferenza.

14 Quali eventuali informazioni aggiuntive deve fornire l’autorità giudiziaria richiedente?

Non esistono regole che richiedono informazioni ulteriori. Tuttavia al momento di convenire la data dell’udienza è possibile che l'autorità giudiziaria ricorrente e l'autorità giudiziaria richiesta debbano altresì comunicare per discutere taluni aspetti tecnici al fine di assicurare il regolare svolgimento dell’udienza. Nella pratica, tali questioni sono più spesso regolate dai giudici via email.


La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Ultimo aggiornamento: 22/02/2019